Come il vento

Come il vento
Come il vento

Libro di Lauren Francis-Sharma edito da Frassinelli pagg. 448 euro 18,50 – Versione ebook disponibile

COME IL VENTO È UNA GRANDE SAGA AMBIENTATA NELL’AMERICAN WEST, UN’EPICA DELLE ORIGINI NUOVA, NON CONVENZIONALE, NELLA QUALE SI INCROCIANO POPOLI DIVERSI, E DOMINATA DALLA FIGURA POTENTE DI UNA DONNA.

L’AUTRICE
LAUREN FRANCIS-SHARMA è nata a New York da una famiglia di Trinidad, si è laureata in legge e ha poi perfezionato i suoi studi in letteratura, per approdare alla narrativa nel 2014 con il suo primo romanzo, Figli di un fiore azzurro. Vive vicino a Washington con il marito e due figli e ha fondato uno spazio di co-working per scrittori, la DC Writers Room.
http://www.laurenfrancissharma.com/

LA TRAMA
Trinidad, 1796. La giovanissima Rosa inizia una sua personale rivoluzione contro i ruoli imposti da sempre alle donne. Rosa è intelligente, combattiva, appassionata e ha le idee molto chiare su quello che vuole fare della propria vita. Sa di avere tutte le capacità per gestire la fattoria di famiglia, e lo farà, visto che il fratello e la sorella se ne disinteressano completamente. Ma è la Storia a cambiare il suo corso prendendo il sopravvento: nello scontro tra potenze coloniali, il suo paese passa dal dominio spagnolo a quello inglese. Così, diventa sempre più difficile capire se ai neri liberi che sono proprietari terrieri – come il padre di Rosa – sarà concesso conservare i loro diritti, la loro terra e, soprattutto, la loro libertà. Sono passati gli anni e ora Rosa vive a Little Bighorn, nella nazione indiana Apsáalooke, con il marito Edward e la famiglia. Suo figlio Victor ha raggiunto l’età in cui dovrebbe diventare adulto, ma qualcosa lo blocca. Rosa capisce bene che è lei la causa di tutto, sono i segreti che si porta dietro da tanto tempo e che ora è arrivato il momento di rivelare al ragazzo. È arrivato il momento di raccontare a Victor chi è veramente sua madre e quali sono le sue radici. Per questo, perché il figlio sia un uomo a pieno titolo con il suo fardello di verità, Rosa inizia con lui un viaggio a ritroso da quel piccolo villaggio, attraverso le grandi pianure, verso la costa dell’oceano dove tutto è cominciato.

Assalto al Castello

Giuliana Cuneaz Amabie
Giuliana Cuneaz Amabie

14 artisti valdostani conquistano il Museo Gamba. Un progetto di Casa Testori a cura di Davide Dall’Ombra

Il Castello Gamba – Museo d’arte moderna e contemporanea della Valle d’Aosta a Châtillon, presenta ASSALTO AL CASTELLO. 14 artisti valdostani conquistano il Museo Gamba”, la nuova mostra aperta al pubblico dal 23 ottobre al 29 novembre 2020.

Realizzata dall’Assessorato dei Beni culturali, Turismo, Sport e Commercio della Valle d’Aosta in collaborazione con Casa Testori, hub culturale alle porte di Milano, l’esposizione costituisce un progetto di dialogo tra arte contemporanea e collezione storica. Ad “occupare” integralmente il Museo sono 14 artisti valdostani e, come racconta il curatore Davide Dall’Ombra, “la mostra punta a cogliere alcune istanze ed emergenze dell’arte contemporanea valdostana. Dedicare un’esposizione agli artisti in Valle significa accettarne l’invasione, mettersi a disposizione, in ascolto, ma anche dar loro gli strumenti di uno spazio d’espressione”.

Nasce così “Assalto al Castello”, un’occupazione, pacifica ma decisa, da parte di artisti che accettano la sfida dell’istituzione pubblica e del confronto con importanti maestri, da Mario Schifano a Felice Casorati, da Renato Guttuso a Lucio Fontana.

Non una galleria di immagini, ma 14 interventi spaziali – dalla pittura al video, dalla scultura all’installazione – sapientemente pensati in un percorso espositivo che coinvolge la collezione ed anche l’esterno del museo. “Gli artisti, come tutti noi, hanno dovuto fare i conti con un presente drammatico in un anno diverso da tutti quelli che lo hanno preceduto; anche senza metterlo espressamente a tema – sottolinea il curatore – hanno saputo dar voce a elementi e sentimenti del vissuto, facendoci capire qualcosa di noi. Si dice spesso che non ci sono parole per esprimere certe situazioni, ma l’artista non si può tirare indietro, è condannato all’espressione. Per fortuna”.

Periodo: 23 ottobre – 29 novembre 2020
Tariffe ingresso castello:
Intero: € 5,00 – Ridotto: € 3,00 – Ridotto (6-18 anni): € 2,00 – Gratuito: bambini fino a 6 anni non compiuti
Orari e giorni di apertura: dal giovedì alla domenica, dalle 10.00 alle 17.30
Info: Tel. +39 0166563252 | info@castellogamba.vda.itwww.castellogamba.vda.it
Castello Gamba – Località Crêt-de-Breil | Châtillon | Valle d’Aosta

 

Sulla base delle disposizioni regionali legate all’emergenza sanitaria, si ricordano le regole da rispettare per la visita al sito:
1) consigliato l’acquisto del biglietto on-line;
2) entrata contingentata (massimo 80 persone contemporaneamente);
3) obbligo di mascherina;
4) rispetto tassativo della distanza di sicurezza di 1 metro;
5) divieto di portare zaini o borse ingombranti all’interno.
 

Fiori d’inverno

Ciclamini
Ciclamini

Fiori in inverno? Certo. Siamo abituati a vedere delle splendide terrazze nel periodo primaverile, quando rinasce la natura con mille colori e profumi. Anche durante l’ inverno è possibile gestire delle piante, ovviamente con caratteristiche adatte al freddo e altri agenti atmosferici.
Avere delle piante anche nei mesi autunnali e invernali, è quindi possibile.

Le caratteristiche ideali per vivere all’esterno anche nei mesi più freddi, le hanno i ciclamini e le viole. Questi fiori invernali cresceranno, splenderanno e profumeranno anche nei periodi più freddi dell’anno. Leader della specie sono i ciclamini colorati, da grandi foglie di diversi colori, dal bianco al rosso e color viola.

Da coltivare in vaso con terreno umido, è consigliato non bagnarlo troppo, per evitare ristagni di acqua. La sua cura è molto poca rispetto alla resa. Gli altri fiori adatti alle temperature invernali sono le Viole, anche loro adatte al balcone e anche al giardino. I suoi colori sono in genere bianco, viola, rosa e non mancano colori più sfumati.