Milano Serravalle approva il bilancio 2019

logo
logo

Milano Serravalle – Milano Tangenziali S.p.A. ha approvato il bilancio 2019. L’esercizio si chiude con un valore della produzione pari a 249 milioni di euro. Il margine operativo lordo si attesta a 146 milioni di euro, con un’incidenza sul valore della produzione del 59%. L’utile netto si consolida a 57,8 milioni di euro.

Nel corso del 2019, la Società ha destinato risorse per oltre 60 milioni per manutenzioni e interventi al corpo autostradale, nonché per investimenti destinati alla riqualifica e al miglioramento degli standard qualitativi delle infrastrutture gestite.

Ringraziando il Consiglio di Amministrazione, il management e il personale della Società, il Presidente di Milano Serravalle, Maura Carta, e l’Amministratore Delegato, Andrea Mentasti, hanno espresso soddisfazione per i positivi risultati, raggiunti senza peraltro procedere nel 2019 e nel 2020 agli adeguamenti tariffari autorizzati in sede ministeriale, e confermano l’impegno per superare le difficoltà che nei primi mesi di quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19, hanno investito l’intero settore.

FNM SpA: acquisto di nuovi treni

andrea-gibelli
andrea-gibelli

Solo le aziende che rispetteranno determinati requisiti di ordine generale, di capacità tecnica e di capacità economica potranno, d’ora in avanti, entrare nell’elenco dei potenziali fornitori di FNM SpA per l’acquisto e manutenzione di nuovi treni.

E’ quanto ha deciso il Consiglio di Amministrazione di FNM SpA, presieduto da Andrea Gibelli, approvando l’istituzione di un “sistema di qualificazione per la fornitura di materiale rotabile e relativi servizi di manutenzione” per le imprese.

UNDICI LOTTI – Questa procedura, prevista dal nuovo Codice degli Appalti, si articolerà al momento su 11 lotti. Si tratta di carrozze, locomotori e convogli con diverse caratteristiche, tra cui nuovissimi treni con elevati standard ambientali (ed esempio alimentati a idrogeno), destinati al fabbisogno di Trenord, al rinnovo della flotta cargo e allo sviluppo di progetti di logistica e mobilità delle merci.

I REQUISITI – Nei prossimi mesi, una volta pubblicato l’Avviso di istituzione del “sistema di qualificazione”, le imprese interessate a partecipare alle gare potranno presentare domanda di iscrizione per uno o più lotti e dovranno dimostrare di possedere determinati requisiti di ordine generale (come l’iscrizione alla Camera di Commercio), di capacità tecnica (tra cui fatturato specifico per tipologia di lotto e certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 e successive) e di capacità economica (fatturato complessivo e affidabilità economico-finanziaria).

LE VERIFICHE – FNM verificherà preventivamente il possesso di questi requisiti e, in caso di esito positivo dei controlli, iscriverà l’impresa nel “sistema di qualificazione”, invitandola, di volta in volta, a presentare un’offerta, in base alle esigenze di acquisizione di nuovi treni che si manifesteranno.

GARANZIA DI QUALITÀ – “Il nostro obiettivo – spiega il presidente di FNM SpA Andrea Gibelli – è quello di rendere più snello ma al tempo stesso più strutturato il nostro accesso al mercato della fornitura e manutenzione di nuovi treni. La definizione di elenchi di soggetti idonei a partecipare alle gare rappresenta una garanzia di qualità e una semplificazione e velocizzazione delle procedure di acquisto”.