Milano: al via “prendiamoci cura della nostra città”

Milano_prendiamoci cura della nostra città
Milano_prendiamoci cura della nostra città

Bolognini: con i residenti per tinteggiare i muri dei condomini

Sabato 9 novembre, il quartiere milanese del Lorenteggio sara’ coinvolto, con la partecipazione di decine di volontari, all’attivita’ di cleaning ‘Prendiamoci cura della nostra citta”, organizzata nei cortili degli stabili Aler di via Odazio 6 e via degli Apuli 2. Con loro, ci sara’ Stefano Bolognini, assessore della Regione Lombardia con delega alle Politiche sociali, abitative e Disabilita’ che aiutera’ in prima persona i cittadini nell’opera di ‘ringiovanimento’ delle pareti delle scale delle loro case.

“Sara’ un’iniziativa simpatica e divertente – anticipa l’assessore – che portera’ luci e colori nel quartiere e aiutera’ i cittadini e le associazioni ad amarlo ancora di piu'”.

Insieme per rendere piu’ ospitale il quartiere:

Il via all’operazione di pulizia e’ previsto per le ore 9. L’appuntamento per i volontari e’ presso il cortile di via Odazio 6. Chi vorra’ potra’ dare il suo contributo sino alle ore 16, quando con un grande applauso si concludera’ la giornata di maquillage. “Il bene comune non e’ solo un diritto ma anche il dovere di rispettarlo” e’ lo slogan che ha guidato i residenti del quartiere Lorenteggio, insieme a Regione Lombardia, Aler Milano e all’associazione Retake Milano onlus, nell’organizzazione di questa giornata di ‘cleaning’.

La forza dei residenti:

Ogni luogo ha la sua debolezza e le sue difficolta’, ma ogni luogo ha anche dei punti di forza su cui poter contare: le persone che lo abitano. E, in questa zona di Milano, i residenti hanno deciso di essere cittadini attivi. “Sabato – chiarisce l’assessore Bolognini -, saro’ presente con loro in via Odazio 6, per tinteggiare i muri interni delle scale dei condomini interessati, insieme all’Associazione Retake, ad Aler e ai tanti volontari iscritti a questa splendida iniziativa”.

Rigenerazione dei beni comuni grazie ai nuovi patti:

“Si trattera’ di un momento prezioso per il quartiere Lorenteggio – ha sottolineato l’assessore, in vista del via all’operazione – dove i residenti, che hanno espresso la volonta’ di poter collaborare al fine di migliorare il luogo in cui vivono con i propri cari, si renderanno parte attiva quali volontari. Questa iniziativa e’ resa possibile grazie al nuovo Regolamento per la partecipazione dei cittadini attivi alla cura, alla gestione condivisa e alla rigenerazione dei beni comuni, con cui Aler Milano puo’ stipulare Patti di collaborazione. Accordi con cui e’, appunto, possibile coinvolgere i residenti dei quartieri Aler, diffondendo buone pratiche di cittadinanza attiva”.

Da regione 100 milioni di euro per riqualificare l’area:

“Sono molto soddisfatto di questa iniziativa – ha evidenziato l’assessore Bolognini – e sono contento che questa collaborazione con Retake, Aler e i cittadini parta dal Lorenteggio. Ricordo, infatti, l’attenzione quotidiana di Regione Lombardia a questo quartiere, oggetto dell’Accordo di Programma Lorenteggio, stipulato con Aler e con il Comune di Milano, con cui si stanno attuando interventi di riqualificazione e rigenerazione per un ammontare complessivo di oltre 100 milioni di euro”.

Collaborazione tra pubblico e privato puo’ dare grandi frutti:

“L’organizzazione di questo evento – ha concluso Bolognini – ha visto il coinvolgimento delle Istituzioni ma soprattutto dei residenti e di una rete territoriale che si e’ attivata grazie alla disponibilita’ di altri soggetti del territorio, come le parrocchie, Spazio Aperto Servizi, la biblioteca rionale, le scuole pubbliche e i commercianti. Tutte realta’ che operano quotidianamente nel quartiere e che mi sento di ringraziare per il loro prezioso contributo.”

Il supporto di Retake Milano Onlus:

L’iniziativa vede la collaborazione dell’associazione Retake Milano Onlus: “Dopo anni di attivita’ di riqualificazione e rigenerazione urbana come volontari, portatori del messaggio del rispetto del bene comune come bene che ci appartiene, siamo felici di cogliere l’appello dei residenti di via Odazio e via degli Apuli – dichiara Andrea Amato, presidente dell’associazione onlus – perche’ impegnarsi in prima persona, intervenendo con piccoli gesti civici, nei luoghi in cui viviamo, e’ l’unico modo che conosciamo per rendere concreto il nostro amore verso Milano, nei tanti e vari contesti urbani in cui agiamo”

“Scuola facciamola pulita” – il cleaning day degli edifici scolastici

Mappa-scuola facciamola pulita
Mappa-scuola facciamola pulita

Dalle 9 di oggi 2 aprile è in corso “Scuola facciamola pulita”, il cleaning day degli edifici scolastici organizzato dall’Assessorato all’Arredo urbano. L’iniziativa, alla quale hanno aderito 60 scuole di ogni grado, dai nidi agli istituti superiori, di tutti i quartieri della città, sia pubbliche che private, andrà avanti per tutto il giorno e si completerà nella giornata di domani, 3 aprile.

Nei giorni scorsi è stata definita l’organizzazione. Le imprese che da subito hanno dato l’adesione hanno fornito i materiali che serviranno per la pulizia delle scuole.  Le imprese hanno messo a disposizione gratuitamente, rispondendo all’appello dell’assessore Carmela Rozza, oltre 7.200 litri di vernice, più di 1.000 rulli, bastoni e pennelli e poi prodotti speciali e macchinari professionali.

Saranno impegnate anche le società partecipate. In particolare Amsa, dopo l’opera dei volontari, pulirà la scuola di via Sacchini 35 con l’idropulitrice: l’operazione durerà 8 giorni. MM Spa parteciperà alla pulizia di alcune scuole.
Altro ruolo fondamentale è svolto dai tecnici del Nuir che, nelle settimane scorse, hanno effettuato un sopralluogo in tutte le scuole che hanno aderito per individuare colore, metratura e pittura da utilizzare.

Oggi e domenica seguiranno le attività dei volontari offrendo un supporto tecnico alle operazioni di pulizia.
Ma i protagonisti di “Scuola facciamola pulita” saranno in modo particolare i volontari che hanno aderito: cittadini, singoli, comitati e associazioni che hanno deciso di mobilitarsi con spirito civico a tutela del bene delle nostre scuole.