Giornata Subacquea Zero Barriere a Milano

HSA-foto-piscina-0002 (1)
HSA-foto-piscina-0002 (1)

A Milano, sabato 15 febbraio 2020

Subacquea, nuoto e snorkeling migliorano la salute e la qualità della vita delle persone con disabilità

Continuano gli incontri gratuiti per tutti di HSA Italia: i ragazzi con disabilità intellettiva

dell’Associazione AIAS Milano Onlus partecipano per la prima volta

Sabato 15 febbraio i ragazzi con disabilità intellettiva dell’Associazione AIAS Milano Onlus parteciperanno per la prima volta a un’esperienza in acqua e subacquea. L’iniziativa sportiva nasce dall’incontro di AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici), con HSA Italia – Handicapped Scuba Association International, punto di riferimento nella diffusione dello sport subacqueo per le persone con disabilità.

AIAS è un’associazione privata senza scopo di lucro che opera per tutelare e promuovere il diritto delle persone disabili alla riabilitazione, alla salute, all’educazione, all’istruzione, al lavoro e all’integrazione sociale. Il progetto complessivo di AIAS Milano Onlus a sostegno della qualità della vita delle persone con disabilità si realizza attraverso la costituzione di una rete di servizi interni e il collegamento con risorse esterne, come HSA Italia.

ll team di istruttori e guide HSA, guidato dal coordinatore dell’evento Lorenzo Oberti, è pronto ad accogliere al Centro Sportivo Saini di via Corelli a Milano (dalle 10 alle 14) un gruppo di ragazzi con disabilità intellettiva: saranno coinvolti nelle attività in acqua, dimostrando che la subacquea, il nuoto e lo snorkeling sono alla portata di tutti, e che ognuno può viverle in modo sicuro in relazione alla sua fisicità, quando seguiti da professionisti esperti.

“Dal 1981 trasformiamo le disabilità in nuove abilità, commenta Aldo Torti, HSA Italia, fondatore del movimento della subacquea per le persone con disabilità in Italia. Non è stato facile, le difficoltà incontrate sono state tante, ma forte delle mie convinzioni e insieme a molti amici, abbiamo dimostrato la fattibilità del nostro progetto e definito la storia della subacquea per le persone con disabilità, facendo da apripista di un percorso unico. In tanti anni abbiamo sviluppato migliaia di iniziative, addestrato e certificato i migliori professionisti e subacquei, tra cui molti medici e operatori sanitari, un impegno continuo per una subacquea di qualità aperta a tutti e sempre più su misura. Un percorso che continua oggi con la stessa passione e cura anche tramite gli eventi ZERO Barriere pensati da HSA, che da anni sviluppiamo su tutto il territorio nazionale. Una subacquea per tutti, nessuno escluso”.

L’evento SUBACQUEA ZERO Barriere HSA a Milano vede la significativa collaborazione delle scuole del territorio: Centro Subacqueo Milanese, Passione d’aMare, Canottieri Olona 1894, Invincible Diving, Sub Now e Scubaproject; con il supporto del Centro Sportivo Saini e il patrocinio di NADD Global Diving Agency.

Commenta Valter Broccato, istruttore e volontario HSA Italia: “E’ sempre un grande piacere poter partecipare e contribuire alla realizzazione di eventi di questo tipo, ogni volta è come se fosse la prima, l’emozione delle prime bolle sott’acqua è sempre affascinante. L’impegno di tutti i qualificati educatori HSA trova riscontro nella felicità e nei sorrisi dei partecipanti, ragazzi e adulti ritrovano armonia in acqua”.

L’iniziativa fa parte del grande progetto Il Mare, un Sorriso per tutti, promosso da HSA Italia con il sostegno di Fondazione Vodafone Italia nell’ambito di OSO Ogni Sport Oltre. Visitando la pagina HSA Italia su https://ognisportoltre.it/associazione/hsa-italia è possibile scoprire il racconto e le emozioni di ogni tappa; inoltre effettuando la registrazione al portale si ricevono aggiornamenti in tempo reale sulle iniziative future.

Le persone con disabilità con le loro famiglie che desiderano partecipare gratuitamente ai corsi di introduzione alla subacquea e richiedere informazioni su quando HSA sarà nella propria città, possono contattare: info@hsaitalia.it oppure tel. 02 89774362.

 

Al Saini la prima ‘Melting Cup’ – tre giorni di tornei

Melting cup
Melting cup

Da domani venerdì 6 maggio a domenica 8 maggio, sui campi del Centro Sportivo Saini di Milano ha luogo la ‘Melting Cup’ con tornei di calcio, calcio a 5, basket e volley che coinvolgeranno una selezione di profughi fuggiti dagli orrori della guerra, molte delle comunità straniere presenti in città (dal Sud America alle Filippine passando da Sud Africa e Cina) e diverse formazioni italiane per celebrare un grande momento di convivenza all’insegna dello sport.

La ‘Melting Cup’ non si giocherà solo “sul campo”. All’interno del centro sportivo infatti verrà allestita un’area concerti con palco e bar. Qui si esibiranno ogni sera artisti diversi, dal pioniere del reggae Vito War, direttamente da Radio Popolare, fino ai Junior Sprea, oltre a numerose crew di giovani talenti emergenti.

L’ingresso è gratuito e sarà inoltre previsto un servizio di navetta gratuito per collegare il centro Saini alla fermata della linea 2 della metropolitana di Piola.

Si parte domani, alle ore 16, con il quadrangolare di calcio a 11 – che vedrà coinvolti giocatori di Radio Popolare, UISP di Milano, UISP Torino, selezione No League Star -, il torneo di calcio a 5 No League, esibizioni di soccer freestyle e basket freestyle. La serata è animata dal Junior Sprea e dalle voci di altri gruppi musicali locali.

Sabato 7 maggio, calcio a 5 femminile e maschile, volley misto, basket, peteca. In serata, deejay-set con Vito War, storica voce reggae di Radio Popolare.

Domenica 8 maggio, le finali dei tornei di basket, calcio, volley e non solo: numerose occasioni di confronto e dibattito interculturale insieme all’Associazione Balon Mundial. Al termine dei tornei, le premiazioni e a seguire il concerto di chiusura.

Il centro sportivo Saini raddoppia: gestione affidata a due federazioni

PISCINA SAINI

Bisconti: “Atletica e baseball insieme per il rilancio di un impianto d’eccellenza, recupereremo aree abbandonate da anni”

Costruito nel 1975, il Centro Sportivo Saini di via Corelli, periferia est della città, con i suoi 160mila metri quadrati di estensione è il più grande di Milano. Ospita, oltre ad un ampio centro balneare estivo, tantissime attività tra cui atletica, tennis, hockey su prato, fitness, rugby, rollerblade, calcio, beach volley, tuffi.

Il Saini, oggi condotto direttamente da Milanosport, sarà gestito da due federazioni: Fidal (atletica) e Fibs (baseball e softball) grazie ad un accordo appena ratificato dall’Amministrazione.

“Alle due federazioni vengono affidate specifiche aree di competenza del centro sportivo – dichiara l’assessora allo Sport Chiara Bisconti – per rilanciarne l’attività e soprattutto recuperare alcune aree abbandonate da anni. Penso in particolare alla zona confinante col parco Forlanini che un tempo ospitava una pista di pattinaggio del ghiaccio. Quell’area sarà rimessa a verde e nei piani della federazione baseball e di Ares diventerà anche una zona per spettacoli e concerti. Il Saini è una delle eccellenze dell’impiantistica milanese e la gestione della Fidal per la parte di atletica è un ulteriore passo per farlo diventare un punto di riferimento nazionale per la preparazione dei nostri atleti. In questi anni abbiamo affidato ben dieci centri sportivi a diverse federazioni sportive e proseguiamo nella strada segnata con l’obiettivo di rendere Milanosport una struttura specializzata su acqua e piscine” conclude Bisconti.

La convenzione firmata con il Comune prevede una concessione d’uso per la durata di 19 anni e tutti gli oneri relativi alle manutenzioni e agli interventi saranno a carico delle federazioni stesse.

Alla Fidal spettano la pista di atletica con corsia per i 100 metri piani, le pedane per il salto in lungo, giavellotto e martello, la pista coperta di pattinaggio a rotelle, una palestra e un edificio ad uso magazzini.

Alla Fibs il campo di baseball, la ex pista di pattinaggio su ghiaccio e un edificio ad uso magazzino.