Livigno, la stagione invernale non si ferma

17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma
17-02-2021_livigno-stagione-invernale-2020-2021-non-si-ferma

Livigno anche senza sci non si ferma e propone delle alternative

Tra sci di fondo, ciaspole, fat bike e attività estreme e adrenaliniche, Livigno offre tutti gli ingredienti per il soggiorno perfetto sulla neve anche con gli impianti chiusi. La stagione invernale non si ferma: molti i servizi e le policy di cancellazione ad hoc create per i visitatori.

Non basta un nuovo decreto a fermare la voglia di ripresa e rinascita del Piccolo Tibet: la notizia della non riapertura degli impianti lascia dietro di sé una scia di delusione e sogni infranti, ma grazie al duro lavoro svolto durante l’estate e nei mesi autunnali da tutti gli operatori del territorio la stagione invernale 2020/2021 di Livigno può proseguire con una ricchissima offerta di attività alternative allo sci e allo snowboard in pista e grazie ad alcune misure e policy attivate per agevolare il soggiorno di turisti e visitatori già da alcuni mesi.

Con la presenza di molti ed ampi spazi che garantiscono un naturale distanziamento, Livigno è infatti la meta perfetta per chi, nel rispetto di tutti i protocolli e le norme vigenti, non vuole rinunciare ad un soggiorno sulla neve.

Per contribuire alla tutela della salute di lavoratori, residenti e visitatori, Livigno si è attrezzata con test antigienici rapidi a cui ci si potrà sottoporre in situazioni di emergenza o incertezza. Oltre che contribuire al monitoraggio constante della situazione sanitaria nella località, ciò permetterà di avere una risposta immediata senza recarsi nei centri fuori dalla valle. In caso di turisti che risultino positivi al test, Livigno si è già strutturata per poter garantire luoghi sicuri in cui gli ospiti possano trascorrere il periodo di quarantena obbligatori

Paola Dongu