Bollate in zona rossa

Bollate
Bollate

Bollate in zona rossa con regole da rispettare. Per questo la Prefettura di Milano ha chiesto all’Amministrazione comunale, dalla giornata di oggi e per tutta la prossima settimana (fino al 24 compreso), di aumentare i controlli in città.

Non solo la Polizia locale e i carabinieri saranno più presenti con presidi in diversi momenti della giornata ma ci sarà anche la collaborazione di altre forze dell’ordine regionali e, in particolare, della Polizia locale di Milano e dell’Esercito che daranno il loro supporto alla sicurezza locale.

Un potenziamento dei controlli, come chiesto dal Prefetto, non in modalità repressiva – spiega il Vice Sindaco Alberto Grassi – ma per far percepire la delicatezza di questo momento e l’importanza di rispettare le regole per uscire il prima possibile da questa situazione di difficoltà”.

Si ricorda che per gli spostamenti a Bollate è obbligatorio dotarsi di autocertificazione (sul sito).

DPCM e Autocertificazione da scaricare

Covid_Lombardia
Covid_Lombardia

Il nuovo DPCM che sarà pubblicato dalla Gazzetta ufficiale a partire da venerdì 6 novembre, prevede diverse nuove restrizioni.

L’Italia è stata divisa per Regioni con i colori rosso, arancione e giallo. In zona rossa sono: Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta.

In zona arancione: Puglia e Sicilia  In zona gialla tutte le rimanenti.

Nella zona rossa c’è la Lombardia e quindi anche Milano e provincia. Torna il divieto di sposarsi se non per ragioni motivate di necessità, come quelle di lavoro e di salute.

Attualmente il modello di autocertificazione per gli spostamenti, anche nello stesso Comune, è quello precedentemente in vigore, con la possibilità di barrare le voci che non sono necessarie.  SCARICALO QUI

Le forze dell’ordine hanno comunque a disposizione il modello di autocertificazione e quindi nell’eventualità è possibile compilarlo in al momento dell’eventuale controllo .

SONO INVECE  CONSENTITI  gli spostamenti casa-lavoro e scuola-lavoro.  Si potrà passeggiare nei pressi della propria abitazione, con l’obbligo di indossare la mascherina e mantenersi a distanza di almeno un metro dagli altri individui.

Ok anche all’attività sportiva, la corsa, se individuale.

ATTIVITA’ COMMERCIALI: Bar e ristoranti chiusi SEMPRE. E’ consentito solo l’asporto fino alle 22, perchè inizia il coprifuoco in tutta Italia. Per consegna a domicilio non ci sono restrizioni.

CHIUSI:  centri estetici e i  negozi

RIMANGONO APERTI:  supermercati, beni alimentari e di necessità. Farmacie e parafarmacie, edicole, tabaccherie, parrucchieri,  barbieri e lavanderie

Rimangono invariate le regole dell’utilizzo della mascherina, del distanziamento e della igienizzazione delle mani

Al momento non sono previste le chiusure dei parchi

Il DPCM rimane in vigore fino al 3 dicembre 2020.

Aggiornamenti Trenord

trenord
trenord

Da lunedì 6 aprile a domenica 19 aprile per consentire lavori di potenziamento infrastrutturale tra le stazioni di Seveso e Asso a opera del gestore Ferrovienord, i treni della linea Milano-Seveso-Asso circoleranno solo fra Milano Cadorna e Seveso e tra Seveso e il capoluogo lombardo.

Per i viaggiatori in partenza da Seveso diretti a Asso e Canzo verrà istituito un servizio di bus sostitutivi così come tra Asso e Canzo e Seveso per chi è diretto a Milano.

Si ricorda che sulla linea, a seguito dei provvedimenti delle Autorità sanitarie regionali e nazionali in materia di contenimento dell’emergenza da Covid-19, sono in vigore le modiche alla circolazione che prevedono il cadenzamento orario delle corse.

Ulteriori informazioni sulle modifiche alla circolazione e i dettagli su orari e fermate dei bus sostitutivi sono disponibili sul sito Trenord.it e sull’App Trenord.

Trenord ricorda infine che per viaggiare a bordo dei treni e dei bus occorre munirsi del documento di autocertificazione, compilato come previsto dalla normativa.