Arim, la corsa di Anlaids per prevenire e sconfiggere l’Aids

Arim19
Arim19

L’educazione alla salute, improntata allo sviluppo di una crescente responsabilità nelle relazioni, la consapevolezza dei comportamenti a rischio e le modalità di prevenzione sono alla base del progetto di sensibilizzazione che ARIM-Aids Running in Music persegue ormai da sei anni.

La settima edizione di ARIM, arriva a Milano per la prima volta dopo essere stata ospitata da Monza nelle scorse edizioni: è organizzata da Anlaids Sezione Lombarda, con i patrocini del Comune di Milano (Assessorato Turismo, Sport e Qualità della vita), di Regione Lombardia, della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, dell’Università degli Studi di Milano, in partnership con Fast-Track Cities Milano e Fast-Track Cities Bergamo e in collaborazione con tante aziende che si sono mobilitate, non solo per essere presenti ma per dare un segnale concreto del loro impegno sociale.

La sfida podistica, dedicata a runner di tutti i livelli e a nuovi appassionati della corsa, ragazzi e famiglie, si svolgerà il prossimo 20 settembre nel verde spettacolare del Parco Sempione e sarà una sfida non competitiva di 3, 6 e 9 km, con partenza dall’Arena Civica alle 19.30 e con punti di ristoro previsti ogni chilometro.

La particolarità assoluta di questa edizione di ARIM è la possibilità per ogni runner di correre in avanti, sostenendo la ricerca ma anche indietro, al contrario, perché più la ricerca progredisce più l’HIV potrà regredire. Tutti avanti per la ricerca o indietro contro il virus.

È un’importante iniziativa che sostiene, grazie alle iscrizioni alla corsa, le attività di ricerca e cura del nuovo Reparto di Malattie Infettive della Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico: oltre a rendere disponibili terapie specifiche ed efficaci, l’obiettivo di tutti i soggetti coinvolti è migliorare la qualità della vita dei pazienti e aumentare il loro benessere per vivere più a lungo.

Non solo sostegno, ma anche informazione: circa 4000 persone in Italia ogni anno scoprono di aver contratto l’infezione HIV e per molte di queste la diagnosi è tardiva, quando il virus ha già indebolito il sistema immunitario e iniziano a presentarsi le manifestazioni dell’AIDS.

Questi dati fanno capire quanto sia importante mantenere ancora alta l’attenzione nei confronti di una malattia che, se conosciuta nelle sue modalità di acquisizione e presentazione, può essere prevenuta o comunque tenuta sotto controllo con terapie efficaci.

Il Villaggio ARIM, allestito all’Arena Civica, sarà aperto dalle 16.00 per tutti coloro che non si sono iscritti online su www.aidsrunninginmusic.com e che potranno ritirare in loco i pettorali; alle 19.30 prenderà il via la corsa non competitiva, a cui seguiranno alle 20.45 riconoscimenti e premiazioni. La giornata si concluderà con un Silent Disco Party dalle 22.00.

‘M’illumino di Meno’ – quattordicesima edizione

m'illumino di meno
m’illumino di meno

Quest’anno Rai Radio2 e Caterpillar dedicano la quattordicesima edizione di ‘M’illumino di Meno’, la campagna sul risparmio energetico, alla bellezza del camminare e dell’andare a piedi. Si comincerà a camminare insieme lunedì 29 gennaio, alle 18.30, dall’Arena Civica di Milano, Palazzina Appiani (Parco Sempione): in diretta su Radio2, insieme a ‘Caterpillar’, oltre a diversi esponenti del mondo dello sport e dello spettacolo, ci sarà il FAI – Fondo Ambiente Italiano, a cui è stata affidata, in concessione dal Comune di Milano, la gestione della Palazzina Appiani.

Il FAI è un generatore di energia: chi visita i beni del FAI “si illumina”, perché scopre storie nuove e interessanti in un contesto accessibile, libero, aperto, partecipato, che favorisce diverse attività per un tempo libero di qualità, speso bene tra cultura e natura, il che favorisce un benessere generale. Sarà la prima trasmissione radiofonica camminata della storia della radio: l’invito è rivolto a tutti coloro che corrono al parco la sera, che fanno yoga, calcetto, tango, o anche solo una passeggiata, tutti saranno indispensabili e sono chiamati a camminare con Radio2. Perché sotto i nostri piedi c’è la Terra e per salvarla bisogna cambiare passo.

‘M’illumino di meno’ 2018 è previsto per il 23 febbraio 2018, in prossimità dell’anniversario del Protocollo di Kyoto, tentativo dell’umanità di salvare la Terra dalla distruzione indotta dai cambiamenti climatici. L’obiettivo di questa edizione sarà raggiungere la luna a piedi: i passi da compiere sono 555 milioni, ecco perché ci sarà bisogno del contributo di tutti quegli ascoltatori che dal 2005 hanno accettato l’invito di ‘Caterpillar’ a spegnere le luci non indispensabili.

Un’iniziativa simbolica e concreta che è diventata subito molto partecipata: da tredici anni si spengono le piazze italiane, i monumenti – la Torre di Pisa, il Colosseo, l’Arena di Verona – i palazzi simbolo dell’Italia – Quirinale, Senato e Camera – e tante case dei cittadini. Si sono spenti per ‘M’illumino di Meno’ la Torre Eiffel, il Foreign Office e la Ruota del Prater di Vienna. In decine di Musei si organizzano visite guidate a bassa luminosità, nelle scuole si discute di efficienza energetica, in tanti ristoranti si cena a lume di candela, in piazza si fa osservazione astronomica approfittando della riduzione dell’inquinamento luminoso.

Dall’inizio di ‘M’illumino di Meno’ il mondo è cambiato, l’efficienza energetica è diventata un tema economico rilevante e le lampadine ad incandescenza che Caterpillar invitava a cambiare con quelle a risparmio energetico, non esistono più. ‘M’illumino di Meno’ è diventata anche la festa degli stili di vita sostenibili, quelli che fanno stare bene senza consumare il pianeta. C’è mancato poco che diventasse legge dello Stato: due proposte, alla Camera e al Senato, hanno chiesto l’istituzione della Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

Per un giorno, il 23 febbraio, “pensiamo con i piedi”.
‘Caterpillar’ è in onda dal lunedì al venerdì alle 18.30, su Radio2, in streaming su radio2.rai.it, fruibile sulla app di RaiPlay Radio e con contenuti speciali su Faceook, Instragram e Twitter.

Milano Jazzin’ Festival

Milano Jazzin' Festival

01 luglio – 06 agosto

UN CAST STELLARE PER UN MESE DI GRANDE MUSICA

IL PRIMO FESTIVAL 100% AD ENERGIA RINNOVABILE

 The Montecarlo Nights Orchestra, Ringo Starr, Arcade Fire, Burt Bacharach e Mario Biondi, Lou Reed, Afterhours, Stefano Di Battista, Vinicio Capossela, Paul Simon, Skunk Anansie, Ben Harper e Robert Plant, Duran Duran, Subsonica e molti altri

La musica torna protagonista a Milano con la quinta edizione del Milano Jazzin’ Festival, dal 1° luglio al 6 agosto 2011 nella prestigiosa dell’Arena Civica “Gianni Brera”.

Presentato dall’Assessorato agli Eventi del Comune di Milano, da FOUR ONE Music&Events e da Alfa Romeo Giulietta, MJF propone un cast stellare che riunisce il meglio della musica nazionale ed internazionale. Un festival che è ormai un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti della musica di qualità. 

Anche quest’anno i concerti del Festival saranno 100% green grazie all’energia delle centrali idroelettriche Edison, attraverso il sistema dei certificati di produzione rinnovabile (RECS). La collaborazione tra Edison e MJF nasce nell’ambito di “Edison-Change the Music”, il primo progetto musicale a emissioni zero, decollato nel 2008.

Un cartellone sorprendente, scelto con la consulenza di Nick The Nightfly come direttore artistico, che in un mese di programmazione racchiude tutti i generi musicali e le contaminazioni più diverse: dal rock classico a quello più indie, dall’elettronica alla canzone d’autore italiana, dall’hip hop al pop al soul.

 “Più di 100 artisti e oltre 300.000 spettatori tra concerti e dj set. Sono questi i numeri delle prime quattro edizioni del Milano Jazzin’ Festival, giunto nel 2011 al quinto appuntamento con la città – ha dichiarato l’assessore agli Eventi del Comune di Milano Giovanni Terzi – Un traguardo importante che, mai come quest’anno, propone nomi di altissima qualità: graditi ritorni come Benson, Erykah Badu e i Subsonica e star internazionali che calcheranno per la prima volta il palco dell’Arena, da Lou Reed agli Skunk Anansie, da Ludovico Einaudi a Cyndi Lauper”.

Si parte venerdì 1° luglio con Nick the Nightfly & Montecarlo Nights Orchestra, che apre il festival spaziando dal jazz allo swing; la prima settimana di programmazione vedrà alternarsi mostri sacri della musica come Ringo Starr (domenica 3 luglio) con la sua All Starr Band e Burt Bacharach (mercoledì 6 luglio) accompagnato per l’occasione dall’unico vero crooner italiano Mario Biondi, ad una variegata rappresentanza italiana, da Davide Van De Sfroos (sabato 2 luglio), reduce dal successo del suo ultimo album Yanez, al pianista Ludovico Einaudi (giovedì 7 luglio). A completare la prima parte di programmazione ci saranno gli Arcade Fire, band canadese vincitrice di un Grammy Awards 2010 per il miglior album, accompagnata da White Lies e Cloud Control.

Venerdì 8 luglio salirà sul palco dell’Arena Civica una leggenda del rock, Lou Reed, che ripercorrerà il suo repertorio degli anni 70; nelle serate successive sarà la volta di Afterhours (sabato 9 luglio), una delle band più influenti del rock alternativo italiano, Chicago (domenica 10 luglio) gruppo leggendario del rock americano e George Benson (lunedì 11 luglio), uno dei più raffinati ed eleganti chitarristi della scena mondiale. Martedì 12 luglio sarà la volta di un evento hip hop mai visto in Italia con Cypress Hill, Public Enemy ed House of Pain, mentre mercoledì 13 sarà un vero camaleonte della musica, Cindy Lauper, a calcare il palco del MJF. Si arriva su lidi più legati al jazz ed al funk con Stefano Di Battista (giovedì 14 luglio) e con i Soulbop (venerdì 15 luglio), un gruppo di musicisti superstar made in USA.

Vinicio Capossela ed il suo ultimo album Marinai, profeti e balene saranno protagonisti della serata di sabato 16 luglio, mentre lunedì 17 luglio torna al Festival un’altro grande personaggio della musica mondiale, Paul Simon, che presenterà il suo nuovo album, seguito da un altro gradito ritorno, l’Orquesta Buena Vista Social Club (martedì 18 luglio).

Le serate successive sono all’insegna della grande musica internazionale: si parte martedì 19 luglio con gli Skunk Anansie, che tornano a Milano dopo il sold out di febbraio al Forum di Assago, per arrivare ad una band icona degli anni 80 come i Duran Duran (sabato 23 luglio) passando per un eventi imperdibili come l’accoppiata Ben Harper e Robert Plant (mercoledì  20 luglio), la voce inconfondibile di Erykah Badu (giovedì 21 luglio) e le sonorità elettroniche di Moby (venerdì 22 luglio).

L’artista giapponese Gackt (domenica 24 luglio) e Carol Emerald (lunedì 25 luglio), salita alla ribalta con il singolo Back it up, saranno i protagonisti delle due giornate successive, mentre martedì 26 luglio sarà la volta dei Subsonica, reduci dal successo del nuovo album Eden e del tour primaverile.

Mercoledì 27 luglio Petra Magoni e Ferruccio Spinetti presenteranno la loro Musica nuda al pubblico del MJF, mentre giovedì 28 l’hard rock sarà protagonista con l’arrivo di Slash, lo storico chitarrista dei Guns’n’Roses.

 MJF è un progetto dell’Assessorato agli Eventi del Comune di Milano, prodotto da FOUR ONE Music&Events La direzione artistica è affidata a Nick the Nightfly.

Tutti i concerti MJF sono disponibili in prevendita su www.ticketone.it  e su www.vivaticket.it .