Anna Falchi si pronuncia sul sesso ascellare a “Lingue a Sonagli”

AnnaFalchi_Lingueasonagli
AnnaFalchi_Lingueasonagli

Anna Falchi, ospite di “Lingue a Sonagli”, la scoppiettante attrice si pronuncia su nuove e bizzarre pratiche sessuali:

«Il sesso ascellare che piace ai giovani? Se po’ fa’»

Intervistata da Bussoletti e Giuliano Leone durante la puntata del talkshow “Lingue a Sonagli” trasmessa lo scorso 15 gennaio su RadioRock dal palco de Na Cosetta di Roma, Anna Falchi ha rilasciato dichiarazioni piuttosto divertenti su tematiche diverse.

Parlando della moda del sesso ascellare scoperta da Andrea Lupoli in “Genetica Oggi”, la Falchi ha detto: «Tutti sconvolti dal fatto che ai giovani piaccia praticare il sesso ascellare? E perché? Se po’ fa’, si può fare tranquillamente. Come? Beh, adesso non entriamo nel tecnico».

Scoperta dal noto regista Federico Fellini grazie a uno spot girato con Paolo Villaggio, Anna Falchi è stata co-conduttrice dell’iconico Festival di Sanremo del 1995 insieme a Pippo Baudo.

Durante l’intervista con Bussoletti e Giuliano Leone, la Falchi ha raccontato di come è approdata al Festival di Sanremo al fianco di Pippo Baudo: «Sia io che Claudia Koll eravamo in un film ad episodi chiamato “Miracolo italiano”. A me facevano fare il trans, fidanzata con un giovanissimo Leonardo Pieraccioni al suo primo film. L’idea divertì tanto Pippo che mi chiamò all’Ariston».

“Lingue a Sonagli” è un programma ideato e condotto da Bussoletti in onda ogni quindici giorni su RadioRock.

 

 

 

Premio Sorriso Diverso – 72 Mostra del Cinema di Venezia

Premio Sorriso Diverso
Premio Sorriso Diverso

Come di tradizione al Lido di Venezia, la laguna si accende di grande cinema, presso la Sala Taverna Cinecittà Luce (Hotel Excelsior), sono stati proclamati i vincitori del quinto premio

“Sorriso Diverso Venezia 2015

La giuria di qualità, composta da: Catello Masullo Presidente, Paola Dei, Massimo Nardin,

Mariolina Gamba, Fulvia Caprara e Franco Mariotti, ha voluto premiare il valore artistico e sociale le seguenti pellicole:

“Premio Sorriso Diverso Venezia 2015: miglior film italiano” a Non Essere Cattivo di Claudio Caligari con la seguente motivazione:

“Per aver messo in luce, con una straordinaria forza visiva ed emotiva, la situazione di giovani confinati, costretti in una periferia senza speranze. Con uno sguardo cinematografico potente per i ceti svantaggiati e popolari che hanno poche opzioni: una vita di fame oppure spaccio e rapine. Una storia di emarginazione dura, senza sconti, una storia dalle tinte forti e dai lati oscuri, con la speranza del riscatto e dell’inclusione sociale.”

“Premio Sorriso Diverso Venezia 2015: miglior film straniero” a Blanka di Kohki Hasei con la seguente motivazione:

“Per l’incommensurabile merito di aver messo in luce un fenomeno tanto grave, quanto ignorato, come quello dei cosiddetti ‘bambino di strada’. Storia straziante con momenti di tenerezza, di commozione ma anche di comicità. Il film esalta i valori dell’inclusione sociale, dell’amicizia tra esclusi e del contributo che persone di terza età e diversamente abili possono portare alla società.

Madrina d’eccezione dell’evento Anna Falchi che ha detto: “Sono onorata di poter trattare di tematiche così importanti e penso che noi attori dovremmo farlo più spesso; soprattutto in questo momento in cui il dramma di tante storie di immigrati ci costringe a riflettere sulla vera cultura dell’integrazione. Per questo dare un riconoscimento dedicato al miglior film che tratta di tematiche sociali è per me un immenso piacere”.

Diego Righini, produttore del Premio Sorriso Diverso: “Sono anni che noi di Sorriso Diverso ci battiamo in prima linea per la tutela dei diritti di chi, nella nostra società, viene definito ‘diverso’. Per il quinto anno la Mostra del Cinema di Venezia – e il presidente Barbera – ci hanno dato la possibilità di consegnare premio di critica sociale al film, italiano e straniero, che più incarna questi valori”.

Queste le parole di Paola Tassone, autrice del Premio: “Molte sono state le tematiche trattate nei film selezionati per il premio. Mi ha colpito soprattutto la volontà dei registi di lasciar trasparire dalle loro pellicole un desiderio di speranza, contrapposto a una vita di emarginazione e abbandono; le uniche salvezze di questi personaggi sono l’amore e l’amicizia”.

Organizzatore del premio:

Associazione UCL

Patrocini ufficiali:

MIBACT – MLPS – RAI – INAIL –ANMIL – Regione Lazio – Roma Capitale

Partner Culturale:

 

CIFA Onlus

Sorriso diverso Venezia 2015

PREMIO SORRISO VENEZIA 2015
PREMIO SORRISO VENEZIA 2015

Per il quinto anno consecutivo la più grande Mostra di cinema d’Europa si “colora di sociale” con il Premio di critica sociale “Sorriso diverso Venezia 2015″ all’opera presentata che meglio valorizza i temi dell’integrazione e dell’inclusione sociale di persone emarginate, poiché riconosciute diverse o provenienti da situazioni socio-economiche svantaggiate.

Il Premio “Sorriso diverso Venezia 2015” sarà consegnato da una madrina d’eccezione: Anna Falchi, attrice e produttrice cinematografica, che ha lavorato per grandi registi come Federico Fellini, Dino e Marco Risi, Michele Soavi e Maurizio Nichetti, fondatrice della Società Cinematografica A-Movies Production, specializzata nella produzione di film d’autore e cinema indipendente.

Anna Falchi consegnerà i premi del “Festival Tulipani di Seta Nera: Sorriso Diverso” per la 72′ Mostra d’arte cinematografica di Venezia:

“Premio Sorriso diverso Venezia 2015: Miglior film italiano”

“Premio Sorriso diverso Venezia 2015: Miglior film straniero”

Una giuria di qualità decreterà i film in concorso vincitori dei premi, selezionando cinque tra le opere che meglio racconteranno una storia d’integrazione o inclusione sociale.

La giuria di sei esperti di cinema e rassegne internazionali è formata da:

Presidente di giuria:

 

Catello Masullo – Esperto cinema Mibact e Direttore Responsabile della testata giornalistica –   www.ilpareredellingegnere.it

Giuria:

Paola Dei – psicologo dell’arte.

Massimo Nardin – docente all’Università Lumsa di Roma.

Mariolina Gamba – vicepresidente nazionale del Centro Studi Cinematografici, direttore del bimestrale “Il ragazzo selvaggio”, presidente del Centro studi per l’Educazione all’Immagine di Milano.

Fulvia Caprara – giornalista de “La Stampa”.

Franco Mariotti – giornalista cinematografico.

 Il premio sarà consegnato l’11 settembre 2015 alle ore 11:00 presso la Sala Taverna Cinecittà Luce.Organizzatore del premio:

L’Associazione Università Cerca Lavoro (UCL) 

Paola Tassone Autore, Diego Righini Produttore

Patrocini ufficiali:

MIBACT – MLPS – RAI – INAIL –ANMIL – Regione Lazio – Roma Capitale

Partner Culturale:

CIFA Onlus

Media Partner:

Rai Cinama