Rassegna ConFini Comici – secondo appuntamento

Immagine-Confini-Comici-
Confini-Comici-

Presso il Teatro San Babila di Milano, all’interno della rassegna ConFini Comici si incontrano e idealmente si scontrano, a distanza di una sera, quattro coppie di comici, personaggi anche molto diversi da loro per formazione, età e provenienza, ma tutti accomunati dalle grandi doti di comicità. Dopo il successo del primo match con Leonardo Manera e Sergio Sgrilli, serissimi del parlar d’amore siamo pronti al secondo appuntamento.

Il 3 dicembre in scena Luca Cupani, direttamente dalla scena londinese, ma con passato nella scuderia di Zelig, racconta le vite che avrebbe potuto vivere e, il giorno seguente, Alberto Patrucco su musiche di Brassens, racconta del tempo che scorre e di quello che cambia.

Teatro San Babila – martedì 3 dicembre – ore 20.30
Luca Cupani
Vite mai vissute
regia di Carlo Turati
Quale strada sceglieresti se avessi una seconda possibilità?. Luca Cupani cerca di rispondere a questa domanda con il suo dark humor tutto british. Le opzioni realistiche sono d’altronde poche: legionario nella legione straniera francese, fabbricante di spade giapponesi, cardinale della Chiesa cattolica romana…
Luca Cupani si divide tra Inghilterra e Italia. A Londra si esibisce nei club di stand up comedy, ed è il primo italiano a vincere il prestigioso premio “So You Think You’re Funny” al Fringe Festival di Edimburgo nel 2015. Dopo aver girato il mondo con i suoi show, dal 2018 ha conquistato anche il pubblico italiano come volto di Zelig Tv.

Teatro San Babila – mercoledì 4 dicembre – ore 20.30
Alberto Patrucco
Sotto spirito – Comicità & Canzoni
di Alberto Patrucco e Antonio Voceri
musiche di Georges Brassens
con Daniele Caldarini (pianoforte, chitarra, arrangiamenti e direzione Musicale)
Francesco Gaffuri (contrabbasso e basso elettrico)
Jacopo Pugliese (batteria e percussioni)
Un’alchimia di comicità ed emozioni, in cui all’incalzante ritmo del monologo segue la genialità e l’ironia senza eguali di Georges Brassens. Gli elementi si fondono al punto che i monologhi scritti oggi si fanno prolungamento naturale delle emozioni fissate su pentagramma sessant’anni fa dal grande autore francese. I fendenti umoristici superano le persone e gli avvenimenti per trasformarsi in autentiche frecciate satiriche sui tempi che corrono e, quindi, un po’ su noi stessi. Uno sguardo comico, disilluso, a volte corrosivo, ma che non rinuncia alla poesia e alla musica. Solo per tornare a ridere… sul serio.

“Degni di nota” con Andrea Mirò e Alberto Patrucco

degni di nota

Alberto Patrucco e Andrea Mirò, con la complicità di tre musicisti, presentano Degni di nota, la nuova produzione di Tieffe Teatro, diretta da Emilio Russo, in scena al Teatro Menotti dal 16 al 23 dicembre e dal 28 dicembre al 1° gennaio 2016.

Frutto di un appassionante lavoro durato quasi due anni, lo spettacolo di teatro musicale è stato scritto da Alberto Patrucco con la collaborazione di Antonio Voceri.

Gli interpreti hanno ripreso il lavoro che Alberto Patrucco aveva ideato nel 2014 in  segni (e) particolari – Alberto Patrucco e Andrea Miro’ cantano Georges Brassens, disco che riprendeva 13 musiche di George Brassens, tradotte dallo stesso Patrucco, inedite, prima, in italiano.

Agli argomenti trattati dall’autore francese, non potevano che unirsi i temi e le musiche di Giorgio Gaber, due artisti unici, in antitesi, ma allo stesso tempo con sinergie in comune.

Un recital coinvolgente e graffiante privo di retorica e tormentoni, nel quale ironia, musica e riflessione, per una volta, sono padrone di casa insieme alle parole e alle melodie di due artisti senza eguali dotati di rara genialità. Un incontro tra canzone d’autore e comicità, senza che una dimensione prevarichi l’altra, sul filo di emozioni da anni dimenticate, che si colorisce qua e là di suoni e poesia.

Niente celebrazioni brasseniane e gaberiane, bensì l’idea di unire, seppure in epoche storiche diverse, sensibilità tanto affini; punti di vista che coesistono in perfetta armonia, proprio grazie al tessuto connettivo della musica.

Uno spettacolo dolce-amaro che lascia spazio a riflessioni profonde sul senso della vita.

Con Degni di nota il Teatro Menotti prosegue con il progetto Protagonisti insieme a Banco Alimentare; è la prima volta in Italia che un teatro organizza gesti di concreta solidarietà, invitando il proprio pubblico a donare cibo al Banco Alimentare per le famiglie più bisognose.

Chi porterà esclusivamente nelle serate di mercoledì 16, giovedì 17, venerdì 18, martedì 22 e mercoledì 23 dicembre al Teatro Menotti un prodotto alimentare a lunga conservazione avrà in cambio un biglietto di ingresso a soli 5 € (80% di sconto) per lo spettacolo.

Si ringrazia la Fondazione Gaber.