Immagimondo: 19° Festival di Viaggi, Luoghi e Culture

immagimondo
immagimondo

Immagimondo è un progetto di Les Cultures Onlus, laboratorio di cultura internazionale che in Italia pone al centro delle sue attività la diffusione delle culture extra-europee, la promozione di una politica di accoglienza e integrazione delle popolazioni migranti, mentre in Africa ed Europa dell’est fornisce supporto alle comunità attraverso azioni di sostegno a distanza e cooperazione allo sviluppo.

Immagimondo, Festival di Viaggi, Luoghi e Culture dal 1997 parla con approcci disciplinari diversi di turismo responsabile, di rispetto delle differenze culturali, di attenzione per la storia e per le tradizioni, di prospettive di incontro tra paesi e popoli del mondo. Il Festival vuole essere un’occasione per portare il mondo a Lecco e allo stesso tempo far conoscere al mondo Lecco e il suo territorio.

Se parlare di viaggio ci pone a confronto con l’Altro, ci fa superare confini sociali e culturali, fa emergere le differenze e le particolarità di ogni cultura ampliando la nostra visione del mondo e dell’uomo; la scelta di aprirsi alla città colonizzando piazze, sale pubbliche, spazi espositivi vuole essere un’occasione per promuovere le bellezze, le tradizioni, le risorse del nostro territorio.

Il Festival offre un ricco programma (una sessantina di appuntamenti circa) in spazi urbani del Comune di Lecco e Comuni limitrofi  distribuiti in un paio di mesi, da fine settembre a metà novembre.

Nello specifico, seguendo un format collaudato, sono previsti tre fine settimana tematici (Tutto il Mondo a Lecco; I Viaggi dell’Anima Complesso di San Calocero di Civate e Monastero del Lavello di Calolziocorte; Natura e Cultura presso il Parco Monte Barro Galbiate); serate di approfondimento o spettacoli (Sala Don Ticozzi Lecco, Centro Fatebenefratelli Valmadrera; Teatro De André Mandello del Lario); mostre fotografiche; programma di approfondimento sulla cultura di un paese “ospite” (Politecnico di Milano – Polo Territoriale di Lecco).

Incontri con Viaggiatori, conferenze con accademici di varie discipline, reportage, proiezioni di documentarie e film, eventi musicali, presentazioni di libri, mostre fotografiche, rassegna di novità editoriali sul tema del viaggio, camminate urbane, laboratori per adulti e bambini sono alcuni degli appuntamenti culturali proposti durante il Festival. Tutti gli accessi ai luoghi ed eventi della manifestazione saranno gratuiti.

Negli anni grande importanza si è data alla creazione di un rete di collaborazioni con realtà culturali del territorio e extraregionali  che condividono l’obiettivo del Festival di promuovere un turismo sostenibile e responsabile, una sensibilità all’ascolto e all’incontro con l’altro. La sezione  “I Viaggi dell’Anima” del Festival nascono con l’intento di dedicare uno spazio specifico alla promozione di un turismo di prossimità, o di modi di viaggiare (a piedi, in bicicletta) che fanno della lentezza il loro marchio.

Grazie alla collaborazione con associazioni quali Rete dei Cammini, Iubilantes Onlus, Slowyas, Camminolento, Repubblica Nomade, presentazioni di Cammini, Percorsi, racconti di viaggio sono diventati momenti importanti del programma del Festival negli ultimi anni.

In occasione dell’Anno Nazionale dei Cammini, in collaborazione con la rivista Orobie che si  occuperà della comunicazione, vorremmo realizzare un evento in cui il viaggio significhi riscoperta del nostro territorio. La Ciclovia che costeggia l’Adda offre la possibilità ai cittadini di Milano e hinterland di intraprendere vacanze partendo direttamente dall’area metropolitana, riscoprire territori vicini ancora capaci di offrire spazi naturali ben conservati e sostenere le realtà legate all’accoglienza disseminate lungo il percorso (Agriturismo, B&B, ostelli, produttori agricoli ecc).

La Ciclovia dell’Adda

Sabato 1 e domenica 2 ottobre 2016

Partire dalla città in bici o a piedi. Come moderni pellegrini pedalare o camminare con gli occhi aperti e i sensi attenti accompagnati da artisti, giornalisti, scrittori, cuochi, naturalisti, giovani imprenditori legati alla terra, che ci aiuteranno a ri/scoprire luoghi che, a pochi chilometri da Milano, possono ancora offrire un contatto con un mondo naturale ricco di sorprese ad occhi che sappiano guardare e vedere.

Un viaggio che permetta di riscoprire il seme antico della voglia di viaggiare lentamente. Un viaggio che permetta di riscoprire il paesaggio come insieme di mondi, minerale, vegetale, animale e non solo frutto dell’azione dell’uomo. Un viaggio che pone al centro il cibo, “coltivato” e “cucinato”, l’arte, “vissuta” o “visitata”, il corpo.

Percorso

Sabato 1 ottobre partenza da Milano, piazza Gae Aulenti. Pedalata lungo la Martesana e l’Adda per arrivare nel tardo pomeriggio allo splendido Monastero di Santa Maria del Lavello, Calolziocorte. Cena ed eventi serali. Pernottamento. La mattina di domenica 2 ottobre partenza alla volta della Casa del Pellegrino di    Civate.

 Viaggiatori

Hanno aderito al progetto:

• Massimo Pirovano, ciclista, antropologo direttore del “Museo Etnografico Alta Brianza”, per anni direttore del Museo della Bicicletta del Ghisallo, autore del recente volume “Un antropologo in bicicletta”.

• Luca Redaelli, attore, regista del Gruppo teatrale “Teatro Invito” organizzatore di eventi teatrali lungo il fiume Adda e della rassegna “L’Ultima luna d’estate”.

• Carlo Limonta, filmaker recente vincitore di una sezione dell’Orobie Film Festival con il suo documentario “Al gir di Sant”.

• Silvio Combi, artista

• Saul Casalone,  musicista suonatore di organetto diatonico

• Carol Bergamini, musicista violinista

• Umberto Isman, giornalista, fotografo di architettura e paesaggi e di attività outdoor che ha al suo attivo collaborazioni con le più importanti testate di settore.

• Franco Lozza, reporter Rai 3.

• Michelangelo Morganti, ornitologo esperto naturalista.

• Emanuele Falchetti, giornalista vicedirettore rivista “Orobie”.

• Ruggero Meles, scrittore e regista.

• Silvia Tantardini, coordinatrice Festival “Immagimondo” .

• Un inviato del Touring Club Italiana.

In attesa di conferma

• Paolo Rumiz, giornalista e scrittore.

• Gabriele Rinaldi, botanico esperto della vegetazione del Parco dell’Adda Nord.

• Giovanni Storti, attore del trio “Aldo, Giovanni e Giacomo”.

• Albano Marcarini, giornalista, geografo e cartografo.

• Marco Pastonesi, giornalista sportivo specializzato in ciclismo e rugby.

• Pietro Scidurlo, viaggiatore, autore della prima guida europea per disabili  fondatore dell’Associazione “Free wheels” che si propone incentivare l’indipendenza fisica e sociale di ragazzi disabili.

• Claudio Agostoni, caporedattore Radio Popolare.

• Michele Sana, chef.