Vigili del fuoco: ancora troppo pochi in Lombardia

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, ha partecipato a Milano alla celebrazione in onore di Santa Barbara, patrona dei Vigili del fuoco, tenutasi presso la sede di via Messina.

Aumentare numero, in Lombardia basso rapporto tra Vigili e popolazione.

“Sono felice e orgoglioso – ha detto De Corato – di aver partecipato alla cerimonia e ringrazio i pompieri milanesi e lombardi per il lavoro costante e continuo per le nostre comunità nonostante il numero insufficiente. Nella regione più popolata d’Italia, il rapporto è di 1 Vigile del fuoco ogni 3.400 abitanti. Concordo, pertanto, con i sindacati quando sostengono che bisogna adeguare il numero. E farlo aumentando le assunzioni per i nostri eroi quotidiani”.

Al via l’abbattimento dell’ecomostro nel Parco Agricolo Sud di Milano

di Stefany Sanzone – E’ già passata una settimana dall’ avvio delle opere per la demolizione dell’ecomostro nel Parco Agricolo Sud di Milano: l’albergo di 7 piani e oltre 300 camere, per un volume complessivo di quasi 180 mila metri cubi di cemento, costruito per i Mondiali di calcio di Italia ’90 ma mai completato e in stato di degrado ambientale e di abbandono da anni, con problemi anche per la stessa sicurezza degli abitanti della zona.

Hanno assistito alla demolizione dall’area di via Fantoli 28 il sindaco Giuliano Pisapia, l’assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris e i rappresentanti della società Beni Stabili, attuale proprietaria dell’immobile.

Il provvedimento presentato dall’assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris è stato approvato dalla giunta Pisapia il 18 novembre scorso e dal Consiglio comunale il 24 novembre. L’accordo prevede l’abbattimento dell’ecomostro da parte della proprietà e il ripristino a verde dell’area (circa 260 mila metri quadrati in località Cascina Grande, zona Monluè), da cedere definitivamente all’Amministrazione comunale.

«Lunedì è davvero un giorno storico per Milano – ha detto l’assessore all’Urbanistica Ada Lucia De Cesaris – perché abbattere l’ecomostro significa abbattere un simbolo degli scempi urbanistici della nostra città e del nostro Paese. Abbiamo già iniziato a collaborare con la Zona, i cittadini e il Parco Agricolo Sud per far sì che l’area possa rappresentare un nuovo polmone verde per il quartiere e per tutta la città, nella possibile e felice convivenza con le attività agricole del territorio».

«Ci sara’ un grande parco, agricoltura e uno spazio dove si potrà gioire e non venire inorriditi da quello che c’e’ stato – ha affermato il sindaco Giuliano Pisapia – I cittadini hanno protestato per venti anni ma nessuno in passato li aveva ascoltati».

La provincia si è subito impegnata per restituire il territorio al verde, per la salvaguardia, la conservazione e la riqualificazione del paesaggio. Il Parco Agricolo Sud si estende su ben 61 comuni della provincia e potrebbe divenire il più importante parco periurbano d’Europa.