Cortili aperti a Milano

Cortili aperti a Milano
Cortili aperti a Milano

Cortili Aperti a Milano

Immagine incorporata 1

Domenica 21 maggio dalle 10 alle 18 in via Manzoni e dintorni i cortili e le dimore storiche aprono gratuitamente

Torna la giornata in cui il grande pubblico può avvicinarsi alle Dimore Storiche Private Meneghine e scoprire una parte di Milano normalmente inaccessibile. Sarà possibile inoltre ottenere una guida illustrativa il cui ricavato verrà devoluto al restauro di un’opera d’arte di pubblica fruibilità. Gli allievi di Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado si esibiscono nel cortile di Palazzo Borromeo d’Adda in via Manzoni 41 dalle 11 alle 18 con brani di Verdi, Schumann, Debussy, Mozart e Wagner.

Si possono visitare i cortili dei seguenti Palazzi:

Palazzo Belgiojoso – Piazza Belgiojoso, 2
Casa Bergamasco – Via Morone, 2
Casa Marchetti – Via Morone, 4
Casa Del Bono – Via Borgospesso, 21
Palazzo Vidiserti- Via Bigli, 10
Palazzo Borromeo d’Adda – Via Manzoni, 41
Palazzo Anguissola Antona Traversi – Via Manzoni, 10
Palazzo Morando – Via Sant’Andrea, 6
Palazzo Bagatti Valsecchi – Via Gesù, 5

Cortili aperti a Milano

Cortili aperti Milano
Cortili aperti Milano

Cortili Aperti a Milano

XXIV Edizione

DOMENICA 21 MAGGIO 2017

IN VIA MANZONI E DINTORNI

il Gruppo Giovani ADSI – Sezione Lombardia

apre al pubblico le porte

dei più segreti cortili del cuore di Milano

in occasione delle

Giornate Nazionali ADSI –

Associazione Dimore Storiche Italiane

IN COLLABORAZIONE CON

CORTILI APERTI IN BREVE

QUANDO: domenica 21 maggio 2017 dalle 10 alle 18

COME: la giornata è completamente gratuita, i cortili sono a ingresso libero

DOVE: Via Manzoni e dintorni

Palazzo Belgiojoso, Piazza Belgiojoso 2 – Casa Bergamasco, Via Morone 2

Casa Marchetti, Via Morone 4- Casa Del Bono, Via Borgospesso 21

Palazzo Vidiserti, Via Bigli 10 – Palazzo Borromeo d'Adda, Via Manzoni 41

Palazzo Anguissola Antona Traversi, Via Manzoni 10 – Palazzo Morando, Via Sant'Andrea 6

Palazzo Bagatti Valsecchi, Via Gesù 5

DA NON PERDERE

 Visite guidate a cura di Città Nascosta Milano dalle 10 alle 17

 Auto storiche dei soci del CMAE – Club Milanese Automotoveicoli d’Epoca – in esposizione in vari cortili. Il

tema per questa edizione sarà: le auto e il cinema.

 I concerti della Milano Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – MI nel Cortile di Palazzo Borromeo D’Adda –

via Manzoni n. 41

 Durante la giornata sarà possibile ottenere, a fronte di una piccola donazione, una guida illustrativa ai Cortili

visitabili. Il ricavato, come tutti gli anni, verrà devoluto per il restauro di un’opera di pubblica fruibilità.

Il “Cantaviatore” ENRICO GIARETTA

Enrico Giaretta
Enrico Giaretta

Dopo il successo del disco “SCALATORI DI ORIZZONTI”
contenente il famoso “Inno degli Amici Cucciolotti”
e il brano “Black Rhino” scritto per l’occasione dal MAESTRO PAOLO CONTE

Il “Cantaviatore”
ENRICO GIARETTA

DOMENICA 21 MAGGIO A MILANO
IN CONCERTO PER “PIANO CITY MILANO”

Dopo il riscontro di pubblico e critica ottenuto con il “Blue Live Tour” 2016, il cantautore e pilota Alitalia ENRICO GIARETTA, noto come il “Cantaviatore”, torna live in occasione della rassegna musicale “Piano City Milano” con uno speciale concerto di piano solo al Moleskine Café in cui, oltre a dare spazio all’improvvisazione di musiche originali, l’artista eseguirà alcuni brani estratti dal disco “Scalatori di Orizzonti” (Amici Cucciolotti) e omaggerà il grande maestro Paolo Conte (inizio live ore 17.00 – Corso G. Garibaldi 65 – ingresso gratuito).

“Scalatori di orizzonti” è l’ultimo progetto discografico di Enrico Giaretta di cui, oltre ad essere direttore artistico con Maurizio D’Aniello, ha curato gli arrangiamenti insieme a Marco Grasso. Il progetto musicale che ha coinvolto oltre 150 persone, tra adulti, ragazzi e bambini, contiene 11 brani inediti a firma di Enrico Giaretta, con la collaborazione in alcuni brani di Marcello Murro e Maurizio D’Aniello, e il famoso “Inno degli Amici Cucciolotti”, il cui video è visibile al seguente link: https://youtu.be/zIJSvQv12VQ.

“Scalatori di orizzonti” contiene anche “Black Rhino”, la prima canzone per bambini scritta da Paolo Conte e donata in esclusiva al progetto solidale “Amici Cucciolotti” per sensibilizzare i bambini ad amare gli animali. La canzone è accompagnata da un video, disponibile sul sito www.pizzardieditore.it, ideato e diretto dallo stesso Paolo Conte, per la prima volta alla direzione di un videoclip.

ENRICO GIARETTA, da qualche anno sulla scena musicale internazionale, è un pianista e cantautore che vola e fa volare, non solo in senso figurato, attraverso melodie che a partire da studi classici prendono direzioni sempre nuove, ma anche nella realtà, su quegli stessi aerei che da bambino guardava volteggiare nei cieli e che oggi pilota con il piglio deciso di un comandante. Ci troviamo dunque di fronte ad un personaggio singolare: un cantante aviatore o, potremmo dire, un “Cantaviatore”. E’ difficile racchiudere in una sola etichetta la musica di Giaretta. La sua vena artistica ha spinto persino Paolo Conte ad esporsi in un giudizio più che lusinghiero: “Finalmente ho trovato un allievo”, ha detto il celebre cantautore.

“La marcia del panico”

Continuano gli appuntamenti con i convegni organizzati da FORIPSI Onlus attraverso il progetto Fidans che intendono fare luce su alcuni malesseri ormai fin troppo inseriti nella nostra società. I medici e gli psicologi di Villa San Benedetto Menni di Albese con Cassano (Co) si riuniranno ancora lunedì 21 maggio per parlare di panico. L’incontro si terrà presso l’Auditorium della Biblioteca di Como alle 20.45. 

Comprendere le molte facce con cui può presentarsi il disturbo di panico, capire il ruolo centrale del fenomeno degli attacchi di panico e chiarire l’importanza di un trattamento integrato che si avvalga di cure di dimostrata efficacia: questi gli obiettivi del convegno dal titolo “La marcia del panico”.  

Il seminario aprirà alle ore 20.45 con un intervento del Prof. Giampaolo Perna, direttore scientifico e primario del Dipartimento di Neuroscienze Cliniche (DNC) di Villa San Benedetto Menni, dal titolo “Il panico e la sua ombra”. A seguire, la Dott.ssa Tatiana Torti, psicologa psicoterapeuta presso il DNC Villa San Benedetto Menni con un intervento dal titolo “Ritrovare la libertà”. Infine la Dott.ssa Giovanna Vanni, psichiatra, psicoterapeuta, sovraintendente psicologia e psicoterapia presso il DNC Villa San Benedetto Menni, proporrà un intervento intitolato “Compagno Fobico”. Le conclusioni saranno affidate al Professor Perna.

«L’attacco di panico è una delle esperienze più forti che possano essere vissute e quando invade la vita di una persona sconvolge la sua esistenza imprigionandola in una gabbia di ansie e paure che lo costringono a rinunciare alla libertà e alla possibilità di effettuare scelte che permettano lo sviluppo delle sue potenzialità. Quando gli attacchi si ripetono e condizionano la nostra vita siamo di fronte a un vero e proprio Disturbo di Panico che se non viene curato adeguatamente può cronicizzare e ingabbiare la vita della persona che ne viene colpita. Oltre 3 milioni di italiani, in prevalenza donne, vengono colpiti da tale disturbo — sottolinea il Prof. Giampaolo Perna —  e almeno altrettanti vivono l’esperienza terribile dell’attacco di panico nella vita. A partire dall’esperienza dell’attacco di panico si può innescare la Marcia del Panico che conduce allo sviluppo di ansia anticipatoria, agorafobia, ipocondria, depressione e abuso di alcolici e droghe. E’ fondamentale riconoscere la progressione del disturbo e la necessità di combattere la ricorrenza degli attacchi di panico come punto centrale della cura. In questo senso la comprensione dei diversi tipi di panico (l’attacco di panico pieno, quello con pochi sintomi, l’aborto dell’attacco e l’ombra del panico) è centrale per valutare l’efficacia del trattamento in atto. Nell’attualità, le uniche terapie che hanno prove di efficacia scientificamente validate sono la terapia

con farmaci, soprattutto con azione sulla ricaptazione della serotonina, e la psicoterapia cognitivo-comportamentale. Accanto a questi un’adeguata terapia respiratoria e allenamento aerobico regolare possono garantire il ritorno alla normalità».

Al termine dei lavori, il pubblico potrà partecipare attivamente a una discussione sul tema.

Info:

“La marcia del panico”

c/o Auditorium Biblioteca di Como

Piazzetta Venosto Lucati 1 – Como

Lunedì 21 maggio ore 20.45

Convegno aperto al pubblico

Ingresso gratuito