Tark in concerto

Tark

Domenica 15 settembre dalle ore 13.30 presso il Centro Sportivo Totidi Paderno Dugnano

“E’ qui la Festa! Sport, giovani, spettacolo e solidarietà”

Durante l’evento il concerto di Tark

“Dopo il successo della scorsa edizione,torna la grande Festa dello Sport-Volontariato: all’interno del parco Toti, stands, dimostrazioni sportive e momenti di gioco offerti dalle nostre associazioni, per vivere una domenica di festa tutti insieme.

Il binomio sport – volontariato a Paderno Dugnano significa principalmente welfare: la generosità di tanti volontari genera infatti aggregazione e solidarietà e il loro lavoro trasmette a tutta la città i valori dell’agonismo unito alla bellezza dello stare insieme e i valori di una vita spesa al servizio degli altri. In questi anni di crisi l’associazionismo padernese ha permesso la salvaguardia della coesione sociale e ha alleviato tante situazioni di disagio: per questo motivo la Festa dello Sport-Volontariato è innanzitutto occasione di ringraziamento.

C’è sempre bisogno però di nuovi volontari ed obiettivo non secondario della festa è anche quello di dare visibilità a tutte queste nostre associazioni affinché possano continuare a crescere e, con esse, tutta la città. Crediamo che tutti questi siano ottimi motivi per non mancare!  

Tark

Tark

Ep   – Boxer’s Trip –

“A man alone”  è il primo brano dell’ Ep Boxer’s Trip di Tark

Giulia Fossati alias TARK nasce nel 1987 a Milano. All’età di 15 anni comincia ad avvicinarsi alla musica studiando batteria con il maestro Francesco D’Auria  e Bruno Saitta. Nel corso degli anni si avvicina a strumenti diversi quali il basso elettrico ed il sintetizzatore.  Nel 2008 si diploma come Tecnico del Suono alla NAM di MIlano. Studia teoria musicale con il maestro Stefano De Marchi (Psicosuono).

 

Attualmente tra le sue collaborazioni, suona il basso e la batteria nella band punk rock Yellow Flag.

 

Nell’anno 2012  inizia a comporre musica elettronica sperimentale, mescolando  trip hop, musica lounge, e musica etnica-tribale. Così è normale incontrare all’interno dei suoi brani  tanti richiami a differenti generi musicali, sinonimo di continua ricerca, di ascolto e sempre alla scoperta di suoni diversi.

 

Per  Tark la conoscenza della musica è infinita, e intende percorrere questo viaggio iniziato all’alba dei tempi e che non finirà mai.

Tark scrive brevi racconti e poesie che accompagnano la sua musica.

A MAN ALONE

http://tark.altervista.org