Bollate -TARI

comune_di_bollate
comune_di_bollate

In arrivo nei prossimi giorni i bollettini per il versamento TARi per le famiglie bollatesi. Per le aziende, invece, i bollettini verranno recapitati nel mese di ottobre.

Come precisato dall’Assessore ai Tributi Giuseppe de Ruvo, queste modalità rientrano nei provvedimenti assunti dall’Amministrazione guidata dal Sindaco Francesco Vassallo, per alleviare le difficoltà dei cittadini in conseguenza della grave situazione economico-finanziaria provocata dall’emergenza epidemiologica del Coronavirus.

Le agevolazioni previste sono di tue tipi:
1) lo spostamento delle date di scadenza dei versamenti;
2) riduzioni per le categorie che maggiormente sono state penalizzate dalla pandemia.

A. Le famiglie (utenze domestiche) riceveranno gli avvisi di pagamento a fine giugno, con scadenza prima rata 31 luglio e seconda rata 31 ottobre: si potrà scegliere di pagare entrambe le rate entro il 30 settembre 2020.

Le famiglie in situazioni di maggior disagio (le stesse che già usufruiscono delle agevolazioni del bonus elettrico) potranno beneficiare del “bonus rifiuti”. Al proposito si attende il decreto governativo per la concreta applicazione dell’agevolazione. La copertura finanziaria per i minori incassi dovuti all’applicazione del “bonus” verrà fatta con fondi comunali.

B. Per le attività commerciali e imprenditoriali (cosiddette “utenze non domestiche”) è stata stabilita la riduzione del 30% sulla parte variabile della tariffa TARI per l’anno 2020. Tale benefico riguarda commercianti, artigiani, imprenditori, professionisti. Sono esclusi i negozi di alimentari e i supermercati che hanno sofferto meno della crisi. Complessivamente questa agevolazione comporta un onere per il Bilancio comunale di 150mila euro.

Per le categorie che hanno diritto allo sconto del 30 % sulla parte variabile, i bollettini riporteranno già gli importi scontati.

Gli avvisi di pagamento TARI verranno inviati nel mese di ottobre. Il pagamento potrà avvenire in tre rate con scadenze uguali per tutti, alimentari e supermercati compresi, il 31 ottobre e 31 dicembre 2020 e il 31 marzo 2021. Anche il rinvio e il differimento dei pagamenti, insieme alla riduzione prevista per il 2020, vuole essere un ulteriore aiuto per la ripresa delle attività produttive.

Bollate: misure straordinarie in aiuto a cittadini e imprese

TASSE
TASSE

Un altro impegno concreto dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Francesco Vassallo per alleviare le difficoltà dei cittadini in conseguenza della grave situazione economico-finanziaria provocata dall’emergenza epidemiologica del Coronavirus. Si tratta di una serie di aiuti che riguardano il pagamento dei tributi, operazione particolarmente complessa sia per le difficoltà delle persone che per il Bilancio dell’Ente che, pur riducendo le sue entrate, deve mantenere gli impegni e garantire tutti i servizi per la città.

Le decisioni prese dal Sindaco Francesco Vassallo, insieme alla sua Giunta e, in particolare, con l’assessore ai Tributi e Bilancio Giuseppe de Ruvo, sono finalizzate a dare aiuti concreti e gli interventi riguardano principalmente IMU (Imposta Municipale Propria) e TARI (Tassa sui Rifiuti). Ma vediamo di cosa si tratta.

IMU
Per prima cosa le aliquote del 2020 sono invariate e restano uguali a quelle del 2019. Gli importi dovuti cambiano solo nei cambiamenti nella proprietà delle case possedute.

Le scadenze previste per il pagamento sono le seguenti:
acconto 16 giugno;
saldo 16 dicembre.

Per chi fosse in difficoltà a versare l’acconto, è prevista la possibilità di un pagamento unico entro il 16 dicembre per l’importo totale. Questo senza l’applicazione di sanzioni o interessi con l’obiettivo di aiutare tutti ma di agevolare soprattutto le attività produttive dando un maggiore respiro fino alla ripresa del lavoro e dell’economia sul territorio.

Sempre in un’ottica di aiuto, il Comune ha introdotto un ulteriore agevolazione per chi preferisce pagare le tasse in più rate mensili suddivise durante l’anno. Chi fosse interessato può rivolgersi direttamente all’Ufficio Tributi inviando la sua richiesta a: tributi@comune.bollate.mi.it.

Si ricorda che, come per gli anni precedenti, gli avvisi di pagamento IMU saranno consegnati a domicilio dei contribuenti a partire dal 3 giugno. I cittadini che sono registrati sul portale Tributi possono già verificare l’importo dovuto e scaricare i modelli F24 precompilati.

TARI
Con un’attenzione particolare alle attività produttive maggiormente penalizzate dalla pandemia, sono state introdotte alcune modifiche organizzative finalizzate ad alleggerire la pressione fiscale. La più importante è l’invio degli avvisi TARI in due periodi distinti a famiglie e attività commerciali/imprenditoriali, per evitare carichi eccessivi di imposte.

A. Le famiglie (utenze domestiche) riceveranno gli avvisi di pagamento a fine giugno e i pagamenti potranno essere effettuati in due rate al 31 luglio (prima rata) e 31 ottobre (seconda rata). Per chi ritiene più comodo il pagamento in unica soluzione, il termine è fissato per il 31 luglio.

Le famiglie in situazioni di maggior disagio (le stesse che già usufruiscono delle agevolazioni del bonus elettrico) potranno beneficiare del “bonus rifiuti”. Al proposito si attende il decreto governativo per la concreta applicazione dell’agevolazione. La copertura finanziaria per i minori incassi dovuti all’applicazione del “bonus” verrà fatta con fondi comunali.

B. Per le attività commerciali e imprenditoriali (cosiddette “utenze non domestiche”) e stata stabilita la riduzione del 30% sulla parte variabile della tariffa TARI per l’anno 2020. Tale benefico riguarda commercianti, artigiani, imprenditori, professionisti. Sono esclusi i negozi di alimentari e i supermercati che hanno sofferto meno della crisi. Complessivamente questa agevolazione comporta un onere per il Bilancio comunale di 150mila euro.

Gli avvisi di pagamento TARI verranno inviati nel mese di ottobre. Il pagamento potrà avvenire in tre rate con scadenze uguali per tutti, alimentari e supermercati compresi, il 31 ottobre e 31 dicembre 2020 e il 31 marzo 2021. Anche il rinvio e il dilazionamento dei pagamenti, insieme alla riduzione prevista per il 2020, vuole essere un ulteriore aiuto per la ripresa delle attività produttive.

Bollate: Celebrazione del 2 giugno

 2 GIUGNO 2020
2 GIUGNO 2020

Bollate celebra il settantaquattresimo anniversario della Repubblica con la consueta iniziativa istituzionale in piazza A. Moro, davanti al Municipio. In una versione ridotta come prevedono le norme di contenimento del contagio da Coronavirus

Ecco il programma:
Martedì 2 giugno, ore 11.00 – Piazza Aldo Moro

Alzabandiera solenne presso il Palazzo comunale, piazza Aldo Moro
Discorso delle Autorità

Accanto alle Istituzioni del Comune di Bollate, saranno presenti le rappresentanze della Polizia Locale di Bollate, della Tenenza dei Carabinieri di Bollate, del Comando Compagnia Guardia di Finanza di Paderno, della Polizia Penitenziaria e del Distaccamento dei Vigili del Fuoco di Garbagnate Milanese.

LA CITTADINANZA E’ INVITATA A PARTECIPARE
OSSERVANDO LE REGOLE DEL DISTANZIAMENTO INTERPERSONALE,
INDOSSANDO GLI OPPORTUNI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE PERSONALE (MASCHERINA)

Bollate: si ritorna alla normalità

bollate
bollate

Sono state firmate dal Sindaco Francesco Vassallo le nuove ordinanze che cominciano a prevedere la riapertura di servizi e delle attività a Bollate. Ecco, in sintesi coma cambia dai prossimi giorni:
MERCATI
Riprendono nei giorni e orari consueti tutti i mercati cittadini, compreso il Mercato contadino. Saranno presenti bancarelle di tutti i generi di consumo e non più solo alimentari.
PARCHEGGI
Prosegue fino al 31 maggio 2020, su tutto il territorio comunale, il parcheggio libero nelle strisce blu. La sosta a pagamento o con disco orario ripartirà dal 3 giugno.
CIMITERI
Dal 22 maggio riaprono i tre cimiteri cittadini nelle fasce orarie consuete. Rimane vietata ogni forma di assembramento e l’obbligo del distanziamento e dell’utilizzo dei dispositivi previsti dalla norma (mascherine).
PARCHI
Dal 22 maggio riaprono tutti i parchi e le aree verdi cittadine nel rispetto del distanziamento e nel divieto di assembramenti. Accesso libero anche alle aree cani. Resta vietato l’utilizzo di tutti i giochi presenti in parchi, aree verdi, giardini, piazze e tutti i luoghi pubblici.
PIATTAFORMA
La piattaforma ecologica è operativa, come sempre con i seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00. Riapre anche la domenica dalle ore 9:00 alle ore 12:00. Torna attivo il servizio di conferimento dei rifiuti ingombranti e del legno da parte dei cittadini.
Si ricorda che è un dovere di tutti i cittadini contenere la produzione di rifiuti di ogni genere; non abbandonare rifiuti, compresi i dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti); osservare le regole sulla raccolta differenziata comprese le disposizioni del periodo di emergenza sanitaria da COVID -19, come previsto dall’Istituto Superiore di Sanità.
POLIFUNZIONALE
Resta ancora chiuso il Servizio “Sportello Polifunzionale” comunale nella giornata di sabato. Per gli altri giorni si riceve su appuntamento.
ORTI
Accesso libero presso gli orti comunali di via Nenni ai rispettivi titolari o delegati.

Bollate: ecco le aperture

sindaco Vassallo
sindaco Vassallo

In tema di misure per il contenimento dell’emergenza Coronavirus, il Sindaco Francesco Vassallo ha firmato alcune ordinanze che, in seguito all’entrata in vigore del Decreto della Presidenza del Consiglio del 26 aprile 2020 e dell’Ordinanza n. 537 di Regione Lombardia, regolano alcuni servizi e attività nel Comune di Bollate dal 4 maggio.

Ordinanza n.37 del 4 maggio.
📌 GIOCHI: i giochi presenti in città sono stati “nastrati” per impedirne l’utilizzo;
📌 PARCHI: chiusi i parchi, le aree verdi e le aree gioco che seguono: area verde vicolo Monfalcone; parco via Ospitaletto/vicolo Cesare Battisti; area verde Via Caracciolo; area giochi piazza Natta/Don Minzoni; parco via Sanzio; area via Tofane; area verde via de Gasperi (fronte parcheggio); area verde via Fleming;
📌 PANCHINE: è vietato l’utilizzo di tutte le panchine presenti sul territorio comunale;
📌 ATTIVITA’ MOTORIA: è possibile svolgere l’attività motoria all’interno dei parchi e delle aree verdi aperti del territorio comunale fermo restando il divieto di ogni forma di assembramento e stazionamento.
📌 AREE CANI: l’accesso alle aree cani è consentito a 3 persone contemporaneamente per un massimo di 20 minuti a testa;
📌 PIATTAFORMA ECOLOGICA: sarà aperta al pubblico dal 4 maggio e per un massimo di 3 cittadini per volta, con i seguenti orari: dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00. Il servizio di raccolta differenziata porta a porta verrà svolto con le frequenze e le modalità ordinarie, seguendo le cautele previste dall’Istituto Superiore della Sanità. Non sarà consentito conferire rifiuti ingombranti e di legno in piattaforma ma, dal 4 maggio, sarà riattivato da Gaia Servizi il servizio di ritiro ingombranti a domicilio, previa prenotazione e con le modalità descritte sul sito web della società e del Comune di Bollate.
Il Comune invita i cittadini a contenere la produzione di rifiuti di ogni genere, ad osservare le disposizioni sulla raccolta differenziata e a non abbandonare i dispositivi di protezione individuale (mascherine e guanti) fino alla cessazione dello stato di emergenza sanitaria
Nell’ordinanza anche tutte le regole per gli orti comunali.

Ordinanza n.39 del 4 maggio.

📌 CIMITERI: dal 4 maggio i cimiteri di Bollate, Cassina Nuova e Castellazzo saranno aperti con i seguenti orari:
• Cimitero di Bollate: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 dal lunedì al sabato
• Cimitero di Cassina Nuova: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 dal lunedì al sabato
• Cimitero di Castellazzo: apertura dalle ore 8,30 alle ore 13,00 il mercoledì e il sabato
Ai cimiteri si potrà accedere al cimitero SOLO indossando mascherina o altro dispositivo idoneo a coprire naso e bocca e saranno vietati gli assembramenti.
Nell’ordinanza anche tutte le regole per i casi di morte di persone affette da Covid 19 e le attività cimiteriali, come cremazioni, esumazioni e attività di manutenzioni private nei cimiteri. Inoltre, la chiusura dello sportello polifunzionale.