Pillole letterarie di Gioele Dix: Karl Valentin

DIX_Valentin
DIX_Valentin

Nuovo appuntamento con le pillole letterarie di Gioele Dix che questa volta dedica la sua lettura a Karl Valentin, autore di nicchia, ma molto conosciuto da coloro che si occupano di comicità. Karl Valentin (1882 – 1948) ebbe grande popolarità in Germania, soprattutto nella sua città natale, Monaco di Baviera, dove si esibiva nei famosi Tingeltangel, locali fumosi e affollati, ingombri di sedie e tavolini.

Il suo stile è innovativo, la sua comicità sofisticata e surreale ma al tempo stesso incentrata sulla quotidianità della gente comune. Bizzarro e geniale, era amatissimo anche dai grandi intellettuali come Bertold Brecht e Herman Hesse.

In questa pillola letteraria, dopo aver presentato l’arte di Karl Valentin, Gioele Dix legge due monologhi tratti dalla raccolta Tingeltangel: “In farmacia” e “Il teatro dei giardinieri”. Uno dei due racconti è introdotto da un aneddoto particolare nel quale Gioele Dix ricorda, sorridendo, un provino con il grande maestro Franco Parenti al quale si presentò interpretando appunto un monologo di Karl Valentin… che sicuramente gli portò fortuna.

“Tingentangel uscì in Italia negli anni ’80. Ero agli inizi della mia carriera e rimasi folgorato e anche influenzato sul piano della creatività. Nei primi testi che scrivevo, cercavo di farmi ispirare da quel tipo di fantasia, di coraggio nei dialoghi.”
Gioele Dix

La poesia di Raymond Carver

gioele-dix-phMarinaAlessi
gioele-dix-phMarinaAlessi

Proseguono da oltre un mese gli appuntamenti letterari con le letture di Gioele Dix che fra i primi ha voluto condividere con i propri fan, in questo periodo di quarantena, le proprie passioni letterarie. La pagina Facebook e gli altri canali ufficiali di Gioele Dix, in queste settimane, si sono riempiti di commenti entusiastici e di ringraziamenti degli utenti che apprezzano l’iniziativa e sollecitano sempre nuovi episodi.

In questa lettura Gioele Dix propone la poesia di Raymond Carver, scrittore americano nato nel 1938 e mancato nel 1988. Carver è un punto di riferimento indiscutibile della letteratura americana del Novecento. La sua scrittura è pura, fine a se stessa, ma finemente cesellata. Racconta la vita attraverso frammenti, quotidianità spicciola dietro la quale si nascondono i misteri, i dolori e le felicità della vita.

La sua poesia è fortemente concentrata sulla vita quotidiana, di cui, attraverso l’uso di un linguaggio ordinario, riesce a esprimere efficacemente le tensioni fondamentali: un certo spaesamento esistenziale, la paura della morte, il bisogno di essere amati, di essere salvati, di comunicare in modo sincero.

In questa pillola letteraria Gioele Dix leggerà quattro delle più belle poesie dell’autore americano: “La cabina telefonica”, “La poesia che non ho scritto”, “Sempre alla ricerca del meglio” e “Attesa”.
“Oggi mi dedico al grande Raymond Carver, scrittore che amo molto per il suo singolare talento nel cogliere l’essenziale. Maestro del racconto a frammenti, è capace come pochi di svelare misteri, dolori e felicità che si nascondono nelle pieghe della vita quotidiana. Spero che, come me, anche voi restiate affascinati dai mondi che queste letture evocano.” Gioele Dix

Ricordiamo che il progetto de “Le Pillole Letterarie di Gioele Dix” è iniziato il 17 marzo con la Peste del Manzoni per poi proseguire con le poesie di Wislawa Szymborska, la favola “Il paese a senza punta” di Gianni Rodari, la prosa fantastica e surreale di Dino Buzzati con “La ragazza che precipita” e “Quiz all’ergastolo” e tre racconti di Italo Calvino che raggiungono i vertici della poeticità.

Online le pillole letterarie di Gioele Dix

gioele dix
gioele dix

Sull’onda del successo social del suo storico monologo “Il finestrino del treno” che ha superato 3.000.000 di visualizzazioni solo su FB, Gioele Dix propone sui propri canali ufficiali, a partire da oggi, una serie di appuntamenti con la letteratura.

Il primo appuntamento è dedicato ai Promessi Sposi, e in particolare al capitolo XXXI, nel quale Alessandro Manzoni ricostruisce con straordinaria vivezza la peste del 1630.

Pagine ricche di racconti e di riflessioni che ci paiono di toccante attualità. Seguiranno, nelle prossime settimane, appuntamenti con altri autori italiani e stranieri, comici e non.

Le clip messe on line saranno interpretazioni inedite e personali delle pagine più amate dall’artista che già da tempo non fa mistero della sua passione per la letteratura.

Grande riscontro infatti aveva avuto il suo libro del 2018 “Dix Librix, La mia storia sentimentale della letteratura” e i Giovedix letterari al Teatro Franco Parenti di Milano sono stati per anni un appuntamento affollato e accolto calorosamente dal pubblico.

Numerose sono state le partecipazioni di Gioele Dix ai festival letterari più importanti come il “Festival della letteratura di Mantova” e “Tempo di Libri” a Milano.

Premettendo a tutti che in questo periodo di quarantena è importante stare a casa, Gioele Dix coglie l’occasione di condividere con il pubblico che lo segue le proprie passioni letterarie e dà appuntamento sui suoi canali ufficiali.