Teatro alla Scala: Mariss Jansons dirige la Leningrado

Mariss-Jansons-2 teatro
Dopo il Festival delle Orchestre Internazionali per Expo 2015, il Piermarini torna a ospitare un’orchestra di gran blasone internazionale con uno dei più prestigiosi direttori del nostro tempo.

Il Symphonieorchester des Bayerischen Rundfunks (BRSO) torna alla Scala il 21 marzo per un concerto straordinario diretto da Mariss Jansons; in programma la colossale Settima sinfonia di Dmitrij Šostakovič, detta “Leningrado”, scritta nel 1941 e iniziata proprio a Leningrado durante l’assedio delle truppe hitleriane.

Il primo movimento viene composto nel mese di luglio durante i bombardamenti; in ottobre il governo decide di trasferire per sicurezza negli Urali i personaggi più in vista della scena culturale, incluso Šostakovič con la sua famiglia.

La prima esecuzione assoluta avviene al Palazzo della Cultura di Kuibyšev sotto la direzione di Samosud nel marzo 1942, ma la fama mondiale della sinfonia risale ad alcuni mesi più tardi.

La partitura giunge infatti in Occidente in forma di microfilm e viene eseguita prima a Londra da Sir Henry Wood e poi, il 19 luglio, a New York dalla NBC Symphony diretta da Toscanini: sarà questa lettura, trasmessa dalla radio, a fare della Sinfonia una bandiera della battaglia antinazista in tutto il mondo.

L’ultimo concerto milanese del SOBR era stato proprio nella sala del Piermarini nel maggio 2007, come inaugurazione del ciclo di ospitalità internazionali nella stagione della Filarmonica.

Formatosi sotto la guida di maestri del calibro di Hans Swarowsky e Herbert von Karajan, Mariss Jansons è considerato uno dei più straordinari direttori d’orchestra del nostro tempo.

Direttore principale della Oslo Philharmonic dal 1979 al 2000, l’ha portata al livello delle migliori orchestre internazionali; nel frattempo è stato anche direttore ospite principale della London Philharmonic, e direttore musicale della Pittsburgh Symphony dal 1997 al 2004.

Dal 2003 è alla guida del BRSO, con il quale si è esibito nelle maggiori capitali musicali del mondo e ha partecipato a numerosi festival.

Fondata nel 1949, questa compagine ha avuto come direttori principali alcune delle più grandi bacchette del Novecento: Eugene Jochum, Rafael Kubelík, Sir Colin Davis, Lorin Maazel. Fin dalla sua nascita si è imposta sulla scena internazionale grazie alla straordinaria ampiezza del suo repertorio e del suo spettro sonoro.

Grazie ad essa il pubblico di Monaco ha assistito a concerti straordinari di musica

“Canto”, il nuovo disco della cantante canadese Daniela Nardi

CANTOCover_bassa musica
Da  lunedì 29 febbraio, è disponibile anche in Italia “CANTO” (GRAF MUSIC/Audioglobe), il nuovo disco di Daniela Nardi,  cantante canadese di origini italiane, miglior voce femminile al Canadian Smooth Jazz Awards. L’album è acquistabile in tutti i digital store e nei negozi di dischi.

E’ anche disponibile in anteprima sul sito TGCOM24 il videoclip di “GIOVANNI TELEGRAFISTA (Enzo Jannacci) per la regia di Giorgio Siravo di Mad Entertainment, la factory di cartoon made in Italy.

http://www.tgcom24.mediaset.it/spettacolo/la-poesia-di-enzo-jannacci-vola-in-nord-america-grazie-alla-voce-di-daniela-nardi_2162706-201602a.shtml

“Enzo Jannacci è stato un artista – dichiara la Nardi – veramente unico per il suo stile indimenticabile, per la sua voce e anche per la sua personalità. Uno dei maggiori esponenti di cabaret in Italia.
Ho scelto “Giovanni Telegrafista” perché la storia è incredibile, è un brano senza tempo, un vero gioiello nel canzoniere Italiano. Ho voluto condividerla con il pubblico per dimostrare come possa risultare una canzone universale. Inoltre la sfida a suon di assoli tra Gabriele Mirabassi e Fabrizio Bosso è pazzesca”.

 

Pensare oltre la pagina

MentionNonFiction_Loopimal tecnilogia
Anche per l’edizione 2016 la Bologna Children’s Book Fair – dal 4 al 7 aprile – conferisce il BolognaRagazzi Digital Award, riconoscimento internazionale dedicato all’editoria digitale e alle app per ragazzi, che la Fiera organizza dal 2012 in collaborazione con Children’s Technology Review (USA), ma a cui BolognaFiere lavora fin dal 2002, quando assegnò, prima al mondo, un eBook Award per ragazzi.

Le nuove tecnologie offrono sempre più opportunità agli autori di racconti per bambini, sia in campo education che entertainment: questo premio raccoglie l’eccellenza mondiale, le app più innovative e che meglio riescono a integrare l’esperienza digital al tradizionale storytelling.

Il BolognaRagazzi Digital Award si rivolge a tutti gli editori e sviluppatori di app indirizzate a bambini e ragazzi dai 2 ai 15 anni. Fiction e Non Fiction sono le due categorie di questo ambito premio: ogni anno le opere inviate a BolognaFiere sono valutate da una speciale giuria internazionale di esperti del settore. Per questa 5a edizione sono 177 le candidature, arrivate da 30 paesi, nei giorni scorsi giudicate da Warren Buckleitner, guru americano del digital per ragazzi e Direttore del Children’s Technology Review (USA), Paulien Dresscher, direttore del New Media Department, Cinekid (Oldanda), Valeria Petrone, illustratrice (Italia) e Max Whitby, co-fondatore della Touchpress Ltd (Gran Bretagna).

A volte la magia della tecnologia interattiva si intreccia perfettamente con straordinarie illustrazioni tradizionali o realizzate con tecniche classiche, maestria artigianale e capacità narrativa, col risultato di creare un’esperienza ricca, un vero piacere dell’esplorazione: così sono i 2 vincitori, le 4 menzioni speciali e le 7 opere citate in una short list dalla giuria del BolognaRagazzi Digital Award 2016, dove ognuno dei titoli rappresenta un importante contributo all’editoria per ragazzi e sfrutta il potenziale delle tecnologie emergenti a vantaggio dei piccoli fruitori.

Facciamola pulita – un weekend per prendersi cura delle scuole di Milano

assessore_rozza attualità
Dopo il successo di “Nessuno tocchi Milano” che ha visto lo scorso maggio migliaia di cittadini impegnati per pulire i muri della città, quest’anno si replica con “Scuola facciamola pulita”, un cleaning day che l’assessorato all’Arredo urbano vuole dedicare agli edifici scolastici.

L’appuntamento è per sabato 2 e domenica 3 aprile nelle scuole di tutti i quartieri della città:  sono aperte le adesioni che si chiuderanno il 10 marzo.

“E’ profondamente educativo – dichiara l’assessore all’Arredo urbano e Lavori pubblici Carmela Rozza – che questi interventi vengano fatti sugli istituti scolastici perché ciò rende i ragazzi di ogni fascia consapevoli che la scuola è un bene comune di cui loro sono i principali fruitori. Sarà un momento di crescita civile non solo per insegnanti, bambini, studenti e genitori ma per tutta la comunità perché la scuola è un patrimonio da tutelare e difendere in quanto luogo in cui si forma il cittadino di domani”.

“Scuola facciamola pulita” nasce dalle proposte, idee, sollecitazioni per migliorare il decoro della scuole spesso oggetto di tag, graffiti e imbrattature. Di fronte a questa domanda di partecipazione e azione civica l’assessorato all’Arredo urbano ha deciso oggi di dedicare il primo weekend di aprile a chi vuole prendersi cura della nostre scuole.

Cittadini, singoli, comitati, associazioni sono invitati a ritornare protagonisti assoluti e a mobilitarsi con lo spirito civico a tutela del bene delle nostre scuole. L’appello è rivolto a tutte le imprese affinché aiutino il Comune a fornire ai cittadini i materiali necessari alla realizzazione di questa iniziativa.

“I milanesi ci hanno abituato a encomiabili prove di civismo – aggiunge l’assessore – che rendono orgogliosi tutti coloro che vivono la nostra città. Mi auguro che anche  ‘Scuola facciamola pulita’ raccolga tante adesioni in tutti quartieri”.

Per aderire al cleaning day occorre inviare un’email all’indirizzo cleaningday@comune.milano.it, indicando nome, cognome e recapito telefonico del responsabile dell’iniziativa, il luogo individuato, la foto del luogo, il numero previsto di partecipanti.

L’adesione va presentata entro giovedì 10 marzo. Successivamente i tecnici del Nuir effettueranno un sopralluogo per individuare colore, metratura e pittura da utilizzare.

A Torino la 20a Edizione di “IOlavoro”

IOLAVORO 2016 attualòità
Dal 6 all’8 aprile si svolge a Torino la 20a edizione di IOLAVORO, la più importante job fair d’Italia, presso il Pala Alpitour.
Dal 1° marzo chi cerca un lavoro può iscriversi online sul sito www.iolavoro.org e candidarsi per le opportunità di impiego che saranno offerte da oltre cento aziende e agenzie per il lavoro in cerca di personale come Ikea, Lavazza, Club Med, I Grandi Viaggi, Food & Company, Monge spa, Bene Banca (Bcc), Banca Sella e molte altre.

Alcune aziende effettueranno la preselezione, in questo caso per candidarsi è necessario iscriversi entro il 21 marzo, sempre online.

Le offerte di lavoro sono migliaia e ripartite in ogni settore: Ict e digital, elettronica, turistico alberghiero, ristorazione, distribuzione e commercio, tour operator, agroalimentare, automotive, metalmeccanico, assicurazioni e finanza, materie plastiche e vigilanza, facility management.

A queste opportunità si aggiungono altre migliaia di proposte di lavoro in Europa grazie alla partecipazione dei Servizi per l’impiego francesi Pôle Emploi e dei referenti della rete Eures (Portale europeo della mobilità professionale). Dalle elaborazioni dei dati delle passate edizioni emerge che circa il 25% dei candidati ha  trovato un impiego dopo la manifestazione. Si tratta dunque di una grande opportunità per migliaia di persone in cerca di lavoro.

A IOLAVORO si ricercano migliaia di figure professionali, tutte pubblicate sul sito www.iolavoro.org, le più richieste sono: ingegneri meccanici ed elettronici, fresatori, tornitori, saldatori, operai meccanici, magazzinieri, analisti e programmatori informatici, customer service, food and beverage manager, cuochi, camerieri, pizzaioli, sommelier, barman, animatori turistici, istruttori sportivi, receptionist, cassieri, commessi, contabili, guardie giurate, portieri, medici e infermieri.

L’iscrizione online consente di accedere a molte opportunità: incontrare le aziende con la formula dei colloqui ad accesso libero e con l’elevator pitch, l’accesso a quelli con preselezione, assistere a workshop, seminari ed eventi, incontrare gli enti di formazione e conoscere la loro offerta formativa, iscriversi al programma Garanzia Giovani.

A IOLAVORO saranno offerti inoltre altri servizi consulenziali e orientativi per la creazione d’impresa e il lavoro autonomo, con la possibilità di incontrare esperti del settore per ottenere informazioni anche sul microcredito, cooperative workers buyout, nuovo regime fiscale agevolato, misure regionali a sostegno dell’imprenditoria e Franchising.

La Regione Piemonte con il progetto WorldSkills conferma inoltre l’impegno nella promozione dell’orientamento formativo e professionale ai mestieri organizzando un’area dedicata dove gli Istituti scolastici e le Agenzie formative presenteranno la propria offerta formativa anche attraverso dimostrazioni pratiche dei vari mestieri.

Ai ragazzi delle scuole medie in visita sarà offerto un Tour dei Mestieri, qui potranno impegnarsi in laboratori sui mestieri di cuoco, cameriere, pasticcere, grafico, meccanico d’auto, estetista, sarto, acconciatore, muratore, hotel receptionist, operatore socio sanitario, fresatore e termoidraulico.

Per partecipare le scuole medie devono iscriversi online sul sito www.worldskillspiemonte.it

Con l’occasione saranno presentate le squadre piemontesi, composte dagli studenti vincitori delle selezioni regionali, che parteciperanno ai Campionati nazionali ed europei dei mestieri WorldSkills, rispettivamente a Bolzano dal 29 settembre al 2 ottobre e a Göteborg, in Svezia, dal 1° al 3 dicembre.

La manifestazione IOLAVORO è promossa dall’Assessorato Istruzione, Lavoro e Formazione professionale della Regione Piemonte, realizzata dall’Agenzia Piemonte Lavoro in collaborazione con Città metropolitana di Torino, Città di Torino, Camera di commercio di Torino e con la partecipazione del Ministero del Lavoro, Inps Piemonte, Italia Lavoro, Centri per l’Impiego Regionali, Servizi per l’Impiego francesi Pôle-Emploi Rhône-Alpes e rete Eures.

  Per iscrizioni e informazioni www.iolavoro.org

IOLAVORO  6-7-8 aprile 2016 – Pala Alpitour, corso Sebastopoli 123, Torino
orario 10.00/18.00