Tre atti e due tempi

di Vittoria Raimondi – “Tre atti e due tempi” è il nuovo, avvincente romanzo di Giorgio Faletti che, per il suo ultimo libro, sceglie come palcoscenico d’azione il mondo dello sport.

Il protagonista è Silvano Masoero, detto Silver, ex pugile e magazziniere della squadra di calcio di un paesino della provincia piemontese. In un sabato di primavera apparentemente uguale agli altri, tutto il paese si ritrova stretto intorno alla propria squadra che si prepara a disputare l’ultima partita di campionato. Un incontro decisivo che tutti, appassionati di calcio e non, aspettano con trepidazione. In novanta minuti, gli undici di Silver si giocano la possibilità di passare dal “limbo” della serie cadetta, al glorioso mondo del calcio “che conta”, la serie A con i suoi campioni di fama mondiale, le emozioni, il successo e il denaro.

Purtroppo il calcio non è fatto solo di sudore e sogni di gloria; spesso il tarlo della corruzione riesce inesorabilmente a penetrare tra le pareti degli spogliatoi, si mescola all’odore di umido e sudore, al profumo dei sogni e all’

adrenalina che si respira prima di ogni incontro, si aggrappa alle paure di chi, quei sogni, non ha il coraggio di seguirli.

A Silvano basta un nome scritto su un foglio di carta per capire che tutto ciò è avvenuto anche nel “suo” spogliatoio e proprio all’unico uomo che può decidere le sorti dell’incontro, “Il Grinta”, capitano della squadra. Una scoperta che ha il sapore amaro di una doppia sconfitta: perché “Il Grinta”, in realtà, si chiama Roberto Masoero ed è suo figlio. In un attimo, come sulla pellicola di un film, si materializza lo spettro di un passato che Silvano ha cercato a lungo di cancellare, pagando a caro prezzo quel tragico errore che ha segnato per sempre la sua vita di uomo e di sportivo. In un susseguirsi concitato e rocambolesco di eventi, Silvano si ritrova a dover combattere il round più difficile della sua carriera, il suo ring è lo spogliatoio del campo di calcio, il suo avversario la persona più importante della sua vita.

Con un romanzo che ha quasi il sapore di un thriller, Giorgio Faletti affronta il tema delle scommesse clandestine nel mondo del calcio di serie B. Un calcio che mantiene il suo gusto autentico forse perché spesso lontano dai riflettori della serie A, in cui i volti dei protagonisti raramente finiscono sulle prime pagine dei quotidiani sportivi, sulle copertine patinate dei rotocalchi o sugli schermi della tv. Ma “Tre atti e due tempi” è anche la storia commovente del rapporto tra un uomo dal passato difficile e suo figlio. Due mondi fragili, divisi dalla cortina impenetrabile dell’incomunicabilità, fatta di parole non dette e abbracci mancati, che solo un amore sincero, autentico e senza riserve riuscirà ad abbattere.

 

Roberta Nasti

Roberta Nasti

IO NON HO PAURA DI VOLARE” è l’album di Roberta Nasti, napoletana 23 anni, al suo esordio discografico.

Nel suo curriculum figurano 5 anni di studio di canto, 3 di recitazione e diverse collaborazioni con noti artisti italiani.

Attualmente è iscritta al terzo anno del dipartimento jazz presso il Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli.

Il disco, prodotto da Paolo Varriale che cura anche gli arrangiamenti, vede la luce dopo due anni di lavoro ed è composto da 10 brani inediti, ad alcuni dei quali ha partecipato la stessa Artista in qualità di autrice dei testi e/o della musica.

Le composizioni sono di matrice pop, quindi molto godibili e di presa immediata, ma allo stesso tempo caratterizzate da atmosfere raffinate ed eleganti, con influenze a volte soul o jazz che riflettono in pieno le caratteristiche interpretative e l’anima artistica di Roberta Nasti.

Intervista:

Cosa significa per te questo primo cd ?

“Consapevolezza, il raggiungimento di un sogno, un’emozione forte. Il titolo del cd vuol dire appunto puntare in alto senza avere paura. Se si è convinti non bisogna provar paura, bisogna essere coraggiosi”

In quanto tempo è nato questo lavoro  ?

“Circa due anni. Sono dieci pezzi inediti e ci sono molte collaborazioni, Campagnoli, Sannini, Montefusco. Ho avuto molte persone al mio fianco.”

Chi sono gli artisti emergenti ?

“Sono gli “Indiani tra i cow-boy” come dice il mio brano. Un pezzo in cui denuncio la difficioltà che incontrano i giovani nel crescere. Ripeto sempre che conta molto crederci nelle cose.”

Come faremo ad ascoltarti ?

“Ora iniziaerà una tournee promozionale, poi dei live nei club di tutta Italia.”

Intervista a cura di Davide Falco

Prodotti Benessere

Monica

Creme corpo

Viso

Olii

Essenze

Prodotti per l’igiene della persona

Prodotti per i bambini naturali

e altro ancora per la propria cura

Informazioni Monica: 393-8662350 – 02.33240469

Con la tessera dell’Associazione Mondodisabile.it o di Dietro la notizia si può usufruire di diversi sconti sui prodotti

I.P.