Convenzione Mit-Sogesid

Diga_Place_Moulin
Diga_Place_Moulin

Parte la prima convenzione tra il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Sogesid SpA in tema di dighe. Compito della società “in house providing” del MIT sarà fornire supporto tecnico-specialistico alla Direzione competente nell’ambito dell’attuazione del Piano Dighe a valere sui Fondi Sviluppo e Coesione 2014-2020 e relativo II° Addendum, del Piano nazionale invasi e nella realizzazione degli interventi ex Legge Obiettivo, nonché del 1° stralcio del Piano nazionale degli interventi nel settore idrico.

Le attività delle unità tecniche Sogesid a supporto del Ministero saranno inizialmente rivolte alla ricognizione dello stato di attuazione degli interventi e verifica della documentazione presente in archivio sulle opere di derivazione: l’obiettivo è l’analisi, la digitalizzazione documentale e la gestione informatizzata degli atti riguardanti oltre cinquecento infrastrutture idriche di competenza del Ministero. L’atto, la cui durata è di 24 mesi, reca le firme del Direttore Generale del Ministero per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche Ornella Segnalini e del Presidente e Amministratore Delegato di Sogesid Enrico Biscaglia.

Autostrade, MIT a lavoro per sicurezza viadotti

Danilo Toninelli
Danilo Toninelli

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tramite l’Ufficio ispettivo territoriale (Uit) di Roma, con l’ausilio di esperti delle Università di Trento, Roma La Sapienza, Federico II Napoli, Politecnico di Torino e Università di Chieti, sta elaborando un documento che conterrà indicazioni omogenee e puntuali per le società concessionarie sui criteri da tenere in considerazione nella valutazione della sicurezza dei viadotti.

La necessità di stilare questo vademecum per i concessionari autostradali nasce dalle verifiche disposte dal Ministro Danilo Toninelli, ed effettuate dall’Uit di Roma, su almeno 150 viadotti sparsi sulle autostrade italiane del Centro-Sud. L’ufficio preposto del Mit ha rilevato una estrema eterogeneità nella valutazione della sicurezza da parte delle società concessionarie e ha dunque espresso la necessità di stilare delle linee guida uniche valide per tutti.

Proprio per verificare quali debbano essere le pratiche che i concessionari dovranno utilizzare per monitorare lo stato di salute dei viadotti, il Mit, sempre con l’ausilio delle università coinvolte, avvierà a fine giugno un campo prove, come “caso studio”, in seno alla rete gestita da Autostrade per l’Italia, portando a collasso il viadotto Alveo Vecchio, sulla A16 Napoli-Canosa, da tempo abbandonato.

Si tratterà di prove di inestimabile interesse scientifico, uniche nel settore, che consentiranno di studiare il comportamento reale dei viadotti in condizioni critiche di esercizio e di collasso, e daranno la possibilità di raccogliere informazioni preziose sugli standard di sicurezza, con particolare riferimento alle indagini sulle grandezze che governano la resistenza e la durabilità delle strutture, da inserire nelle linee guida ai concessionari.

Patenti: semplificazione e digitalizzazione

MIT
MIT

Prosegue l’azione di semplificazione e digitalizzazione delle procedure amministrative del Mit. Il Consiglio dei Ministri di ieri ha infatti approvato il regolamento che semplifica le norme per il rilascio dei certificati medici che attestano l’idoneità psicofisica dei conducenti.

Con il nuovo regolamento, che assumerà la veste giuridica di un Decreto del Presidente della Repubblica, i certificati così prodotti potranno essere dematerializzati ed essere trasmessi esclusivamente per via telematica, procedimento che garantisce anche un deciso miglioramento nella tutela della privacy dei soggetti sottoposti alla visita di idoneità.

Grazie al nuovo regolamento sarà possibile estendere il processo di dematerializzazione anche a tutte le altre tipologie di comunicazioni sanitarie previste per gli altri casi di rilascio della patente di guida, quali conseguimento, conversione, riclassificazione, e arrivare così alla completa digitalizzazione della procedura di rilascio della patente di guida.

In sostanza ogni cittadino potrà, da remoto, trasmettere al competente Ufficio della Motorizzazione Civile l’istanza di rilascio della patente e l’Ufficio potrà, più celermente, predisporre le procedure necessarie al rilascio del documento di guida.

Passaggio di consegna al Mit

Danilo Toninelli.
Danilo Toninelli.

Programmazione oculata delle opere, potenziamento del project review  affidato alla Struttura Tecnica di Missione e implementazione del metodo di valutazione costi-benefici. Ma anche minore discrezionalità nella scelta delle priorità e maggiore capacità progettuale per togliere spazio alla corruzione e all’illegalità.

Senza dimenticare l’esigenza puntare sull’intermodalità e di spostare i fondi sul ferro, aumentando gli investimenti soprattutto sulle tratte regionali e migliorando la manutenzione della rete. Sono questi alcuni dei temi toccati oggi nel passaggio di consegna al Mit tra Graziano Delrio e Danilo Toninelli.

Poi rafforzamento della capacità di progettazione di Anas, attenzione al tema delle concessioni autostradali e al rapporto tra piani tariffari e investimenti, valorizzazione dei porti e avvicinamento del Sud al Nord attraverso migliori collegamenti.

“Bisogna rendere la macchina degli appalti sempre più efficiente. Ecco perché servirà anche uno snellimento amministrativo, per esempio sul fronte delle delibere Cipe – spiega il neoministro Toninelli – Ci sono tanti dossier importanti, a partire dalle grandi opere in via di costruzione, e questioni complesse alle quali mi dedicherò nelle prime settimane del mio incarico.

Per il momento desidero rivolgere un saluto cordiale e un auguro di buon lavoro a tutto il personale e ai collaboratori del ministero. Il loro apporto professionale e la loro esperienza saranno fondamentali per svolgere il compito gravoso che ci attende in un clima di collaborazione attiva e serena”, conclude Toninelli.