Lavori tranviari

ATM Milano

Milano, 22 luglio 2011 – di Davide Falco – Proseguono i lavori di ammodernamento della rete tranviaria milanese che porteranno vantaggi in termini di comfort di viaggio, sicurezza, diminuzione della rumorosità e aumento della velocità del mezzo pubblico.

Da sabato 23 luglio per quattro mesi circa gli interventi si svolgeranno in viale Espinasse e comporteranno modifiche per la linea tram 19 nel tratto compreso tra piazzale Santorre di Santarosa e piazza Firenze. In questa tratta sarà possibile utilizzare in alternativa la linea bus 57.

Ecco nel dettaglio il percorso della linea tram 19.

Direzione Roserio: percorso regolare fino a piazza Firenze, poi, invece di proseguire in viale Certosa prosegue in via Bartolini, via Masolino da Panicale, piazza Prealpi, via degli Artieri, via Mac Mahon, piazza Castelli, via Console Marcello, via Monte Altissimo, via De Rossi, piazzale Santorre di Santarosa, viale Espinasse, percorso regolare. 
Direzione Stazione Genova: da piazzale Santorre di Santarosa, invece di proseguire in viale Espinasse, svolterà a sinistra in via De Rossi, via Monte Altissimo, Console Marcello, piazza Castelli, via Mac Mahon, via degli Artieri, piazza Prealpi, via Masolino da Panicale, via Bartolini, piazza Firenze, per poi riprendere il percorso regolare.
Il programma, avviato da ATM nell’ambito del suo piano di impresa, ha già portato alla sostituzione di 33 km di binari e all’ammodernamento tecnologico di 136 scambi con oltre 40 cantieri la scorsa estate. Quest’anno gli interventi, in programma sempre nei mesi estivi per minimizzare i disagi ai cittadini, comporteranno il rinnovo di ulteriori 9 km di binari e 22 scambi. Complessivamente saranno 15 i principali cantieri concentrati in estate, 47 gli interventi previsti per il 2011.

Tutte le informazioni su modifiche di percorso o deviazioni sono disponibili sul sito atm-mi.it o al numero verde 800 80.81.81.

 

Wild Beasts

Wild Beasts

 

30 ottobre 2011 – Milano – Tunnel

Ore 21,00

Ingresso: 15 euro+d.p.

Prevendite dal 15 luglio su www.ticketone.it

Reduce dal grande successo ottenuto con i due lavori Limbo Panto e Two Dancers, il quartetto inglese proveniente da Kendall e guidato da Hayden Thorpe e Tom Fleming arriva in Italia per un’unica data milanese per presentare il nuovo album SMOTHER, uscito a maggio per Domino/Self e definitiva conferma del talento della band.

Smother è il terzo album dei Wild Beasts dopo Limbo Panto del 2008 e Two Dancers del 2009, l’album che gli ha fatto guadagnare la nomination al Mercury Prize. Smother è il frutto di sei settimane di intensa scrittura nell’East London e di un mese di registrazione in Galles con il supporto del co-produttore e da lungo tempo collaboratore, Richard Formby.

In questo terzo album i WILD BEASTS sono scesi ancor più in profondità seguendo mille diverse influenze per creare una raccolta di canzoni profondamente intense e personali che pulsano come una quieta tempesta di sensi. Un album a tratti rarefatto, ma fortemente erotico e disturbante, in cui le linee nette vengono smussate, le eccentricità eliminate e i refrain synth pop accattivanti abbandonati, in nome di una poetica più notturna, sensuale e più profonda. Molto più che un album in senso tradizionale, Smother si compone di 10 canzoni altamente evocative che non potremmo immaginarci se non in un album dei Wild Beasts.
Click here for a Smother trailer: http://www.youtube.com/watch?v=0Vf6oNalJ_8


READ MORE:
www.wild-beasts.co.uk
www.myspace.com/wildbeasts
twitter.com/WildBeasts
www.facebook.com/wildbeasts

Delicato, ma audace, sensuale e profondo, Smother è un album che conquista e non lascia andare, confermando l’unicità di questa band che non ha paura di vagare in territori sconosciuti e si dimostra capace di creare un universo sonoro totalmente originale.

PREVENDITE
Prevendite disponibili dal 15 luglio:
www.ticketone.it
infoline: 892 101

Informazioni al pubblico:
www.dnaconcerti.com
info@dnaconcerti.com

Concerto tra gli orti

Manuel Ferreira

OLINDA – Festival “Da vicino nessuno è normale”

Ex O. P. Paolo Pini via Ippocrate, 45 – Milano

Milano, 3 luglio 2011 – Zini Elisa – Grande successo per il nuovo spettacolo Concerto tra gli orti della compagnia teatrale Alma Rosè. Nella splendida cornice del Giardino degli aromi, all’interno del parco dell’ex Paolo Pini, Elena Lolli e Manuel Ferreira hanno incantato il pubblico con la consueta eleganza, dolcezza e maestria di chi ama il teatro come vera forma d’arte.

Elena e Manuel non erano soli sul palco: ad accompagnarli una suadente melodia suonata dal vivo da tre valenti musicisti: Mauro Buttafava, compositore e polistrumentista di Artemista, Marco Fior, trombettista e dottore in Jazz fresco di laurea e Gianmaria Stelzer. Quando la musica si fonde alla voce, agli sguardi, ai racconti, nasce una vera e propria magia che avvolge, accerchia e porta lontano. Non poteva essere migliore il debutto del nuovo spettacolo, Concerto tra gli orti, nato dopo aver ascoltato molte storie di vita metropolitana, a Milano. Storie di solidarietà, socialità, nate attorno ad orti, giardini, dove la gente può incontrarsi, ricreare quel legame atavico da troppo tempo perduto con la Madre Terra. Veri e propri orti botanici che nascono spontaneamente come risposte a bisogni profondi della città, dove si coltivano piante aromatiche, rosmarino, maggiorana, alloro, lavanda, salvia, timo rosso ma anche ortaggi e frutta. Luoghi dove si ritorna ad una vita piena di colori, inebrianti profumi, dove la fatica viene ricompensata con grandi doni. Come l’amore nato e raccontato abilmente dal bravissimo Manuel Ferreira che dopo aver conosciuto i protagonisti della sua storia li porta in teatro raccontandoli con divertimento e ironia, commuovendo il pubblico presente. Grande affiatamento nel teatro di Alma Rosè dove l’arte trasuda in ogni alito di vento, in ogni sguardo, in ogni respiro: musica e recitazione eccezionalmente fusi in un ensemble che convince fin dai primi istanti. Il palco è spoglio: due leggii per i due attori e i tre musicisti a completare la visione. Tante storie unite da un sottile filo quelle raccontate da Elena e Manuel, da Milano all’Argentina con proiezioni suggestive proiettate sulla fiancata di una roulotte bianca.

Un elogio alla bellissima voce di Elena Lolli che in questo spettacolo trova piena espressione in una melodia che rimane nel cuore. Teatro colto e originale nella sua semplicità quello di Alma Rosè amato e apprezzato da un pubblico affezionatissimo che lo segue con dedizione. Grandi applausi a ringraziare, quasi a non voler far andar via, Elena, Manuel, Mauro, Marco e Gianmaria che hanno regalato a tutti una serata davvero speciale.

A completare la serata una gustosissima zuppa di verdure cucinata dallo chef Rodolfo Condoluci, di Mensasana, simpaticissimo cuoco che ha donato a tutti i presenti un piatto di orzo e verdure rigorosamente coltivate negli orti del Giardino degli aromi (servizio in piatti di carta biodegradabile come segno di rispetto per la terra e la natura che ci circonda).

In occasione dei 20 anni del commercio equo e solidale a Milano, Chico Mendez, che ha sostenuto lo spettacolo, ha donando a tutti i presenti un assaggio di un ottimo cioccolato di Modica equo e solidale “ A Ccioccolata Quetzal” da assaggiare.

 

OLINDA – festival “Da vicino nessuno è normale” – Ex O. P. Paolo Pini via Ippocrate, 45 – 20161 Milano – Per informazioni: 02-66200646 | olinda@olinda.org

Musae 2011

Musae 2011

 

Il circuito MUSAE anche per il 2011 parte da Milano, sede operativa dell’organizzazione dell’evento nazionale. Questa prima “tappa” si svolgerà nello Spazio di Via Maroncelli 13, inaugurato dal MUSAE lo scorso anno.

Per l’occasione lo Sapzio MUSAE aprirà di nuovo le porte per una settimana, ospitano una mostra di opere selezionate di autori under 35. Saranno esposte alcuni tra i primi lavori selezionati del 2011, una sorta di anticipazione del circuito 2011(…gli iscrtti che sono selezionati per questa prima tappa, participeranno comunque alle selezioni successive…)

Insieme a questa anticipazione delle opere 2011, MUSAE presenterà in Italia, un giovane artista americano, scoperto attraverso il Bando internazionale. Si chiama Robert Hitzeman e vive e lavora a San Jose in California , dove ha compiuto un lungo percorso di studi in campo artistico. Le sue opere sono il frutto di un lavoro complesso tra scultura, installazione e manipolazione dello spazio; descrive il suo lavoro come “…una rottura del processo della scultura e del ritarre, in termini di ingestione, disgestione ed evacuazione…sono affascinato del concetto di cicli biologici e funzioni anatomiche…” Numerosi lavori dell’artista americano andranno a costituitr questa sua prima personale per il MUSAE.

E un’altra personale troverà spazio all’interno di questa tappa che inaugura il 2011: si tratta di una serie di lavori inediti di un artista caro al Musae: Maurizio Rosazza Prin. L’artista milanese presenterà una serie di opere che anticipano un lavoro che sarà presentato nei mesi successivi …” Enimols Show ”; anche nel suo caso quindi il lavoro dell’artista reflette sul concetto di distruzione, deterioramento che nei suoi lavori, porta alla raffigurazione del mostro, dell’animale, cosi marcatamente riconoscibile dierro le sembianze dell’umano. Cosi Rosazza Prin parla dei suoi Enimols “Figure e istantanee delle vere anime che stanno nascoste sotto pelle, ecco cosa sono gli enimols, che girano in mezzo a noi camuffati, truccati, ritoccati…”.

Questo primo evento milanese del MUSAE 2011 fornirà quindi ai visitatori un’occasione di confronto tra i due artisti cui sono dedicate le personali: due modi di intendere e di tradurre una concezione del reale da manipolare o da svelare, o comunque passibile di una diversa lettura. E, ovviamente, l’alreo motivo per visitare la mostra è quello di conoscere in anteprima le opere che poi gireranno l’Italia durante le tappe del 2011.

Anche questa volta vedremo una fusione di stili e linguaggi, come da tradizione MUSAE, evento d’arte itinerante che negli scorsi anni ha invaso gli spazi urbani in luogo e in largo per lo stivale ( e non ) portando land art, video art, installazioni, sculture, pitture, fotografie e performance a contatto di migilaia di fruitori ( collezionisti, addetti ai lavori ma anche pubblico occasionale ).

MUSAE dal 2006 sostiene l’arte e la creatività degli artisti emergenti ( under 35 anni ) a livello nazionale ed internazionale, fornendo contesti e spazi per consentire ai giovani artisti di emergere e di far conoscere il proprio lavoro attraverso un circuito di eventi al ampio raggio. Il bando MUSAE si rivolge ad artisti provenienti da tutto il territorio nazionale e dall’estero ( sull sito è disponibile la versione in inglese).

La mostra, inaugurerà martedi 12 luglio alle ore 18:00 ( Via Maroncelli 13, Milano- zona Graibaldi).

Dagli inaugurazione 18:30 (12 luglio), poi apertura tutti i giorni dalle 17 alle 19, Il sabato e domenica solo su appuntamento.