“STAINLESS”

“STAINLESS“ è il nuovo album del pianista e compositore pugliese DAVIDE SANTORSOLA. L’album, in vendita su iTunes e i principali digital store, raccoglie una recording session jazz di pianoforte, orchestra d’archi e percussioni.
In “STAINLESS“ sono contenuti 15 brani, sette composizioni inedite e otto arrangiamenti di brani scelti tra popular standard ad hoc (come “My Favourite Things” e “The Way You Look Tonight”) e celebri romanze (come “E Lucevan le Stelle” e “Nessun Dorma”). “STAINLESS“ è caratterizzato dalla combinazione tra l’approccio erudito e rigoroso di composizione ed arrangiamenti e la fluida immediatezza dei momenti d’improvvisazione affidati al pianoforte. Come dichiara DAVIDE SANTORSOLA, «si tratta di un autentico ed originale “concept album” lungo il quale il fascino verso la letteratura classica e accademica, l’amore verso la musica di Bach, Chopin, Rachmaninoff, Brahms, e l’innata vocazione personale al jazz e all’improvvisazione finalmente si intrecciano, confluendo in un medesimo spazio e per un medesimo fine».
La produzione artistica è opera dello stesso Davide Santorsola, che ha curato tutti gli arrangiamenti. Le registrazioni, a cui ha collaborato la Società del Concerti di Bari Strings Orchestra,  si sono svolte presso lo studio di registrazione Wave – A – Head di Monopoli: la registrazione del suono e la masterizzazione sono state realizzate da Mimmo Galizia e il missaggio da Ugo Tempesta.  
DAVIDE SANTORSOLA è un pianista e compositore autodidatta. Esplora dapprima il rock e il blues, per poi prediligere sempre di più il jazz: a partire dagli anni ’90 collabora regolarmente sia live che in studio con musicisti di altissima levatura come Phil Woods, Lee Konitz, Urbie Green, Benny Golson e Dave Liebman. È ospite in vari programmi di rassegne e festival specializzati: nel 1996 si esibisce in concerti di piano solo in USA alla Steinway & Sons Hall e alla New York University. Si esibisce quindi alla Ellington’s House a seguito del prestigioso riconoscimento “First Prize Jazz Section G. Gershwin Award”, ricevuto in occasione dell’International Piano Competition Ibla Grand Prize, di fronte ad una giuria di primo livello fra cui presenziano Ruth Ellington – sorella del grande compositore Duke – e Alan Gershwin – figlio del compositore George. Dal 2004 stringe un forte sodalizio con il contrabbassista giapponese Kiyoto Fujiwara, con cui intraprende un tour in Estremo Oriente, tra cui si ricordano i concerti al Fukuoka Blue Note e al Nagoya Blue Note. Santorsola registra, ad oggi, una ventina di album, di cui otto come leader e autore. Attualmente è docente di pianoforte jazz presso il Conservatorio Statale di Musica “S. Giacomantonio” di Cosenza e professore freelance di Pianoforte ed Armonia Jazz presso diversi conservatori italiani.

http://www.davidesantorsola.com/http://www.myspace.com/davidesantorsola

http://www.facebook.com/pages/Davide-Santorsola/134131287451

http://www.facebook.com/pages/Davide-Santorsola-Stainless/123699157692091

Da domani in radio il brano “SI CHIAMA LIBERTÁ” dei SONOHRA

Da domani, venerdì 13 aprile, sarà in radio e in vendita su iTunes e i principali digital store “SI CHIAMA LIBERTÁ”, primo singolo estratto dal nuovo disco di inediti dei SONOHRA, “LA STORIA PARTE DA QUI(Sony Music), in uscita il 15 maggio. Il brano si può ascoltare solo oggi in anteprima sul sito di Mtv (www.mtv.it). 

 

Per il singolo “SI CHIAMA LIBERTÁ, il cui testo è stato scritto dalla cantautrice Roberta Di Lorenzo, i fratelli Luca e Diego Fainello hanno collaborato il suonatore di cornamusa asturiana HEVIA, che ritorna sulle scene musicali dopo quattro anni di assenza. Hevia è uno degli artisti più apprezzati del panorama folk internazionale e  ha venduto milioni di copie dei suoi album in oltre 40 paesi.

 

“La vita è un viaggio e la musica, nostra compagna fedele, le dà forma – con queste parole i SONOHRA raccontano il brano “SI CHIAMA LIBERTÁ Il nostro primo singolo vuole esprimere l’ondata di nuovo che arriva come bisogno di cambiamento. La crescita prevede tutto questo: nuovi orizzonti, la scoperta di nuove città, di nuove visioni e la conquista della libertà nel senso ampio del termine”. 

“Carlotta Proietti”

CARLOTTA PROIETTI (figlia del famoso attore Gigi Proietti) fa il suo debutto discografico: da domani, martedì 20 marzo, sarà disponibile nei negozi tradizionali, su iTunes e negli altri digital store, il suo omonimo disco d’esordio.

 

L’album  “Carlotta Proietti” (G.B. Music/CNI), distribuito dalla CNI Music, raccoglie 11 brani basati su un sound tra il rock e l’elettronica con testi semplici ed essenziali che narrano di storie fatte di immagini, fotografie, ricordi e racconti. I due brani Scema e Uccidimi sono stati scritti a quattro mani con il  grande e compianto Giancarlo Bigazzi.

 

La produzione artistica e gli arrangiamenti sono di Fabrizio Federighi e Saverio Gerardi, l’album è stato registrato e mixato da Fabrizio Federighi.

 

Hanno partecipato alla realizzazione del disco Fabrizio Federighi (chitarre, basso, batteria e programmazione) e Saverio Gerardi (batterie e percussioni) con la straordinaria partecipazione di Gianluca Pizzorno (basso), Guglielmo Gerardi (percussioni) Luca Ravagni (pianoforte), Andrea Gozzi (chitarra) e Jacopo Combi (chitarra).


Questa la tracklist di “CARLOTTA PROIETTI”: “Scema”, “Sympathy”, “Plastica”, “Phone”, “Uccidimi”, “Serena”, “Nicotina e Caffè”, “Se è vero”, “Spirito”, “Rose Rosse”, “Se non ricordo male”.

 

Carlotta Proietti ha lavorato, come cantante, col padre Gigi Proietti negli spettacoli teatrali “Buonasera varietà di fine stagione e “Di Nuovo Buonasera” e nello spettacolo di canzoni romane “Semo o nun semo” di Nicola Piovani.

Fin da piccola coltiva la passione della musica iniziando molto presto a cantare e a scrivere, suonando in giro con i “Lotta’s” e i “The Playlist Trio”. Il repertorio che eseguiva era composto da alcuni inediti scritti dalla cantante romana e da cover che spaziavano da Pino Daniele, Janis Joplin, Ben Harper, Otis Redding, Prince, gli ABBA e Zaz. Il progetto inedito è stato poi proposto e concretizzato con il team di Giancarlo Bigazzi.