Natale nelle Grotte

natale-nelle-grotte
Dal 1° dicembre 2015 al 12 gennaio 2016 l’incredibile contesto delle Grotte di Castellana accoglierà la terza edizione di NATALE NELLE GROTTE, uno degli eventi più suggestivi legati al Natale mai organizzati all’interno delle Grotte.

Qui, nel complesso di cavità sotterranee considerato tra i più spettacolari d’Italia, si susseguiranno per più di un mese eventi musicali, sotto la direzione artistica del maestro EUGENIO FINARDI (che ha definito un cast con nomi di primo piano della musica italiana) e eventi artistici e religiosi, con la direzione artistica di PINO SAVINO (direttore artistico delle Grotte di Castellana S.r.l.).

Un ulteriore passo di un percorso che il cantautore milanese ha intrapreso nel nuovo millennio, fatto di esplorazioni artistiche e di compimento di desideri coltivati spesso sin dall’infanzia.

«Ho suonato da poco in questo luogo carico di storia e mistero – racconta Eugenio Finardi – Quando la sera, a fine concerto, la dirigenza delle Grotte di Castellana mi ha chiesto di curare la programmazione musicale della rassegna natalizia nelle Grotte, ho accettato con gioia. Ricordo quando, da bambino, mio padre mi portava a esplorare queste grotte, durante i viaggi in auto verso Ostuni, dove viveva uno zio violinista. Una sera all’interno delle Grotte ho assistito a un concerto di un quartetto d’archi: vorrei ricreare quell’emozione musicale adesso e sono sicuro che lo spettacolo che proporranno gli artisti che sto coinvolgendo sarà unico nelle sonorità e nelle suggestioni. Le Grotte sono così particolari dal punto di vista acustico e strutturale che “entrano” nello show e lo rendono magico, irripetibile».

 Le Grotte di Castellana, il cui direttore artistico è Pino Savino – un complesso di cavità sotterranee di origine carsica, di notevole interesse turistico, tra i più belli e spettacolari d’Italia – sono ubicate nel Comune di Castellana-Grotte, a circa 1,5 km dall’abitato. Si sviluppano per una lunghezza di 3348 metri e raggiungono una profondità massima di 122 metri dalla superficie. La temperatura degli ambienti interni si aggira attorno ai 16,5°C. Situate alle porte della Valle d’Itria, a pochi chilometri da borghi incantevoli come Alberobello, Cisternino, Polignano a Mare, le Grotte di Castellana si aprono nelle Murge sud orientali – a 330 m s.l.m. – sull’altopiano calcareo formatosi nel Cretaceo superiore, circa novanta-cento milioni di anni fa.

La bellezza delle Grotte di Castellana richiama visitatori da tutto il mondo, e dal giorno della loro apertura al pubblico, più di 15 milioni di persone hanno percorso le sue vie sotterranee. La visita alle Grotte si snoda lungo un percorso di 3 Km: una straordinaria escursione guidata, a circa 70 metri di profondità, in uno scenario stupefacente, dove caverne dai nomi fantastici, canyon, profondi abissi, fossili, stalattiti, stalagmiti, concrezioni dalle forme incredibili e dai colori sorprendenti sollecitano la fantasia di bambini e adulti. Le Grotte di Castellana sono, quindi, a pieno titolo, un’imperdibile occasione per ammirare uno dei luoghi naturali più sorprendenti di una Puglia meravigliosa.

www.grottedicastellana.it

https://www.facebook.com/castellanacaves

https://www.youtube.com/channel/UCAaxqT9dPFb_KiAgb0m3oxw

Una Settimana fra le Groane – appuntamenti a 360°

Sabato 14 aprile parte la nove giorni dedicata alla scoperta dei piccoli e grandi tesori delle Groane: bellezze artistiche, antiche chiese, ville storiche, percorsi tra il verde e sull’acqua

 

Bollate, 20 marzo 2012 – Ormai manca meno di un mese alla Settimana fra le Groane. L’evento taglia quest’anno la boa della quinta edizione e propone ai visitatori, ai turisti e ai curiosi degli itinerari inediti tra ville nobiliari, chiese, musei, spazi verdi da attraversare in bicicletta e percorsi naturalistici. Vetrina nascosta delle potenzialità che il territorio delle Groane offre a chi sa cercare e apprezzare, questa Settimana si prepara a mostrare le gemme più preziose dell’architettura e della storia senza tralasciare natura e sapori, perché nessuno dei cinque sensi – vista, udito, olfatto, gusto e tatto – resti insoddisfatto.

 

16 i comuni che insieme al Parco delle Groane si sono resi disponibili, 9 i giorni a disposizione, a cavallo di due fine settimana, 5 i tour tematici che appagano ogni aspettativa.

L’itinerario delle Ville

Il nuovo Sistema delle ville gentilizie lombarde ha risposto all’appello aprendo alle  visite gratuite i suoi cinque tesori: Villa Litta a Lainate, Villa Arconati a Bollate, Villa Tittoni a Desio, Villa Pusterla a Limbiate e Palazzo Arese Borromeo a Cesano Maderno.

Così han fatto Villa La Valera di Arese, Villa Verzolo Monzini di Senago, Villa Burba di Rho, la neoclassica Villa Kevenhuller Borromeo D’Adda di Solaro, mentre a Senago si visitano Villa Verzolo (la biblioteca) e Villa Corbella. Ancora a Lainate si può visitare in apertura straordinaria Villa Galluzzi Valcarenghi. A Settimo, infine, visita al cinquecentesco Palazzo D’Adda.

Mano alla macchina fotografica, si percorrono corridoi silenziosi e freschi, portici smisurati e, anche, quei Ninfei e giochi d’acqua perfettamente funzionanti, orgoglio dell’architettura idraulica lombarda che come in Villa Borromeo Visconti Litta a Lainate lasciano a bocca aperta il visitatore.

E poi fuori, nei parchi, tra fontane e sentierini fino alla prossima dimora nobiliare.

Per i più sportivi, la Settimana ha preparato il Tour fra le Ville sulla via d’acqua (il Villoresi). La partecipazione è gratuita, le biciclette si possono noleggiare.
Meno acqua e più gastronomia per il Tour fra le Ville e la Campagna, che si autodefinisce cultural-gastronomico.

Rispettivamente domenica 15 e domenica 22 aprile.

L’architettura contemporanea

Edifici industriali, chiese e scuole costituiscono una seconda opportunità di visita tematica. Dalla Chiesa di vetro di Baranzate alla storica Fabbrica Borroni di Bollate che ospita collezioni pittoriche di varie epoche, anche recenti. E a Cesate, nel Villaggio INA, la chiesa di S. Francesco, opera dell’architetto razionalista Gardella e la locale scuola elementare a misura di bambino.

L’architettura religiosa

Sottovoce, quasi a rispetto della sacralità del luogo, questo tour porta a uno studiolo seicentesco trasformato nella Cappella della Madonna della Neve, a Bollate: poi a Cesate dove apre le porte del Santuario della Beata Vergine delle Grazie con alcuni rari e importanti affreschi. Poco più in là a Solaro apre un gioiello dell’architettura sacra, l’Oratorio dei Santi Ambrogio e Caterina e infine la Chiesa di San Pietro a Cornaredo.

I percorsi naturalistici e le cascine

Come è ormai tradizione, nella Settimana non possono mancare i tour tra riserve naturali, oasi del WWF, parco delle Groane, poli museali in cascina e, pare ovvio, il protagonista del gusto lombardo, il risotto. Un’occasione per partecipare alla Festa di Primavera della Cascina Faviglie di Cornaredo o per visitare i laboratori didattici di Cascina Baciocca e passare un Pomeriggio in Fattoria.

Le passeggiate nei centri storici

Scoprire storia e cultura degustando piatti tipici e spuntini veloci è sicuramente una scelta che appaga tutta la famiglia. Lainate domenica 15 pomeriggio propone passeggiate nei centri storici delle frazioni di Grancia-Pagliera e di Barbaiana mentre Bollate nei due sabato 14 e 21 aprile porterà i turisti a scoprire chiese e cortili del borgo antico e laboratori artistici e artigianali.

Anche a Garbagnate visite guidate al Centro storico. Infine a Rho domenica 15 aprile degli attori accompagneranno i più curiosi a visitare gli angoli caratteristici delle vie cittadine.

L’avevamo detto: sarà, quella del 2012, una Settimana fra le Groane per tutti i gusti. Anzi per tutti i sensi e in tutti i sensi.

Per chi vuole saperne di più: www.settimana.insiemegroane.it

n. verde 800.474747

 

 

La Settimana fra le Groane

Inserita nel circuito nazionale della Settimana della Cultura 2012 e promossa da Polo Culturale Insieme Groane e Sistema integrato di valorizzazione dei beni culturali e delle culture nel nord ovest Milano, la Settimana fra le Groane prevede l’apertura gratuita di oltre 60 beni culturali di grande interesse storico, architettonico e artistico accompagnati da giovani guide volontarie.

Spirito della manifestazione è costruire un circuito di valorizzazione e promozione del patrimonio artistico, culturale e ambientale del territorio attraverso il coinvolgimento dei giovani, del tessuto istituzionale e delle tante realtà locali, pubbliche e private.

Fra i beni visitabili anche le cinque ville del Sistema Ville Gentilizie Lombarde che comprende: Villa Borromeo Visconti Litta (Lainate), Villa Arconati (Castellazzo di Bollate), Palazzo Arese Borromeo (Cesano Maderno), Villa Cusani Tittoni Traversi (Desio), Villa Crivelli Pusterla (Limbiate). E inoltre l’area verde del Parco delle Groane e Villa La Valera (Arese), Palazzo d’Adda (Settimo Milanese), l’Oratorio quattrocentesco dei Santi Ambrogio e Caterina (Solaro) e tanti altri. Ricco e articolato il programma di spettacoli, teatro, concerti, degustazioni, percorsi gastronomici, aperitivi, mostre, laboratori per bambini e attività didattiche.

www.settimana.insiemegroane.it – n. verde 800.4747

Da segnalare l’iniziativa Viaggiatori viaggianti … di villa in villa che coinvolgerà famiglie con bambini dai 7 ai 12 anni, in attività di gruppo divertenti e speciali.

info@villegentilizielombarde.org  – tel. 02.35005446-47.

 

Rassegna LETTERATURA e MUSICA

Arona

 

5 marzo 2012 – ore 21,00

 

Il madrigale italiano nel percorso dei grandi poeti e dei grandi musicisti dell’Umanesimo e del Rinascimento italiano.

Capolavori d’arte poetica trasformati in bellezze musicali

                             

Alla scoperta di come maggiori poeti italiani abbiano messo in luce la loro arte e di come i musicisti, attratti da tali bellezze, ne abbiano saputo ritrasformare in suoni, in sospiri, in immagini, le suggestioni poetiche creando nuovi capolavori

 

12 marzo 2012 – ore 21,00

 

La liederistica tedesca di Franz Schubert. Il mito romantico del sogno, del mistero, dell’ignoto, dell’eterno viaggio

 

I capolavori della poetica tedesca e mitteleuropea rivisitati dalla mano ispirata del ‘poeta della musica’ Franz Schubert. Alla scoperta delle tecniche di scrittura, della poetica e delle suggestioni ispiratrici della grande musica romantica

 

 

 

Aula Magna – Palazzo municipale

 

p.zza De Filippi – Arona