Salò o le 120 giornate di Sodoma

locandina pasolini
1944-45. Italia settentrionale. Nel prologo, Antinferno, quattro autorita` repubblichine – il Duca, il Vescovo, il Presidente di Corte d’Appello e il Presidente della Banca Centrale -, riunite a Salo` incaricano le SS e la milizia di rapire un gruppo di ragazzi e ragazze.

Dopo avere selezionato i piu` avvenenti, si chiudono con loro in una villa nei pressi di Marzabotto, presidiata da un manipolo di soldati. Impongono per centoventi giornate le leggi crudeli di un regolamento che sottomette i ragazzi a ogni genere di violenza sessuale e psicologica.

Tre ex prostitute e una pianista accompagneranno gli ‘intrattenimenti’ raccontando le proprie esperienze sessuali nella Sala delle Orge. Di orrore in orrore, di efferatezza in efferatezza, si susseguono cosi` tre gironi infernali di stupri, umiliazioni e sevizie: il Girone delle Manie, il Girone della Merda e il Girone del Sangue, dove vengono designate le vittime dello sterminio finale.

Regia di Pier Paolo Pasolini.

Con Caterina Boratto, Paolo Bonacelli, Giorgio Cataldi, Umberto P. Quintavalle, Elsa De Giorgi

Genere Drammatico, produzione Italia, Francia, 1975.  Da lunedì 2 novembre 2015 al cinema.

Osho, Il viaggio della vita

iosho
Mai come ora il mondo è stato così instabile e fragile nella sua “materialità”. Per quanto si cerchi di farlo durare, appare sempre più realistico che non potrà resistere tanto a lungo. Le molte cose a cui ci aggrappiamo sembrano sempre più effimere, il tempo utilizzato nello sforzo di realizzare sogni e speranze appare sprecato e il disincanto accompagna i continui tentativi tesi a dare concretezza a qualcosa di oltremodo volubile, di “mercuriale”.

Come dice Osho: «Noi cerchiamo di fermare ciò che per sua natura non può fermarsi, cerchiamo di trattenere ciò che deve continuare a fluire, ciò che deve necessariamente continuare a muoversi, perché il movimento costituisce la sua natura intrinseca. Stiamo cercando di afferrare qualcosa che per sua natura non può essere afferrato; inseguiamo il mondo come chi cerca di prendere in mano il mercurio, che invece si diffonde ovunque».

Da questa comprensione iniziale Osho suggerisce un viaggio che è interiore, qualcosa che accade, via via che si procede nella lettura, quasi il testo fosse un sentiero propedeutico che porta a raggiungere le proprie radici interiori e ad attivare quella fonte di energia vitale che ci unisce all’esistenza, alla sorgente esistenziale che si trova proprio dentro di noi, purtroppo oltremodo ignorata e disattesa. E al tempo stesso apre anche a cognizioni che permettono di alzare gli occhi verso l’alto e che aiutano il seme della nostra consapevolezza a fiorire.

Ma non è una fuga dalla realtà, quella che Osho consiglia, anzi, è lui stesso a chiarire: «Un’intensa esperienza del mondo è parte essenziale della ricerca del divino: il mondo non è il contrario del divino, bensì lo scenario della sua ricerca; se comprendi questa verità, la tua prospettiva cambierà drasticamente!».

L’AUTORE
Osho (1931-1990) è un Buddha contemporaneo la cui saggezza ha toccato la vita di milioni di persone in ogni parte del mondo. Con i suoi discorsi e il suo lavoro di rinnovamento nella dimensione della meditazione, Osho ha gettato le basi per la nascita di ciò che egli definisce l’«Uomo Nuovo», la cui esistenza si fonda sulla consapevolezza, l’affermazione della vita e la libertà. Per Cairo Editore, sono usciti L’essenza segreta (2006), Una perfetta imperfezione (2007), Sii felice adesso (2011), La rivoluzione del cuore (2012) e Il circolo virtuoso (2013).

Gabriele Ciampi in concerto

 

Minimal Evolution
Dopo i numerosi riconoscimenti negli Stati Uniti e il grande successo riscosso lo scorso anno all’Auditorium Parco della Musica di Roma, il compositore e direttore d’orchestra GABRIELE CIAMPI tornerà in concerto in Italia, il 30 novembre, infatti, presenterà per la prima volta a Milano uno spettacolo inedito, dirigendo la prestigiosa ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI sul palco del Teatro dal Verme.

 «Orgoglioso di collaborare con una grande orchestra – dichiara Gabriele Ciampi – Ringrazio la fondazione dei Pomeriggi Musicali per l’opportunità di lavorare insieme ad una delle orchestre più importanti in Italia, veri professionisti animati da grande passione e serietà. Per me è la prima volta a Milano nel cuore della musica classica e sono felice di aver avuto questa grande opportunità.

In un mondo musicale troppo spesso costituito da fenomeni commerciali temporanei è bello vedere che ancora sopravvivono istituzioni serie e musicisti di alto livello. Non dobbiamo credere alle apparenze o farci condizionare dalla popolarità di un personaggio, la musica è arte e il musicista è l’artista che deve trasmettere un messaggio originale. Non bisogna mettere insieme pezzi del passato per creare “il nuovo”… bisogna partire dal passato come base solida su cui costruire il futuro».

L’Orchestra I Pomeriggi Musicali è nata nell’immediato secondo dopoguerra in una Milano tutta presa dal fervore della ricostruzione, ed è il frutto dell’incontro tra l’impresario teatrale Remigio Paone e il critico musicale Ferdinando Ballo. Il primo pensava ad una formazione da camera con cui eseguire il repertorio classico, il secondo ad una orchestra in grande stile che sviluppasse un repertorio di musica contemporanea e d’avanguardia.

Oggi I Pomeriggi Musicali sono una Fondazione costituita dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano, dalla Provincia di Milano, e da enti privati, riconosciuta dallo Stato come istituzione concertistico-orchestrale e dalla Regione Lombardia come ente primario di produzione musicale.

 www.gabrieleciampi.com – https://www.facebook.com/gciampimusic – https://twitter.com/GCiampiMusic

30 novembre 2015

Teatro Dal Verme – MILANO

(Via S. Giovanni sul Muro, 2)

Inizio concerto ore 21.00 – Ingresso 15 euro / riduzione per studenti 10 euro

 

Sir Elton John

elton-john-wonderful-crazy-night-copertina-660x660
E’ disponibile il preordine digitale di “WONDERFUL CRAZY NIGHT”, il 33imo disco di inediti di ELTON JOHN, in uscita mondiale il prossimo 5 febbraio 2016 in versione CD, LP, Deluxe e Super Deluxe Boxset.

Prenotando la propria copia del disco si riceverà istantaneamente il singolo “LOOKING UP”, seguito poi da “Wonderful Crazy Night” (il 14 dicembre) e da “Blue Wonderful” (il 4 gennaio).

“Looking Up” è il trailer perfetto di quello che certamente verrà ricordato come uno dei lavori migliori dell’artista. Il ritmo del brano, accompagnato dal riff di chitarra e dal pianoforte, rievoca alcuni dei successi più amati di Sir Elton John, lasciando percepire l’entusiasmo e la creatività che sempre lo contraddistinguono in fase di registrazione di un nuovo lavoro.

“WONDERFUL CRAZY NIGHT” è stato co-prodotto dallo stesso Elton John insieme a T-Bone Burnett e registato al The Village di Los Angeles.

L’artista e Burnett hanno lavorato insieme anche per l’acclamato “The Diving Board”, del 2013, entrato   nella Top 5 sia in UK che in Usa, così come in “The Union”, l’album realizzato con Leon Russell nel 2010.

In “WONDERFUL CRAZY NIGHT” si trovano anche altre collaborazioni collegate all’immensa e lunghissima carriera di Elton John, a partire dall’incredibile ed inesauribile partnership compositoria con Bernie Taupin: i nuovi 10 brani che compongono l’album rappresentano il frutto della loro amicizia che dura da ben 48 anni.

Nell’album ritroviamo anche il bassista Nigel Olsson, con cui ha lavorato fin dagli esordi nel 1960, e il chitarrista Davey Johnstone, membro della band dal 1971, che mancavano da “The Captain & the Kid” del 2006. Infine, in 5 tracce si nota la presenza di un altro storico socio, il percussionista Ray Cooper, insieme al bassista Matt Bissonette, al tastierista Kim Bullard e al percussionista John Mahon.

Questa la tracklist dell’album:

1. Wonderful Crazy Night

2. In The Name Of You

3. Claw Hammer

4. Blue Wonderful

5. I’ve Got 2 Wings

6. A Good Heart

7. Looking Up

8. Guilty Pleasure

9. Tambourine

10. The Open Chord

 http://www.eltonjohn.com/

https://www.facebook.com/EltonJohn

https://twitter.com/eltonofficial

https://instagram.com/eltonjohn/

Piccolo Teatro Strehler – “Non ti pago”

1445526806_Luca De Filippo bassa
Arriva al Piccolo Teatro Strehler, dal 10 al 22 novembre, Non ti pago di Eduardo De Filippo. Continuando il lavoro di approfondimento sulla drammaturgia del padre, Luca De Filippo torna a confrontarsi dopo oltre 25 anni – un primo allestimento fu nella Stagione 1989/1990 – con la commedia scritta da Eduardo nel 1940 con l’autore nella parte di Ferdinando Quagliuolo e il fratello Peppino in quella dell’antagonista Mario Bertolini.
Non ti pago è commedia tra le più brillanti del repertorio eduardiano, che il drammaturgo napoletano definì “una commedia molto comica, che secondo me è la più tragica che io abbia mai scritto”.

Ferdinando Quagliuolo, gestore di un botteghino di banco lotto a Napoli, gioca con accanimento ma non indovina mai un numero vincente. Al contrario, il suo impiegato e futuro genero Mario Bertolini, interpretando i sogni, colleziona vincite su vincite fino ad arrivare a “fare quaterna” con i numeri dati in sogno dal defunto padre del suo datore di lavoro.  Accecato da una invidia feroce, Don Ferdinando si rifiuta di pagargli la vincita e rivendica il diritto di incassare la somma per sé, sostenendo che lo spirito di suo padre avrebbe commesso un involontario scambio di persona recandosi per errore nella vecchia abitazione della famiglia Quagliolo, dove ora abita il giovane Bertolini.

LA SCHEDA DELLO SPETTACOLO

Piccolo Teatro Strehler (Largo Greppi – M2 Lanza) dal 10 al 22 novembre 2015
Non ti pago
di Eduardo De Filippo
con (in ordine di apparizione)
Carolina Rosi, Viola Forestiero, Nicola Di Pinto, Federica Altamura, Andrea Cioffi, Luca De Filippo,
Massimo De Matteo, Carmen Annibale, Paola Fulciniti, Gianni Cannavacciuolo, Giovanni Allocca
regia Luca De Filippo
scene Gianmaurizio Fercioni, costumi Silvia Polidori, musiche Nicola Piovani, luci Stefano Stacchini
produzione Compagnia di Teatro di Luca De Filippo

Orari: martedì, giovedì e sabato, 19.30; mercoledì e venerdì 20.30; domenica 16
Durata: due ore compreso intervallo
Prezzi: platea 33 euro, balconata 26 euro
Informazioni e prenotazioni 848800304 – www.piccoloteatro.org