CAArte, Cagli per la Cultura

CORPOREITA_CAGLI_2015
CORPOREITA_CAGLI_2015

Dal 23 agosto al 20 settembre 2015
Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli – Cagli (PU)

CAArte, Cagli per la Cultura è una rassegna di Arte Contemporanea che si  inaugura domenica 23 agosto alle ore 17.00. Nell’edizione 2015 presenta  due due mostre che saranno ospitate nelle magnifiche stanze del Piano  Nobile di Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli. Uno fra i più importanti e  preziosi edifici nobiliari di Cagli e sede di numerosi eventi artistici.

Segni Della Scultura 2015
La mostra, “Segni della Scultura” traccia alcune linee di indagine sulla  scultura contemporanea che attraversano il nostro territorio. l tema del  progetto è “Corporeità,  indagini sulla figura contemporanea”  e  presenta opere che utilizzano diversi materiali quali marmo, gesso,  bronzo e installazioni. Il progetto Segni Della Scultura è promosso dall’Accademia di Belle Arti  di Urbino in collaborazione con l’Associazione Culturale BelloSguardo. Segni della Scultura intende proseguire nei prossimi anni la sua attività di ricerca artistica sulla scultura contemporanea.
A cura di Pino Mascia e Angela Sanna.
Gli artisti in mostra sono: Michelangelo Galliani, Viacheslav Kovalenko, Sergio Monari, Dario Picariello

Stanze
L’evento, dal titolo “Stanze”, si configura come una serie di mostre  personali di artisti che vivono e lavorano prevalentemente nel nostro  territorio o che con il nostro territorio hanno avuto contatti. Si  tratta di 10 artisti, tra disegnatori, pittori, scultori, ai quali viene  data l’opportunità di presentare le loro ultime opere e di delineare un  proprio profilo storico-critico. Ogni artista ha a disposizione una sala  di Palazzo Berardi-Mochi Zamperoli. Per tutti gli ospiti si tratta della  prima mostra a Cagli.
Gli artisti: Yukiko Hayashi, Giulia Marcolini, Charles Mitchell,  Beatrice Pucci, Massimo Pulini, Giulio Santolieri, Marco Smacchia, Maria  Cecilia Tantucci, Erich Turroni, Verter Turroni.

Comune di Cagli – Assessorato ai Beni e Attività Culturali
Istituzione Teatro Comunale di Cagli.
Organizzazione: Associazione Culturale BelloSguardo
Con la collaborazione di SPAC Sistema Provinciale Arte Contemporanea

Palazzo Berardi Mochi-Zamperoli – Via L. Alessandri, 39 – 61043 CAGLI (Pesaro Urbino – Marche)

E’ in arrivo la carta per le scuole di Latina

De Amicis G  Cena Scuola Primaria
De Amicis G Cena Scuola Primaria

Il progetto si chiama “Cartiamo”, e negli intenti degli organizzatori ha il nobile proposito di  rifornire gratuitamente di carta, da utilizzare per scopi didattici e ludici tutte scuole di Latina e provincia.

Tutto è nato dalla collaborazione tra l’associazione Onlus “Alessia e i suoi Angeli”, da sempre vicina alle problematiche dell’infanzia e l’azienda ModulGrafica Pharma di Latina, che possiamo annoverare tra le lito-tipografie leader in Italia nella produzione di fogli illustrativi per l’industria farmaceutica e cosmetica, meglio noti come “bugiardini”  e lo stampaggio di foil in alluminio utilizzati per l’imballaggio primario di pasticcati secchi ( blister ).

La carta è la materia prima per eccellenza per una tipografica, ma come in ogni processo produttivo industriale bisogna fare i conti con gli scarti di produzione, i cosiddetti sfridi. Sono proprio questi scarti, non più usabili per essere stampati, altrimenti destinati al macero, che nascono a nuova vita e vengono riciclati e destinati alle scolaresche.

Quintali di carta bianca ed immacolata che anziché essere indirizzati in discarica si trasformano in disegni e cartelloni nelle scuole dei nostri ragazzi.

“Con questo progetto abbiamo raggiunto un duplice scopo” – dice Simona Coletta Responsabile del Controllo Qualità di ModulGrafica Pharma- “ Da un lato la ricicliamo la carta dando il nostro contributo ad una sostenibilità ambientale che sia compatibile con un apparato produttivo sano, dall’altro lato contribuiamo, insieme all’associazione Alessia e i suoi Angeli a dotare le scuole di materiale didattico, in un particolare momento storico in cui le risorse per l’istruzione sono sempre di meno”.

Fino ad oggi sono stati distribuiti circa 900 Kg di carta e ne hanno usufruito le scuole primarie e dell’infanzia di Latina e Fondi. Il progetto ripartirà a settembre, per le scuole che ne faranno richiesta presso la sede dell’ass.ne Alessia e i suoi Angeli (per contatti ed info: alessiaeisuoiangeli@libero.it).

Adesso, la carta trasformata da rifiuto e divenuta risorsa, è arricchita dei tratti multicolori degli scolari e fa bella mostra di se sui muri dei plessi scolastici oppure sui quaderni degli alunni, per un mondo più colorato e sostenibile.

 

Dreamers Day

Teatro dal verme
Teatro dal verme

Milano, 18 ottobre al Teatro Dal Verme dalle ore 10:30 alle 18:30

Dietro ogni conquista umana, all’origine di ogni intuizione, di ogni progresso scientifico o sociale,
dietro le grandi imprese del mondo,
le iniziative di business più audaci e di successo
e alla fonte di tutto quello che di bello,
utile e ricco è stato realizzato e ancora vive,
 vi è invariabilmente un uomo, un individuo e il suo Sogno. Da “A Dream for the World” di Stefano D’Anna

Il Dreamers Day è il “giorno zero”, il punto di partenza per un evento,
una festività planetaria, multiculturale, multirazziale, suggerita al mondo dal nostro Paese che più di ogni altro è stato culla di grandi sognatori e pertanto ha il compito, il dovere, la missione di ricordare al mondo stesso che
il Sogno è la cosa più reale che ci sia.

É ora di radunare tutti i sognatori pragmatici del mondo affinché si connettano e mettano al servizio del Pianeta la loro energia, creatività, consapevolezza e intelligenza visionaria.  Questo cammino è già iniziato attraverso la visione e le opere di grandi sognatori come Giulio Cesare, George Washington, Leonardo Da Vinci, Albert Einstein, Martin Luther King, Mahatma Gandhi, Enzo Ferrari, Steve Jobs, Adriano Olivetti, Walt Disney, Nelson Mandela, Madre Teresa, Ataturk.
Il 2015 sarà l’anno in cui il processo di trasformazione sarà chiaramente visibile al mondo intero, perché il Sognatore Pragmatico non è imprigionato nel tempo, spezza le catene del pessimismo, della paura del giudizio e delle emozioni negative ed è illuminato dalle proprie certezze. Per questo è in grado di realizzare la sua visione, il suo Sogno.

Ogni Sognatore riconoscerà negli altri Sognatori il coraggio di ribaltare i vecchi paradigmi e insieme daremo al nostro pianeta una concreta possibilità di sviluppo armonico e salvezza globale. Conosciamoci, uniamoci e i limiti si dissolveranno davanti ai nostri occhi. Un Sogno planetario, per manifestarsi, ha bisogno di una grande energia. Per questo è necessario radunare tutti quegli uomini e quelle donne che ne diano testimonianza con il racconto della loro esperienza, sia essa imprenditoriale, artistica o umana. Infonderanno negli animi dei partecipanti la forza e la certezza di potercela fare, cambiando la visione del loro essere, imparando a vivere da veri creatori della propria esistenza e dando un contributo reale al ribaltamento di un sistema ormai vecchio che sta derubando l’umanità della possibilità di una vita felice per tutti.

È necessario rifondare alla radice il sistema, armonizzando gli apparenti antagonismi di sempre: economia ed etica, azione e contemplazione, potere finanziario e amore. Il mondo sta aspettando questo momento da tanto tempo e ora non può sprecare l’occasione di dar voce alle leggi del Sogno: non si vede per credere ma si crede prima di vedere. I visionari pragmatici chiamati all’appello arriveranno da tutto il pianeta, saranno esempio, ossigeno per l’Umanità intera. La sproneranno verso una reale evoluzione, che procede dall’interno verso l’esterno, e sarà un’esplosione di luce planetaria.

Tutto questo si può fare!

Finalmente, i Sognatori pragmatici del mondo avranno un punto di riferimento per incontrarsi, conoscersi, rafforzarsi e condividere idee e progetti.

Come potrà avvenire questo processo di trasformazione?

É in fase di avvio la richiesta all’ONU affinché sia indetta “La Giornata Mondiale del Sognatore”. School for Dreamers inizierà la raccolta firme con il lancio dell’evento al grande pubblico e proseguirà lungo tutta la campagna promozionale per trovare il suo culmine durante l’evento del 18 Ottobre. Il Dreamers Day è l’appello al mondo per rimettere il Sogno al centro del pensiero degli esseri umani. Se esiste una giornata mondiale per la Pace, come possiamo pensare che non ci sia un “esercito di Sognatori Pragmatici” che la sogni?

Che cosa accadrà durante il Dreamers Day?

L’evento sarà condotto da Rudy Zerbi, sognatore, che incarna perfettamente lo spirito del Dreamers Day. Uomo di spettacolo e talent scout di grande esperienza, sarà in grado di infondere energia a questa straordinaria giornata.

Durante la giornata si avvicenderanno vari Testimonial del Sogno, fra i quali hanno confermato:

  • Niccolò Branca: Presidente e Amministratore delegato della Holding del Gruppo Branca International Spa, fautore di un’economia della consapevolezza e di un’imprenditoria consapevole, dove innovazione e tradizione vanno di pari passo nel rispetto dell’ambiente e delle persone.

 

  • Fabrizio Macchi: É uno degli atleti paraolimpici più conosciuti al mondo con un lunghissimo elenco di medaglie conquistate in varie discipline sportive. Nel ciclismo trova la sua piena realizzazione di atleta. Partecipa ai Giochi paraolimpici, nel 2000 a Sydney e nel 2004 ad Atene, dove vince la medaglia di bronzo nell’inseguimento.

·       Carla Perrotti: É la prima donna ad aver attraversato da sola, con i Tuareg del Sahara, il deserto del Ténéré in Niger, a seguito di una carovana del sale, nell’ottobre del 1991. Entrata a far parte del “Sector No Limits Team”, nel mese di Ottobre del 1994 porta a termine la traversata a piedi e in solitaria del Salar de Uyuni in Bolivia, il più vasto bacino salato della terra, a 3.700 metri di altezza e tra settembre e ottobre del 2003, realizza il suo grande sogno: chiudere il ciclo “Un Deserto per Continente”. Oggi continua a dedicarsi agli altri con il progetto “Desert Therapy”.

 

A questi Sognatori noti se ne aggiungeranno altri non ancora conosciuti al grande pubblico.  School For Dreamers invita tutti i Dreamer dal pianeta a rispondere alla call to action per essere tra i Testimonial del Sogno compilando l’apposito form  sul sito www.dreamersday.it :

Call to action per essere tra i 10 Testimonial del Sogno che affiancheranno i nomi già citati. Coloro che sentiranno di avere le caratteristiche del Sognatore Pragmatico, che possono dimostrare di aver creduto nelle proprie capacità oltre ogni limite e sentono di voler condividere con il resto del mondo la loro storia, indipendentemente dal continente di provenienza, dagli studi, dalla religione e dalla cultura di appartenenza, possono partecipare alla selezione dei Sognatori che saranno tra i Testimonial della prima edizione del Dreamers Day. Il team di School For Dreamers selezionerà le 10 storie ritenute più adatte a essere d’esempio e d’ispirazione per gli altri e inviterà i 10 Sognatori che ne sono protagonisti a raccontare la propria esperienza dal palco del Dreamers Day.

Durante il Dreamers Day  i Sognatori saranno chiamati a rispondere a una seconda call to action. Il 18 Ottobre sarà infatti presentato  e avrà inizio il primo bando di concorso indetto da School For Dreamers. Il giorno dell’evento il regolamento sarà consegnato a tutti i presenti e tutti coloro che hanno un progetto concreto in corso di realizzazione o da realizzare avranno l’opportunità di iscriversi al concorso. Le 5 proposte più interessanti e suggestive  saranno  selezionate da un’Academy di personaggi illustri e School for Dreamers offrirà  ai 5 finalisti la possibilità di partecipare gratuitamente al programma “Viaggio nell’Essere “in tutti suoi step.  Il vincitore sarà premiato fra i cinque migliori selezionati dall’Academy, con un premio del valore di 10.000 EURO (erogati sotto forma di borsa di studio o di finanziamento).  

Oltre ai numerosi Testimonial del Sogno, interverranno all’evento ospiti illustri:

Piermario BIAVA – Medico, studioso e ricercatore, studia da parecchi anni il rapporto fra cancro e differenziazione cellulare. Ha isolato i fattori di differenziazione delle cellule staminali in grado di inibire o rallentare la crescita di vari tipi di tumori umani.

Alberto LORI – Giornalista, scrittore, appassionato studioso di fisica quantistica, 2 anni di giornale radio RAI, 12 anni di telegiornale RAI; redattore del telegiornale Contatto di Maurizio Costanzo alla PIN della Rizzoli; collaboratore e direttore di diverse trasmissioni televisive, coordinatore di Dimensione Uomo, gruppo d’informazione, divulgazione e ricerca scientifica, è giornalista freelance e voce di documentari e rubriche TV di successo.

Ervin LASZLO – Bambino prodigio, suonava 60 concerti di pianoforte all’anno, nell’adolescenza dedicò il suo genio allo studio della Fisica, del Cosmo e della Coscienza. Nel 1993, a seguito di una sua esperienza nel Club di Roma, fonda il Club di Budapest. È stato direttore dello United Nations Institute for Training and Research (UNITAR). Attualmente, è consulente del Direttore Generale dell’UNESCO e membro di numerose associazioni scientifiche tra cui la World Academy for Arts and Science.

Ferenc HOLECZ – Definito “il più grande esperto della medicina alternativa occidentale”, di certo è un personaggio poliedrico con un’esperienza di vita non proprio comune.Nasce a Bélapátfalva (Ungheria) nel 1931. Scienziato e ricercatore, psicologo, realizza in molti anni di esperienza e di ricerche approfondite, la sua Medicina Biologica nutrizionale, basata sulla sua teoria dell’ “equilibrio tridimensionale”. Si trasferisce in Svizzera dopo la rivoluzione del 1956, si laurea in ingegneria, progetta e realizza, nell’ambito dell’elettromedicina, vari modelli di apparecchiature per la ionoforesi e la magnetoterapia di bassa intensità e frequenza.

Alessandro PIZZOCCARO – 25 anni fa dà il primo impulso alla nascita di Guna, insieme alla moglie Adriana Carluccio, all’epoca giovane ricercatrice in Farmitalia. Il loro incontro, sul piano professionale, porta all’integrazione delle due competenze, permeate dall’intima convinzione di impegnarsi in un’attività d’importante valenza sociale. La filosofia dell’Azienda, che è anche quella dei due fondatori che in essa si riconoscono, è di ideare, produrre e commercializzare farmaci efficaci, innovativi e senza effetti collaterali, in grado di guarire e prevenire le malattie, migliorando le difese immunitarie.

Maurizio GALIMBERTI: Fotografo di fama internazionale, sin da ragazzo partecipa a numerosi concorsi fotografici, vincendoli, addirittura con nomi diversi come quello della madre o della moglie. All’inizio usa la classica pellicola analogica lavorando molto con una fotocamera a obiettivo rotante widelux in bianco e nero e in diapo/cibachrome, poi nel 1983 inizia la sua passione-ossessione per la Polaroid. Si accorge che la resa dei colori con la pellicola istantanea è semplicemente magica e inizia un lungo percorso fino a oggi di ricerca e di sperimentazione nell’uso di questo media.

Richard ROMAGNOLI: ha 39 anni, vive nel sud dell’India dove ha studiato e approfondito direttamente con il Dr. Madan Kataria, Fondatore del Laughter Yoga, le virtù terapeutiche dell’Hasya Yoga, lo Yoga della Risata.

Lo stesso Dr. Kataria dopo averlo diplomato Laughter Yoga Teacher ha nominato Richard Ambasciatore di Laughter Yoga nel mondo per aver contribuito – in Italia e nel mondo – alla diffusione del messaggio di pace e di benessere che sono alla base dello Yoga della Risata.

Le sorprese di questa esperienza meravigliosa non finiscono qui. Durante il Dreamers Day saranno svelate importanti rivelazioni tratte dal libro “L’EONARDO” di Michele Lombardi (Efdien publishing) che racconta le ultime scoperte su Leonardo Da Vinci, il Sognatore per antonomasia. Michele Lombardi ricercatore, studioso, esperto riconosciuto a livello internazionale, ha raccolto in una sensazionale trilogia gli studi di una vita.

Sarà lanciato uno straordinario appello ai bambini di tutto il mondo attraverso “Il Piccolo Dreamer – Programmatore di mondi-” di Vega Roze, (Efdien Publishing), scrittrice, artista, blogger di successo.
E sarà fatta conoscere al pubblico l’opera di Mario Dal Mare, “Il Rinascisenso” (Efdien Publishing): dall’economia politica all’economia poetica. Stiamo per vivere un nuovo rinascimento?

Chi vorrà far parte di questa esperienza unica può o acquistare i biglietti per partecipare all’evento sul sito del Dreamers Day (www.dreamersday.it), oppure sul sito o presso i punti vendita TicketOne (www.ticketone.it).

Costo biglietto: 19,00 Euro.

Tutto ciò in cui realmente crediamo,
da impossibile diviene probabile
e alla fine sarà inevitabile.

 

A Ravascletto per la Fiesta Tas Corts

Carnia - Ravascletto - Fiesta Tas Corts
Carnia – Ravascletto – Fiesta Tas Corts

A imbandire piatti della tradizione carnica non sono chef, ma le donne del paese che cucinano vecchie ricette di famiglia

La Fiesta tas corts di Ravascletto è tra le feste più autentiche e originali della Carnia e si svolge quest’anno domenica 23 agosto. A far da regina a questa Festa nei cortili (come si può tradurre dal friulano la sua denominazione) è proprio la gastronomia, grazie all’infaticabile disponibilità delle donne del paese che aprono per l’occasione le loro case ed offrono ai visitatori antichi piatti e specialità gastronomiche della cucina carnica, realizzate recuperando le vecchie ricette di famiglia. I piatti che le donne del paese preparano per l’occasione sono quelli che ciascuna di loro ha imparato a cucinare dalla madre e dalla nonna e quindi – pur essendo simili come base – variano da casa a casa e presentano, di volta in volta, mille sapori diversi, frutto dei piccoli segreti che ogni cuoca conserva gelosamente.

Il piatto più noto, ed anche il più ricco di varianti, sono senza dubbio i cjarsòns, una sorta di agnolotti con ripieno dolce a base di ricotta, conditi con burro fuso e ricotta. Come i gnòcs e le agnes, i cjarsòns erano un tempo dei piatti speciali, che venivano preparati solamente in occasione dei grandi giorni di festa. Ma a Ravascletto vengono preparate per la festa anche pietanze più semplici – quelle che un tempo erano il desinare quotidiano della gente della montagna carnica – ad iniziare dalla polenta, che da queste parti si usa accompagnare con il frico, una sorta di frittata fatta con il formaggio delle malghe carniche, tagliato a piccole fette e sciolto lentamente in piccole padelle (ma le varianti sono molte, dal frico croccante a quello morbido con patate, cipolle, mele).

Ci sono poi mèsta e busa (polenta tenera, condita con burro fuso, con salsiccia e ricotta), il mignestròn (con le sue infinite varianti di verdure), le cartufles e radic (patate e radicchio, conditi con lardo)…Piatti semplici, ma estremamente saporiti, che seguono l’andamento delle stagioni.La Fiesta Tas Corts è un’occasione veramente unica per gustare i sapori e i profumi, ma anche le atmosfere, del tempo passato e nello stesso tempo per riscoprire, l’antico borgo di Ravascletto, apprezzarne le austere architetture, visitare le abitazioni private solitamente chiuse al pubblico e ritrovarvi oggetti della cultura tradizionale carnica, ancor oggi – come un tempo – utilizzati fra le mura domestiche.

 

Pacchetto week end (2 giorni, 1 notte) con pernottamento e cena tipica, entrata ad un museo della rete di Carniamusei, visita ad un’azienda agroalimentare della Carnia con degustazione di prodotti,

voucher per degustazioni il giorno della festa. Prezzo a partire da 75,00 € a persona in camera doppia.

Per informazioni: Carnia Welcome

Tel. 0433.466220 – info@carnia.it www.carnia.it

 

Samuel Marchese in Handbike dalla Sicilia ad Expo2015

Samuel Marchese
Samuel Marchese

Il viaggio di Samuel Marchese in Handbike dalla Sicilia a Expo Milano 2015: “La disabilità non esiste”

“Se ci diamo un obiettivo tutti possiamo farcela. La vera forza, quella che davvero può superare tutti gli ostacoli, non è quella fisica ma quella della volontà e caparbietà”.

Questo il messaggio che Samuel Marchese ha portato all’Esposizione Universale, varcando i cancelli insieme all’amico Martino Florio, dopo un viaggio in handbike lungo ben 18 tappe, partendo da Siracusa lo scorso 15 luglio per risalire lo Stivale sino all’Esposizione Universale.

In riferimento al tema espositivo, Samuel dice: “Il cibo è vita e la vita è gioia. Anche con le difficoltà si può e si deve vivere in maniera positiva”.

Ad accompagnarli nel viaggio i “Freedom Angels”, amici e sostenitori, tutte persone diversamente abili, sulle loro hand-bike o su tandem per i non vedenti, e Freedom, il cane di Samuel.