Arise

Arise

GHOST IN THE SHELL: ARISE 2 A grande richiesta dei fan sbarca finalmente sul grande schermo solo il 7 e 8 luglio la seconda e ultima parte del prequel della saga di Ghost in the Shell, che ha ispirato registi come James Cameron e i fratelli Wachowski

Ecco il trailer https://youtu.be/1UTSv2KLnnQ  In attesa di Mobile Suit Gundam – The Origin I, che arriverà in sala il 23 e 24 giugno, Nexo Digital e Dynit presentano il nuovo appuntamento degli anime al cinema con Ghost in the Shell: Arise 2, reclamato a gran voce sin dallo scorso anno da tutti i fan italiani della saga.  Ghost in the Shell: Arise 2, firmato dal regista Kazuchika Kise che ha contribuito al successo planetario di veri e propri fenomeni come Vision of Escaflowne e Neon Genesis Evangelion, approderà sul grande schermo solo martedì 7 e mercoledì 8 luglio (elenco delle sale su www.nexodigital.it e trailer qui  https://youtu.be/1UTSv2KLnnQ) per svelare l’inizio della saga di animazione che ha conquistato e ispirato registi come JAMES CAMERON (Titanic, Avatar) e i fratelli WACHOWSKI (Matrix, V per Vendetta).

Il soggetto originale è tratto dai manga di Masamune Shirow, il guru del fumetto cyberpunk, mentre la casa di produzione è la Production I.G, lo studio d’animazione reso famoso dalle sequenze animate del blockbuster internazionale: “Kill Bill: Vol.1” di Quentin Tarantino. In Ghost in the Shell: Arise 2 ci troviamo di fronte al Maggiore Kusanagi che ha finalmente creato la sua unità indipendente pronta all’attacco. Tuttavia la squadra è ancora affrancata dal sistema e ogni membro è caratterizzato da personalità individuali che non possono essere modellate a piacimento. Il team dovrà fermare un gruppo terroristico che si ispira a Scylla, un guerrigliero che nel passato aveva guidato la rivolta nel Kurdistan.

Ma chi è veramente il fantomatico Scylla e cosa ha a che fare con il Maggiore Kusanagi? Questa, però, non è la sola minaccia che la neonata squadra dovrà affrontare, perché l’hacker Fire Starter ha dato inizio al suo attacco per infettare i cyberbrains con il suo ponte virus… È ora di risvegliare il vostro Ghost!   Nexo Anime, il ciclo degli anime al cinema, è distribuito da Nexo Digital in collaborazione con Dynit e con il sostegno dei media partner Radio DEEJAY, MYmovies.it, VVVVID e Lucca Comics & Games. Tutti i dettagli sulla programmazione e l’elenco delle sale che aderiscono all’iniziativa sono disponibili su www.nexodigital.it.     Tratto dal fumetto originale “Ghost in the Shell” di Shirow Masamune (pubblicato da KODANSHA) Regia & Character Design: Kazuchika KiseSceneggiatura: Tow UbukataArt Director: Takamasa Masuki, Yusuke TakedaDirettore del Suono: Yoshikazu IwanamiDirettore della fotografia: Koji Tanaka Musica: CorneliusUna produzione: Bandai VisualDentsu Inc.Ghost in The Shell Arise CommitteeKodanshaProduction I.GTOHO Based on the manga “KOUKAKUKIDOUTAI” by Shirow Masamune originally published by KODANSHA Ltd.  All Rights Reserved.

Giulia Mazzoni

Giulia Mazzoni - fotografia di Alessio Pizzicannella

Il 4 luglio la giovane pianista toscana GIULIA MAZZONI accompagnerà l’attrice Chiara Buratti nello spettacolo “L’ULTIMO GIORNO DI SOLE”, che debutterà al Teatro Alfieri di Asti (Via L. Grandi 16 – ore 21.00 – ingresso 10 euro – per info e biglietti 0141 399057) per la regia di Fausto Brizzi, eseguendo le musiche inedite di Giorgio Faletti arrangiate da Andrea Mirò.

 

Lo spettacolo “L’Ultimo Giorno di Sole”, composto da otto brani e sette monologhi, è stato scritto da Faletti proprio per Chiara Buratti e il debutto aprirà la prima edizione del Premio Giorgio Faletti che si terrà il 4 e il 5 luglio ad Asti, ad un anno dalla scomparsa dello scrittore-autore.

La produzione del progetto “L’Ultimo Giorno di Sole” è a cura della Orlantibor di Roberta Bellesini Faletti, moglie di Giorgio, che ha fortemente voluto la realizzazione di questo grande desiderio del marito, con l’aiuto e il supporto dei suoi amici più cari.

«Sono felice di prendere parte a questo spettacolo – dichiara Giulia Mazzoni.  Renderò omaggio a questo grande artista attraverso il pianoforte e questo è per me un grande onore. Ringrazio Roberta Bellesini Faletti e Chiara Buratti per avermi coinvolta in un progetto così importante dal punto di vista artistico ed umano. Ho avuto il piacere di incontrare Giorgio Faletti in un paesino dell’Isola d’Elba, Capoliveri, un nido protetto nel quale anche io amo rifugiarmi per scrivere, come faceva Giorgio».

L’album di Giulia Mazzoni “Giocando con i bottoni” (Bollettino / Artist First), disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming, comprende composizioni originali interamente composte ed eseguite da Giulia Mazzoni, che fotografano sensazioni, immagini e ricordi della sua infanzia e del suo presente. Muovendosi tra modernità (con influenze pop, rock e della musica leggera) e tradizione (con influenze romantiche, impressioniste ma anche minimaliste), il disco fa della semplicità il suo elemento cardine.

 

Giulia Mazzoni, giovane pianista di Prato, studia attualmente al Conservatorio “G. Verdi” di Milano. A 16 anni cura gli arrangiamenti e l’esecuzione di alcuni brani per lo spettacolo “Premio Fairplay”, che va in scena al Teatro Metastasio di Prato. Nel 2011 viene rappresentato presso il Teatro Metastasio di Prato e presso il Teatro Buratto del Pime di Milano lo spettacolo “Il viaggio: dialogo tra musica, pittura e parola”, scritto e diretto da lei stessa. Giulia compone ed esegue in scena anche le musiche, ottenendo ottime critiche. Nel 2013 riceve il Premio Ciampi per la “Migliore cover di Piero Ciampi” e si esibisce sul palco del Concerto di Natale. Nel 2014 presenta alcuni brani tratti dal suo album all’inaugurazione di Eataly Smeraldo Milano; in estate, calca il prestigioso palco del Ravello Festival e si esibisce a Faenza in occasione del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti. Nel 2015 Giulia viene scelta come unica donna della compilation “Eataly Live Project” (Sony Music) con il brano “Where and when?”, suona come pianista resident per AUDI a Milano e accompagna, per la prima volta suonando le sue composizioni all’organo, l’attore Marco Baliani a Bologna.

www.giuliamazzoni.comwww.facebook.com/GiuliaMazzoniOfficial

www.twitter.com/GiuliaMazzoniwww.youtube.com/user/giuliamazzoni

 

Ylenia Lucisano

Ylenia Lucisano

Lunedì 22 giugno YLENIA LUCISANO si esibirà a Cascina Triulza nel “Padiglione della Società Civile” (inizio spettacolo: ore 17.00) di EXPO MILANO 2015 in occasione della “Giornata di Protagonismo” promossa da Anci per Expo e dal Comune di Rossano (Cosenza).

 

Accompagnata sul palco da Enrico Porazzi (chitarra), Ylenia proporrà alcuni brani estratti dal suo disco d’esordio “PICCOLO UNIVERSO”.

PICCOLO UNIVERSO” (Bollettino Edizioni Musicali / Artist First) è composto da dieci tracce di pop raffinato, con venature folk, e collaborazioni di rilievo: con i cantautori Pacifico e Daniele Ronda (entrambi autori di un testo) e con la pianista Giulia Mazzoni.

I video di quattro brani contenuti nell’album “Piccolo Universo” sono visibili ai seguenti link:

 

Riscoprirmi”: https://www.youtube.com/watch?v=dVfEN14dlMM

Jett ‘U Sal”: https://www.youtube.com/watch?v=TPfzQVlCc0I

“Piccolo Universo”: https://www.youtube.com/watch?v=aH6kb-Jov5U

Movt Movt”: https://www.youtube.com/watch?v=N0EgD2DJO-w

Ylenia Lucisano nasce a Rossano, in provincia di Cosenza, il 27 settembre 1989. Nel giugno 2013 Ylenia fa il suo esordio discografico con il brano “Quando non c’eri”. A dicembre dello stesso anno la giovane cantautrice calabrese sale sul prestigioso palco del “Concerto di Natale” a Roma, andato in onda la sera della Vigilia su Rai Due, esibendosi insieme a grandi nomi della musica italiana ed internazionale.

Nell’aprile 2014 esce il suo disco d’esordio “Piccolo Universo” che contiene, tra gli altri, anche tre brani in dialetto calabrese. L’anno scorso vince il Premio Lunezia 2014 (categoria “Nuove Stelle”) e tiene concerti in tutta Italia. Nel 2015 si esibisce sul palco del Concerto del Primo Maggio a Roma dopo aver aperto, il giorno prima, il concerto di Francesco De Gregori a Catanzaro. Prima del Principe si esibirà anche il 18 luglio al Carroponte di Sesto San Giovanni (Milano). Attualmente, Ylenia Lucisano sta lavorando al suo secondo disco.

www.ylenialucisano.com

www.twitter.com/YleniaLucisanowww.youtube.com/YleniaLucisanoVEVO https://www.facebook.com/YleniaLucisanoOfficialhttp://instagram.com/ylenialucisano

 

Mannarino

Mannarino - fotografia di Paolo Palmieri

MANNARINO torna live in tutta Italia per dare nuova vita al progetto “CORDE” che nel 2013, con un sold out dopo l’altro, aveva incantato il pubblico. Ora, a partire dal 4 luglio con “CORDE 2015”, il cantautore romano porta in scena uno spettacolo totalmente rinnovato. A dare un nuovo vestito musicale ai brani più amati del repertorio di MANNARINO saranno le corde, protagoniste assolute di questo show.

«Quello che cercherò di fare – racconta MANNARINO – sarà soprattutto far risuonare le CORDE profonde degli spettatori, attraverso quei suoni organici e vivi che escono fuori dalle vibrazioni dei legni e di chi li suona. Uno strumento biologico, come una chitarra, un tamburo o un violino, somiglia molto a un corpo umano, teme il freddo e il caldo, parla piano e urla forte, sa cantare a piena voce e sa anche sussurrare. Questi pezzi di legno, pelle, corde si incastrano bene con gli esseri umani e sono STRUMENTI in grado di tradurre meglio di altri l’anima in suono».

Queste le prime date di “CORDE 2015”: il 4 luglio a FROSINONE (Villa Comunale all’interno di Lazio Wave); il 10 luglio ad ASTI (Piazza della Cattedrale nell’ambito di Asti Musica); l’11 luglio a MILANO (Carroponte di Sesto San Giovanni per Emergency Days); il 17 e 18 luglio a ROMA (Cavea dell’Auditorium Parco della Musica per Luglio Suona Bene 2015); il 23 luglio a MONTEPRANDONE – AP (Piazza dell’Unità, nell’ambito di Cose Pop Festival); l’1 agosto a SASSARI (sito prenuragico di Monte D’Accoddi in occasione del Festival Abbabula); il 5 agosto a MELPIGNANO – LE (piazzale del Convento degli Agostiniani, in occasione del So What Festival in collaborazione con SudEst Indipendente); il 7 agosto al Parco Archeologico di VULCI – VT (per il Vulci Music Fest 2015); il 9 agosto a PALERMO (Teatro della Verdura); il 10 agosto a TINDARI – ME (Teatro Greco); l’11 agosto a MARINA DI RAGUSA – RG (all’ Arena del Mediterraneo Music Festival); il 22 agosto a PIGNOLA – PZ (Cava Ricci nell’ambito di PercorsiDiVersi 2015); il 23 agosto ad AVELLINO (corso Garibaldi, durante la manifestazione C’entro Per Il Centro); il 25 agosto a MACERATA (Sferisterio); il 2 settembre a PRATO (Piazza Duomo); 13 settembre a CAMIGLIATELLO SILANO (Monte Curcio, all’interno del festival La Sila Suona BEE); il 18 settembre a TERNI (piazza Europa, in occasione del Festival TerniON). Info su www.internationalmusic.it.

Per i concerti di Frosinone, Asti, Milano, Roma, Monteprandone, Sassari, Melpignano, Pignola Potenza, Macerata e Prato sono previsti BIGLIETTI A 10 EURO PER I DISOCCUPATI (con documentazione di stato occupazionale certificata dall’Inps) E PER I BAMBINI FINO A 10 ANNI. Questa tipologia non è acquistabile online, ma solo presso il botteghino.
Le chitarre sono suonate da Tony Canto (già produttore artistico del cantautore), Alessandro Chimienti e Alessandro Mannarino. Nicolò Pagani al contrabasso. Francesco Arcuri, polistrumentista, suonerà il violoncello, la sega sonora, alcune percussioni e si occuperà della parte elettronica. Al violino, tamburo battente e voce femminile, Lavinia Mancusi. Gli strumenti a corde si appoggeranno sulle ritmiche del percussionista polistrumentista Daniele Leucci.

Oltre 60.000 copie vendute con i 3 album “Bar della rabbia” (2008), “Supersantos” (2011) e “Al Monte” (2014). Solo l’ultimo tour ha richiamato un pubblico di oltre 40.000 persone. Vincitore del Premio Gaber e Premio Siae come miglior artista emergente. Due partecipazioni al Concertone del Primo Maggio di Roma. Un tour negli Stati Uniti e in Canada (Hit Week Festival insieme a Subsonica e Negrita). Autore dell’arrangiamento della sigla di Ballarò e Vincitore al Magna Grecia Film Festival per la colonna sonora del film “Tutti contro Tutti”. Vincitore, con il brano “Scendi Giù”, del Premio Amnesty International Italia 2015 per il miglior brano sui diritti civili.

www.alessandromannarino.it www.facebook.com/officialmannarino https://twitter.com/Mannarino  @mannarino

Floraleda e Maristella

Floraleda e Maristella

–  Qual è per voi il punto comune tra musica classica e tango, dove si incontrano ?

Il tango è malleabile e adattabile. I nostri strumenti, il nostro modo di suonarli, in un certo senso molto pulito ed essenziale gli danno una patina classica, ma crediamo sia solo una delle sue sfumature. Il tango è sempre tango.

– Come vi siete “incontrate” artisticamente ?

Ci siamo conosciute casualmente ad un concorso per giovani musicisti quando eravamo bambine e poi ci siamo ritrovate lo scorso anno all’auditorium Paganini di Parma. Eravamo entrambe soliste, in occasione della registrazione del CD “A life in music” di Manuel De Sica con la Filarmonica Toscanini diretta da Flavio Emilio Scogna. Il disco è poi uscito per l’etichetta Brilliant Classics. Dopo abbiamo subito dato corso al nostro progetto senza sforzo con un’intesa e un incontro spontaneo.

– Nelle vostre composizioni, c’è più musica o poesia ?

Musica. Se poi la musica è poetica lo diranno gli ascoltatori.

 

Intervista a cura di Davide Falco