Vinitaly, la Lombardia alla conquista dell’Estremo Oriente

vinitaly
vinitaly

La viticoltura lombarda guarda con sempre più interesse verso Oriente. E, dopo aver visto crescere del 20% negli ultimi cinque anni il valore delle vendite sui mercati internazionali, punta ad aumentare ulteriormente l’export grazie a una serie di incontri con buyer stranieri organizzati in occasione di Vinitaly.

Nei quattro giorni del Salone internazionale del vino e dei distillati in corso a Verona il Padiglione Lombardia ospiterà infatti un centinaio di grandi compratori provenienti da ogni angolo del mondo, che avranno modo di incontrare i Consorzi di tutela e i produttori. Dal Giappone agli Stati Uniti, dalla Corea del Sud a Taiwan, dal Sudafrica al Vietnam, dalla Tailandia alla Germania, fino a Paesi Bassi, Norvegia, Svezia, Estonia, Lettonia, Lituania e Finlandia: tutti faranno tappa in Lombardia.

L’iniziativa, promossa da Regione Lombardia e Unioncamere Lombardia in collaborazione con Vinitaly International e VeronaFiere, non rappresenta però l’unico intervento per promuovere una presenza sui mercati esteri che lo scorso anno ha superato un valore di 255 milioni di euro. Il forte incremento dell’export registrato nell’ultimo quinquennio, nel corso del quale i vini lombardi sono cresciuti del 392% nel Regno Unito, del 363% in Belgio, del 347% in Messico, del 269% nei Paesi Bassi e del 236% a Hong Kong, è infatti stato favorito anche da altri fattori.

Tra questi il boom dell’e-commerce, che in Lombardia, secondo i dati del Ministero dello Sviluppo economico – Osservatorio nazionale sul commercio, ha visto raddoppiare in soli cinque anni il numero di imprese attive esclusivamente nella vendita via internet, arrivate a quota 2.891, e la crescita della presenza di giovani in viticoltura. Quasi un’impresa su sette (13,2%) in Lombardia è infatti guidata da under 40.

“L’immagine dei nostri vini non è scindibile dalla bellezza dei nostri territori”, ha commentato Carlo Zanetti, presidente della Camera di Commercio di Mantova, a Vinitaly per il convegno di presentazione del Progetto ERG (European Region of Gastronomy), che unisce i territori di Mantova, Cremona, Brescia e Bergamo. “Grazie a Vinitaly questi buyer apprezzano e portano con loro il ricordo di questi paesaggi, per sorseggiarli in bottiglia quando il ricordo sarà lontano”.

 

“Sinfollia” al Teatro Sperimentale

img_1160_DOSTO & YEVSKI E DONNA OLIMPIA concerti
Domenica 14 Febbraio 2016 al Teatro Sperimentale, ore 17.30- AMICI DELLA MUSICA GUIDO MICHELLI in “Sinfollia”. Dedicato a tutti coloro che immaginano la musica classica come qualcosa di vecchio, passato e complicato, il concerto – spettacolo Sinfollia del duo Dosto & Yevsky che li farà ricredere, la strana coppia che diverte i grandi e bambini!

Il pianoforte di Dosto e il contrabbasso di Yevski, con la partecipazione straordinaria di Donna Olimpia – “mezzo” soprano, in quanto un soprano intero costava troppo…-, virtuosisticamente e funambolicamente si uniscono alla FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, nel prossimo appuntamento della stagione concertistica Amici della Musica Guido Michelli, domenica 14 febbraio alle ore 17,30 al Teatro Sperimentale.

Musica e comicità si rincorrono creando situazioni e gag esilaranti, supportate da una raffinata maestria musicale: un viaggio musicale – teatrale come il Giro del mondo in 80/4, che culmina in una delirante “partita” sonora fra Brasile e Argentina, cui seguirà la sorprendente versione originale di Eine Kleine Nachtmusik (K. 1417,6), per terminare con l’entrata de Los Tamarros, forse il più celebre gruppo sudamericano – il promo del concerto è facilmente rintracciabile su YouTube.

Sinfollia è appunto l’ultima follia di Dosto & Yevski, in cui oltre 50 temi famosi saranno visti e rivisti per raccontarci qualcosa di follemente sin-fonico, un concerto-spettacolo in grado di suscitare interesse, curiosità e divertimento in tutti, da 0 a 99 anni!

Il duo comico musicale Dosto & Yevsky  ha iniziato la propria attività nel ’91; dal ’93 al 2001 hanno lavorato con il regista Pino Ferrara, che ha contribuito in maniera determinante a formare il loro stile.

In seguito  hanno collaborato con Roberto Gandini, quindi dal 2004 al 2007  con Maurizio Castè. Dal ’99 è con loro la cantante Donna Olimpia.

I biglietti già in vendita al botteghino del Teatro delle Muse, vanno da 4 a 22 euro.

Ingresso gratuito riservato agli studenti dell’Università Politecnica delle Marche. Info: www.amicimusica.an.it. Questo il link del promo del concerto: https://www.youtube.com/watch?v=TGKJmqNESO8.