velluti rossi, piume e gioielli ne “LA TRAVIATA”

Cosè l’opera? Scena,azione, musica.Macchine sceniche, costumi sfarzosi, giochi di luce. Un sipario che si alza e si abbassa.fischi e applausi. Ma prima del debutto, l’opera ha una sua vita lunga e tortuosa,ai più sconosciuta: sarti e carpentieri, ciascuno operoso nella propria bottega, cantanti e attori sottoposti a severe audizioni e prove estenuanti, direttore e regista che studiano e assorbono per mesi quell’opera fino a farla propria creatura…

L’opera è anche tutto questo. Il grande pubblico forse lo ignora e lo intravede appena al levarsi del sipario. Alla quinta edizione, Pocket Opera suggerisce dei percorsi intorno all’opera nelle cittò della tournee: esperti musicologi incontrano gli artisti della produzione, per svelare i segreti della messa in scena, raccontare l’intreccio ed ascoltare insieme al pubblico i passi salienti dell’opera.

CALENDARIO INCONTRI 2011/2012

COSI’ FAN TUTTE di Wolfgang Amadeus Mozart

22 febbraio, Saronno- teatro Giuditta Pasta (ore 21.00)

12 aprile, Stradella- teatro sociale (ore 21.00)

LA TRAVIATA di Giuseppe Verdi

7 gennaio, Casalpusterlengo- teatro Comunale (ore 18.30)

Data da definire , Lecco- Teatro della  Società (ore 16.00)

14 febbraio, Montichiari- Teatro Sociale Bonoris (ore 20.30)

15 marzo , stradella- Teatro Sociale (ore 21.00)

21 marzo , Magenta- Casa Giacobbe (ore 21.00)

30 marzo, Monza- teatro Manzoni (ore 18.00)

biglietti in vendita on line su : http://www.bigliettoveloce.it/default.aspx?id_gestione=16

PRIMAVERA DELTA DEL PO

 

Molti appuntamenti sono in programma durante la primavera nel Parco del Delta del Po Emilia-Romagna per undici settimane sino al 3 giugno 2012 che daranno l’opportunità di scoprire le bellezze del territorio con escursioni a piedi, in barca, passeggiate a cavallo, biciclettate, laboratori didattici, degustazioni nonché  l’occasione di trascorrere qualche giorno da Goro a Mesola passando dalle Valli di Comacchio per arrivare alle oasi più a sud nei dintorni di Cervia a Ravenna.

L’iniziativa denominata “Primavera Slow 2012” ha programmato per quest’anno anche delle passeggiate notturne in alcuni siti naturalistici per riconoscere suoni e canti degli animali. Per gli appassionati di fotografie si potranno osservare in un solo giorno 100 specie di uccelli. Un pulmino elettrico consentirà inoltre una escursione sulle tracce del cervo della Mesola e un trenino sulle Valli sud di Comacchio, zona tradizionale di pesca, permetterà degustazioni di “frutti del mare”. In calendario anche laboratori per grandi e piccini dedicati alle erbe e ai loro segreti. Nella Pineta di Classe, Parco 1 Maggio, proseguirà la XXXIV sagra del Tartufo con  le degustazioni nei vari  stand gastronomici e la visita al nuovo centro visite della Bevanella.   

E sempre nel Parco, a Comacchio (Ferrara), torna dal 27 al 29 aprile 2012 la Fiera Internazionale del Birdwatching e del Turismo Naturalistico il più grande evento italiano, e uno dei più importanti a livello europeo  per  gli appassionati di birdwatching

Organizzata dal GAL Delta 2000, la Fiera, che vanta nelle passate edizioni una media di 30.000 visitatori e circa 200 espositori, si svolge in un  territorio che si conferma meta privilegiata per un turismo “lento” a contatto con la natura.

Il programma della tre giorni comacchiese è denso di iniziative con escursioni a piedi, in bicicletta e in barca elettrica negli angoli più suggestivi delle Valli di Comacchio; laboratori didattici per i più piccini, con l’obiettivo di far loro conoscere la natura divertendosi ed essendone protagonisti; degustazioni di prodotti tipici, prime fra tutte le acciughe fritte, che si potranno gustare ogni giorno nella suggestiva sede della Manifattura dei Marinati; iniziative di carattere sportivo; convegni e incontri di approfondimento scientifico, come quello dedicato ai vent’anni di progetti LIFE dell’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità – Delta del Po.

Ritornerà nella sua seconda edizione il Laboratorio del documentario naturalistico, il cui docente sarà il conosciuto regista e documentarista Francesco Petretti: tutti gli appassionati potranno partecipare al corso che si svolgerà presso le Saline di Comacchio per imparare a filmare la natura e i suoi segreti.

Un’area sarà riservata  al mondo della fotografia, a partire dall’ospite d’onore di quest’anno,  Fotofestival Asferico 2012, in collaborazione con AFNI – Associazione Fotografi Naturalisti Italiani, e con la partecipazione dei vincitori del noto concorso internazionale di fotografia naturalistica Asferico 2012.

Nell’ambito del Fotofestival verranno organizzate proiezioni fotografiche naturalistiche di alta qualità in Full-HD su schermo panoramico, e incontri con fotografi di fama internazionale da tutta Europa. Al sabato sera ci sarà inoltre la premiazione del concorso, che quest’anno ha raccolto oltre 400 adesioni da tutto il mondo: Taiwan, India, Messico, Stati Uniti, Estonia, Australia, Cina, Israele con la proiezione degli audiovisivi dei finalisti e una cena di gala per i premiati. Verrà poi inaugurata la mostra fotografica delle 80 immagini vincitrici che compongono anche il volume fotografico e la domenica mattina verranno realizzate proiezioni a cura dei soci AFNI, provenienti da diverse regioni italiane.

Nel corso dei tre giorni, gli appassionati potranno partecipare a varie escursioni con diversi fotografi di fama internazionale. Sabato sera ci saranno le suggestive proiezioni naturalistiche con lo sfondo dei Trepponti a ComacchioTra le tante iniziative, verranno proposte anche uscite pratiche di digiscoping, l’arte di fotografare con fotocamere reflex o compatte digitali collegate ad un cannocchiale, in collaborazione con l’Associazione Skua Nature.

Ovviamente non mancheranno i padiglioni espositivi, con il meglio delle aziende del settore ottica e fotografia, editoria specializzata, abbigliamento sportivo, T.O. e destinazioni naturalistiche, enti e associazioni, Biodiversità e Slow Tourism, con l’allestimento di postazioni di osservazione per testare le nuove attrezzature direttamente sulle valli di Comacchio e sarà presente, per la prima volta, il foto-mercato: una mostra-scambio dove sarà possibile trovare apparecchi fotografici e accessori di ogni tipo; dall’antico, all’usato, al digitale.

Molto interessante è la Casa delle farfalle di Milano Marittima,  una voliera per le farfalle autoctone finalizzate a favorire la sopravvivenza e la riproduzione dei lepidotteri. Si tratta di una struttura che offre la possibilità di passeggiare in mezzo alle farfalle che volano libere nella serra tropicale di oltre 500 mq. provenlrienti dalle famiglie di Asia, Africa, America e Australia. E vicino ala sera si trova pure la Casa degli insetti dove si possono osservare anche un’arnia e le api all’opera: il miele vien poi venduto all’asta.  

Per il programma completo: DELTA 2000, tel.. 0533 57693 – www.podeltabirdfair.it

 

                                              Carlo Torriani

18 MILA GIORNI – IL PITONE

  

Com’è successo che un giorno ci siamo svegliati e il lavoro, da diritto che era, era diventato una concessione, e ciascuno era disposto a sbranare il vicino pur di salvarsi? Andrea Bajani

 

Al Teatro Duse il 30 marzo Giuseppe Battiston, accompagnato dalle musiche di Gianmaria Testa, è il protagonista di “18 mila giorni – Il Pitone” un monologo scritto da Andrea Bajani e diretto da Alfonso Santagata.

 

18 mila giorni  corrispondono a 50 anni. E’ curioso come la prospettiva e il senso del tempo possano cambiare a seconda del criterio col quale lo si organizzi: gli anni o i giorni.

Il pitone è un animale che prima se ne sta buono e ti prende le misure e poi, quando ha raggiunto la tua stessa lunghezza o la tua stessa forza, ti fa fuori. Il nostro spettacolo parte da qui: dal tempo e da una metafora.

Protagonista un uomo di 50 anni che perde il lavoro. Un giorno arriva in ufficio un impiegato più giovane, prima una scrivania piccola accanto alla sua, poi la sua, di scrivania, che viene rimossa. E col lavoro, il protagonista, perde anche tutta la sua vita. Perde il senso delle cose. Se ne sta asserragliato in un appartamento che è diventato una sorta di discarica di cose, ricordi e sentimenti, solo, senza la moglie e il figlio che lo hanno abbandonato.

Riflessioni personali e epocali si intrecciano a sottolineare come in soli 18 mila giorni siano radicalmente mutate le prospettive e le aspettative sociali in Italia. Dalla dignità del lavoro del gruista della “Chiave a stella” di Primo Levi, da un’epoca in cui il lavoro era un diritto e elemento fondante dell’umana dignità, al trionfo dell’odierno precariato, divenuto persino forma più o meno palese di ricatto sociale.

Giuseppe Battiston, pluripremiato attore del nostro cinema e del nostro teatro (Premio UBU come miglior attore italiano nel 2009, nel luglio 2011 l’assegnazione del Pegaso d’oro – Premio Flaiano proprio per la sua interpretazione di “18 mila giorni” ) è accompagnato dal contrappunto musicale del cantautore Gianmaria Testa che ha composto canzoni nuove e inedite apposta per questo spettacolo. Il testo, originale, è dello scrittore torinese Andrea Bajani (vincitore del premio Bagutta per il suo ultimo romanzo “Ogni promessa”); La regia è di Alfonso Santagata, uno dei più importanti esponenti del teatro italiano contemporaneo, le luci di Andrea Violato.

 

La sera del 30 marzo, a partire dalle 18, il bar del Teatro Duse proporrà anche l’appuntamento con l’aperitivo, un’occasione unica aperta a tutti, al pubblico e a chi vuole fare un’esperienza nuova in una location inusuale. Aperitivo 5 €

 

Prezzi di “18 mila giorni – il pitone”: 29 € platea – 24 € prima galleria – 19 € seconda galleria

Fino al 29 marzo alla biglietteria del teatro è disponibile il pacchetto biglietto di platea+aperitivo a 20 €

 

Prevendite biglietti presso la biglietteria del Teatro Duse in Via Cartoleria, 42 a Bologna (apertura dal martedì al sabato ore 15-19), presso il Circuito VIVATICKET-CHARTA, i punti d’ascolto delle IperCoop e il Circuito HELLO TICKET, oltre alle prevendite abituali di Bologna e con carta di credito su www.teatrodusebologna.it

 

Per informazioni: 051/231836 – info@teatrodusebologna.it

Forum delle Religioni a Milano

Domenica 25 marzo 2012 – h 17.00-19.00

presso il Teatro alle Colonne
(Corso di Porta Ticinese 45 – Milano)

Il Forum delle Religioni a Milano entra nel suo sesto anno di vita con un momento di celebrazione e di festa a conferma del comune impegno di dialogo e di pace.

EBREI – CRISTIANI – MUSULMANI – BUDDHISTI – INDUISTI

delegati di ventitré comunità e organizzazioni religiose presenti a Milano, riflettono sui primi frutti che, dopo alcuni anni di lavoro comune, sono giunti a maturazione.  Frutti che danno gioia e speranza e che invitano ad un sempre maggior impegno nel dialogo tra le Religioni e nel servizio della “Polis”.

Programma:

ore 17 – Celebrazione dell’anniversario della firma dello Statuto del Forum con interventi dei rappresentanti delle cinque tradizioni religiose e l’intervento della Vicesindaco della Città di Milano Maria Grazia Guida

ore 18 – Gesto simbolico di condivisione dei frutti del lavoro del Forum

ore 19 – Condivisione con tutti i presenti di un momento conviviale

 

FORUM DELLE RELIGIONI A MILANO

Corso di Porta Ticinese 33 – 20123 MILANO

tel. e fax 02/83 75 476 – 02/85 56 355

sito: www.forumreligionimilano.org email: segreteria@forumreligionimilano.org

RASSEGNA OFF/side

Continuano gli appuntamenti con la rassegna dedicata al teatro off: venerdì 23 marzo al Teatro Studio in scena il monologo Sono stata Amore con Rosetta Martellini e la regia di Luigi Moretti, prodotto da Fabrica Teatro – Teatro Stabile delle Marche. Il monologo è incentrato sulla vita di Sibilla Aleramo, protagonista della letteratura italiana del Novecento e donna di grande fascino che sostenne, tra le prime nel nostro Paese, la causa del femminismo. Il testo è tratto in gran parte da citazioni di opere della scrittrice, abilmente scelte in modo da evocarne, più che di narrarne cronologicamente, la sua lunga e travagliata esistenza.

Sabato 24 marzo all Teatro Studio in scena A tempo indeterminato di e con Tommaso Benvenuti e con Francesco Giarlo. A tempo indeterminato è la storia di Alessandro e Roberto, colleghi di reparto ma estranei nella vita, si ritrovano sul tetto della fabbrica per manifestare il loro diritto al lavoro, in una sorta di convivenza forzata. I due si confrontano con riflessioni e alterchi comici, mettendo in dubbio il proprio “credo”, in un alternanza di prese di posizione e vicende personali, alla ricerca di una visione comune e di una definizione della parola: Lavoro. A tempo indeterminato è una produzione della Compagnia Vicolo Corto / Hangar.

Sabato 31 marzo al Teatro Studio con Notte Matilde, microfestival della piattaforma regionale della nuova scena marchigiana, un progetto di Regione Marche e AMAT. La serata presenta le performance: Pleura dei Sineglossa, Ossi di Seppia di 7-8 chili, Nibiru di Giorgio Montanini, FSA Fakeness Selfdestruction Anticlimax di Helen Cerina.

A chiudere la rassegna domenica 15 aprile al Teatro Sperimentale Lo show dei tuoi sogni, racconto per parole e musica, parole di Tiziano Scarpa con Luca Bergia e Davide Arneodo (Marlene Kuntz), regia di Fabrizio Arcuri e prodotto dall’Accademia degli Artefatti.

Il progetto è curato dalla Compagnia Vicolo Corto in collaborazione con il Teatro Stabile delle Marche, la Fondazione Teatro delle Muse, il Teatro del Canguro, Amat con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Ancona e della Provincia di Ancona.

Il programma proseguirà il 20/21/22 aprile con il Minifestival realtà off marchigiane Nuove Tensioni. Nuove Tensioni è una rassegna che promuove i debutti di realtà teatrali contemporanee marchigiane, accoglie le novità, per poi lasciarle libere di svilupparsi nel panorama teatrale.

Il 20 aprile al Teatro Studio, Compagnia La Perla Nera Dall’Altra Parte, regia Franck Provvedi con Pierpaolo Tomassini e Cristina Cerilli e Luca Ardenghi; il 21 aprile al Teatro Studio, Circo Amalassunta  Nuda senza Amleto di e con Tiziana Marsili Tosto; chiude il 22 aprile sempre al Teatro Studio, the girl is missing // I don’t know who I am photographic performance a cura di Francesca Gironi (danzatrice) e di Francesca Tilio (fotografa).

Tutti gli spettacoli hanno inizio alle ore 21.00. Prezzi dei biglietti: Teatro Studio posto unico non numerato €11.

Prevendite biglietteria Teatro delle Muse 071 52525 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle ore 16.30 e il sabato dalle 17.00 alle 19.30. biglietteria@teatrodellemuse.org / www.teatrodellemuse.org

Per le serate di Notte Matilde e lo spettacolo [S]he’s si possono acquistare i biglietti in prevendita anche presso la biglietteria  Amat 071 2072439.

Presso i teatri le biglietterie saranno aperte un’ora prima di ogni spettacolo.