43 Grani di Sabbia

Opera d’esordio dell’Autore Leonardo Pavanati, discendente da una famiglia emiliana di nobili tradizioni, laureato in Italia e negli Stati Uniti, ha trascorso molti anni all’estero come manager aziendale. L’imprenditore che ha inventato il noto marchio di orologi Temptation, l’anti Rolex con il cinturino in plexiglass, creando una nuova moda tra i vip.

Questo romanzo di fantasia illustra uno scenario ambientato nell’Africa del nord, in un periodo temporale immediatamente successivo ad un conflitto globale, sfociato dal totale contrasto religioso avvenuto tra cristiani e mussulmani.

Le immagini della disastrosa guerra mondiale che non ha risparmiato nessun continente, stanno lentamente sbiadendo ed in un clima post-apocalittico si narrano le vicissitudini di un battaglione di soldati europei che tentano faticosamente di rientrare verso ciò che rimane delle loro Nazioni.

Il protagonista principale è il Capitano Fulvio Parisi, degli incursori della Marina Militare Italiana e comandante di 42 uomini superstiti. Coprotagonista è il Tenente Jasmine Fellah, guardia di confine araba, che il Capitano incontra durante il suo rientro.

Nel romanzo si dedica particolare attenzione ai dati tecnici militari, si esalta il senso dell’amicizia e dell’onore, si cerca di mantenere una posizione equilibrata tra le fazioni avverse, cercando di non scaricare le responsabilità oggettive, pertanto troviamo personaggi buoni e cattivi sia tra i cristiani sia tra i mussulmani.

Inevitabile il sorgere di una appassionante storia romantica tra i protagonisti che cercano reciproco conforto in un clima di totale distruzione e precarietà.

Dolore e sofferenza imperversano, tradimenti ed inganni rendono appassionante il racconto, ma è soprattutto il senso di speranza che accomuna tutti i personaggi fino all’epilogo del romanzo, ovvero che la razza umana sopravviverà.

Miss Maria usa il body painting contro il nuovo ordine mondiale

 

Francesca Giaccari, in arte Miss Maria, torna in grande stile dopo “Tris Sex” (brano presentato a Sanremo Social 2012), e lo fa insieme a Glamour Studio per dare forma visiva ai suoi progetti artistici. Un assaggio della nuova collaborazione è già disponibile online con una video intervista di presentazione del nuovo video, già a quota 42mila visite in pochi giorni, in cui Miss Maria spiega i motivi della scelta di usare il suo corpo per lanciare messaggi contro chi fa del mercimonio della donna uno strumento di potere, ed è visibile al seguente link: http://youtu.be/1jjMYdDJGCg.

Lo scopo è quello di utilizzare l’appeal delle sue grazie per lanciare messaggi forti, dirompenti. L’obiettivo è sempre il medesimo: denunciare il sistema marcio, l’impero del male che si cela dietro la nostra vita, a discapito di un’esistenza sempre più miserevole. Qui le sue dichiarazioni: http://affaritaliani.libero.it/coffeebreak/il-segreto-di-maurilla-miss-maria-presenta-il-nuovo-video.html

L’agenzia foto-cinematografica GLAMOUR STUDIO diventa così partnership di Affaritaliani per seguire da vicino il nuovo progetto della provocatoria e provocante Francesca Giaccari, in arte Miss Maria, che in questi giorni, con un concept corale di Glamour Studio, sta girando inoltre il suo nuovo videoclip “Il segreto di Maurilla”, che sarà in anteprima online sulla home page di Affari Italiani e Libero.it dal 16 aprile, ed è testimonial di “Music Web Cup”, il nuovo concorso on line ideato da Affari Italiani per promuovere i musicisti esordienti e smuovere un mercato ormai stantio, attraverso i criteri della democrazia del web.

www.fotoglamourstudio.it – Facebook: FotoGlamourStudio

IL PICCOLO TEATRO DI MILANO SI RACCONTA

La Scuola di Teatro dello Stabile quest’anno  si è rinnovata ampliando i propri orizzonti progettuali e confini territoriali:  il nuovo corso è costituito da un anno propedeutico partito già dal gennaio scorso, per preparare gli allievi tra i 17 e i 28 anni alla selezione nelle Scuole e Accademie Nazionali italiane (progetto didattico di Nicoletta Robello). Il percorso della propedeutica è dedicato esclusivamente ad allievi giovanissimi che vogliano intraprendere il mestiere del teatro attraverso lo studio nelle scuole di recitazione nazionali nelle sezioni di recitazione, regia o drammaturgia. A questo fine il Teatro Stabile delle Marche ha come punti di riferimento di progetto le più importanti Scuole italiane: Milano Teatro Scuola Paolo Grassi, la Scuola di Recitazione del Piccolo Teatro di Milano, la Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova, la Scuola di Teatro dello Stabile di Torino, l’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma.

Gli allievi della Scuola del Teatro Stabile delle Marche, Il mestiere dell’attore, al lavoro già da alcuni mesi, stanno seguendo corsi e lezioni e parteciperanno ad un ciclo di seminari con diversi insegnanti provenienti dalle Scuole di recitazione nazionali. Dopo Alessio Romano del Teatro Stabile di Torino, sabato 14 aprile è la volta del seminario con Laura Pasetti, docente della Scuola del Piccolo Teatro di Milano, dalle ore 10 alle ore 14 e dalle 15 alle 19 presso il Teatro alla Mole – il seminario si terrà con gli allievi del 1° e 2° anno della Scuola dello Stabile delle Marche. La crociata  dei ragazzi di Bertolt Brecht  è il testo sul quale gli allievi lavoreranno durante il seminario.

Domenica 15 aprile al Teatro alla Mole dalle ore 11 alle 13 Laura Pasetti terrà un incontro aperto alla città sulla poetica della Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Seguono altri due seminari: sabato 5 maggio seminario con Francesco Manetti, docente di recitazione dell’Accademia Silvio d’Amico, dalle ore 10 alle ore 14 e dalle ore 15 alle 19 presso la Sala Melpomene – il seminario si terrà con gli allievi del 1° e 2° anno, domenica 6 maggio incontro aperto al pubblico  invitato, allievi ed ex allievi, dalle ore 11 alle ore 13 sempre presso la Sala Melpomene.

Lunedì 21 e martedì 22 maggio seminario e incontro con Anna Laura Messeri, direttrice della Scuola del Teatro Stabile di Genova

 

Atm e Fiera Milano: al via la sperimentazione del biglietto integrato

Grazie alla stretta collaborazione tra ATM e Fiera Milano, prende il via con il Salone Internazionale del Mobile edizione 2012 una prima sperimentazione di biglietto integrato per l’accesso sia al trasporto pubblico sia al polo espositivo di Rho Fiera. Un progetto sul quale stanno lavorando da tempo i settori Information and Communication Technology delle due società.

 

Per l’appuntamento del Salone del Mobile in programma al polo fieristico dal 17 al 22 aprile, verranno stampati e distribuiti per una prima sperimentazione 300 biglietti integrati con validità giornaliera. Il gruppo dei 300 sperimentatori – individuato attraverso una selezione compiuta congiuntamente da ATM, Fiera Milano e dagli organizzatori della manifestazione – riceverà i nuovi speciali ticket.

L’obiettivo è verificare le rispondenze tecnologiche del sistema che vede unite le due “infrastrutture” informatiche, per permettere l’accesso delle persone con il biglietto unico  sulla rete ATM e ai tornelli del Salone del Mobile. Verrà quindi usata una “codifica” doppia sia su banda magnetica che su tecnologia tipo codice a barre.

 

Dopo questa prima sperimentazione – e previo accordo con le segreterie organizzative delle mostre – il nuovo servizio verrà progressivamente esteso alle manifestazioni in calendario a Fiera Milano nel secondo semestre.

 

I due dipartimenti Information and Communication Technology di ATM e Fiera Milano stanno  mettendo a punto una struttura tecnologica che a regime funzionerà così: collegandosi al sito della manifestazione sarà possibile acquistare il ticket integrato e poi ritirarlo, con il codice ricevuto, in metropolitana attraverso le emettitrici automatiche. Il nuovo biglietto sarà personalizzabile. È attualmente in corso di valutazione il costo di tale opzione che non sarà comunque a carico dell’utente.

RICORDANDO CORRADO ROLLERO

Domenica, 22 aprile 2012, alle ore 10.30, nel rinnovato spazio dell’Auditorium  San Francesco, Piazza San Francesco, Chiavari, l’Associazione Culturale VOLONTARI PER LA MUSICA darà vita al secondo di due concerti facenti parte di una iniziativa culturale, attraverso la quale l’Associazione intende far conoscere la propria attività che sta svolgendo a Chiavari e nel Levante Ligure.

Tra gli scopi che si prefigge questa Associazione vi è quello di diffondere la musica classica, avvicinando, con programmi accattivanti e mai banali, sia chi abita il territorio sia i turisti. Nel contempo l’Associazione si propone di “lanciare” esecutori giovani e giovanissimi che provengano dai nostri eccellenti Conservatori e che, dopo anni e anni di studio, difficilmente avrebbero l’opportunità di farsi adeguatamente conoscere. Il momento per dar vita ad una iniziativa di tal genere è particolarmente proficuo, in quanto, nell’imminenza delle elezioni amministrative, si intenderebbero sensibilizzare i candidati sindaci di Chiavari circa l’importanza di sostenere, nei propri programmi, la cultura di cui c’è veramente tanto bisogno. E’ dimostrato infatti come la cultura, quella musicale nello specifico, non sia un costo inutile e superfluo, ma un investimento a breve/medio termine assai redditizio. L’Associazione realizzerà anche questo secondo concerto per il tramite della Nuova Orchestra Sinfonica di Chiavari, un’ orchestra nata per colmare un vuoto “storico” nel Levante Ligure, quello della mancanza di una compagine sinfonica locale vera e propria, a fronte per contro di una grande offerta di bande anche eccellenti. La Nuova Orchestra Sinfonica di Chiavari ha al suo attivo ben tre stagioni musicali di tutto rispetto con presenze di spicco, quali Damerini, Ughi, il soprano Luciana Serra, i Ballerini del Teatro alla Scala di Milano nonché, nel 2011, una tournée di grande successo in Guatemala, Nicaragua e Peru’, tournée che si ripeterà anche nel 2012 in Peru’ e in Venezuela.

Il giorno 22 aprile p.v. avrà dunque luogo il Concerto  “RICORDANDO CORRADO ROLLERO” che vedrà come interprete un solista la cui fama sta superando i confini nazionali, il giovane Emanuele Delucchi. Chi era Corrado Rollero? E’ stato un pianista straordinario cui ha dato i natali la nostra terra. Interprete raffinato e sensibile, si è qualificato e/o ha vinto i maggiori concorsi pianistici internazionali, ivi compreso il Premio Chopin di Varsavia. Rollero ci ha lasciati improvvisamente e tragicamente, oltre dieci anni or sono. L’Associazione Volontari per la Musica vuole ricordarlo con questo concerto speciale. Il giovane Delucchi interpreterà un pezzo tanto caro al Maestro Rollero, il Concerto per pianoforte e orchestra n. 2 di F. Chopin. L’incontro si concluderà con la Sinfonia n. 7 in la magg. op.92 di L. van Beethoven.

L’Orchestra e il giovane solista saranno diretti dal M° Paolo Ferrara,  un direttore d’orchestra molto conosciuto sia in Italia sia all’estero. Ha diretto l’ Orchestra del Regio di Torino, la Sinfonica Abruzzese, I Solisti Aquilani. Con l’Ensemble Europeo Antidogma Musica si è esibito, all’estero, in teatri molti importanti: a Ginevra, Alicante, Las Palmas, Amsterdam, Helsinki, Parigi. E’ molto noto ad amato in Giappone dove ha collaborato con le maggiori orchestre nipponiche sia a Tokio sia a Osaka.

Anche questo concerto h ottenuto il Patrocinio del Comune di Chiavari.

L’ Associazione Volontari per la Musica

presenta

Concerto

Ricordando Corrado Rollero

NUOVA ORCHESTRA SINFONICA DI CHIAVARI

In programma musiche di Chopin e Beethoven

Emanuele Delucchi, pianoforte

Paolo Ferrara, direttore

Domenica, 22 aprile 2012

Ore 10.30

Auditorium San Francesco

Piazza San Francesco

Chiavari

Ingresso libero

Con il Patrocinio del Comune di Chiavari