Fashion Week

cosenza fashion week
cosenza fashion week

Gran finale di Altamoda alla seconda edizione di Cosenza , evento ideato e organizzato da Giada Falcone.
Anche quest’anno quattro giorni dedicati alla moda con sfilate, workshop, eventi culturali, dibattiti e open day.

Una città che ha risposto bene ad un format originale e innovativo e che ha ospitato tanti giovani stilisti emergenti e i big dell’alta moda.

Special Guest assoluto Anton Giulio Grande che ha ricevuto da Cosenza Fashion Week e dall’amministrazione comunale nella persona del sindaco Mario Occhiuto, il Telesio d’Argento per i suoi primi 20 anni di carriera.

Un testimonial d’eccezione, un esempio di quanto al sud si può fare moda e diventare noti sul panorama nazionale.

In passerella abiti sensuali ed eleganti, veli e trasparenze, una collezione di alta moda, quella di Anton Giulio Grande, lo stilista amato dalle star della tv.

Grande attesa anche per la stilista Sladana Krstic che é riuscita ad incantare il pubblico di Cosenza per la seconda volta con la sua nuova collezione.
Abiti da favola, fantasie e tessuti originali per la stilista croata che ha partecipato anche ad Altaroma con lo staff della Cosenza Fashion week lo scorso gennaio 2018.

Intanto Cosenza Fashion Week si candida a diventare uno degli eventi moda più importanti del Sud Italia anche per la sua partecipazione, con una sezione off a gennaio 2018, all’Interno del calendario ufficiale di AltaRoma.

Un bilancio positivo per l’edizione a Cosenza tenutasi dal 24 al 27 maggio, che ha incantato tutti in termini di visibilità, numeri e prospettive.

Un progetto ambizioso- come ha affermato Giada Falcone- ma che guarda al futuro, per dire che anche al sud si può fare moda concretamente.

Unpli Provincia di Cosenza

Unpli
Unpli

Ad Amantea, ridente cittadina del Tirreno cosentino, in un noto hotel di Campora San Giovanni, si è svolto un incontro indetto dall’UNPLI (Unione Nazionale Pro Loco d’Italia) provinciale per evidenziare lo stato dell’arte del sodalizio e per definire le prospettive future.

Alla presenza di delegati dell’associazione e di istituzioni di vario livello Antonello Grosso La Valle, presidente provinciale e consigliere nazionale dell’UNPLI, ha tracciato le linee guida ed ha esortato i politici presenti, su tutti il consigliere regionale Mauro D’Acri, ad un impegno mirato alla valorizzazione dei nostri paesi ricchi di storia, tradizioni e cultura, meritevoli di attenzione e di adeguato supporto.

L’impegno dell’UNPLI provinciale di Cosenza è quello di cooperare con la P.A., le Istituzioni Scolastiche e Religiose, con le associazioni di Volontariato, con il Terzo Settore, con le organizzazioni di categoria, con altri enti, con l’Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia, per la promozione e la valorizzazione dell’Italia, della Calabria e della Provincia di Cosenza, in campo sociale, turistico, culturale, ambientale, ecologico, naturalistico, paesaggistico, sportivo, nell’ambito della solidarietà, del volontariato e delle politiche giovanili.

E’ necessario tener presente l’appeal del brand UNPLI / Pro Loco che cresce a livelli esponenziali considerando la presenza capillare e i tanti percorsi di cittadinanza attiva nei territori calabresi; la molteplicità delle iniziative culturali, sociali, turistiche, ambientali per la promozione e valorizzazione dell’immenso patrimonio materiale e immateriale; il percorso dedicato ai Borghi (2017 Anno dei Borghi); Anno internazionale del turismo sostenibile (2017) per lo sviluppo, per favorire l’ambiente e le economie in difficoltà; l’impegno costante per la valorizzazione delle risorse umane (progetti servizio civile, artisti: musica, arte, pittura, teatro, ecc…); il percorso dei Cammini; il percorso itinerari per l’ampliamento della offerta turistica; la volontà di partecipare e condividere il percorso di sinergie e di coesione attraverso lo scambio di idee/progetti, e un costante confronto per una maggiore conoscenza dei territori/comunità con la logica integrata (bottom up), innovativa nell’attuazione delle politiche di inclusione sociale, per lo sviluppo dell’economia sociale e per tutte le forme di Turismo (accessibile/sociale, scolastico, culturale, naturalistico, ecc…).

In particolare sono stati enunciati i seguenti obiettivi:

– creazione di dipartimenti con il coinvolgimento di personalità anche esterne; – il coinvolgimento dei calabresi in Italia e all’Estero con la realizzazione di un osservatorio/dipartimento; – il recupero di economie dal basso anche con lo strumento delle tecnologie (crowdfunding, ecc..); – nuovo portale web; – partecipazione a meeting e fiere; – responsabilità sociale d’impresa; – convenzioni con le imprese per rafforzare le eccellenze dei territori; – guida dei territori; – circuito degli artisti locali / artigianato tipico.

Ha sottolineato, altresì, il presidente provinciale, la necessità del sostegno da parte della politica e dagli imprenditori attivi nel territorio per dare slancio, entusiasmo e motivazioni ai nostri centri e per renderli sempre più competitivi e aperti.

Nel corso dell’iniziativa sono stati, inoltre, consegnati attestati di merito a persone che si sono distinte nell’espletamento delle proprie funzioni.

Tra passato e presente. Natale a Palazzo Arnone

Palazzo Arnone

Venerdì 18 dicembre 2015, alle ore 17.00, in occasione delle festività natalizie, Palazzo Arnone ospiterà un incontro dedicato all’arte antica e contemporanea, promosso dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dal Comune di Cosenza.

Alla manifestazione interverranno Angela Tecce, direttore Polo Museale della Calabria; Mario Occhiuto, sindaco e presidente della Provincia di Cosenza; Margherita Eichberg, soprintendente Belle Arti e Paesaggio della Calabria; Salvatore Patamia, direttore Segretariato Regionale MiBACT per la Calabria; Carmine Gesualdo, comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Cosenza; Francesco Bruno, sindaco di Belmonte e Nella Mari, direttore della Galleria Nazionale di Cosenza.

Angela Tecce e Margherita Eichberg presenteranno al pubblico l’Annunciazione di Belmonte Calabro che sarà esposta nelle sale di Palazzo Arnone.
L’opera, proveniente dalla Chiesa dell’Annunciazione in Belmonte Calabro, databile alla fine del sec. XV, è esempio mirabile della ripresa, in ambito napoletano, di forme pittoriche strettamente legate all’ambiente catalano-valenciano-andaluso.

La tavola dell’Annunciazione, oggetto negli ultimi anni di un nuovo restauro, viene restituita al grande pubblico come una delle opere più interessanti nel panorama artistico meridionale. Presenterà il dibattito storico-artistico in corso sull’attribuzione dell’opera Melissa Acquesta.

Mario Occhiuto presenterà l’iniziativa BoCS Art con il curatore Alberto Dambruoso, direttore artistico de I Martedì Critici, l’associazione culturale che, in collaborazione con il Comune e la Provincia di Cosenza, ha ideato e promosso il progetto di Residenza artistica Cosenza 2015, vincitore del Premio Smau Napoli 2015 sezione ‘Communities’ nell’ambito delle città più innovative d’Italia.

La sezione di arte contemporanea della Galleria Nazionale di Cosenza ospiterà, fino al 17 gennaio 2016, una significativa selezione curata da Gemma-Anais Principe, che ne illustrerà i criteri espositivi.
Carmine Gesualdo parlerà dei compiti e delle attività di tutela dei Carabinieri del Nucleo Patrimonio Culturale della Calabria.

Concluderà la serata una performance musicale diretta da Remo De Vico, compositore e sound designer che sarà accompagnato da alcuni elementi della Slaps Orchestra, formazione di musica elettronica che, suonando per 24 ore consecutive, ha di recente battuto il record di esibizione live.
Al termine della manifestazione sarà disponibile da Palazzo Arnone il servizio navetta AMACO che accompagnerà il pubblico interessato al lungofiume, dove avrà luogo alle ore 19.00 il finissage della Residenza BoCS art in corso.

L’Annunciazione di Belmonte Calabro e le opere degli artisti della  Residenza artistica Cosenza 2015 resteranno esposte in Galleria secondo il seguente orario: 10.00/18.00, tutti i giorni tranne il lunedì.

Elenco artisti in mostra

AfterAll
Davide D’Elia
Niccolò De Napoli
Ninni Donato
Alessandro Fonte
Paolo Grassino
Raffaella Mariniello
Shawnette Poe
Giacomo Roccon
Vincenzo Rusciano
Giovanni Termini
ZEROOTTOUNO

Il lillà bianco – Liliana

Il lillà bianco - Liliana

Sabato 5 dicembre 2015, alle ore 17.00, a Cosenza, nella prestigiosa Sala “Gullo” della Casa delle Culture, sarà presentato Il lillà bianco – Liliana (The Writer Edizioni), un interessante volume di Marlisa Albamonte.

Interverranno all’iniziativa, moderata dallo scrivente: Rosaria Succurro, assessore comunale; Elvira Graziani, direttrice della Biblioteca Nazionale di Cosenza e l’autrice.

Questo romanzo, come il precedente L’ho fatto per amore – Giulia, ha una narrazione  veloce, semplice, diretta.  Racconta momenti di vita vissuta, con garbo e sensibilità. Il lavoro di Marlisa Albamonte è utile proprio in periodi come questi dove si impone l’ossessiva affermazione del denaro e della carriera e l’umanità, la fragilità delle persone viene considerata se non negativa, almeno marginale.

Il volume si pregia di un’appropriata prefazione, curata da Elvira Graziani

Sera d’estate a Palazzo Arnone

 

Sabato 23 giugno prossimo, a Cosenza , Palazzo Arnone, dalle ore 20.00 alle 02.00, 

si terrà Sera d’estate a Palazzo Arnone, arti visive, musica, teatro e visite guidate ai capolavori della Galleria Nazionale di Cosenza.

La serata sarà accompagnata dalle straordinarie note del Conservatorio di Musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza con un ricco repertorio che spazierà fra musica antica, romanza italiana dell’Ottocento, musica latina, sonorità e improvvisazioni jazz. 

Il percorso Oltre il visibile condurrà alla scoperta dei tanti affascinanti segreti che le opere della Galleria Nazionale di Cosenza custodiscono. Sarà possibile inoltre visitare la mostra di arte contemporanea Giulio Telarico – Dialogo con l’ombra e la sua suggestiva installazione La stanza segnata. 

Alle 20.30 e in replica alle 22.30, nella Sala Luca Giordano della GNC un’attenzione speciale sarà riservata ai piccoli ospiti ai quali la Compagnia Libero Teatro di Cosenza dedicherà la performance interattiva Tele-in-visione, per raccontare divertendo alcune fra le opere più significative di Luca Giordano e Mattia Preti.  

Sempre alle 20.30 e con replica alle 23.00, il piccolo giallo comico surreale di Jean Tardieu  C’era folla al castello a cura  del Laboratorio Teatrale del Conservatorio di Cosenza intratterrà gli amanti del teatro.

Nelle ore del latenight show, dopo la mezzanotte e fino alle due del mattino per il pubblico dei nottambuli, Dj Set  shirt vs t-shirt.

Per raggiungere facilmente  Palazzo Arnone il Comune di Cosenza e l’Amaco hanno predisposto un servizio gratuito di navetta.