Nuove misure adottate da Gruppo CAP

acquedotto-gruppo-cap-mr
acquedotto-gruppo-cap-mr

Gruppo CAP adotta nuove misure per sostenere i fornitori e la futura ripresa dell’economia.Parola d’ordine: semplificare.Per rispondere in modo tempestivo ed efficace alle difficoltà economiche causate dall’emergenza in atto, il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, dopo aver attuato una serie di iniziative a sostegno degli utenti e a garanzia della liquidità per i fornitori, ha deciso di intervenire anche sulle procedure di appalto.

Già in queste settimane le richieste di nuove gare sono aumentate di quasi l’80% e verranno presto pubblicate sul sitogruppocap.it. Per queste ragioni Gruppo CAP intende accelerare le procedure di gara necessarie per ripartire a pieno regime una volta terminata l’emergenza sanitaria.

“La salvaguardia e la salute dei cittadini così come lo sviluppo sostenibile del territorio sono le priorità di un’azienda pubblica come Gruppo CAP, afferma Michele Falcone, direttore generale di Gruppo CAP. Per questo stiamo pensando già da ora al rilancio economico successivo alla crisi, assicurandoci innanzitutto che le imprese presenti sul territorio restino operative e possano aprire in tempi rapidi i cantieri nei comuni della Città Metropolitana, una volta superata l’emergenza”.

Gruppo CAP manterrà infatti tempi e modalità sulle procedure di appalto relative ai lavori considerati essenziali, per garantire la prosecuzione del servizio idrico, mentre posticiperà dopo il 15 aprile, per mantenere i livelli massimi di sicurezza stabiliti dal Decreto “Cura Italia”, i lavori ordinari che possono essere rinviati. L’ordinanza pubblicata dalla Regione Lombardia consente infatti l’apertura dei canteri legati ai servizi essenziali, bloccando temporaneamente tutti gli altri.

CAP vuole garantire alle imprese la possibilità di continuare a partecipare e, conseguentemente, ad aggiudicarsi le gare bandite in questo periodo, grazie a un processo di semplificazione dei termini di accesso.Ogni passaggio delle procedure di appalto, infatti, è stato “snellito” per agevolare l’adesione di un maggior numero di fornitori, per i quali è stato favorito l’accesso all’albo dei fornitori e al sistema di qualificazione.

È stato eliminato inoltre l’obbligo di sopralluoghi, che verranno sostituiti da procedure innovative come rilievi con droni o in tecnologia 3D,ed è stato ridotto anche l’obbligo di prestare garanzie, fidejussorie e cauzioni per accedere alle procedure di gara.Anche gli elenchi prezzi oggi in vigore potranno essere rivisti alla luce di un aumento di costi legato alla difficoltà di approvvigionamento.

Sarà preferita, come sempre, la valutazione secondo il principio dell’offerta economicamente più vantaggiosa e per tutti i fornitori è stato messo online un vademecum utile per la formulazione delle offerte. Sul sito gruppocap.it è disponibile per il download una guida dedicata che spiega i criteri tecnici dell’offerta economicamente più vantaggiosa, specie con riguardo alla sicurezza e alle politiche ambientali.

Si tratta una serie di misure che vanno ad aggiungersi a quelle lanciate già scorsa settimana e che prevedono per tutti i fornitori un anticipo dei pagamenti delle prestazioni già effettuate, con la possibilità di chiedere un anticipo del 20% del contratto per le prestazioni non ancora effettuate senza costi di polizza e fidejussione, che sarannocoperti da CAP.

Città metropolitana a favore delle scuole

citta_metropolitana_milano
citta_metropolitana_milano

Nonostante l’emergenza Coronavirus, le attività della Città metropolitana proseguono. In questi giorni importanti risultati sono stati raggiunti a favore degli istituti superiori della nostra area metropolitana. Nel dettaglio:

. La collaborazione tra la Città metropolitana, il Gruppo CAP, le amministrazioni comunali interessate e l’IPIA di Cernusco sul Naviglio ha centrato l’obiettivo: a settembre 2020 si attiverà il primo corso in regione Lombardia di “Gestione delle acque e risanamento ambientale” che ha ottenuto il numero di studenti iscritti necessari.

. La Fondazione di Comunità Milano ha finanziato il progetto CollegaMenti Digitali, presentato su un bando della Fondazione Mondo Digitale, con il supporto della Città metropolitana e dell’Istituto Falcone-Righi di Corsico. Questa iniziativa prevede la progettazione, l’allestimento e l’animazione di una Palestra dell’Innovazione: dal laboratorio di robotica a quello di fabbricazione digitale, a beneficio degli studenti e docenti del Falcone-Righi che la ospita e di tutti gli istituti del territorio.

. L’Istituto bancario Intesa Sanpaolo, a seguito della riorganizzazione dei propri spazi e filiali, ha messo a disposizione delle nostre scuole arredi in ottime condizioni. La Città metropolitana ne ha facilitato il riuso, gestendo la distribuzione alle due scuole di Abbiategrasso: gli Istituti Bachelet e Alessandrini.

. Infine la Città Metropolitana ha sottoscritto un accordo con la società Fastweb per distribuire 583 monitor LED alle 24 scuole che ne hanno fatto richiesta. Questa virtuosa collaborazione tra pubblico e privato mette a disposizione valide attrezzature tecnologiche ai nostri istituti. La consegna è prevista alla riapertura delle scuole.

Gruppo Cap garantisce i servizi essenziali

Spsportelli-chiusi-corona-virus.
Sportelli-chiusi-corona-virus.

Il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano annuncia la chiusura di uffici e sportelli aperti al pubblico, garantendogli interventi urgenti e le attività non rimandabili. L’invito per i cittadini è di utilizzare i canali telefonici e online solo se necessario.

In relazione all’evoluzione dell’epidemia di Coronavirus/Covid-19 e visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, Gruppo CAP, il gestore del servizio idrico integrato della Città metropolitana di Milano, ha deciso di chiudere da oggi 9 marzo fino al 3 aprile tutte le attività di sportello aperte al pubblico e di sospendere tutti gli appuntamenti con gli operatori dei punti acqua e con i tecnici incaricati dei sopralluoghi. Saranno sospese anche le attività di lettura e le sostituzioni programmate dei contatori.

Rimangono operativi con i livelli minimi di servizio a garanzia di urgenze e di prestazioni non rimandabili, le squadre di pronto intervento e le operazioni tecniche per allacciamenti e sopralluoghi urgenti.

Numero verde Servizi al pubblico: 800.428.428
Numero verde Pronto Intervento: 800. 175.571
Sito web: www.gruppocap.it sezione clienti

La scelta di ridurre al minimo i contatti tra le persone di Gruppo CAP, i clienti e gli spostamenti, risponde alle indicazioni delle autorità sanitarie e, allo stesso tempo, rappresenta uno dei tasselli del piano operativo previsto da Gruppo CAP per la gestione delle crisi sanitarie, durante le quali la priorità dell’azienda è la garanzia assoluta della continuità e qualità del servizio, che sono sempre assicurati, e la massima tutela della salute di tutte le persone.

Virus Hiv e Hcv: Easy Test gratuito

CDI_immagine_esterno_SaintBon
CDI_immagine_esterno_SaintBon

Venerdì 7 febbraio torna l’appuntamento con EASY TEST per l’individuazione dell’infezione da virus HIV e HCV

A partire da venerdì 7 febbraio 2020, con cadenza mensile, sarà possibile eseguire gratuitamente EASY TEST, i test rapidi per l’individuazione di anticorpi specifici contro i virus HIV e HCV, promossi dall’IRCCS Ospedale San Raffaele, in collaborazione con ATS Milano – Città Metropolitana, Anlaids e il Centro Diagnostico Italiano (CDI).

I test, effettuati da operatori sanitari, sono totalmente gratuiti e anonimi e danno il risultato in pochi minuti. Un medico sarà a disposizione per eventuali dubbi o domande. É possibile eseguire i test presso il punto prelievo Ospedale San Raffaele, in via Spallanzani 15, presso nove diverse sedi del Centro Diagnostico Italiano (CDI) – a Milano in via Saint Bon 20, a Legnano, Corsico, Cernusco sul Naviglio, Rho, Pavia, Corteolona, Varese e Uboldo – e presso il punto prelievo ATS Milano – Città Metropolitana, in viale Jenner 44.

I numeri dell’HIV in Italia

Da 10 anni Easy Test è un appuntamento mensile che ha l’obiettivo di prevenire la trasmissione del virus HIV e del virus dell’epatite C sul territorio. Nel 2018 solo in Italia, secondo i dati dell’Istituto Superiore della Sanità, sono state riportate 2847 nuove diagnosi di infezione da HIV, pari a 4,7 nuovi casi per 100.000 residenti. I dati mostrano una leggera diminuzione rispetto al 2017, ma purtroppo continua ad aumentare la quota di persone (57% nel 2018) che scoprono di essere sieropositive molti anni dopo essersi infettate, avendo quindi già compromesso il sistema immunitario e avendo probabilmente già contagiato eventuali partner.

Perché fare il test

Se fino a un paio di decenni fa contrarre l’HIV era considerato una condanna, oggi il virus fa meno paura ma è necessario diagnosticarlo precocemente. Grazie all’efficacia dei farmaci disponibili è infatti possibile bloccare la replicazione del virus e evitare l’insorgenza dell’AIDS in oltre il 90% dei casi. Oltretutto essere a viremia negativa significa non trasmettere il virus ad altri: questo è il messaggio della campagna universale U=U (undetectable = untransmittable) che vede uniti nella sfida ricercatori e associazioni dei pazienti in tutto il mondo.

Che cos’è EASY TEST

Easy test è un test per l’individuazione degli anticorpi HIV e HCV ed è molto rapido: può essere eseguito su un campione di saliva o di sangue, prelevato con un pungidito*. Un medico è a disposizione per eventuali dubbi o domande.

* presso il CDI il test sarà effettuato attraverso il campione salivare.

7 febbraio 2020

Vieni a fare EASY TEST

Scopri tutte le sedi e orari:

https://www.easytest.it/

News Atm

immagine corone STIBM
immagine corone STIBM

Dal 15 luglio 2019 entra in vigore il nuovo Sistema Tariffario Integrato del Bacino di Mobilità (STIBM) in sostituzione del Sistema Integrato Tariffario dell’Area Milanese (SITAM); esso si estende a tutti i comuni che fanno parte della Città metropolitana di Milano e della Provincia di Monza e Brianza.

Con i titoli di viaggio del nuovo Sistema Tariffario è possibile viaggiare sulle linee della metropolitana e di superficie di ATM, urbane ed extraurbane, e sulle linee di trasporto pubblico extraurbane dei diversi gestori attivi sul territorio.

Il Sistema considera come centro di riferimento la città di Milano a partire dalla quale il territorio circostante è stato idealmente suddiviso in corone concentriche che rappresentano ciascuna una zona tariffaria.