Maledimiele

 

 

Maledimiele
è la storia di Sara, un’adolescente di quindici anni che si ammala di anoressia.Non è la storia di un’anoressica.

Sara conduce una doppia vita: quella alla luce del sole, dove recita la parte della brava

ragazza, diligente e apparentemente senza problemi e quella segreta fatta di costrizioni, di

autodisciplina e di regole ferree per imporre al suo corpo un irraggiungibile peso ideale.

Inizialmente nessuno sembra accorgersi di niente: sia i genitori che le amiche del cuore

faticano a vedere l’evolversi della malattia. Sara riesce infatti a nascondere le sue abitudini: i

digiuni forzati, le corse nel parco spinte fino allo sfinimento, le ore in palestra, i pranzi e le cene

occultati sapientemente nel bidone dell’immondizia sotto casa. Allo stesso tempo Sara

costruisce la sua “camera dei segreti”, dove stare tranquilla e agire indisturbata.

Mentre dimagrisce Sara si sente sempre più forte, potente, invincibile. Tutto sembra procedere

senza problemi fino a quando la ragazza sviene durante una gita scolastica. Da quel momento

i suoi problemi con il cibo, fino a quel momento invisibili, diventano evidenti a tutti.

 

NOTE DI REGIA

 

Maledimiele

 

è incentrato sulla storia di Sara, un’adolescente di quindici anni che precipita, in

modo lento ma inesorabile, nell’abisso dell’anoressia.

Ogni blocco narrativo è suddiviso ed evidenziato da un numero in cifre che indica il peso della

protagonista. La scansione numerica accompagna passo dopo passo lo spettatore

nell’evolversi della malattia e lo conduce dentro la dimensione mentale della stessa, evitando

ogni compiacimento voyeuristico.

All’inizio la protagonista del film vuole dimagrire per rientrare nella taglia perfetta, ma il

meccanismo del digiuno le sfugge di mano sottomettendo pensieri, sogni ed emozioni al suo

dominio. Il movimento è finalizzato a consumare energie e calorie, i pensieri a escogitare

trucchi e stratagemmi per evitare di assumere o per espellere il cibo e anche i rapporti umani

vengono cristallizzati da un progetto che impone una visione di sé imperniata sulla forza di

volontà.

Chi si ammala di anoressia è schiavo di un tiranno senza volto che esige sottomissione

incondizionata.

Mentre si scarnifica, un’anoressica si fa bella corteggiando la morte. I sintomi dell’anoressia

costituiscono un linguaggio del corpo che reclama ascolto, ma nella fretta del quotidiano non

c’è tempo per vedere il dolore dell’altro.

Nella società dell’abbondanza un’anoressica si lascia morire di fame: forse il troppo di tutto si

sta trasformando in troppo di niente.

L’AUTORE

Laureato in Lettere con indirizzo in Comunicazioni Sociali presso l’Università Cattolica di Milano,

ha frequentato “Ipotesi Cinema” coordinato e diretto da Ermanno Olmi.

Dal 1996 lavora come regista di spot pubblicitari e documentari industriali.

Come regista realizza diversi documentari con cui ottiene importanti premi e riconoscimenti ai

principali festival internazionali (tra cui la Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di

Venezia, Clermond Ferrand, Theran, Valencia, Montreal) e che sono stati acquistati dai

maggiori distributori cinematografici e televisivi a livello internazionale.

 

Con il suo primo lungometraggio, 

20-Venti

, partecipa alla Berlinale nella sezione Forum (2000),

al Williamsburg Film Festival di New York, (in concorso per Best Cinematography e Best

Soundtrack 2000), al Festival di Annecy (premio CICAE della giuria dei critici internazionali) e a

numerosi altri festival e rassegne di respiro internazionale.

Ha diretto

 

Bradipo

, una sit-com metalinguistica in dodici puntate di 30′ prodotta da MTV Europe (2002).

Ha curato la realizzazione di

 

Zobeide

, libero adattamento cinematografico di una delle città

invisibili descritte nell’omonimo romanzo di Italo Calvino. Il film e la relativa installazione hanno

fatto parte della mostra collettiva Città In/visibili allestita presso la Triennale di Milano (2003).

Tra i documentari si segnalano

 

Senza tregua,

presentato alla 60 Mostra Internazionale d’Arte 

Cinematografica di Venezia (sezione Nuovi Territori, 2003),

Il primo giorno

, realizzato con il

contributo della Presidenza e dell’Assessorato alla Cultura della Provincia di Milano in

occasione del 60 anniversario della Liberazione (2005) e

 

Dimmi qual è il colore del cielo

, un

piccolo comizio d’amore sull’adolescenza in cui quattro ragazze di sedici anni si raccontano e

svelano il loro rapporto con il mondo (2007), in concorso al Bellaria Film Festival (edizione 2008).

“Mondo Folle”

Monitore Film presenta “Mondo folle”, un film di Fabio Del Greco. Dal 23 aprile 2012 l’opera cinematografica sarà disponibile gratuitamente su Youtube. Il lungometraggio con la regia di Del Greco ha tra gli interpreti Chiara Pavoni, Saverio Perri, Vasco Montez, Francesco Nocito, Aldo Cerasuolo e Alexandra Maravia.

In “Mondo Folle”, Luca, cameriere precario e squattrinato con una relazione in crisi con la sua ragazza, vive un periodo di vita pieno di dubbi, quando rincontra Chiara, ex collega del corso di laurea in filosofia, che invece si è realizzata ed ha aperto un locale con cui guadagna molto bene.

Luca lascia la sua vecchia vita ed inizia una relazione con Chiara: gestisce insieme a lei il locale, grazie al quale, con un giro di escort e cocaina ai politici che lo frequentano, riesce ad uscire dalla sua difficile condizione economica. Chiara però non ottiene l’appalto dell’ex fornace dall’onorevole Saverio e lo ricatta con un video che lo ritrae mentre ha un rapporto sessuale con un trans.

In definitiva il film è una storia che merita di essere raccontata, dove la realtà appartiene a chiunque, quando si vive tra precarietà, frustrazioni esistenziali, sfiducia nel proprio paese.

La showgirl brasiliana Luciane Dias sogna il cinema!

Forse nel sangue di Luciane Dias scorre l’energia di quell’imponente fiume della sua  terra d’origine, il Rio delle Amazzoni. Infatti la showgirl di questo mese per il sito dell’autore tv e talent scout Alessandro Coppi proviene proprio dalla città principale che apre le porte della foresta Amazzonica: Belem Parà. Lascia il Brasile all’età di venti anni e si trasferisce in Italia forse per amore o per ambizione ma soprattutto per sfogare quella voglia di fare che appartiene a quel suo carattere vulcanico . Ed è  proprio la capitale, dove trova rifugio, che gli spalanca le braccia e gli offre subito delle opportunità lavorative. Certo il suo asso nella manica era il ballo, soprattutto la Samba, simbolo e folclore della sua terra natìa. Quindi incomincia subito con delle incursioni danzati in alcuni programmi tv come “La prova del Cuoco” capitanata dalla simpaticissima Antonellina Clerici , “Domenica in”, “Alle falde del Kilimangiaro” trasmissione storica di Raitre condotta dalla bella e dolce Licia Colò per passare a “Buona Domenica” targata Mediaset sotto la guida di un’altra signora della tv Paola Perego. Poi un periodo di pausa per questioni famigliari, ma che da la possibilità di far pensare alla Dias che un suo eventuale rientro nello show business dovesse essere tutto sotto un’altra veste: puntare sul Cinema. Studia recitazione con dedizione e passione e parallelamente si approccia al set: la vediamo in “Notte prima degli esami – parte II”  per passare alla fiction rai in “Tutti pazzi per amore 2” e partecipare alla serie italiana di maggior successo in questo periodo sugli schermi di Sky “Romanzo Criminale”. Luciane sa che il cinema italiano ha ancora dei limiti nell’accettare in modo pieno altre nazionalità e razze ma non si scoraggia e punta a crescere. La voglia di imparare e di mettersi in gioco c’è,  bisogna che si creino delle opportunità e che il cinema italiano si globalizzi e la pensi “in grande” come quello americano e di altri paesi europei. Per questo mese intanto sarà la dea amazzone dei duecento seguaci dell’iniziativa di Coppi, numeri uno dello show business italiano: Pier Silvio Berlusconi, Cesare Lanza, Giovanni Benincasa, Pasquale Romano, Aurelio e Luigi de Laurentis, Carlo e Enrico Vanzina, Piero Chiambretti e Tiberio Fusco, Carlo Conti, Bruno Vespa, Lucio Presta, Alessandro Salem, Riccardo Villari, Gianvito Lomaglio,  Marco Zavattini, Stefano Reali, Gianna Tani, Nino Frassica, Fausto Brizzi, Antonio Marano, Massimo Lioffredi, Aldo De Luca, Fatma Ruffini, Giorgio Restelli, Vittorio Sindoni, Roberto Cenci, Giancarlo Meo, Amedeo Goria, Claudio Simonetti, Maurizio Pagnussat, Enrico De Angelini, Andrea Roncato, Fernando Capecchi, Agostino Saccà, Marco Martani, Aldo Montano, Neri Parenti, Roberto D’Agostino, Vittorio Sgarbi, Mario Giordano, Fabrizio del Noce, Maria Pia Ammirati, Roberto Giacobbo, Giuliano Ferrara, Bruno Oliviero, Gigi Marzullo, Marco Giusti, Enrico Vaime, Giorgio Faletti, Mario Giordano, Gianluca Pignatelli… Vediamo cosa combinerà la bella brasileira dalla vulcanica energia!

http://www.alessandrocoppi.com/

Corsi Primavera 2012 al Museo Diocesano

CORSI AL MUSEO
Pilates – Cinema – Scrittura creativa – Espressione artistica

aprile – giugno 2012

Il Museo Diocesano in collaborazione con Corsi Corsari attiva nella Primavera 2012 alcuni corsi dedicati ad un pubblico vasto, con differenti esigenze e molteplici interessi.

In apertura:

ESPRESSIONE ARTISTICA
disegno e pittura nel segno della natura
Dal 4 maggio al 15 giugno 2012

L’ABC DEL CINEMA
un incontro ravvicinato con il linguaggio del Cinema
Sabato 5 – 12 – 19 maggio 2012
LE ISCRIZIONI AVVENGONO DIRETTAMENTE PRESSO IL MUSEO DIOCESANO.
Vi verrà richiesto di compilare il modulo e versare una caparra di euro 20,00.
È INOLTRE POSSIBILE ISCRIVERSI ON LINE SUL SITO CORSICORSARI.IT

Continua il doppio appuntamento con Rivediamoli!

Dal 3 aprile, nuovo programma della rassegna Rivediamoli, che conferma il doppio appuntamento, il martedì all’Apollo e il giovedì all’Anteo spazioCinema.

 

Due programmazioni distinte che riproporranno al pubblico milanese le migliori pellicole nazionali ed internazionali presentate e premiate nei più importanti Festival Cinematografici,  e i grandi successi dell’ultima stagione all’incredibile prezzo di € 2,50: un ‘occasione unica per recuperare sul grande schermo o  per rivedere i film più amati dal pubblico e dalla critica!

 

 

Rivediamoli  – Apollo e Anteo spazioCinema

Dal 2 aprile al 30 agosto 2012

Ingresso € 2,50

 

Info:

tel. 02-43912769 – www.spaziocinema.info