Artisti Internazionali per Palazzo Marino in Musica

palazzo-marino-musica-
palazzo-marino-musica-

Per continuare a proporre la musica anche in questo momento di grave emergenza, la stagione 2020 di Palazzo Marino in Musica intitolata De Naturae Sonis sarà realizzata in dirette streaming da Sala Alessi fino a quando il pubblico non potrà tornare in sala per assistere ai concerti dal vivo. Sarà comunicata appena possibile la data del primo concerto in diretta.

Nell’attuale clima di grande smarrimento e incertezza, che ha visto chiudere teatri e sale da concerto, con l’impossibilità di vivere l’emozione della musica dal vivo, anche gli artisti sono stati chiamati a fare la propria parte, per regalare al pubblico, provato dalle preoccupazioni e dalla paura, momenti di poesia e bellezza necessari.

Da questa premessa e in attesa che la IX stagione di Palazzo Marino in Musica abbia inizio, in live streaming dalla Sala Alessi, i direttori artistici Davide Santi e Rachel O’Brien, con il supporto di EquiVoci Musicali, Irina Solinas e MAME – Mediterranean Ambassadors Music Experience, hanno ideato le iniziative #musicformilan e #microcosmi, che si inseriscono all’interno della stagione intitolata De Naturae Sonis dedicata alla profonda, intima e sfaccettata relazione tra musica, uomo e natura.

In questa suggestiva cornice del tema proposto da Palazzo Marino in Musica, #musicformilan intende richiamare l’attenzione sui doni che la natura fa all’uomo, tra i quali spicca, con straordinaria forza, proprio la musica, capace di declinarsi in mille sfumature a seconda della cultura, del paese e delle tradizioni che essa attraversa.

Un dono, dunque, quello della musica, trasmesso dalla natura all’artista e da quest’ultimo al suo pubblico e, in particolare, alla città di Milano, messa duramente alla prova dalla pandemia virale.

#musicformilan proporrà, attraverso il canale youtube dedicato, la diretta Facebook e Instagram dalle pagine Palazzo Marino in Musica, EquiVoci Musicali, MAME e in cross posting sulle pagine degli artisti, la Premiére di un video – tributo di un artista di fama internazionale, proveniente da terre di diverse tradizioni e influenze musicali, come Turchia, Palestina, Iran, India e appartenente alla realtà di MAME, una rete globale di musicisti ambasciatori, ideata da Irina Solinas.

Ad inaugurare il ciclo #musicformilan, domenica 3 maggio alle ore 12.00, sarà il Maestro Sandeep Das, uno dei principali virtuosi di Tabla nel mondo.

A tutto questo si aggiungerà la preziosa collaborazione della community di fotografi Perimetro, che lancerà una open call rivolta a fotografi professionisti e non, a supporto della rassegna Palazzo Marino in Musica, che indagherà la libera interpretazione del legame tra natura e musica. La call sarà lanciata appena saranno nuovamente possibili gli spostamenti in città.

Rho – Mostra: The Last, Last Supper

Nthe las,last supper, mostre e prov.milano
I suggestivi spazi di Villa Burba, antica dimora di Delizia, ospitano dal 7 febbraio fino al 24 aprile 40 opere di grandi dimensioni, tra cui una decina di inediti, di noti artisti internazionali e preziose stampe del ‘700-‘800.

La mostra del Comune di Rho, curata da Antonio d’Avossa e organizzata dall’Associazione Flangini, propone – suddivise in quattro sezioni – incisioni sette-ottocentesche dell’Accademia di Brera e dei Padri Oblati di Rho; realizzazioni di artisti contemporanei, films, una scultura in cioccolato, una ricca oggettistica pop (magliette, skateboard, scatole di mentine ecc.) insieme a circa cinquanta foto di cenacoli tatuati su corpi umani.

Si tratta di una ricognizione a 360° dell’icona per eccellenza della città di Milano, cioè l’Ultima cena di Leonardo, attraverso le opere di artisti che, dal Settecento sino a oggi, si sono confrontati  con il Maestro.
Va segnalato il coinvolgimento nel progetto degli alunni delle scuole superiori del territorio, che in qualità di GIOVANI CUSTODI e GIOVANI CICERNI prendono parte attiva all’iniziativa, offrendo al pubblico l’opportunità di più approfondita conoscenza della villa e del suo giardino.

La mostra, dopo la prima edizione ospitata lo scorso anno da Regione Lombardia al Grattacielo Pirelli a Milano, si propone a Rho con un nuovo concept: parte degli ingressi sarà destinata al restauro di alcune statue dello scultore rhodense Franco Fossa, conservate nella Villa. Ciò costituisce un valore aggiunto e ulteriore motivo per visitare la mostra e partecipare agli eventi collaterali.

Il Comune di Rho dà in questo modo concretezza all’idea che la “cultura genera cultura” rispondendo nel contempo alla vocazione della Villa a centro culturale aperto a tutti i cittadini.

La mostra è realizzata con il contributo di Nuovenergie Spa e A.Se.R S.p.A. e con la collaborazione dello IAL Lombardia di Saronno