Alba: Notte Bianca delle Librerie

Notte Bianca Alba_GDivino
Notte Bianca Alba_GDivino

Sabato 7 maggio 2016  dalle ore 15.00 alle ore 24.00 “La Primavera di Alba” ospita per il sesto anno consecutivo la Notte Bianca delle Librerie,  con eventi letterari nelle librerie e nei perni culturali del centro storico dal primo pomeriggio fino a tarda sera.

“La sesta edizione della Notte Bianca delle Librerie ricalca il format delle precedenti edizioni: una festa delle librerie che estendono il loro orario di apertura fino alle 24.00 – dichiara l’assessore alla cultura e al turismo Fabio Tripaldi – Se il contenitore è lo stesso il contenuto cambia ogni anno grazie alle variegate attività che ogni libreria presenterà. Una vera e propria festa del libro celebrata nel suo luogo naturale”.

Il fitto calendario di appuntamenti prevede incontri con autori, laboratori per bambini e ragazzi, iniziative del Liceo Artistico “Pinot Gallizio” e del Liceo Classico Govone, l’apertura straordinaria della Biblioteca Civica “Giovanni Ferrero” fino alle ore 20.00 così come il Museo Eusebio fino alle 23.00 e del Centro studi Beppe Fenoglio. Ci sarà spazio anche per l’enogastronomia: i ristoranti del centro, in collaborazione con l’Associazione Commercianti Albesi, propongono “piatti letterari” per gustare le prelibatezze del territorio tra un appuntamento e l’altro.

Fuori città la Fondazione Bottari Lattes di Monforte d’Alba dalle ore 16.00 organizza un mercatino di libri acquisiti all’asta della liquidazione del Premio Grinzane Cavour e la proiezione video “Il villaggio di Marco Polo”, “Il giro del mondo in 80 giorni”, “Don Chisciotte”. Dalle ore 17.00 ci sarà la lettura animata tratta da “Le avventure di Pinocchio” di Carlo Collodi, a cura dell’Accademia Teatrale Giovanni Toselli di Cuneo, con Irene Avataneo, Luigi Cando e Angelo Marasco.

2° Gran Premio Etico Unesco

Gran Premio Unesco_2016_GDivino_1
Gran Premio Unesco_2016_GDivino_1

Mercoledì 13 aprile nella sala della Resistenza del Palazzo comunale di Alba è stato presentato al pubblico e alla stampa il “2° Gran Premio Etico Unesco, dal Monferrato alle Langhe”, la corsa ciclistica riservata alla categoria juniores maschile “Memorial Alfredo Martini” il selezionatore della nazionale azzurra di ciclismo scomparso nell’agosto 2014.

L’evento è  in programma per domenica 1 maggio 2016 con partenza dal Castello di Casale Monferrato ed arrivo al Castello di Grinzane Cavour. Un percorso attraverso le province di Alessandria, Asti e Cuneo per una  sfida lunga 115 chilometri, con sette traguardi volanti.

La classifica premierà il corridore che a fine corsa si sottoporrà volontariamente al test antidoping eseguito dall’Asl di Alessandria, dimostrando il non uso di sostanze illecite per vincere la competizione. Il vincitore indosserà la maglia etica.

«Ringrazio tutti gli organizzatori che stanno lavorando molto per questo evento – ha detto il Sindaco di Alba Maurizio Marello – Seconda edizione significa  un’ottima iniziativa con un ottimo successo che si ripeterà sicuramente anche quest’anno su un magnifico percorso che valorizza  e mette in mostra i nostri paesaggi Unesco incentrando l’attenzione anche al valore etico dello sport».

Durante l’incontro il responsabile dell’organizzazione tecnica Massimo Benotto dell’A.s.d. Ciclistica Rostese ha spiegato il percorso della gara:  «L’anno scorso – ha spiegato – è stata una competizione regionale, quest’anno provinciale. Il percorso è stato modificato per volere di alcuni comuni che hanno chiesto di entrare nel progetto».

Alla presentazione è anche intervenuto, Andrea Desana  delegato regionale Piemonte – Valle d’Aosta Unione nazionale Veterani dello Sport: «Al rinnovato ed aumentato interesse già notevole lo scorso anno – ha detto – si sono aggiunti ulteriori comuni e la bella iniziativa della maglia del Grignolino».

Mentre  Fabio Provera  responsabile comunicazione dell’evento  e promotore dell’ufficio maglia etica ha tracciato un profilo di rilievo e di riflessione sullo sport in generale ed l’ulteriore valore che acquista questa iniziativa con l’inclusione della maglia etica.
Per l’Unione Nazionale Veterani dello Sport è intervenuto il  Consigliere nazionale Gianfranco Vergnano: «Auspichiamo che questo progetto della maglia etica rilanci anche la nostra associazione che è incentrata soprattutto sui valori morali oggi più che mai».

Presente anche Enzo Demaria responsabile Unione nazionale Veterani dello Sport Alba.

Primavera di Alba 2016

Primavera_CS_2016_GDivino_2
Primavera_CS_2016_GDivino_2

La Primavera di Alba si tinge di nuovi colori. Una stagione vivace capace di coinvolgere chi si trova nella capitale delle Langhe, da marzo fino all’estate, con oltre 200 appuntamenti che abbracciano tutte le sfaccettature dell’intrattenimento senza tralasciare l’enogastronomia che vede in Vinum, la 40^ Fiera Nazionale dei vini di Langhe, Roero e Monferrato, il suo fiore all’occhiello. Le occasioni culturali si declinano attraverso l’arte e l’architettura, la letteratura, il cinema e il teatro con tanti incontri interessanti e momenti dedicati ai bambini e alle famiglie.

“La tradizione culturale, per nostra fortuna, ad Alba non è mai mancata – afferma Fabio Tripaldi – Assessore alla Cultura e al Turismo della Città di Alba. – Vorrei che la Primavera 2016 fosse connotata non soltanto dai tantissimi eventi che animano la nostra città, ma anche dalla nuova sinergia esistente tra i cinque musei che operano per valorizzare le bellezze culturali albesi. Il nuovo Sistema Museale Albese riunisce con un unico biglietto l’offerta museale del Museo Civico Archeologico e di Scienze Naturali Federico Eusebio, del Centro Studi Beppe Fenoglio, della Chiesa di San Domenico, del Mudi – Museo Diocesano e della Chiesa di San Giuseppe. Mi piace pensare che tra un concerto ed un appuntamento enogastronomico, tra la presentazione di un libro ed un festival, non soltanto i turisti, ma anche gli albesi possano usufruire di questo servizio per scoprire le bellezze nascoste della nostra città”.

Proprio al Sistema Museale Albese viene dedicata l’edizione 2016 della Primavera di Alba, un modo per riportare l’attenzione sulla storia, l’arte e l’architettura della capitale delle Langhe attraverso una fruizione sinergica dei principali luoghi di cultura della città. Una grande occasione rivolta ai turisti e ai cittadini per concentrarsi sullo straordinario patrimonio materiale che racconta la storia millenaria di Alba.

 

Alba: Festa del vino

Alba

Ritorna domenica 30 settembre 2012 a Alba (Cuneo) la Festa del Vino promossa da Go Wine, giunta alla XIV edizione. Da piazza Duomo e lungo la “Via Maestra”, il centro storico sarà trasformato per una giornata  in una ideale “via del vino” dove saranno rappresentate  le qualità vinicole del territorio di Langa e Roero.

La manifestazione è considerata un appuntamento molto atteso dal pubblico degli appassionati enoici italiani e stranieri che  coinvolge le realtà vinicole di otre 25 Comuni della zona mantenendo la sua connotazione di evento festoso che richiama il tempo e il carattere  gioioso della vendemmia con la presenza delle cantine locali, delle botteghe del vino e delle associazione di produttori.

Dalle ore 14.00 alle ore 20.00 i produttori, organizzati attraverso i Comuni partecipanti, presenteranno in degustazione le loro produzioni e promuoveranno la loro realtà territoriale e le loro manifestazioni. La disposizione dei banchi d’assaggio sarà organizzata per aree omogenee affinché i visitatori possano idealmente percorrere le varie aree di produzione. Dai celebri Barolo e Barbaresco, fiori all’occhiello del territorio, agli altri nobili vini delle Langhe e del Roero: il Nebbiolo d’Alba, il Roero, il Roero Arneis, la Barbera d’Alba, il Dolcetto d’Alba, di Diano e di Dogliani, e molti altri vini..

Ogni visitatore potrà effettuare le degustazioni acquistando un calice di vetro con la possibilità poi di scegliere e confrontare i vini proposti in degustazione.

Per l’occasione verrà promossa una particolare degustazione guidata che si svolgerà alle ore 16.00 dedicata al Barolo in cui si approfondiranno, attraverso diverse etichette, i distinti “cru”.  

Come ogni anno la Festa del Vino apre le porte nel segno dell’ospitalità ad altre realtà della viticoltura piemontese: quest’anno sarà ospite l’Alto Monferrato con le produzioni vinicole del territorio di Ovada, rappresentato dal Consorzio dei Produttori “E’ Ovada” che animerà il banco d’assaggio presente lungo il percorso di degustazione.

Per informazioni: Go Wine, Via Vida 6 – 12051 Alba, tel. 0173.364.631.  www.gowinet.it 

Carlo Torriani