Giorgia

Giorgia
Giorgia

L’Oronero di Giorgia al Mandela Forum di Firenze

GIORGIA
Giovedì 13 aprile 2017 – ore 21
Mandela Forum – piazza Berlinguer – Firenze – ingresso dalle ore 19
Biglietti: 1° settore 55 euro; 2° settore 45 euro; 3° settore 40; 4° settore 36 euro
Prevendite: Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel. 055 210804); TicketOne www.ticketone.it
(tel. 892 101); info tel. 055.667566 – 02 53006501 – www.bitconcerti.it – www.livenation.it – #giorgiafi17

“Per questo tour ho pensato a un’impostazione semplice, ma solo all’apparenza, esattamente come sono io”.

Partito nel segno del tutto esaurito l’Oronero Tour di Giorgia sbarca giovedì 13 aprile al Mandela Forum di Firenze (ore 21 – biglietti posti numerati da 36 a 55 euro – prevendite nei punti www.boxofficetoscana.it tel. 055 210804 e online su www.ticketone.it tel. 892 101 – info tel. 055.667566 – 02 53006501 – www.bitconcerti.it – www.livenation.it – #giorgiafi17) per un’altra tappa che si annuncia molto affollata.

Lo show si apre con un’introduzione strumentale per poi lasciare spazio ad oltre venti brani che conciliano passato e presente: “E’ un momento della mia vita in cui mi trovo anche a fare piccoli bilanci – spiega Giorgia – e anche questa scaletta va un po’ in quella direzione. Nel mio percorso vedo però tanta coerenza e da questo punto di vista non ho grandi rimpianti”.

Oronero Tour prende il titolo dalll’ultimo album uscito lo scorso autunno su etichetta Microphonica/Sony Music Italy e già certificato Platino. L’album contiene il singolo attualmente in radio, “Vanità”, che Giorgia ha presentato, in qualità di super ospite, lo scorso febbraio al Festival di Sanremo.

L’album rinsalda la collaborazione tra la cantante e il produttore Michele Canova, già insieme in “Dietro le apparenze” e Senza paura” e conferma ancora una volta la grande capacità dell’artista di esprimersi appieno anche come autrice.

Dei quindici brani inediti dieci portano la firma di Giorgia (tra gli altri autori anche Emanuel Lo e Pacifico), che grazie alla sua forte sensibilità artistica e alla sua potente carica interpretativa riesce a toccare le corde più profonde dell’animo umano. Un album dove la cantautrice si svela nella piena coscienza della sua maturità artistica, senza filtri, e libera di esprimersi con una scrittura sempre più consapevole.

La scenografia che avvolgerà Giorgia al Mandela Forum è lineare e ipertecnologica al contempo, con schermi mobili che per la prima volta ruonato e si spostano: il progetto porta la firma di Claudio Santucci per Giò Forma, luci di Jordan Babev.

Non mancano interventi coreografici, contributi video e un ensemble di percussionisti, gli Psycodrummers, pronto a entrare sulle note di “Regiona di notte”. Due ballerini di popping (i fratelli Patrizio e Rachele Ratto) con la loro danza ‘robotica’ si legano simbolicamente alla tecnologia presente sul palco. Vestiti e dipinti di bianco, citazione dei manichini del video di “Oronero”, entrano in scena in vari momenti legando i brani da un sottile fil rouge.

Sul palco con Giorgia troveremo Sonny T al basso e alla direzione musicale, Claudio Storniolo al piano, Gianluca Ballarin alle tastiere, Giorgio Secco alla chitarra, Mylious Johnson alla batteria.

Radio Italia è la radio ufficiale di Oronero Tour 2017.

“ORONERO” tour è organizzato e prodotto da Live Nation Italia. www.livenation.it.

Biglietti (esclusi diritti di prevendita)
1° settore 55 euro
2° settore 45 euro
3° settore 40 euro
4° settore 36 euro

Thomas Hampson

Baritono
Baritono

Giovedì 13 aprile 2017 ~ ore 20

Baritono

THOMAS HAMPSON

Pianoforte

WOLFRAM RIEGER

Robert Schumann

20 Lieder und Gesänge op. 29

(prima stesura di Dichterliebe op. 48)

Gustav Mahler

Lieder eines fahrenden Gesellen

Rückert-Lieder

Prezzi: da 5,50 a 35 euro

Infotel 02 72 00 37 44

www.teatroallascala.org

COMUNICATO STAMPA

È il baritono americano Thomas Hampson il protagonista del prossimo recital di canto al Teatro

alla Scala, giovedì 13 aprile. Accompagnato dal pianista tedesco Wolfram Rieger, proporrà nella

prima parte del concerto il ciclo 20 Lieder und Gesänge op. 29 (prima stesura di Dichterliebe op.

48) di Robert Schumann su versi di Heinrich Heine e nella seconda parte i Lieder eines fahrenden

Gesellen e i Rückert-Lieder di Gustav Mahler.

Da quasi trent’anni Thomas Hampson è regolarmente presente nelle stagioni concertistiche della

Scala: dal primo recital dell’aprile 1989 al concerto con la Filarmonica diretta da Christoph von

Dohnányi nell’aprile 2015 con i Kindertotenlieder di Mahler.

C’è grande attesa per il debutto operistico di Thomas Hampson alla Scala: dal 6 maggio al 6 giugno

sarà protagonista del Don Giovanni di Mozart, con la direzione di Paavo Järvi e la regia di Robert

Carsen. Si tratta di uno dei cavalli di battaglia di questo artista versatile, il cui repertorio

comprende, oltre a diversi titoli mozartiani e verdiani, opere di Monteverdi, Rossini, Schubert,

Donizetti, Bellini, Wagner, Gounod, Johann Strauss, Leoncavallo, Puccini, Richard Strauss,

Bernstein.

Oltre che stimato interprete, Thomas Hampson è un musicista tra i più innovativi del nostro tempo.

Ha ricevuto molti riconoscimenti per la sua arte e per il suo impegno culturale. Membro della

American Academy of Arts and Sciences e della Royal Academy of Music di Londra, è stato

nominato dalla Library of Congress consulente speciale per lo studio e l’esecuzione della musica in

America e nel 2013 è stato incluso nella “Gramophone Hall of Fame”. Ha vinto numerosi premi, tra

cui quattro Echo Klassik, l’Erwin Piscator Award di New York, il premio internazionale

Mendelssohn di Lipsia e il Premio del Concertgebouw di Amsterdam.

È professore onorario presso la facoltà di Filosofia dell’Università di Heidelberg e detiene diversi

dottorati onorari, conferitigli, tra l’altro, dalla Manhattan School of Music, dal New England

Conservatory e dal San Francisco Conservatory. È Kammersänger della Staatsoper di Vienna e

Commandeur de l’Ordre des Arts et des Lettres della Repubblica francese; inoltre è stato insignito

dell’Ordine al Merito della Città di Salisburgo e della Croce d’onore per le Scienze e per le Arti

della Repubblica austriaca. Ha al suo attivo una vasta discografia che comprende oltre 170 CD, che

gli sono valsi tra l’altro un Grammy Award, cinque Edison Awards e un Grand Prix du Disque.

In aggiunta alla sua straordinaria carriera di interprete e ‘ambasciatore del canto’, Hampson

persegue attivamente interessi di ampio respiro nei campi della ricerca, della didattica, della

diffusione della musica e della tecnologia. I suoi programmi e le sue incisioni, studiati e strutturati

con attenta cura e grande creatività, esplorano il ricco repertorio del canto attraverso diversi stili,

lingue e periodi. Nel 2003 ha fondato la Hampsong Foundation, per promuovere il dialogo e la

comprensione interculturali grazie all’arte del canto.

PROSSIMI RECITAL DI CANTO 2016~2017

5 giugno 2017

René Pape, basso

Camillo Radicke, pianoforte

Musiche di Schubert, Schumann e Wolf

1 ottobre 2017

Daniela Barcellona, mezzosoprano

Alessandro Vitiello, pianoforte

Musiche di Schumann, Brahms, Gounod e Rossini