Settimana di preghiera per la Famiglia

sposa di sion
sposa di sion

Anche quest’anno l’Associazione Sposa di Sion, attiva a Mazzo di Rho e presente ormai in tanti Paesi del mondo, promuove una Settimana di preghiera a sostegno delle tre priorità indicate nelle rivelazioni di Maria “Sposa della Famiglia”, cui la stessa Associazione si ispira; nello specifico:

– a favore delle famiglie in difficoltà;
– per implorare la pace in Medio Oriente mediante la Consacrazione delle terre e nazioni mediorientali;
– * a sostegno del ministero di papa Francesco e della sua opera di rinnovamento spirituale e riforma della Chiesa.

Come ricorda Angelo Ansalone, il Presidente dell’Associazione, c’è la consapevolezza che “le cause dei conflitti che stanno devastando il Medio Oriente e altre nazioni (come la R. D. del Congo coi suoi 8 milioni di morti negli ultimi 20 anni!), siano da ricercare nella sete di profitto e di potere, nell’idolatria del denaro e nel disprezzo del valore della dignità umana.” Da qui la sintonia profonda con Papa Francesco, quando afferma con forza: «No a un’economia dell’esclusione. No alla nuova idolatria del denaro. No ad un denaro che governa invece di servire. No all’iniquità che genera violenza»!

L’Associazione riconosce all’origine delle iniquità “anche l’opera di oscure forze spirituali capaci di corrompere e inquinare il cuore dell’uomo, forze spirituali che solo la luce della fede e la forza della preghiera può fermare.” Ecco perché nasce la Settimana di preghiera, una proposta estesa anche ai fedeli ebrei e musulmani, e a quanti, indipendentemente dal loro ideale religioso, credono nel valore della famiglia, appoggiano l’azione riformatrice di papa Francesco e anelano al bene prezioso della pace. A questi fini è orientata la recita dell’Atto di Consacrazione dei Figli di Abramo e delle terre e nazioni mediorientali, una preghiera proposta al termine delle celebrazioni, o nel corso della giornata.

Il coinvolgimento dei fedeli ebrei e musulmani nella preghiera per la pace rappresenta un modo concreto per riconoscere la dignità e il ruolo che, in quanto discendenza di Abramo, anch’essi hanno nel piano di salvezza di Dio. A chi si impegna nella Settimana, in piena libertà, sono proposte anche forme di astinenza e digiuno, a discrezione personale, per dare maggiore forza spirituale al proprio impegno di preghiera.

Bollate: nuovo asilo nido nel Centro polivalente.

Comune Bollate
Comune Bollate

Il Centro polivalente di via Ospitaletto 3/5 (primo piano) sarà dato in affitto per la realizzazione di un asilo nido privato. L’avviso per manifestazione di intesse è stato pubblicato dal Comune e tutte le realtà interessate possono presentare la loro candidatura entro il 29 giugno 2018.

A spingere l’Amministrazione a intraprendere questa scelta, due motivi : da un lato il desiderio di soddisfare le lunghe liste d’attesa degli asili nido comunali; dall’altro, secondo la logica che vede l’Amministrazione sempre impegnata a utilizzare il proprio patrimonio, l’opportunità di usare una struttura che oggi è libera e disponibile.

A carico dei locatari, l’Amministrazione ha previsto la gestione di tutte le spese manutenzione ordinaria e straordinaria dell’immobile, così da renderlo adeguato al compito che deve svolgere.

Tra gli interventi previsti: la ristrutturazione dei servizi igienici, la sostituzione degli attuali serramenti/infissi, l’imbiancatura di tutto il piano primo (destinato all’affitto), del vano scala fino al secondo piano e dell’ingresso principale al piano terra, ulteriori controlli specialistici sulla pavimentazione in linoleum e, non ultimo, l’efficientamento energetico dell’edificio e l’adeguamento alle normative vigenti

Le dichiarazioni di interesse degli interessati dovranno arrivare in busta chiusa a: Comune di Bollate piazza A. Moro1, Ufficio Protocollo. Entro le ore 12,00 del giorno 29 GIUGNO 2018

Oggetto : MANIFESTAZIONE PRELIMINARE DI INTERESSE PER LA LOCAZIONE DI IMMOBILE DI PROPRIETA’ COMUNE DI BOLLATE “CENTRO POLIVALENTE” EX SCUOLA MEDIA – VIA OSPITALETTO 5“ ,

Gli interessati possono visionare la documentazione e le planimetrie, fissare eventuali sopralluoghi o avere ulteriori informazioni, telefonando al numero: 02 35005255 o scrivendo una mail a: demanio@comune.bollate.mi.it .
:23; C. 236 ore 20:00.

Bollate: Aggiornamenti viabilità

coda- macchine- viabilità Rho-Monza
coda- macchine- viabilità Rho-Monza

Il problema della viabilità “bloccata” di questi giorni – in particolare sul territorio di Cascina del Sole – è frutto dei lavori di
potenziamento della superstrada Rho/Monza – S.P. 46 – che, al termine dell’esecuzione del progetto previsto per i primi mesi
del 2020, diventerà autostrada A52/Tangenziale Nord.

Il progetto è stato approvato nel 2013 e i lavori, che sono molto complessi da gestire e da realizzare per via delle innumerevoli
interferenze, sono partiti nel 2016, con il tratto dalla fine Tangenziale Nord/Milano Meda/Paderno Dugnano.

Nelle scorse settimane le operazioni di scavo hanno raggiunto la zona di Cascina del Sole (si tratta del secondo lotto, da
Cascina del Sole al cavalcavia ferroviario di Novate). Questo ha comportato che sia gli ingressi in Rho/Monza nelle due
direzioni che via La Cava che collegava Cormano-Paderno-Bollate, sono stati chiusi in via definita per permettere
l’avanzamento dei lavori.

Purtroppo queste azioni non sono rinviabili in quanto connesse con i tratti che li precedono: fermarli, significherebbe fermare
l’opera. Di conseguenza, l’unica strada di collegamento tra i Comuni di Cormano e Bollate, è rimasta via Ospitaletto (lato
Bollate) e via Figini (lato Cormano). Alternative a questi percorsi, purtroppo, non esistono.

Le fasi di lavorazione sono pubblicate sul sito della società Serravalle (http://www.serravalle.it/…/comun…/comunicati-stampa.html), sul sito del comune di Bollate (http://www.quibollate.it/default.asp?idPage=230…), sulla pagina FB del comune
di Bollate (https://www.facebook.com/ComunediBollate/). Sono state pubblicate notizie anche sui giornali locali.

Cosa può fare, in un simile contesto, l’Amministrazione comunale? Poco o nulla, perché il potenziamento della
Rho-Monza è “opera strategica di interesse nazionale”. Il Sindaco non ha alcun potere di IMPEDIRE che queste opere si
compiano (anche perché, a regime, saranno utili a tutti e renderanno più scorrevole l’intera viabilità della zona).

Ma quello che potevamo fare, l’abbiamo fatto.
Cosa? Comunicazione preventiva, modifica dei tempi semaforici di via Pace, via Cesare Battisti e via Monte Grappa, con
allungamento delle fasi semaforiche rosso/verde per permettere al traffico di scorrere più rapidamente nelle ore “di punta”.

Abbiamo anche incontrato il Comune di Cormano per immaginare delle opzioni viabilistiche di “contenimento” e, l’unica
possibilità emersa, è la realizzazione del doppio senso di marcia di via Lombardia/via Zara di Cormano per immissione
/uscita dalla Statale dei Giovi.

La situazione migliorerà con l’apertura – entro fine anno – del peduncolo della rotatoria di via Madonna (tra Cascina del Sole e
Cassina Nuova) che porterà gli automobilisti in direzione Est verso Paderno per poi poter “svincolare” in qualsiasi direzione,
utilizzando il futuro nuovo svincolo all’altezza del Villaggio Ambrosiano.

Lunedì e martedì abbiamo modificato ulteriormente i tempi semaforici dell’impianto di via Ospitaletto/Monte Grappa/ Battisti
come segue:

1. Il verde semaforico via Ospitaletto è stato portato da 15 a 40 secondi
2. Il verde di Monte Grappa da 20 è stato ridotto a 12
3. Il rosso di via Ospitaletto/ via Cavallotti è stato allungato di diversi secondi

Contestualmente abbiamo fatto pressione sulla società Serravalle che, nella giornata di giovedì, ci ha confermato l’apertura
della svincolo Tangenziale Nord/ Milano-Meda direzione Rho il prossimo 20 giugno, in anticipo rispetto alla prevista data del 25
giugno. Tale operazione è stata possibile grazie allo spostamento di uomini e mezzi da una zona di lavorazione allo svincolo
indicato, riducendo i tempi del cantiere.

Comprendo e condivido le tante osservazioni ricevute e il disagio dei cittadini, ma è necessario “stringere i denti” per superare
questo momento di difficoltà estrema.

Bollate: Le Iscrizioni per Giocotanto 7su7

giocotanto-giochi-
giocotanto-giochi-

Un mese in più per le iscrizioni a Giocotanto 7su7, il centro per la prima infanzia del Comune di Bollate. Il termine non sarà più il 31 maggio ma il 30 giugno 2018, con domanda esclusivamente online.

Giocotanto propone a bambine e bambini, da 18 a 36 mesi, uno spazio di prima socializzazione in cui fare esperienze di gioco adatte ai bisogni di questo intenso periodo di crescita. La scoperta dei coetanei e delle prime regole dello stare insieme viene favorita dalla possibilità di accedere liberamente alle diverse proposte di gioco psicomotorio.

ORARIO: Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì in orario 8.00/12.00 e accoglie 15 bambini al giorno. Sono previste modalità di frequenza diversificate: bisettimanale, trimestrale, e per tutta la settimana.
COSTI DA SOSTENERE: E’ richiesto il pagamento di una retta mensile, differenziata per fascia ISEE.
COME ISCRIVERSI: Le domande per l’accesso alle graduatorie per l’anno educativo 2018/2019 sono aperte fino al 30 giugno 2018; possono essere presentate esclusivamente on-line, collegandosi al sito: www.bollate.ecivis.it.

Giocotanto 7su7 fa parte del Progetto Passi Piccoli, avviato da poco grazie alla collaborazione di Koinè Cooperativa sociale, Azienda Consortile Comuni Insieme, Comune di Bollate, Associazione culturale Nudoecrudo, Associazione IRIS, Consorzio SiR, Istituto Italiano di valutazione.

Bollate: Piano asfalti

Lavori Bollate
Lavori Bollate

Il progetto è il risultato di un grosso lavoro dell’Amministrazione comunale e in particolare del Sindaco Francesco Vassallo, del Vicesindaco Alberto Grassi con delega ai Lavori pubblici e dei dirigenti di Gaia servizi.

Grazie al loro impegno, Bollate si è dotata di tutti i macchinari e le attrezzature necessarie per asfaltare in autonomia, senza dover ricorrere ai privati.

In termini economici, sarà necessario un investimento iniziale importante che però verrà ammortizzato in poco tempo, anche grazie a personale ed economie tutte interne. Senza dimenticare che la nuova gestione consentirà di reinvestire i risparmi su nuovi progetti, ampliando le strade su cui intervenire in città.

Il risparmio previsto si attesta sul 33%, ovvero la percentuale di sconto rispetto al capitolato ufficiale del Comune di Milano, punto di riferimento per i bandi di gara.

Ma oltre al risparmio e agli utili che rimarranno all’interno del Comune, l’altro importante vantaggio di questa novità sarà il coordinamento maggiormente flessibile e agile tra il Comune e Gaia, rispetto al rapporto con una ditta appaltante privata.

Questo significa che il Comune potrà, con maggior elasticità, valutare eventuali nuove esigenze che potrebbero sorgere in fase di realizzazione delle asfaltature, rimodulando o ampliando gli interventi con rapidità e senza le ingessature burocratiche tipiche di un rapporto contrattuale vincolante.

Si ricorda che il tema delle asfaltature stradali era uno dei temi centrali del programma elettorale di Vassallo,che dice: “Siamo convinti di realizzare qualcosa di assolutamente nuovo rispetto a quanto fatto da tutte le Amministrazioni checi hanno preceduto. Vogliamo dare una risposta rapida alle segnalazioni dei cittadini e rendere le strade e i marciapiedi di Bollate migliori e più sicuri rispetto a come li abbiamo trovati al nostro insediamento. L’estate 2018 e l’estate 2019 segneranno un’importante svolta; siamo certi che i cittadini apprezzeranno i risultati”.

“Si tratta di un nuovo servizio sul quale abbiamo investito molto – dice Felice Caccavale,presidente di Gaia Servizi” – che rende la nostra società unica nel panorama delle aziende multiservizi comunali. Oltre a lavorare in sintonia con il Comune di Bollate, ci proponiamo anche ad altri comuni della zona per eseguire piani di asfaltature a prezzi concorrenziali”.