Patrizia Laquidara intervista

Patrizia Laquidara

ANGUANA E’ UNA NINFA DELLE LEGGENDE FRIULANE E DELLE DOLOMITI…COME SEI ARRIVATA A QUESTO?

Il mio primo intento, il punto dalla quale sono partita , ra il desiderio di fare un disco di musica popolare. Un disco che racchiudesse in se’ una sonorita’ ampia e variegata , acustico ma moderno. Va da se’ che ragionandoci su’ ho deciso di partire da un luogo in cui ho vissuto per molto tempo , l’alto vicentino. Un luogo che sento ormai sotto pelle , che e’ entrato a far parte di me , anche s enon e’ il luogo dove io sono nata o in cui mi riconosco totalmente.  Ma sentivo la necessita’ di parlare e cantare di un luogo che conosco bene, nei suoi umori, nella sua gente, nei suoi colori, nella sua dolcezza e durezza.

Questo perche’ ho sempre pensato che la musica etnica estrapolata dal suo contento e’ difficilmente onesta fino in fondo.

Per cui sono partita dal dialetto alto vicentino, da li’ si e’ poi presentata la figura dell’Anguana che gia’ a volte avevo incrociato nelle leggende di questi luoghi e non solo, tramite l’amicizia con il poeta e scrittore Enio Sartori che ho scelto come collaboratore di questo disco. Tramite Enio Sartori (autore di tutti i testi che del disco) , le liriche del disco sono diventate la  colonna portante dell’album. E’ lui che ha dato con le sue parole il valore letterario e poetico al Canto dell’Anguana. La scelta musicale si e’ poi diretta verso melodie efficaci, semplici , popolari, mischiate a sonorita’ e arrangiamenti  che pur presentando una loro compatezza si fanno veicolo per parlare di varie culture musicali . Nel disco troviamo generi che vanno dalla taranta, habanera, fiati balcanici e cosi via.

–         Questo si e’ potuto ottenere grazie all’esperienza che ho accumulato negli anni sul repertorio della world music, grazie alle collaborazioni decennale con gli Hotel rif il gruppo che ha suonato nell’album, grazie a collaborazioni che mi hanno dato molto (Sparagna, Elena Ledda, Carlos Nunes , Rodrigo Leao , Nicola Parov  ,Lautari e via dicendo) e grazie soprattutto alla collaborazione con Alfonso Santimone , musicista onnivoro che qui e’ stato anche arrangiatore dei brani e, insieme a me produttore artistico dell’album. Grazie  atutto questo, alla fine siamo arrivati alla figura portante, la vera protagonista dell’album che e’ L’anguana. Figura ambivalente, misteriosa, generosa oppure sfuggente. Voce del  desiderio , dalla quale mi sono fatta stregare.

PATRIZIA, UNA PERSONA POLIEDRICA , TANTE LINGUE CONOSCIUTE, LA MUSICA , I CANTI POPOLARI, I TESTI. QUALE PASSIONE NASCE PRIMA  E SVILUPPA LE ALTRE?

 Direi che nasce prima la musica  intensa come suono in tutte le sue forme e le sue manifestazioni. E’ attraverso la musica che mi sono avvicinata al la poesia, alla scrittura dei testi, ora anche alla recitazione,. Tanto che nel mio prossimo fututo spero di poter lavorare anche come attrice oltre che cantante.

Il canto popolare e’ stata la ovvia conseguenza di variegati ascolti, di un acuriosita’ che mi ha sempre spinto ad ascoltare molte cose, a cercare soprattutto voci e e sonorita’ particolari . La mia curiosita’ viene sempre appagata generosamente quando ascolto o stuio voci provenienti da vari luoghi della terra . ogni popolo ha il suo modo di cantare di usare e manifestare il proprio suono, he dipende da molte cose, dalla lingua parlata , dal grado di umidita’ dell’aria , dalle radici di quella determinata cultura e via dicendo. Insomma, un bacino inesauribile di ricerca e di suoni.

QUALE MESSAGGIO VUOI LANCIARE AI TUOI ASCOLTATORI?

Il messaggio che desidererei portare e’ che viviamo ormai in u mondo dove tutto e’ mescolato , dove i confini sono labili  e questi confini non sono limiti, ma limini  da esplorare e da ampliare.

Voler fermare questo mescolarsi di cose,  suoni, popoli, culture, lingue, voler fermare i flussi migratori , e come’ voler fermare il soffio del vento. Impossibile e innaturale.

Andrea Romano

Andrea Romano

Andrea Romano, bresciano, classe 1965, nasce come pilota di auto da rally crescendo poi come imprenditore, sempre nel ramo automobilistico. Un giorno, a trentasei anni, decide di sperimentare nuove strade e nuove esperienze. E si mette in gioco con umiltà e impegno. Andrea sente l’esigenza di imparare a suonare il pianoforte e lo fa. Decide di imparare a cantare e lo fa.

La sua arte ha bisogno delle immagini e lui impara a dipingere. In sostanza sente che le emozioni, la semplicità, ma anche il pensiero orientale (che ha studiato per diversi anni) e la cultura che stazionano dentro di lui vanno espresse e condivise con gli altri. In modo raffinato, ma popolare, autentico ma elegante. Come lui stesso si presenta.

Intervista

Ci sono persone in grado di fare molte cose. Decidono di suonare, imparano, decidono di fare uno sport.., ci riescono… Ti senti  anche tu cosi oppure hai avuto un “incontro magico” con l’arte?

Mi impegno sempre in quel che faccio. Per questo, prima di iniziare un’attività, cerco di guardarmi allo specchio per chiedermi se è infatuazione o amore. Se è amore comincio. Non credo di disporre di un talento particolare ma sono fortemente perseverante. Cerco, ciclicamente, di iniziare, svolgere, comprendere e ottimizzare. Lo faccio per portare al mio meglio, nella forma, ciò che che ho in mente. Un poco alla volta mi conosco e, conoscendomi, imparo a conoscere e a relazionarmi con gli altri. 

Ho iniziato a 6 anni con il motocross, poi sono passato alle auto da rally ed, in seguito, all’imprenditoria. A 36 anni ho deciso di lasciare la mia azienda, dalla quale ho avuto molte soddisfazioni, per dedicare più tempo agli studi umanistici, alla recitazione ed alla pittura (che sin da piccolo ho approcciato). Un giorno, in un negozio di strumenti musicali, mi sono seduto ad un pianoforte e mi sono detto: “possibile che non lo sappia suonare”? Mi sembrava uno sconosciuto familiare. Così ho iniziato con le lezioni e con la scrittura di canzoni. Ed eccomi qua. 

Quanto è bello riscoprirsi e re inventarsi a 36 anni ?

Bello e “normalmente anormale”. Molti vorrebbero cambiare vita, pochi lo fanno. Per me era necessario. Mi rendo conto che questa cosa non sarebbe stata possibile se non avessi affondato le radici nella concretezza del mondo aziendale. Se non mi fossi esercitato obbligatoriamente nel pragmatismo mi sarei perso nell’altra anima. In poche parole, se avessi cominciato da giovane con l’arte avrei corso molti rischi. Con un sogno in tasca ma senza i piedi per terra si corre il rischio di confondere lucciole per lanterne ed affogare in alto mare. Così almeno sarebbe stato per me. 

Le tue esperienze di rally, di imprenditore, di musicista, le vedi come un’ unica scala di esperienze oppure ognuna a sé?

Come ti dicevo tutto, a mio parere, è unitario. E’ un filo di perle preesistente che si svela agli occhi del tempo (bella questa, me la segno per un testo di canzone). 

Non dico che sia tutto scritto, perché le sembianze quotidiane che assumono le invisibili idee possono mutare, ma il concetto soggettivo, che muove e differenzia ognuno di noi, spinge l’individuo verso un determinato percorso. Che siano auto o racchette da tennis (riconoscere il proprio livello ed i propri limiti) che tu sia impiegato alle poste o nell’azienda X (imparae a lavorare in gruppo senza personalismi egocentrici) ecc…

Dietro ad ogni esperienza, scelta tramite il piacere o il dispiacere, che sono le vere bussole del destino, c’è sempre una lezione da imparare. La si scopre quando la spinta emotiva è svanita, così come nelle relazioni sentimentali: passato l’innamoramento si sta insieme per amore, se si riesce, o per costrizione reale o immaginaria. L’amore, quello vero, è impersonale. Quando è invece personale non può essere forte, perché dipendente. “Ho bisogno di te” si traduce in “tu mi permetti di illudermi su quello che non sono”.

Credo quindi nel piacere tratto dallo svolgere bene quel che la vita ti pone. Non c’e più il dubbio del “se avessi” o del “se fossi stato”. Quel che c’è c’è. 

Il tuo presente è “ascoltare”  il tuo cd.. Che emozioni ti  regala ?

Lo ascolto di rado perché l’ho sentito centinaia di volte nel divenire del progetto. Quando lo metto in macchina devo dirti che mi piace. Sono soddisfatto del lavoro svolto da Umberto Iervolino, dai Kaufman e dagli altri musicisti, oltre che dal sottoscritto. 

Il mio presente è fatto di live con la band e di stesura dei nuovi pezzi. Ho finito in questi giorni di scrivere il nuovo album che uscirà all’inizio del nuovo anno. 

Poi ho la parte grafica da seguire. Abbiamo da poco concluso la mia prima personale intitolata “suggestioni” presso la galleria Lagorio Arte Contemporanea di Brescia. Questo è il link al videocatalogo.

http://www.youtube.com/watch?v=gJH3UbXzqc0&feature=channel_video_title

 Intervista a cura di Davide Falco

Katy Perry

Katy Perry

Da domani 17 giugno 2011 in radio e in rotazione televisiva con il nuovo singolo

“Last Friday night”

Starring Katy Perry e il suo alter ego Katy Beth Terry

Prosegue senza sosta la scalata al successo planetario di KATY PERRY che dopo essersi aggiudicata anche in Italia il disco d’oro per il suo album, pubblicato il 30 agosto 2010, “Teenage Dream” (album che ha venduto 1.454.000 di copie ad oggi superando il disco d’esordio della Perry “One of the boys” del 2008 che ha venduto 1.383.000) torna con un grande sorpresa in radio da domani: il nuovo singolo “Last Friday Night”, brano che nel caso raggiungesse la numero uno Billboard Hot 100 porterebbe Katy Perry ad eguagliare il record di Michael Jackson con cinque singoli dello stesso album in cima alla classifica.

Per lanciare il nuovo brano la cantante di Santa Barbara ha voluto fare un regalo ai suoi KatyCats fans e attraverso il profilo del suo alter ego tredicenne Kathy Beth Terry (protagonista del video stesso) ha lanciato loro una vera sfida attraverso il social network Twitter: se Kathy BethTerry fosse diventato in brevissimo tempo un trending topic a livello mondiale il videoclip sarebbe stato diffuso subito. E così è stato: cinquanta minuti di twitterate e il video che dal look allo stile grida party anni ’80 in perfetta sintonia con lo stile ironico di Katy Perry (visibile su http://www.katyperry.com) ha fatto la sua apparizione registrando ad oggi più di 7,000.000 di visualizzazioni.

Ispirato totalmente agli anni 80, il video non solo propone look e arredi del tempo, ma anche una nutrita schiera di guest star, alcuni provenienti proprio da quegli anni. Dalla madre Debbie Gibson al padre Corey Feldman, (rispettivamente cantante lolita e attore di teen movie molto famosi nei dorati anni ’80), al sassofonista Kenny G, (che nel video interpreta lo zio festaiolo), passando per il gruppo musicale degli Hanson (colpevoli di una fugace apparizione negli anni ’90). Nel video appare anche Rebecca Black, fenomeno di YouTube diventata nota per il maggior numero di voti negativi riguardanti il suo imbarazzante singolo di debutto “Friday”. Non ultimi due volti molto amati come quelli di Kevin McHale e Darren Criss, direttamente dalla fortunatissima serie di “Glee”. L’atmosfera da party del clip ricalca i film per adolescenti degli anni ’80 dove la classica ragazzina (Kathy Beth Terry) molto studiosa ma un po’ timida e poco appariscente si innamora del bullo palestrato della scuola senza accorgersi di essere segretamente adorata dal ragazzino timido e con l’apparecchio, interpretato da Kevin McHale. Ci penserà l’amica festaiola Rebecca Black a trasformare il piccolo pulcino in adolescente sexy.

L’esuberante pin up americana è la prima artista ad essere stata presente per 52 settimane consecutive (un intero anno) nella top Ten della Billboard Hot 100. Ad aprile la lunga strada  il singolo “California Gurls” (che ha anticipato l’uscita del nuovo cd) che ha venduto più di 5,6 milioni di copie in digitale (secondo il sistema Nielsen Soundscan che negli USA certifica le vendite) ottenente in Italia il digital download di Platino e battendo ogni precedente recordi di suoi illustri colleghi. Stesso grande successo per il secondo singolo estratto dall’album “Teenage dream” (digital download d’oro), per il successivo “Firework” (anche questo digital download di Platino in Italia) e il quarto estratto “E.T” (digital download d’oro).

www.katyperry.comwww.twitter.com/katyperry

 

 

Ego

Tanya Michelle

Sabato 18 giugno, alle ore 22.00, gli EGO si esibiranno dal vivo al GRUVILLAGE di Grugliasco (TO), per presentare dal vivo il loro ultimo album “MOVIN ON(For Music), uscito il 16 marzo e presentato con successo al BLUE NOTE MILANO. Sul palco ad accompagnare la cantante Tanya Michelle ci saranno Nicola Peruch (hammond e tastiere), Marcello Sutera (basso), Fabio Nobile (batteria) e Simone Migliani (hammond e tastiere).

La serata celebra l’inaugurazione della sesta edizione del GruVillage Festival, punto di riferimento culturale e d’intrattenimento dell’estate torinese che, dal 18 giugno al 6 agosto riempirà le serate piemontesi di spettacoli teatrali, musica e intrattenimento nell’area verde dello Shopville Le Gru. Notizie e interviste ai protagonisti dell’evento saranno disponibili su GruRadio, radio ufficiale del GruVillage.

Queste le date confermate del “MOVIN ON TOUR 2011” (produzione For Music, per informazioni: 3336511968 – marinosutera@gmail.com):

L’album “MOVIN ON” è stato registrato e mixato presso gli studi della For Music e vede la partecipazione di eccellenze internazionali come i batteristi Dennis Chambers (“Still want you so” e “I’m haunted”) e Peter Erskine (“What could I’ve said”), il trombettista Randy Brecker (“Just like a man”), e nazionali come Andrea Morelli, Ernesttico, Massimo Sutera, Elena Majoni, Matteo Monti, Francesco Montisano, Simone Pederzoli, Vittorio Gualdi, Mirco Monduzzi, Fabio Nobile e Giorgio Secco.

Gli EGO nascono nel 2005 dall’incontro di Nicola Peruch (pianista), Marcello Sutera (bassista) e Tanya Michelle (voce) quando la comune passione per la soul music e il funk li porta a suonare insieme brani di James Brown, Stevie Wonder, Jamiroquai, Incognito e George Benson. La band inizia a suonare in diverse situazioni live, passando dai club ai grandi palchi, fino ad aprire il concerto degli Incognito per le date di Torino e Bologna del tour del 2010-2011. L’alchimia che si forma tra i tre musicisti è forte e ben presto iniziano a scrivere i propri brani. Nel 2010, infatti, iniziano a lavorare a “MOVIN ON” riportando sul disco il feeling e la magia sperimentata sul palco. Sarà per questo che il promo del disco, presentato a musicisti del calibro di Peter Erskine, Dennis Chambers e Randy Bracker, riceve commenti positivi e guadagna la partecipazione al disco di questi tre grandi nomi del panorama jazz internazionale.

info@laltoparlante.itwww.formusic.itwww.egolive.info 

Modà in concerto

Modà

Il  tour che partirà a luglio e farà tappa in ventuno città in tutta Italia, per poi proseguire, il prossimo ottobre, nei palazzetti delle principali città, per la tranche invernale del “Viva I Romantici Tour 2011”.

Non mancheranno quindi le occasioni di vedere dal vivo una delle band più interessanti del panorama musicale italiano, impostasi all’attenzione del grande pubblico lo scorso anno col singolo “Sono Già Solo” (per 40 settimane consecutive al vertice delle classifiche). La band rivelazione dell’anno, riconoscimento effettivamente ricevuto ai Wind Music Awards e ai Venice Music Awards.

Un successo che è stato recentemente consolidato grazie alla partecipazione alla sessantunesima edizione del Festival di Sanremo, con il brano “Arriverà” (eseguito insieme ad Emma), che si è aggiudicato il secondo posto nella categoria dei Big.

Il tour segue la pubblicazione dell’ultimo album “Viva I Romantici”, uscito lo scorso febbraio, che ha debuttato al numero uno della classifica degli album più venduti, posizione che ha mantenuto per 6 settimane consecutive, certificando lo status di Quadruplo Disco di Platino.

Il calendario estivo partirà il 9 luglio alla Fiera di Bergamo e farà tappa, nei mesi di luglio e agosto, nelle più importanti piazze e arene all’aperto e in alcuni dei principali appuntamenti estivi made in Italy. Terminata la tranche estiva, la band ripartirà in tour il prossimo ottobre, per una serie di concerti che li vedrà esibirsi nei principali palazzetti della penisola. Il tour invernale partirà dal Palaolimpico di Torino e farà tappa a Milano, Genova, Bologna, Firenze e molte altre città ancora.

I biglietti per tutte le date in calendario saranno in vendita, in esclusiva per gli iscritti a Live Nation Italia (www.livenation.it) venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 maggio.

La vendita al pubblico partirà alle ore 10:00 di lunedì 9 maggio tramite il circuito TicketOne www.ticketone.it e nelle prevendite autorizzate.

9 luglio            BERGAMO                                                Fiera

10 luglio          CUNEO                                                      Piazza Virginio

13 luglio          VILLAFRANCA (VR)                          Castello Scaligero

15 luglio          PIAZZOLA SUL BRENTA (PD)         Anfiteatro Camerini

16 luglio          CODROIPO (UD)                                    Villa Manin

19 luglio          PONTENURE (PC)                                  Campo Sportivo

21 luglio          BOLGHERI (LI)                                        Arena Bolgheri Melody

23 luglio          PERUGIA                                                   Arena San Giuliano

24 luglio          PESCARA                                                   Curva Stadio

26 luglio          ROMA                                                          Ippodromo Capannelle – Rock In Roma

27 luglio          NAPOLI                                                      Acciaieria Sonora

29 luglio          LECCE                                                           Curva Stadio

30 luglio          OSTUNI (BR)                                              Foro Boario

2 agosto          ROSSANO (CS)                                            Campo Sportivo

3 agosto          CATANZARO                                              Arena Magna Grecia

5 agosto          GELA (CL)                                                     Stadio

6 agosto          PALERMO                                                     Velodromo

9 agosto          CAGLIARI                                                    Fiera

10 agosto        ALGHERO                                                     Anfiteatro      

12 agosto        SABAUDIA (LT)                                         Arena del Mare

13 agosto        SANTO STEFANO DI MAGRA (SP)      Fabbrica Ex Vaccari

Tour Invernale:

2 ottobre         TORINO                                              Palaolimpico

3 ottobre         MILANO                                             Mediolanum Forum

5 ottobre         PARMA                                               Palacassa

6 ottobre         BRESCIA                                             Fiera

8 ottobre         TRENTO                                              Palatrento

9 ottobre         TREVISO                                            Palaverde

12 ottobre       GENOVA                                            105 Stadium

14 ottobre       BOLOGNA                                          Futurshow Station

15 ottobre       RIMINI                                               105 Stadium

16 ottobre       ANCONA                                            Palarossini

18 ottobre       FIRENZE                                            Mandela Forum

20 ottobre       EBOLI (SA)                                       Palasele

22 ottobre       REGGIO CALABRIA                      Palacalafiore

23 ottobre       ACIREALE (CT)                               Palasport

Per maggiori informazioni

LIVE NATION ITALIA (02 53006501 – info@livenation.itwww.livenation.it)

Sito Ufficiale: www.rockmoda.com