Alla ricerca dei pirati

Locandina Musical

UN’ALTRA IDEA DI MAURIZIO COLOMBI DOPO PETER PAN, I GORMITI, CHRISTMAS SHOW, HEIDI, CAVEMAN

Inizia lunedi 5 settembre, tra gli oltre 600 che hanno risposto all’appello, la ricerca di 18 pirati che dovranno saper ballare, cantare e recitare, ma, soprattutto improvvisare. L’avventura parte quindi con la ricerca di Barbarossa, del Corsaro Nero, di Lord Green, di Morgan della ciurma, dei rivali inglesi, dal Teatro Nuovo di Milano dove, dal 15 novembre prossimo, sarà in scena per due settimane, per poi proseguire verso altri…mari…..ops…palcoscenici!

Protagonista della vicenda, che prende spunto dalle storie sui pirati che affollavano le acque caraibiche tra il diciassettesimo e diciottesimo secolo, LUISA CORNA, attrice, cantante presentatrice, che indosserà i panni di Jolanda in uno spettacolo divertente, ironico, pungente (chi si nasconde veramente sotto le vesti dei protagonisti? un sottotesto che emerge man mano con la storia fino a rivelare…).

Uno spettacolo nel corso del quale il pubblico stesso sarà protagonista. Sarà infatti coinvolto ancora prima che il sipario si apra: i pirati Jolanda, Barbarossa, il Corsaro Nero e Morgan andranno nel foyer per reclutare tra gli spettatori i propri alleati, già assegnati, dal biglietto di ingresso, ad una flotta specifica. Sarà davvero una flotta o…una divisione politica?

Questo avviene in gran segreto mentre la guardia inglese accompagna un bandi…tore che proclama guerra alla pirateria e forti taglie sui famigerati capitani.

Ad un tratto … la cattura di un pirata che invano chiede aiuto al pubblico alleato …la sua condanna a morte, la rivolta di alcuni pirati, l’impiccagione … l’uccisione di un ufficiale inglese … la cattura di “Anguilla” la seconda di Jolanda, e poi … si apre il sipario, inizia lo spettacolo!

Per il momento è tutto..

Segui Pirates Il Musical su

www.piratesteatro.it

Facebook: www.facebook.com/pages/Pirates-Lo-spettacolo

Alma Rosè: mapu terra

 

“Mapu Terra” di Alma Rosé

in scena al Carroponte

Il Giro della Città – VII edizione

Prosegue il Giro della Città di Alma Rosé al Carroponte di Sesto San Giovanni con il quarto appuntamento teatrale all’interno della rassegna di musica e teatro organizzata da Arci Milano in collaborazione col Comune di Sesto San Giovanni.

Quest’anno infatti il Giro della Città, l’itinerario che la Compagnia teatrale Alma Rosé traccia dentro il territorio metropolitano portando i suoi spettacoli in luoghi della cultura e del sociale, si incrocia con la rassegna estiva del Carroponte, uno dei luoghi post-industriali più suggestivi della Sesto operaia, a due passi da Milano.

 

MAPU TERRA

di Manuel Ferreira e Elena Lolli

con Manuel Ferreira e Elena Lolli

Inchiesta giornalistica Angelo Miotto

Progetto Musicale Mauro Buttafava

Dalla Patagonia a Milano, un viaggio alla ricerca della propria terra

Nel 2003 una coppia mapuche, Atilio e Rosa Curinanco, vengono sfratati dalla propria terra dal gruppo Benetton, proprietario di circa un milione di ettari in Patagonia. Partiamo dal caso Curinanco-Benetton per parlare del diritto alla terra e interrogarci sulla nostra, fatta di asfalto.

mercoledì 7 settembre – ore 21.30

ARCI MILANO – Carroponte – Via Granelli, 1 – Sesto San Giovanni (MI)

Ingresso 10 €

Info: 392.3244674 | info@carroponte.org

I prossimi appuntamenti al Carroponte con Arci Milano e Alma Rosé: 12 settembre “Fabricas” (recupero data causa maltempo).

Il Giro della Città continua fino ad ottobre attraversando Milano e portando gli spettacoli della Compagnia nelle Università milanesi, negli spazi Coop, visita la Coop. Sociale La Cordata, la Fondazione De Carneri e altre realtà socialmente e culturalmente vivaci.

Ufficio stampa Alma Rosé: Marta Lavagnoli | comunicazione@almarose.it | Tel. 02.36577560

 

 

 

Spazio Arte Duina

Enrico-Schinetti-La-memoria-dismessa-dal-ciclo-Giardini-Ateniesi-2005-olio-su-tela-e-legno

Sabato 8 ottobre 2011 alle ore 18.00 in via Italia 1 a Paitone, inaugurerà lo Spazio Arte Duina con una collettiva di nove artisti, una nuova e vivace realtà espositiva che proporrà al pubblico mostre ed incontri destinati a promuovere le arti visive contemporanee

A metà strada tra la città di Brescia e Salò, apre lo Spazio Arte Duina, che si pone come una realtà innovativa volta a generare un centro dinamico e vitale in cui i protagonisti divengono le espressioni artistiche e il pubblico.

Lo Spazio Arte Duina è un’associazione culturale che prende vita nel 2010 e intende dare respiro all’arte contemporanea accogliendo giovani talenti a artisti affermati. E’ un nuovo luogo per la cultura, un’area espositiva che diventa spazio d’incontro per appassionati, promuovendo la ricerca artistica in tutte le sue forme con lo scopo di arricchire di nuovi spunti e prospettive il panorama dell’arte contemporanea.

Coerenti a questo impegno, si proporranno artisti capaci di comunicare con intelligenza e profondità qualcosa di nuovo e originale, presentando opere non sensazionalistiche ma opere di contenuto e bellezza. Saranno organizzati  inoltre incontri e conferenze in cui verranno forniti al pubblico gli strumenti di lettura per capire e leggere autonomamente le opere e i movimenti artistici.

Germinale è il titolo della mostra che apre il ciclo dello Spazio Arte Duina e vede l’esposizione delle opere di Elisa Anfuso, Stefano Arici, Davide Dattola, Carlo Duina, Gianfranco Gentile, Jessica Rimondi, Camilla Rossi ed Enrico Schinetti, diversissimi per formazione, provenienza,  stile ed età ma accomunati dallo spirito e dalla capacità esecutiva.

Informazioni:  www.spazioarteduina.it 

Il mercante dei libri maledetti

Copertina libro - Mercante di libri maledetti -

TRE UOMINI IN FUGA ALLA RICERCA DI UN ANTICO LIBRO.

UN TRIBUNALE SEGRETO DECISO A FARLO SPARIRE.

UN ARCANO MISTERO CHE ATTENDE DI ESSERE SVELATO.

CHI RIUSCIRÀ PER PRIMO A TROVARE

LA VIA D’ACCESSO ALLA SAPIENZA DEGLI ANGELI?

È il mercoledì delle ceneri dell’anno 1205. Padre Vivïen de Narbonne è costretto a fuggire, braccato da un manipolo di cavalieri che indossano strane maschere. Il monaco possiede qualcosa di molto prezioso, che non è disposto a cedere ai suoi inseguitori. Sono passati tredici anni da quel terribile giorno, quando Ignazio da Toledo, un mercante di reliquie, riceve da un nobile veneziano l’incarico di mettersi sulle tracce di un libro molto raro, Uter Ventorum. Si dice che contenga antichi precetti della cultura talismanica orientale e permetta di evocare gli angeli e la loro divina sapienza.

Inizia così l’avventuroso viaggio di Ignazio tra Italia, Francia e Spagna, sulle tracce di un manoscritto che qualcuno ha smembrato in quattro parti e accuratamente nascosto, proteggendolo con intricati enigmi. Ma il mercante non è l’unico a volerlo. Chi riuscirà per primo a scoprire dove si trova?

E cosa saranno pronti a rischiare, tutti coloro che lo cercano, per svelare i suoi misteri?

Marcello Simoni, nato a Comacchio nel 1975, laureato in Lettere presso l’Università di Ferrara, ha svolto l’attività di archeologo, di catalogatore di beni culturali e di bibliotecario. Dopo aver pubblicato articoli di etruscologia e di archeologia, si è dedicato allo studio del Medioevo. Il mercante dei libri maledetti, pubblicato in Spagna nel maggio 2010, è il suo romanzo d’esordio, il primo di una trilogia. Oltre che alla scrittura, si dedica all’organizzazione di eventi culturali e letterari.