Cambiano le regole per i cimiteri milanesi

Cambiano le regole per i cimiteri milanesi
Cambiano le regole per i cimiteri milanesi

Assessora Cocco: “Un piano nel solco dell’evoluzione della città, per una maggiore valorizzazione del patrimonio artistico e un ripensamento degli spazi in relazione alle mutate esigenze di sepoltura”

Con 28 voti favorevoli e 6 astenuti, il Consiglio comunale ha approvato la delibera di aggiornamento del Piano Regolatore di Programma dei Cimiteri milanesi.

Il Piano Regolatore Cimiteriale è lo strumento attraverso il quale il Comune di Milano stabilisce la pianificazione del proprio sistema cimiteriale in relazione ai fabbisogni di sepoltura, disciplina le scelte dell’Amministrazione e organizza le funzioni cimiteriali.

La proposta di aggiornamento del Piano, già elaborata nel corso della precedente consiliatura, è stata attualizzata con il supporto scientifico, culturale e metodologico del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano (Dastu/Polimi).

Il Piano riguarda gli otto cimiteri cittadini (Maggiore, Monumentale, Bruzzano, Lambrate, Chiaravalle, Greco, Baggio e Muggiano) che insieme coprono un’estensione di circa 148 ettari (di cui 21 ettari di spazi a verde), all’interno dei quali si trovano circa 886.000 sepolture.

L’aggiornamento del Piano Regolatore è stato elaborato in base alla valutazione della domanda di sepoltura che, nel corso degli anni, è sempre più orientata alla tumulazione di ceneri a seguito di cremazione, con una conseguente diminuzione dei campi inumativi previsti dal Piano vigente, approvato nel 2000.

Il nuovo Piano approvato oggi si concentra su alcune strategie progettuali per rispondere efficacemente alle esigenze dei cittadini e della città, destinando le aree in base al cambiamento delle tendenze avvenute negli ultimi 10 anni e in previsione del futuro, che vedono un aumento del 53% delle cremazioni, del 43% di tumulazioni ceneri, del 103% della dispersione ceneri, del 18% delle tumulazioni, mentre scendono del 25% le inumazioni. Il 20% delle richieste di tombe di famiglia non può essere accolto.

Gli obiettivi principali sono: innovare le soluzioni tecniche di sepoltura e di destinazione degli spazi (per esempio attraverso la piantumazione di alberi dove è avvenuta la dispersione delle ceneri, cellette ipogee – ovvero manufatti interrati – per la tumulazione dei resti e ceneri) e le modalità di progettazione attraverso il ricorso a forme aperte di concorsi, anche a livello internazionale, per alcune aree); valorizzare gli spazi cimiteriali attraverso iniziative artistico-culturali e di attrattività turistica allo scopo di promuovere la conoscenza del patrimonio artistico, storico e monumentale dei cimiteri cittadini; potenziare e valorizzare il contributo alla biodiversità urbana dei cimiteri attraverso un progetto di riforestazione atto a mitigare la concentrazione e il deposito di inquinanti atmosferici per incrementare i benefici sulla qualità dell’aria.

“Con il nuovo Piano regolatore approvato oggi dal Consiglio Comunale – ha commentato l’assessora ai Servizi Civici Roberta Cocco – adeguiamo il nostro sistema cimiteriale ai cambiamenti della società e della città. Il Piano ha richiesto un lungo iter di lavorazione, ma siamo molto soddisfatti del risultato, che riesce a coniugare valorizzazione del patrimonio artistico e culturale dei nostri cimiteri, ottimizzazione e innovazione degli spazi e attenzione alla creazione e alla cura di nuove aree verdi”.

In particolare, il nuovo Piano regolatore intende ridefinire la destinazione di parte delle aree cimiteriali, prevedendo la loro trasformazione da campi per le inumazioni a spazi per la tumulazione di resti e ceneri, spazi per la realizzazione di tombe di famiglia 99ennali, nuovi campi di inumazione di salme non completamente mineralizzate e razionalizzazione degli esistenti, ampliamento dei campi per la sepoltura di defunti professanti religioni diverse dalla cattolica e per sepolture di defunti appartenenti a confraternite religiose; integrazione dei servizi cimiteriali tramite la realizzazione di ossari comuni nei cimiteri ancora carenti; integrazione delle aree per la dispersione delle ceneri, oltre al già esistente “Giardino del Ricordo” del Cimitero di Lambrate, con la realizzazione di ulteriori “Giardini del ricordo” nei cimiteri di Bruzzano e Greco, con l’ampliamento del “Boschetto del Ricordo” del cimitero Maggiore e con la realizzazione del progetto “Radici” (area per la dispersione di ceneri attraverso la sepoltura di urne cinerarie, in materiale biodegradabile, all’interno di aree verdi da destinare alla piantumazione di alberi) nei cimiteri Maggiore e di Baggio; realizzazione di un nuovo edificio per colombari e cellette ossari/cinerari al cimitero Maggiore, in posizione simmetrica rispetto all’edificio Piramide. Nell’ottica di una valorizzazione degli interventi nei cimiteri, di favorire l’emergere di diverse soluzioni progettuali e di migliorare l’offerta qualitativa, il progetto del nuovo edificio potrà essere selezionato sulla base di concorso internazionale di progettazione; destinazione di alcuni spazi del cimitero Monumentale a sede di ricerca storico-archivistica, con sale espositive, accanto ai laboratori di restauro già presenti, al fine di promuovere il Monumentale come luogo di ricerca e divulgazione culturale per l’intera città. Valorizzazione degli spazi del Tempio Crematorio del Monumentale, oggi dismesso, da dedicare a sala espositiva con valenza museale.

Le Iene – nuove intercettazioni sull’omicidio Vannini

Le Iene Show
Le Iene Show

Martedì 10 dicembre, su Italia1 in prima serata nuovo appuntamento con “Le Iene Show”. Conducono Alessia Marcuzzi e Nicola Savino con la Gialappa’s Band.

Nella puntata:

Un nuovo servizio di Antonino Monteleone e Marco Occhipinti sulla vicenda del Premier Giuseppe Conte e il concorso con il quale nel 2002 è diventato professore ordinario di diritto privato all’Università di Caserta “Luigi Vanvitelli”. Nelle precedenti puntate l’inviato si era chiesto se si fosse trattato di un concorso universitario senza favoritismi, dato che un’eventuale comunanza di interessi economici tra commissario d’esame e candidato avrebbe fatto scattare l’incompatibilità di Alpa come esaminatore di Conte.

Gaston Zama torna a occuparsi del caso di Chico Forti, l’imprenditore trentino condannato nel 2002 negli Stati Uniti all’ergastolo per omicidio. L’uomo, che sta attualmente scontando la pena in un carcere della Florida, si è sempre dichiarato innocente e vittima di un errore giudiziario. Oggetto del servizio è “Il Sorriso della Medusa”: un documentario-inchiesta sul delitto di Gianni Versace, in cui Forti – ripercorrendone le tappe della vicenda – si convince che ci sia qualcosa che non quadra nella versione ufficiale, ipotizza che non sia Andrew Cunanan l’assassino dello stilista e che dietro un’ipotesi di depistaggio ci sia proprio la polizia di Miami.

Sull’omicidio di Marco Vannini – di cui la trasmissione si è occupata attraverso uno speciale nella scorsa edizione – spuntano quelle che sembrerebbero nuove intercettazioni di Antonio Ciontoli. Servizio di Giulio Golia e Francesca di Stefano.

Gaetano Pecoraro continua l’inchiesta sull’Ilva di Taranto, in particolare si occupa dell’Arcelor Mittal, la multinazionale dell’acciaio che attualmente gestisce l’acciaieria di Taranto e che ha appena annunciato 4.700 licenziamenti: per molti si tratterebbe di una precisa strategia industriale tesa all’acquisizione di mega aziende con l’unico scopo di chiuderle.

Nella scorsa puntata Matteo Viviani e Riccardo Spagnoli hanno raccontato delle indagini che hanno messo sotto accusa alcune attività dell’’antimafia di Palermo. Nel nuovo servizio testimonianze esclusive, a quattro anni dalla prima inchiesta mandata in onda.

L’intervista al rapper Clementino, a pochi giorni dall’uscita del suo ultimo progetto discografico “Tarantelle”.

Scherzo al comico Raul Cremona.

Il programma può essere seguito in streaming, anche all’estero, su www.iene.it.

TWITTER @redazioneiene –  INSTAGRAM redazioneiene

FACEBOOK – @leiene

Modà, mer 11/12 Testa o Croce tour a Firenze

Modà_Testa o Croce tour
Modà_Testa o Croce tour

Il nuovo album di inediti dei Modà, “Testa o croce” (prodotto da Friends & Partners – licenza Believe) è stato certificato ORO (FIMI / Gfk)! Un disco che conferma la loro rinascita artistica, arrivando a distanza di 4 anni dal precedente lavoro in studio e dopo 2 anni di pausa dalle scene.

Kekko sa descrivere i lati più fragili dell’uomo con autenticità e verità espressiva; 13 canzoni, ognuna delle quali è un’istantanea di una parte di vita, in cui i fan di tutte le età continuano a riconoscersi.

E grande è l’attesa per il ritorno dei Modà a Firenze, mercoledì 11 dicembre al Mandela Forum. I biglietti – posti numerati da 35 a 69 euro, parterre in piedi 39 euro – sono disponibili nei punti vendita di Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it.

I concerti di “Testa o croce Tour 2019/2020” sono caratterizzati da una scenografia pensata ad hoc e una scaletta che unisce i grandi successi agli ultimi brani dei Modà, già entrati nel cuore del pubblico.

“Sarà uno spettacolo ricco di musica e di contenuti – spiega Kekko Silvestre – tornare sul palco è il momento più bello dopo questa pausa, perché è la dimensione da cui arrivano i Modà. Abbiamo preparato delle video proiezioni, compreso un seguito del video di “Quel sorriso in volto”, una sorta di cortometraggio diviso in 4 capitoli”.

La band è composta da Kekko Silvestre (voce, pianoforte), Diego Arrigoni (chitarra elettrica), Stefano Forcella (basso), Enrico Zapparoli (chitarra elettrica, chitarra acustica) e Claudio Dirani (batteria).

“I Modà – continua Kekko – sono una vera famiglia, c’è rispetto e armonia e questo lo dimostriamo anche sul palco dove ogni uno ha un proprio ruolo importante”.

L’album “Testa o croce” ha raggiunto solo su Spotify oltre 7 milioni di stream che si vanno a sommare ai 4 milioni di stream del singolo “Quel sorriso in volto” e agli 1,7 milioni del singolo “Quelli come me” (il video ha raggiunto 4 milioni su Youtube www.youtube.com/watch?v=Ff7er-hVXkA). L’album è rimasto stabile in Top 10 per le prime 5 settimane consecutive nella Classifica album Fimi – Gfk.

“’Testa o croce’ è un disco di storie vere – spiega Kekko Silvestre – in questi 4 anni ci siamo ricaricati, per scrivere le canzoni bisogna vivere. Questa canzoni nascono dall’incontro con tante persone. Io sono un cantautore per passione, non per professione”.

Questa la tracklist: “Testa o croce”, “Quel sorriso in volto”, “… Puoi leggerlo solo di sera” (attualmente in radio), “Quelli come me”, “Per una notte insieme”, “Voglio solo il tuo sorriso”, “Una vita non mi basta”, “Non respiro”, “La fata”, “Non te la prendere”, “Love in the ‘50s”, “Guarda le luci di questa città”, “Quel sorriso Giogiò” (bonus track con la voce di Gioia, figlia di Kekko).

Il tour è prodotto e organizzato da Friends & Partners.

Radio 105 è la radio ufficiale.

BMW è Official Mobility Partner del tour.

I Modà sono tra le band di maggior successo in Italia, con all’attivo 7 album e decine di hit. Si formano ufficialmente nel 2002 ed esplodono, dopo una lunga gavetta, nel 2011 con l’album “Viva i romantici”, certificato Disco di Diamante. Hanno conquistato due volte il podio al Festival di Sanremo (con “Arriverà” nel 2011 e “Se si potesse non morire” nel 2013) e si sono esibiti allo Stadio di San Siro nel 2014 e nel 2016.

Continua a seguire i Modà

www.facebook.com/rockmoda/

www.instagram.com/modaufficiale/?hl=it

twitter.com/rockmoda

www.rockmoda.com

Info spettacolo

Nelson Mandela Forum – piazza Berlinguer – Firenze

Info tel. 055.667566 – www.bitconcerti.it – www.friendsandpartners.it

Biglietti (compresi diritti di prevendita)

1° settore 69 euro

2° settore 65 euro

3° settore 59 euro

4° Settore 49 euro

5° settore 40 euro

Visione ridotta 35 euro

Parterre in piedi 39 euro

Prevendite

Nei punti www.boxofficetoscana.it/punti-vendita

Online su www.ticketone.it (tel. 892.101)

Sconti e riduzioni

I bambini sotto 4 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un/a bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto ad occupare un posto a sedere.

Portatori di handicap

Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore (a cui viene concesso un ingresso gratuito). I biglietti sono reperibili esclusivamente attraverso i punti vendita del Circuito Box Office Toscana o telefonicamente allo 055210804 (pagando con carta di credito). Per accedere ad una sistemazione consona, si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.

Dalla Bardot alla Roberts, ecco le donne del modello analogico

Cleopatra
Cleopatra

Prediligi coccolare il tuo uomo ma sei anche realistica e risoluta? Allora sei del tipo Marylin Monroe. Ami essere autoritaria e vai in conflitto con altre donne? Allora sei del tipo Audrey Hepburn. L’ideatore di SpeedDate.it offre ora gratuitamente sia alle donne che agli uomini un test online per scoprire la propria tipologia sul portale www.animaselect.it.

«Otto sono le possibili tipologie emotive per ciascuno dei due sessi» spiega Giuseppe Gambardella, ideatore di SpeedDate.it, il portale che offre ai single il modo più veloce e divertente per incontrare gente nuova e tanti potenziali partner, e di SpeedVacanze.it, il tour operator che ha inventato l’esclusiva formula dei viaggi per single e di gruppo.

Per scoprire la propria tipologia emotiva ed anche la propria compatibilità con l’altro sesso basta fare il TAP (test analogico della personalità) ideato dallo psicologo Stefano Benemeglio, consulente di moltissime stelle del mondo dello spettacolo, da Maurizio Costanzo alle grandi star di Hollywood, e proposto ora gratuitamente online sul portale www.animaselect.it. ideato da Gambardella per diffondere maggiormente la conoscenza di queste discipline e per facilitare il «match» tra persone altamente compatibili per una relazione.

Così Anima Select ha rivoluzionato il mondo degli incontri avvalendosi delle tecniche scientifiche dell’«abbinamento emotivo» ed ideando un sistema di riferimento per ciascuna tipologia.

Ma quali sono questi tipi? Il primo tipo è Cleopatra, forte e sicura di sé ma anche seducente e affascinante. Solo apparentemente fredda e con lato dolce. Più che l’avere qualcosa preferisce desiderarla e predilige i confronti sereni.

Secondo è il tipo Julia Roberts, una donna protettiva dal carattere mansueto ma sicura di sé, che ama prendersi cura del suo amore. È una grande sognatrice che pondera bene ogni scelta. Ma l’entusiasmo per l’oggetto del desiderio svanisce appena ne entra in possesso.

Terzo tipo è Brigitte Bardot, sensuale e femminile ma con un carattere fortissimo. Per questo occupa posizioni di leadership in campo privato ed in campo professionale. Le piace molto attrarre l’attenzione del suo uomo su di sé.

Quarto modello è Marylin Monroe, una donna che vuole coccolare costantemente il suo uomo ma che allo stesso modo vuole ricevere attenzioni. É una donna molto determinata a cui non piace sognare, preferisce agire.

Quinto è il tipo Audrey Hepburn. Sempre in conflitto con altre donne, predilige essere al centro di ogni decisione e vuole sempre entrare subito in possesso delle cose che desidera.

Sesto tipo è Coco Chanel, amante della cura dei dettagli e sempre pronta ad aiutare. È a suo agio nell’interazione con gli uomini ed in difficoltà a gestire i suoi rapporti con altre donne. Diffida però dai giudizi, ma accetta di buon grado i consigli.

Settimo è il tipo Jacqueline Kennedy, sempre d’accordo con le altre donne ed in conflitto con gli uomini. Le piace il possesso delle cose e non aspettare mai a lungo per averle. È una donna convincente, ma sogna un partner che le tenga testa.

Ottava donna è Maria Callas, forte e self-confident. Ama essere sempre al top ed è in competizione con gli uomini. Si lega a partner che le diano sicurezza e stabilità. È una donna concreta che vuole ottenere subito ciò che desidera.

«La vita e le esperienze hanno portato ciascuno di noi ad appartenere ad una ben precisa tipologia emotiva, scoprendola è possibile addentrarsi meglio dentro se stessi, imparare a fare dei propri tratti caratteriali dei punti di forza e capire qual è la chiave comunicativa da adottare per uscire vincente da ogni situazione della vita» spiega Giuseppe Gambardella, ideatore e ceo di Anima Select.

«Sulla base di queste esperienze, Anima Select crea coppie con un altissimo tasso di successo, perché stare bene in coppia significa avere una persona che combacia bene con noi anche emotivamente» puntualizza Roberto Sberna, general manager di Anima Select.

Pio e Amedeo, gio 12/12 Teatro Verdi Firenze

Pio e Amedeo
Pio e Amedeo

Non risparmiano nessun argomento e nessun personaggio. Dissacranti, ironici e iconici, Pio e Amedeo portano loro comicità politicamente scorretta sul palco del Teatro Verdi, giovedì 12 dicembre (ore 20,45) a Firenze.

Il titolo dello spettacolo è tutto un programma “La classe non è qua”: Pio e Amedeo presentano nuove gag ed esilaranti battute. Si ride e si riflette, come sempre. E non mancano personaggi che li hanno resi celebri in televisione con “Emigratis”, ospiti e sorprese speciali.

I biglietti (posti numerati da 25 a 50 euro, compresi diritti di prevendita) sono disponibili nei punti vendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) e online su www.ticketone.it.

Intanto continua anche la loro partecipazione al talent show di Canale 5, Amici di Maria de Filippi nella sua versione Celebrities.

Radio Italia è media partner ufficiale del tour.

Giovedì 12 dicembre 2019 – ore 20,45

Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Info tel. 055.667566 – 055.212320 – www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Pio D’Antini e Amedeo Grieco, in arte Pio e Amedeo, è il duo comico nato agli inizi del 2000. Nel 2004 il duo debutta in televisione sulla rete locale pugliese Telefoggia con la trasmissione “Occhio di Bue” e successivamente arrivano a Radionorba e Telenorba. Dopo una piccola parentesi su Rai2, passano a Mediaset collaborando prima con il laboratorio di Zelig e debuttando poi con “Le Iene” programma che li ha portati al successo grazie ai personaggi degli “Ultras dei Vip”. Nel 2014 a dieci anni dal loro debutto, sono i protagonisti del road-movie “Amici come noi” prodotto da Taodue e distribuito da Medusa e sempre nello stesso anno recitano insieme a Vincenzo Salemme, Gigi Proietti e tanti altri nel film “E tu di che segno sei?” prodotto da Vanzina per la regia di Neri Parenti. Nel 2016 sbarcano con “Emigratis” in onda su Italia Uno arrivato alla terza edizione, dove Pio e Amedeo sono i protagonisti assoluti insieme ai vip che prendono di mira. Non solo cinema, televisione e teatro, ma anche radio: Pio e Amedeo hanno condotto su Rtl102,5 il programma del venerdì notte “A disposizione” e il live “Sala ricevimenti” oltre a molte dirette per eventi speciali. Nel 2018 il duo ha girato l’Italia con lo spettacolo “Tutto fa Broadway” registrando tutto esaurito e chiudendo con il loro debutto al Mediolanum Forum di Assago. Nel 2019 Pio e Amedeo salgono sul palco dell’Ariston come ospiti del sessantanovesimo Festival di Sanremo e subito dopo al programma di Mara De Filippi “C’è posta per te” coinvolgendo il campione Mario Balotelli in una gag in stile Emigratis. A settembre 2019 Pio e Amedeo si esibiscono con il loro nuovo spettacolo “La Classe non è qua”, all’Arena di Verona e al Teatro Antico di Taormina. Sempre da settembre 2019 sono ospiti fissi di Amici Celebrities, programma condotto da Maria de Filippi su Canale 5.

Info spettacolo

Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Info tel. 055.667566 – 055.212320

www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Biglietti (compreso diritto di prevendita)

1° settore 50 euro

2° settore 40 euro

3° settore 30 euro

4° settore 25 euro

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)

Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

Portatori di Handicap

Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore gratuito. I biglietti sono reperibili esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 055/667566. Si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.

Sconti e riduzioni

I bambini sotto 5 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.