Due nuove piazze a Bollate. Inaugurazione il 21/12

Bollate-Stemma-
Bollate

Si terrà sabato 21 dicembre alle ore 10,30 l’inaugurazione di due piazze a Cascina del Sole, completamente risistemate. Si tratta di piazza Falcone e di piazza Terracini.

Saranno presenti il Sindaco Francesco Vassallo, l’Assessore all’Ambiente Vania Bacherini e il Settore Sostenibilità Ambientale e Arredo Urbano del Comune. Il ritrovo è alle ore 10,30 davanti alla Meridiana di via Silvio Pellico, si proseguirà verso Piazza Terracini dove ci saranno anche le associazioni “Il Sole splende per Tutti”, “Il Tralcio”, “Si può Fare” e “Ceramiche Artistiche Grufa” che hanno collaborato alla realizzazione delle fioriere. Seconda tappa in piazza Falcone per chiudere la mattinata.

Ecco I DUE progetti

La “nuova” piazza Terracini a Cascina del Sole

Il progetto di riqualificazione, voluto dall’Assessore all’Ambiente Vania Bacherini e realizzato dal Settore Sostenibilità ambientale, ha dato un volto nuovo alla piazza di Cascina del Sole.

Ecco le novità:

  • tre nuove fioriere che costeggiano il perimetro dell’anfiteatro, con arbusti (cornus, ilex, magnolia stellata e Nandina)
  • riqualificazione delle aiuole esistenti tra la piazza e il vicolo Montegrappa, con cespugli di ortensie, photinie, rose, lavanda, graminacee e bulbose
  • nuovo impianto di irrigazione interrato
  • riqualificazione dell’anfiteatro con il ripristino della pavimentazione in lastre di porfido, la tinteggiatura e verniciatura del parapetto;
  • verniciatura in blu dei parapetti dell’anfiteatro, delle scale e rampe disabili esterne, dei due pilastri metallici e della grata metallica della scala del palazzo comunale.
  • pulizia dai graffiti spray sui muri dell’anfiteatro e della scala esterna di accesso al fabbricato comunale
  • pulizia della pavimentazione esterna in porfido del piazzale.

L’intervento è stato impreziosito con la posa delle bellissime piastrelle in ceramica artistica realizzate a mano che rivestono le tre nuove fioriere dell’anfiteatro. Il tutto realizzato grazie alla collaborazione con le associazioni “Il Sole splende per Tutti”, “Il Tralcio”, “Si può Fare” e “Ceramiche Artistiche Grufa”, e con il contributo di Fondazione Comunitaria Nord Milano Onlus che – conclude l’Assessore Bacherini – hanno lavorato con il Comune in perfetta sinergia e collaborazione, consentendo di raggiungere un bellissimo risultato”.

La “nuova” piazza Falcone

Era una piazza di circa 1100 metri quadrati, pavimentata in autobloccanti, con accesso da via Cesare Battisti e delimitata da case di edilizia popolare. Uno spazio piuttosto degradato sia nelle pavimentazioni che nel verde e negli arredi, che ha richiesto un urgente intervento di riqualificazione. Il progetto messo in campo dall’Amministrazione ha cambiato radicalmente la piazza. La fornitura dell’illuminazione è stata offerta da CMA System.

Ecco le novità:

  • pulizia e diserbo della pavimentazione in autobloccanti;
  • riqualificazione del percorso pedonale di vicolo Monte Grappa e degli accessi alla piazza;
  • realizzazione di 2 fioriere decorate con piastrelle nelle tinte oltremare/blu/cobalto alternati;
  • rifacimento delle panchine, rivestite con fasce di piastrelle nelle tinte oltremare/blu/cobalto;
  • nuove aiuole;
  • riqualificazione delle 3 fioriere esistenti, rivestite in piastrelle nelle tinte oltremare/blu/cobalto. Verranno messa a dimora nuove essenze arbustive e floreali; e realizzato l’impianto di irrigazione;
  • nuovi dissuasori di velocità e verniciatura dei lampioni nelle fioriere laterali esistenti.
  • Realizzazione di 3 nuovi posti auto esclusivamente per carico e scarico; riqualificazione degli altri 7 già esistenti lungo vicolo Montegrappa.

“MovieMag” intervista Alessandro Gassman

Gassman
Gassman

“L’arte del compromesso non è il mio forte” è Alessandro Gassmann a confessarlo nell’intervista con Federico Pontiggia nella nuova puntata di MovieMag, in onda su Rai Movie mercoledì 11 dicembre alle 23:00 e lo stesso giorno nella programmazione notturna di Rai Uno. E poi Cate Blanchett e Stefania Rocca, passando per Il primo Natale di Ficarra e Picone, in uscita nelle sale di tutta Italia il 12 dicembre.

“L’arte del compromesso non è il mio forte” dichiara Alessandro Gassmann nell’intervista con Federico Pontiggia rilasciata in occasione della prima romana di Fronte del Porto, lo spettacolo teatrale tratto dal film di Kazan che Gassmann dirige, dopo averlo tradotto in napoletano e ambientato nel porto industriale del capoluogo campano dei primi anni ottanta. Riferendosi alla sua carriera di cineasta Gassmann ha dichiarato: “Ho imparato a scendere a compromessi ma non li vivo in maniera positiva” aggiungendo che, pur riconoscendone la necessità soprattutto in ambito cinematografico, ”quando mi è capitato, e penso soprattutto ai miei due film come regista, i risultati sono stati meno efficaci”.

E, di figlio in padre, Vittorio Gassman dedica al figlio Alessandro il Testamento del poeta greco Kriton Athanasulis nel commovente ritratto realizzato con le immagini delle teche della Rai.

In sala questa settimana Nancy di Christina Choe, nel quale la protagonista, sospettando di essere stata rapita da piccolissima, si convince di essere la figlia di una coppia che ha smarrito una bambina trent’anni prima; Che fine ha fatto Bernadette? commedia firmata da Richard Linklater che dirige l’architetta Cate Blanchett/Bernadette in fuga dalla famiglia per ritrovare se stessa. Il Natale, poi, comincia a farsi sentire al cinema con due film che non potrebbero essere più diversi: Black Christmas di Sophia Takal, remake dell’horror anni settanta Un Natale rosso sangue e la commedia Il Primo Natale, quello dell’anno zero nel quale vengono catapultati dal 2019 il ladro Ficarra e il sacerdote Picone.

Anche i dizionari del Cinema sono pieni di film natalizi e Alberto Farina ne ha selezionati alcuni per ripercorrere con voi la storia delle pellicole girate sotto l’albero: See You Next Wednesday!

Una rapina in una villa isolata, una coppia con un passato oscuro, una valigetta di diamanti che può cambiare la vita in una manciata di ore, quelle che vanno dal tramonto all’alba. Siamo andati sul set di Dietro la notte di Daniele Falleri e abbiamo incontrato i protagonisti di questo thriller: Fortunato Cerlino, Stefania Rocca e Roberta Giarrusso.

Non solo per fiction è il progetto di Alice nella città dedicato all’educazione alla legalità nelle scuole: attori, giornalisti, magistrati e studenti tutti insieme per dire di no alle mafie. Ve ne parliamo nel notiziario realizzato in collaborazione con ANICA.

Non perdetevi l’appuntamento con il Cineoroscopo di Simon & the Stars che ci dirà cosa si devono aspettare questa settimana i dodici segni dello Zodiaco, assistito dai film in programmazione su Rai Movie.

MovieMag è un programma di Gida Salvino, Alberto Farina, Federico Pontiggia e Gianluca Russo con la collaborazione di Katia Nobbio. Regia di Luca Postiglioni.

rai.it/raimovie/ – raiplay.it/programmi/moviemag/

facebook.com/RaiMovie – twitter.com/raimovie – instagram.com/raimovieofficial/

Intelligenza artificiale, emozioni, autismo, bambini

crowdfunding #RobotFriend
crowdfunding #RobotFriend

Procede con successo la campagna di crowdfunding #RobotFriend: il Robot amico per superare la diversità raggiunge in anticipo il primo step di raccolta su Eppela e ottiene il cofinanziamento di MSD CrowdCaring.

Ma c’è tempo fino al 28 dicembre per permettere il raggiungimento dell’obiettivo finale e realizzare così il sogno di un laboratorio di robotica al servizio dei bambini normalmente abili e bambini affetti da sindrome autistica.

La campagna di crowdfunding #RobotFriend, lanciata lo scorso 18 novembre sulla piattaforma Eppela all’interno del programma MSD CrowdCaring – iniziativa di MSD Italia che nasce per promuovere l’innovazione al servizio della salute – ha raggiunto e superato in anticipo il suo primo obiettivo di raccolta (pari a 10.000 euro), grazie agli oltre 9.000 euro donati dai sostenitori e dal cofinanziamento di MSD CrowdCaring che ha donato 5.000 euro all’iniziativa. “Siamo entusiasti per il successo riscosso e ringraziamo tutti coloro (sono più di 100) che ci hanno supportato nel progetto. Questo è pero solo un primo passo verso quello che è il nostro vero obiettivo: avvicinarci il più possibile a quota 20.000 euro” racconta Andrea Buragina, co-founder di LORF , spiegando come questo importo consentirebbe di arrivare a quello che al momento è un sogno: il Robot Pepper, che grazie alla presenza di un tablet, consentirebbe di veicolare in maniera ottimale il gioco #ColorQuiz, sviluppato dalla start up milanese.

LORF intende, infatti, sviluppare un laboratorio di robotica in cui bambini normalmente e diversamente abili si possano incontrare intorno al Robot e, attraverso il gioco, divertirsi, apprendere e socializzare, favorendo in questo modo anche l’educazione alla diversità. #ColorQuiz, ha un livello di difficoltà medio basso: questo lo rende fruibile dai bambini autistici ma al tempo stesso attraente anche agli occhi dei bambini normalmente abili, a cui viene affidato il ruolo di tutor. Saranno, pertanto, proprio questi ultimi ad aiutare i bambini autistici ad interfacciarsi con il Robot.

#ColorQuiz è il primo gioco che LORF ha realizzato e nasce proprio da un’idea dello stesso Buragina: quella di far scoprire ai bambini il mondo che li circonda attraverso i colori. Alla sua creazione ha lavorato un Team, coordinato da Andrea e composto da una psicologa, Claudia Bordicchia, esperta in Psicopatologia dell’Apprendimento, un tecnico, Ewerton Lopes S. de Oliveira, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito della robotica, oltre ad un esperto in comunicazione digitale, Michele Berra, da sempre attento a tematiche sociali. Il gioco prevede una prima parte dove i bambini sono chiamati a giocare e a scoprire, attraverso il Robot, i colori primari e secondari. Nella seconda parte i bambini sono invece chiamati a scoprire i colori del mondo che li circonda rispondendo ad una serie di domande formulate dal Robot, attraverso l’ausilio di contenuti multimediali.

Pepper è il primo e più avanzato robot umanoide capace di interagire e di rispondere alle richieste dell’utente, e, grazie ad un complesso algoritmo, di riconoscere e reagire proattivamente alle emozioni umane entrando in relazione con l’interlocutore. Un’interfaccia di alto livello e un sistema di intelligenza artificiale (AI) cloud-based gli permettono di comunicare con chi gli sta intorno, analizzando la gestualità, l’espressione e il tono di voce.

Il Robot ha una forma simile a un giocattolo e dunque cattura subito l’interesse del bambino e crea un canale di comunicazione diretta con lui. Poiché il robot non tradisce emozioni, non cambia espressione vocale o facciale, facilita la concentrazione per i bimbi autistici, che sono ipersensibili agli stimoli esterni e timorosi delle reazioni umane.

LORF è una start-up innovativa fondata ed è anche una società Benefit, impegnata in azioni e progetti a sostegno delle persone autistiche e delle loro famiglie. Accreditatasi come B corp, LORF è stata premiata al B Corp Italian summit 2018 di Bologna come Best For Italy 2018 – miglior impatto Comunità, avendo conseguito il punteggio più alto nell’area comunità del BIA (Benefit Impact Assessment), un rigido protocollo che misura le performance economiche, ambientali e sociali di un’azienda. Nel 2019 ha anche ha anche conseguito il Best For The World sia Community che Governance.

LORF ha lanciato l’App loveorfriends, uno strumento che favorisce la socializzazione, promuovendo incontri nel mondo reale con i propri amici; l’obiettivo è invitare le persone a passare sui social network il tempo strettamente necessario per darsi appuntamento nel mondo reale. In questa direzione va anche #WorldFriend, la campagna recentemente lanciata da LORF che vuole sottolineare l’unicità dei momenti vissuti nella vita reale e l’importanza di vivere il mondo reale. Tra le sue attività LORF ha ideato e promosso il progetto HomeMate, che utilizza la tecnologia per innalzare il livello di autonomia delle persone con Autismo e migliorarne la qualità di vita, e ha realizzato, a supporto, il video, “Did you know Autistics Change the World?”, che partendo da personaggi autistici che hanno fatto la storia dell’umanità o indotto cambiamenti epocali, si pensi ad Einstein o a Mozart, illustra non solo cosa è l’Autismo, ma anche il potenziale onere finanziario a carico della comunità in futuro. Con l’obiettivo di far conoscere le potenzialità in termini di socializzazione di un Robot umanoide e i suoi utilizzi a servizio della persona e della comunità, LORF ha ideato e lanciato il Contest #RobotFriend, facendo diventare loveorfriends la prima app al mondo che ha permesso ad i propri utenti di incontrare e interagire con un Robot umanoide. L’obiettivo è ora dare a #RobotFriend una declinazione pratica.

Gran Ballo dell’800 con Daria Baykalova e Pinda Kida

Gran Ballo dell'800 con Daria Baykalova e Pinda Kida
Gran Ballo dell’800 con Daria Baykalova e Pinda Kida

Si è svolto a Roma l’elegante e divertente Gran ballo di Natale in Costume dell’800 organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca, all’interno del meraviglioso spazio Esposizioni del Palazzo delle Esposizioni con ingresso dalla Scalinata di Via Milano 9/a.

Protagonista della serata è stata la bella attrice russa Daria Baykalova che abbiamo visto in televisione nella fiction Mediaset “L’Onore e il rispetto”, nella serie su “Coco Chanel” e che vedremo da gennaio nella serie tv Sky di Paolo Sorrentino “The New Pope”. Daria Baykalova ha indossato un meraviglioso costume ottocentesco dorato, realizzato dalla costumista Paola Cozzoli. Il trucco e le acconciature sono stati curati dallo staff di Pablo Art Director Gil Cagne’.

Come ogni anno, la Compagnia Nazionale di Danza Storica  si veste di solidarietà dedicando la serata ad una giovane donna con una storia difficile alle spalle, con la speranza di regalarle una serata di gioia. Quest’anno è stata scelta la giovane Pinda Kida, una ragazza originaria del Mali che, a soli 25 anni, ha scoperto di essere affetta da sclerosi multipla.

Pinda ha due passioni: la moda ed il Ballo. Fa la stilista e disegnare è una delle cose che le piace di più al mondo. Adora ballare e creare vestiti per le donne, che prendono vita dopo un duro lavoro dai bozzetti realizzati con le sue mani.

Per raccontare la malattia, Pinda ha realizzato un libro che contiene le sue foto. Non immagini qualsiasi, ma scatti che raccontano il suo approccio alla sclerosi multipla: in alcuni è felice e piena di speranza, in altre ha lo sguardo vuoto. Ogni foto corrisponde a uno stato d’animo, a una delle tante sensazioni ed emozioni che le hanno tirato fuori la malattia.

In una location che ricorda un’America d’altri tempi, con circa 200 ospiti, splendide Dame in affascinanti abiti stile Sissi e Cavalieri in Frac, hanno potuto godere della melodiosa Musica di Strauss, Verdi e Puccini, ammirando bellissime coreografie di Valzer, Quadriglie, Mazurche e Contraddanze.

Tra gli ospiti presenti al Gran Ballo: L’Ambasciatore Schepisi; la Presidente di Civitan International Adele Mazzotta ed il Vice Presidente Giuseppe Lepore; Per Aism il dott. Adriano Mencarelli; per Le Voila Banqueting Andrea Azzarone; per Vallesanta Paolo Ianni. Presenti inoltre, la Direttrice della sede Rai in Calabria Anna Maria Terremoto e l’Architetto Fernando Miglietta; Serena Parravicini della Fondazione Capucci; il Principe Andrea Correale; l’inviata di Unomattina Camilla Nata; Eleonora Misiti modella della Copertina del Libro Gran Balli dell’800 di Nino Graziano Luca; il Campione Olimpico e già Commissario Tecnico della Nazionale Italiana di Judo Felice Mariani.

La Compagnia Nazionale di Danza Storica ha inoltre coinvolto Civitan International, condividendo con loro il progetto dell’artista Michelangelo Pistoletto che stimola da anni ad una maggiore responsabilità individuale e sociale. Nello specifico è stato promosso il progetto “Rebirth-Terzo Paradiso” finalizzato a diffondere un messaggio di impegno etico attraverso l’arte e la creatività per una trasformazione responsabile della società, che accresca nel cittadino  la consapevolezza dell’importanza della cultura e della salvaguardia del patrimonio artistico della Città Eterna.

L’iniziativa del Civitan Club Roma rappresenta un intervento di sensibilizzazione contro il degrado urbano attraverso l’adozione di “100 panchine per Roma”  che saranno posizionate in spazi dedicati, di fronte alle biblioteche e in spazi pubblici, in un percorso ideale che conduca ad un nuovo modello del vivere civile, all’insegna del rispetto e della tradizione, in nome del bene condiviso, alla ricerca di una nuova etica di comportamento, anche per supportare le prossime generazioni.

Sviluppo sostenibile, presentato rapporto Polis Lombardia 2019

rapporto Polis Lombardia 2019
rapporto Polis Lombardia 2019

Presentato il ‘Rapporto Lombardia 2019′ che fotografa il posizionamento della Regione rispetto agli obiettivi definiti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite con l’Agenda 2030.

Al momento di approfondimento sono intervenuti il vicepresidente di Regione Lombardia, con delega a Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, su delega del presidente Attilio Fontana, gli assessori Raffaele Cattaneo (Ambiente e Clima) e Stefano Bruno Galli (Autonomia e Cultura) e il sottosegretario alla Presidenza Fabrizio Turba (Rapporti con il Consiglio regionale).

I Goal previsti dall’Agenda 2030

Il documento analizza 16 dei 17 Goal (viene escluso il 14, ‘Vita sott’acqua’) individuati dall’ONU.  In particolare, si registrano risultati positivi per ‘Parità di genere’, ‘Istruzione di qualità’, ‘Partnership per gli obiettivi’,  ‘Imprese, innovazione e infrastrutture’, ‘Energia pulita e accessibile’ e ‘Lavoro dignitoso e crescita economica’ (che prosegue il trend di crescita dal 2015, dopo il crollo registrato negli anni precedenti). Si ha una flessione per i Goal ‘Sconfiggere la povertà’, ‘Pace giustizia e istituzioni solide’ e ‘Città e comunità sostenibili’. Stazionari gli altri: ‘Sconfiggere la fame’, ‘Salute e benessere’, ‘Ridurre le diseguaglianze’, ‘Consumo e produzione responsabili’, ‘Vita sulla terra’.  Per il Goal 6, ‘Accesso all’acqua e servizi igienici’, la Lombardia è il principale consumatore di acqua per uso potabile e ha attuato, negli ultimi anni, investimenti in risposta alla Direttiva sul trattamento delle acque reflue urbane. In merito al Goal 13, ‘Azioni per il clima’, si registra uno scenario che vede un costante incremento delle temperature, un leggero calo delle precipitazioni (anche se si verificano sempre più eventi piovosi estremi), un basso livello del contenuto medio di carbonio nei suoli agricoli.

Da innovazione strumenti alle imprese

“La sostenibilità e l’innovazione sono due temi portanti delle politiche di Regione Lombardia e la nostra sfida è fornire strumenti alle imprese e ai cittadini per generare uno sviluppo sostenibile” ha detto il vicepresidente Sala.

“Regione Lombardia – ha evidenziato il vicepresidente Sala – è al pari di Francia e Germania negli indicatori di sostenibilità e questo perché c’è una sinergia fondamentale tra imprese,università e istituzioni”. “La Lombardia – ha proseguito – è la prima regione ad offrire connessioni ad alta velocità per imprese e famiglie:sul tema del 5g sono già nate a Milano e nella zona dell’area metropolitana cieca 200 Start Up”.

Lombardia è Ricerca, 1 milione di euro per cambiare vita cittadini

“Il titolo di questo giornata ‘Competitivi per vocazione, sostenibili per scelta’  – ha aggiunto il vicepresidente – è certamente efficace e rappresenta al meglio anche gli orizzonti verso i quali intendiamo dirigerci: il nostro premio ‘Lombardia è Ricerca’ 2020, infatti,  sarà dedicato alla sostenibilità ambientale. Assegneremo 1 milione di euro al ricercatore o al gruppo di ricercatori capaci di realizzare un progetto che rivoluzione la vita dei cittadini con l’impegno che il 70 % del valore del riconoscimento, ossia 700 milioni di euro, siano investiti in attività di ricerca in Lombardia”.

Nell’arco di un decennio, la Lombardia migliora in 6 obiettivi, registra una flessione in 3 e rimane pressoché stazionaria negli altri: è quanto emerge dal ‘Rapporto Lombardia 2019′ realizzato da PoliS-Lombardia e presentato oggi.

Molto positivi i dati relativi all’utilizzo delle energie rinnovabili e alla gestione dei rifiuti, per i quali la Lombardia ha raggiunto parametri concordati a livello internazionale. Nel primo caso, l’incremento tra il 2000 e il 2016 è stato di circa il 50%. Nel secondo caso, la raccolta differenziata ha raggiungo il 69,7% del totale, con un +2,1% rispetto al 2016. Tra le Regioni italiane, hanno fatto meglio solo il Trentino Aldo Adige e il Veneto.

Grande opportunità

“La sostenibilità è il nuovo nome dello sviluppo.  Attorno alla sostenibilità si gioca la più grande opportunità di sviluppo che abbiamo di fronte nei prossimi decenni”, ha detto l’assessore ad Ambiente e Clima di Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, nel corso del suo intervento.

“Dobbiamo dotarci degli strumenti e delle scelte politiche che ci permettono di tenere il ritmo delle sfide che abbiamo di fronte – ha proseguito l’assessore -. Sfide che aprono a questioni come l’economia circolare, la transizione energetica, la mobilità sostenibile, le smart city, gli smart village e le smart Region. È un cambiamento trasversale, che si costruisce dal basso, coinvolgendo tutti, ogni singolo cittadino, ogni singola impresa: è questa la linea politica su cui si sta muovendo Regione Lombardia”.

Il Protocollo

“Il 18 settembre scorso – ha ricordato Cattaneo – è stato firmato il Protocollo per lo sviluppo sostenibile con tutti gli enti, le associazioni industriali, le parti sociali, il mondo delle Università e quello ambientalista. Abbiamo avviato l’Osservatorio regionale per l’Economia circolare e la transizione energetica. E per coinvolgere tutti abbiamo attivato una consultazione aperta ai cittadini, gli stakeholder, le amministrazioni locali per individuare insieme un percorso comune di sviluppo sostenibile, che parta dal basso, dai bisogni delle persone e della specificità del territorio della Lombardia, in vista degli obiettivi Onu 2030″.

Alleanza necessaria

“Dobbiamo scommettere su un’alleanza tra economia ed ecologia, tra ambiente e impresa, tra sostenibilità e innovazione. Grazie alle innovazioni tecnologiche le emissioni dei veicoli da Euro0 a Euro6 si sono ridotte del 95% per gli ossidi di azoto e del 97% per le polveri sottili. Avere scommesso sulla capacità delle imprese di trovare soluzioni sostenibili – ha concluso l’assessore – ha permesso risultati che la logica della contrapposizione tra sostenibilità e sviluppo e tra ambiente e impresa non avrebbe mai permesso.