Ridurre i consumi di gasolio del 70%: la svolta green

Fiera di Cremona_la svolta green
Fiera di Cremona_la svolta green

Ridurre il consumo di gasolio per la semina e l’aratura del 70%, risparmiando soldi ed emissioni nell’ambiente. Utilizzare spargiconcimi guidati da sistemi gps che permettono di ridurre di due terzi il concime utilizzato. Spesso additato come un settore fortemente impattante nei confronti dell’ambiente, il mondo dell’allevamento e dell’agricoltura ha da tempo imboccato una vera e propria svolta green che sarà uno dei temi portanti delle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona che si terrà dal 23 al 26 Ottobre a CremonaFiere. Venerdì 25 ottobre a Cremona verranno presentati i risultati di uno studio condotto dall’università di Perugia in collaborazione con Kverneland AccademY. Al centro dell’indagine l’impatto che l’utilizzo di nuove macchine agricole, le così detta “minime lavorazioni del terreno” hanno sulla riduzione delle immissioni nell’ambiente.
“Possiamo anticipare alcuni dei risultati che verranno presentati a Cremona – spiega Roberto Bartolini, che ha lavorato al progetto –. Oggi esistono attrezzature per far sì che con un solo passaggio si faccia un’operazione che prima ne comportava tre. Oppure macchine che spargono i fertilizzanti solo dove servono effettivamente. Così facendo se ne possono usare di meno”. Queste nuove tecnologie permettono anche forti vantaggi economici. “Si ha un risparmio che arriva fino al 70% del gasolio”. In questo modo sorride il portafoglio, ma anche l’ambiente”. Lo studio dimostra come, abbandonando di fatto l’aratro e puntando su nuove tecnologie, la terra riacquista fertilità e i lombrichi tornano ad essere presenti nei campi. “Non si tratta di tecnologie avveniristiche – conclude Roberto Bartolini -, ma qualche centinaio di allevatori stanno già utilizzando questi macchinari per produrre mais e frumento”.
Con una potenza elettrica installata di circa 1.200 Megawatt (MW), pari a una produzione di 2,4 miliardi di metri cubi di gas naturale l’anno, l’Italia è uno dei principali produttori di biogas in agricoltura; quarta al mondo dopo Germania, Cina e Stati Uniti. Ad oggi, in Italia, sono infatti operativi più di 1.500 impianti di biogas – circa 1.200 soltanto in ambito agricolo – con ripercussioni importanti in termini occupazionali: 6.7 addetti per MW installato rendono la filiera del biogas-biometano il settore a maggiore intensità occupazionale tra le rinnovabili e favoriscono la creazione di oltre 12mila posti di lavoro. Numerosi saranno gli incontri che si terranno alle Fiere Zootecniche internazionali di Cremona, dal 23 al 26 ottobre, a Cremona Fiere, per parlare proprio di questi argomenti. Di come rendere ancora più green e sostenibile un settore, quello dell’allevamento e dell’agricoltura, che già da tempo si è posto il problema di ridurre gli scarti e di renderli, da rifiuto, risorsa per la produzione, ad esempio, di energia.

Area urbana di Milano: turismo in crescita

Cresce il numero di visitatori a Milano
Cresce il numero di visitatori a Milano

Settembre è stato il primo mese del 2019 in cui i turisti nell’area urbana di Milano hanno superato il milione (1.028.013), registrando una crescita del 17% rispetto allo stesso mese dell’anno scorso, quando i visitatori furono 877.829.
“La Fashion Week e il Gran Premio di Monza, senza dimenticare le altre settimane tematiche – dalla Green Week a Bike City, da Calcio City alla Pet Week -, le mostre, il Duomo, la Scala e le celebrazioni per il quinto centenario della morte di Leonardo: non importa quale iniziativa abbia riscosso più attenzione – commenta il Sindaco Giuseppe Sala –, di certo tutte insieme hanno contribuito a portare in un solo mese, a Milano e nell’area metropolitana, oltre un milione di turisti. Un traguardo importante che conferma e rinforza la capacità attrattiva di Milano e che ci rende particolarmente orgogliosi”.
Per quanto riguarda la tipologia di visitatori, i single sono ancora la categoria di turisti più frequenti, con 511.417 presenze, e per la maggior parte appartengono a una fascia d’età tra i 31 e i 45 anni, 317.053.
“Un risultato eccezionale – dichiara Roberta Guaineri, assessore al Turismo –, che premia l’impegno dell’Amministrazione comunale nel promuovere la città a livello internazionale, anche attraverso la nostra agenzia YesMilano. Milano oggi è tra le mete mondiali più ambite grazie al suo straordinario patrimonio artistico, architettonico e monumentale e alle molteplici proposte organizzate dal Comune in collaborazione con privati e associazioni di settore per valorizzare le eccellenze del territorio, quali cultura, moda, design, cibo e sport”.

I Mercatini di Natale di Merano

I Mercatini di Natale di Merano
I Mercatini di Natale di Merano

I Mercatini di Natale di Merano – dal 29 novembre 2019 al 6 gennaio 2020 – strizzano l’occhio al futuro proseguendo il percorso e la filosofia del Green Event e affiancando alle tradizionali proposte un nuovo gioco, che sfrutta tecnologie all’avanguardia.
Si tratta di un “gioco rompicapo”, una caccia al tesoro tecnologica cui sarà possibile partecipare con il solo utilizzo del proprio smartphone. Un progetto che punta al coinvolgimento di migliaia di persone per divertirsi e scoprire meglio la città.
Chi gioca dovrà semplicemente risolvere dei quesiti per procedere da una stazione ad un’altra e riuscire a concludere la prova. Ci saranno 5 casette o luoghi nei Mercatini e altri 5 punti del centro città di interesse storico e culturale.
Realizzato in collaborazione con Capacitas, sarà il primo esempio di un servizio innovativo che preveda l’utilizzo di una nuova tecnologia (Beacon), tramite cui si rileva l’esatta posizione dei luoghi coinvolti.
Il gioco sarà dedicato alle famiglie e ai bambini e i contenuti, anche se di fantasia, si ispireranno a Merano e alla sua tradizione natalizia e prenderà il via il 1 dicembre 2019 e si concluderà il 6 gennaio 2020.
L’Azienda di Soggiorno di Merano, regista della manifestazione, propone anche, oltre al gioco interattivo, un programma come sempre ricco di iniziative.
Ecco di seguito le attività più importanti e significative.
Il Villaggio Natalizio Storico sarà allestito in piazza della Rena, luogo centrale della città che collega la location storica dei Mercatini (la passeggiata lungo Passirio) ai portici e rievocherà il Natale di un tempo, offrendo prodotti artigianali, realizzati come una volta. Il Villaggio offrirà un programma musicale ampio e vario, specialmente nei fine settimana con cori e bande che proporranno i classici del Natale e non solo. Le famiglie e i bambini troveranno ad accoglierli Goldy, la mascotte dei Mercatini con laboratori creativi e spettacoli, sia per i più piccoli sia per gli adulti; i ragazzi dai 7 agli 11 anni saranno accompagnati dalle animatrici alla casetta di Goldy, per svolgere i laboratori creativi manuali (biscotti e decorazioni natalizie) in compagnia di varie associazioni meranesi.
Sempre per i bambini i Mercatini offriranno anche il Goldys Club; infatti, ai genitori che visiteranno i Mercatini sarà offerta la possibilità di lasciare in custodia i propri figli al team di animazione presso la prestigiosa e accogliente location del Kurhaus.
In Piazza Terme divertimento all’aria aperta con la pista di ghiaccio (disponibili pattini a noleggio) e la giostra dei cavalli. Inoltre, Kugln Terme (le grandi palle di Natale all’interno delle quali è possibile gustare pietanze tipiche), Skybar (molto panoramico) e Christmas Apertitif.
Ricordiamo che i Mercatini di Natale di Merano sono certificati Green Event, ovvero sono eventi organizzati e realizzati seguendo precisi criteri di tutela ambientale, come la valorizzazione dei prodotti regionali, l’efficienza delle risorse, la gestione dei rifiuti, la mobilità sostenibile e la responsabilità sociale.
Infine, le suggestive visite guidate; come quella della città a lume di lanterna, la visita guidata del Kurhaus, quella per scoprire i segreti di Merano “giardino d’inverno” e il Gourmetwalk natalizio.
Per Capodanno, il programma inizierà già il 31 mattina con un’iniziativa speciale per i bambini. La sera lo spettacolo piromusicale “Lumina”, a mezzanotte, mentre il pre-serata e i balli dopo mezzanotte saranno accompagnati dalla Merano Pop Symphony Orchestra, presso la terrazza del Kurhaus.

Per il programma completo: http://mercatini.merano.eu
Per ulteriori informazioni: https://www.merano.eu

R4: al via la nuova stagione di “Ricette all’italiana”

Davide Mengacci e Anna Moroni
Davide Mengacci e Anna Moroni

Torna dal 21 ottobre “Ricette all’italiana”, in onda dal lunedì al venerdì – dalle ore 11.20 alle 11.55 e dalle 12.30 alle 13.00 – su Retequattro.
Davide Mengacci e Anna Moroni continuano la loro missione di riscoperta delle ricette della cucina italiana, senza tralasciare le curiosità più suggestive del Bel Paese. La coppia, ormai consolidata al timone della trasmissione, si muove in una location tutta nuova, tra arredamenti contemporanei ed un monumentale camino medievale, intorno al quale i due si raccolgono per svelare segreti ed aneddoti dell’arte culinaria a loro tanto cara.
Presenti anche Annalisa Mandolini e Annabruna Di Iorio, inviate sul territorio alla scoperta delle località più caratteristiche dello Stivale.
Confermata anche la presenza di Gianluca Mech, special guest con l’incarico di dare consigli di bellezza e benessere.
“Ricette all’italiana” è prodotto dalla ME Production di Elio Bonsignore.
Il programma viene diffuso da Mediaset Italia anche negli Stati Uniti.

Forze dell’ordine, codice rosso: due in custodia cautelare

Arresti forze dell'ordine
Forze dell’ordine_eseguite misure di custodia cautelare

Il nucleo Tutela Donne e Minori della Polizia Locale ha eseguito nei giorni scorsi due misure di custodia cautelare in carcere nei confronti di due uomini. Il primo, un kosovaro di 32 anni è accusato di maltrattamenti, violenza e lesioni nei confronti della ex fidanzata e dei suoi famigliari, oltre che per la diffusione illecita di immagini e video sessualmente espliciti (il cosiddetto revenge porn, nuovo titolo di reato inserito con le modifiche al sistema penale di contrasto alle violenze domestiche e di genere meglio conosciuto come “codice rosso”). Il secondo, un italiano di 28 anni amico del trentaduenne, è accusato di minacce e di diffusione illecita di immagini sessualmente esplicite.
I due uomini, entrambi residenti in due comuni dell’hinterland milanese e con diversi precedenti penali, avrebbero preso di mira la ragazza, i suoi famigliari e i suoi amici in particolare dopo la fine del rapporto di coppia.
La denuncia è stata sporta alla fine dello scorso settembre e subito sono partite le indagini del Nucleo Tutela Donne e Minori in accordo con il Quinto Dipartimento della Procura che si occupa di tutela della famiglia e dei soggetti deboli, diretto dal Procurato Aggiunto Dott.ssa Letizia Mannella, che in breve tempo hanno permesso di acquisire numerosi riscontri al racconto della donna, che immediatamente è stata messa in sicurezza dalla Polizia Locale.
Le violenze, sia verbali che fisiche, del 32enne nei confronti della fidanzata duravano da mesi, ma avevano avuto un particolare escalation dopo che lei lo aveva lasciato. Quando erano ancora insieme, tra febbraio e l’estate, la giovane donna era stata picchiata più volte con pugni alla schiena e al volto.
Subito dopo aver rotto il rapporto, sono iniziate le minacce anche nei confronti dei familiari e di suoi amici. In particolare un amico, oltre a diverse minacce, ha subito anche una vera e propria aggressione, quando raggiunto in un parcheggio era stato scaraventato giù dall’auto che guidava e colpito con pugni in faccia e calci.
Il 32enne aveva anche diffuso sui social un filmato e alcune foto che riprendevano un loro rapporto sessuale, condiviso poi anche dall’altro arrestato. I due uomini sono ora in custodia presso il carcere di San Vittore.