30.3 C
Milano
giovedì, Giugno 30, 2022

La Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, festeggia al Teatro Lirico Gaber, i suoi 160 anni.

Con due serate dedicate a La bohème di Giacomo Puccini, eseguita in forma di concerto, il 13 e il 14 giugno la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado festeggia al Teatro Lirico Gaber, luogo simbolo della città, i suoi 160 anni.

Sarà uno spettacolo di giovani per i giovani”, afferma Roberto Favaro, direttore della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, “realizzato con lo scopo di avvicinare un pubblico estraneo alla lirica. La nostra Bohème è concepita come un lavoro di squadra e di saperi integrati. L’opera, in forma di concerto, vede la partecipazione degli studenti di strumento, canto e direzione d’orchestra della nostra Scuola e la collaborazione della Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi e, nella fase iniziale, del corso di scenografia dell’Accademia di Brera. Lo spettacolo rientra nel Progetto Bohème Experience 2022, un percorso didattico sull’opera pucciniana che ha impegnato gli studenti dell’Istituto di Musica Classica per tutto l’anno accademico nella sede di Villa Simonetta”.

Le celebrazioni sono sempre una buona opportunità per ricordare quanta strada si è percorsa, soprattutto quando si tratta di istituzioni storiche: la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, uno dei dipartimenti d’eccellenza di Fondazione Milano Scuole Civiche, fondata nel 1862 con lo scopo di formare strumentisti per la Civica banda e coristi per il Teatro alla Scala, ufficialmente intitolata al maestro Claudio Abbado nel 2014, è da sempre parte integrante della storia culturale milanese e ha formato generazioni di musicisti che anno dopo anno si affacciano sulla scena e affrontano l’emozionante avventura con il pubblico, con competenze, inclinazioni, passioni e aspirazioni personali.

La scelta del capolavoro di Puccini, innovatore al di là delle mode, presenza stabile nei cartelloni dei teatri di tutto il mondo e figura amatissima dal pubblico, non è del resto casuale: i quattro quadri di Bohème, su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, tratti da Scènes de la vie de bohème di Henri Murger del 1851, raccontano, attraverso una carrellata di momenti, la vita di giovani artisti, i loro sogni, i patimenti amorosi, i conflitti drammatici, le speranze, la gioia condivisa del gruppo e la più struggente solitudine.

Sicuramente, come sottolinea Roberto Favaro, direttore della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, l’elemento dominante è la giovinezza: La bohème è un’opera che si focalizza sull’idillio di Rodolfo e Mimì ma è anche fortemente collettiva nella rappresentazione della vita di tutti i giorni dei suoi bohémien, sullo sfondo di una Parigi ottocentesca che, come afferma Debussy, “nessuno aveva saputo descrivere tanto bene quanto Puccini”.

Gli amici sono molto più che colleghi, sono compagni, aspiranti artisti, eroi contemporanei con cui condividere illusioni e disinganni, in un percorso in cui la ricerca dell’arte e della fama è costantemente accompagnata alla ricerca dell’amore.
I temi sono dunque eterni, e sempre giovani.

Sul podio, a dirigere il cantanti, Cori, Coro di voci bianche e l’Orchestra della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, costituita per l’occasione anche da ex allievi e professionisti esterni, è Giuseppe Famularo, diplomato della Scuola al corso di direzione d’orchestra, specializzato nell’ambito operistico e recentemente scelto dal maestro Riccardo Muti per partecipare, unico italiano tra candidati di tutto il mondo, al progetto Riccardo Muti Italian Opera Academy presso la Fondazione Prada di Milano.

La bohème della Civica Scuola Claudio Abbado vede inoltre la partecipazione straordinaria, nelle parti di Alcindoro e del signor Benoît, del baritono Armando Ariostini, artista versatile, capace di spaziare dal repertorio classico – operistico a quello contemporaneo, da ruoli buffi a drammatici.

Le letture sceniche sono curate dalla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi.
L’attrice Corinna Andreutti leggerà, all’inizio di ogni quadro, i testi tratti dal romanzo Scènes de la vie de bohème di Henri Murger (1851) inseriti nel libretto dell’opera di Puccini.

https://teatroliricogiorgiogaber.it/produzione/boheme-experience-la-civica-scuola-di-musica-claudio-abbado/

https://musica.fondazionemilano.eu/news/160-anni-di-civica-1862-2022-13-e-14-giugno-al-teatro-lirico-di-milano

Altri articoli di Musica Su Dietro La Notizia

1 Condivisioni

Articoli

I festival musicali da non perdere quest’estate

Lisbona e non solo: sei appuntamenti da segnare in agenda Dopo due anni di stop, anche a Lisbona tornano i festival musicali, con centinaia di...

Vacanze feline: le 5 cose che non possono mancare nella valigia del gatto

Estate & pet Anche se amanti del comfort di casa, i gatti possono diventare veri viaggiatori, con i consigli dell'esperta. L'estate 2022 è ufficialmente iniziata e per...

Magna Grecia Awards 2022. “L’amore è la spiegazione di tutto”

Ritorna il 2 luglio a Bari la 25° edizione del prestigioso premio che ogni anno celebra il cuore, il pensiero, l'azione e l'eccellenza Il 2...

Resta Connesso

1,478FansLike
396FollowersFollow
141FollowersFollow
- Advertisement -

Ultimi Articoli

I festival musicali da non perdere quest’estate

Lisbona e non solo: sei appuntamenti da segnare in agenda Dopo due anni di stop, anche a Lisbona tornano i festival musicali, con centinaia di...

Vacanze feline: le 5 cose che non possono mancare nella valigia del gatto

Estate & pet Anche se amanti del comfort di casa, i gatti possono diventare veri viaggiatori, con i consigli dell'esperta. L'estate 2022 è ufficialmente iniziata e per...

Magna Grecia Awards 2022. “L’amore è la spiegazione di tutto”

Ritorna il 2 luglio a Bari la 25° edizione del prestigioso premio che ogni anno celebra il cuore, il pensiero, l'azione e l'eccellenza Il 2...

Milano. Apre da domani la mostra su tre sedi dedicata a “Somaini e Milano”

Palazzo Reale, Museo del Novecento e Fondazione Somaini ospiteranno tre differenti esposizioni dedicate all'artista, da 1° luglio all'11 settembre 2022 Allestita in tre sedi, la...

Sergio Bonelli Editore presenta “La cautela dei cristalli” di Alberto Ostini e Anna Lazzarini

Debutta l’8 luglio in libreria e fumetteria una novità assoluta nel ventaglio di pubblicazioni di Sergio Bonelli Editore. Frutto di un progetto di ampio...