Bollate: Casi Covid nella RSA

RSA di Bollate
RSA di Bollate

Bollate: Casi di positività al Covid nella RSA, la salute degli ospiti è sotto controllo

in merito alla situazione relativa agli ospiti e al personale della RSA Città di Bollate – Giovanni Paolo II, questa mattina l’Amministrazione comunale ha organizzato una conferenza stampa per informare i media e i cittadini sullo stato di salute delle persone risultate positive al Covid 19 e per fare il punto sulle misure adottate e sulla situazione organizzativa della struttura.

Hanno partecipato alla conferenza stampa il Sindaco Francesco Vassallo, la dottoressa Katia Ceccarelli, presidente del Consorzio Blu che gestisce la RSA; la dottoressa Sabrina Morlacchi, coordinatrice della RSA, il dottor Rosario Cantella, direttore sanitario. Presenti anche il Presidente Paolo Pratovebera e il Vice presidente Felice Caccavale di Gaia servizi che è titolare della gestione della Residenza sanitaria.

Dai dati comunicati, sono 53 su 55 gli ospiti positivi, alcuni asintomatici, alcuni lievi e alcuni con sintomi più evidenti; mentre tra il personale sono risultati positivi 23 su 64 operatori, dei quali, ben 18 completamente asintomatici.

I responsabili della struttura si sono soffermati anche sulle possibili modalità di diffusione del contagio evidenziando come ci siano diverse ipotesi al vaglio tra le quali il contagio avvenuto per l’inserimento di un paziente risultato negativo al virus al momento del suo ingresso in struttura e sottoposto a tutti i protocolli.

In merito alla situazione di salute delle persone positive è intervenuto il direttore sanitario: “Per fortuna – ha detto Cantella – ad oggi gli ospiti e il personale stanno bene malgrado la positività. Non ci sono particolari criticità in merito alla salute e la struttura si sta occupando delle cure e del monitoraggio che saranno costanti e continui come sempre”.

“Confermo la fiducia nella struttura e nei professionisti che la stanno gestendo in questo momento di criticità – ha concluso il Sindaco Vassallo. La nostra RSA è risultata tra le più blindate e virtuose fin dall’inizio di questa emergenza. I contagi di oggi, avvenuti malgrado i rigidi protocolli sempre rispettati, ci indicano come siamo di fronte a un nemico subdolo che dobbiamo contrastare in ogni modo possibile, rispettando le regole e senza sottovalutare nessuna situazione potenzialmente a rischio”.