Saldi estivi: anche in Lombardia si parte il 1 agosto

Carta Hype
Carta Hype

La crisi economica causata dall’inatteso arrivo in Italia del Covid-19 e dalle conseguenti misure restrittive adottate dal Governo hanno avuto importanti ripercussioni sul settore del commercio.

Una delle regioni più colpite dall’emergenza sanitaria è la Lombardia che già dalla fine di febbraio ha cominciato a registrare un incremento progressivo dei contagi, probabilmente anche in ragione della centralità del capoluogo nell’ambito delle relazioni internazionali.

Per questa motivazione, il motore dell’economia ha subìto un arresto prolungato fino agli inizi di maggio, allorquando il quadro sanitario complessivo ha cominciato a mutare in senso positivo.

Con specifico riguardo alla salute delle imprese, bisogna considerare non solo che tra le misure urgenti assunte dal Governo vi è stata quella di ordinare la chiusura di tutte le attività produttive non necessarie e strategiche per l’economia nazionale, ma anche che la successiva riapertura è stata condizionata all’esecuzione di opere di sanificazione e riorganizzazione dei locali, i cui costi restano sempre a loro carico.

Pertanto, data la situazione attuale, resta indispensabile agire per salvaguardare le molteplici aziende italiane in declino.

Una delle ultime misure economiche adottate su scala nazionale ha ad oggetto il differimento del periodo dei saldi estivi normalmente previsti nel mese di luglio: in questo modo, stante l’arresto delle entrate nei mesi di lockdown, si cerca di garantire ai commercianti di poter beneficiare per un’ulteriore mensilità dei guadagni “pieni” derivanti dalla vendita della merce.

In particolar modo, la Regione Lombardia si è uniformata a quanto deciso nella seduta tra la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 7 maggio scorso, fissando la data iniziale al 1 agosto.

Ciò posto, contrariamente alle regole di norma vigenti durante questo particolare periodo, solo per quest’anno è comunque concesso a ciascun rivenditore di decidere in maniera autonoma circa l’eventuale lancio di offerte promozionali già a partire dal 1 luglio.

Proprio per questo motivo, per tutti i clienti che attendono trepidamente l’inizio dei ribassi estivi per fare acquisti, una soluzione alternativa all’uso dei contanti e delle costose carte di credito è la carta prepagata (o “ricaricabile”). Si tratta di uno strumento di pagamento facile da ottenere, pratico, sicuro ed economico: la sua principale caratteristica risiede nel fatto che il titolare della carta, dopo aver effettuato una ricarica usando uno dei canali consentiti, può spendere fino ad un massimo dell’importo giacente.

A seconda delle esigenze del soggetto interessato, è possibile scegliere tra le differenti tipologie presenti sul mercato, come ad esempio tra prepagate standard e quelle dotate di codice identificativo Iban, oppure tra prepagate usa e getta e ricaricabili.

Tra le più richieste, vi è la carta Hype, gestibile a mezzo dell’omonima app scaricabile gratuitamente sul proprio pc, smartphone o tablet e per la cui apertura occorre solamente la residenza in Italia ed un numero di cellulare italiano (per ulteriori approfondimenti su caratteristiche e costi della carta prepagata Hype: Migliorcontocorrente.org ).