Milano Changing Diabets

Milano Changing Diabets
Milano Changing Diabets

Domenica 29 settembre, presso la sede del CUS MIlano al Palacus Idroscalo, si è tenuta la conferenza “La salute nelle Città e i corretti stili di vita”.
L’iniziativa è promossa dall’associazione Cities Changing Diabetes, con la collaborazione dei Comuni di Peschiera Borromeo, San Donato e Segrate. Il programma ha l’obiettivo di valutare l’impatto dell’urbanizzazione sulle malattie croniche non trasmissibili e, parallelamente, promuovere delle iniziative per prevenire il disturbo.
«Come CUS Milano siamo felici e onorati di poter ospitare questa iniziativa – ha commentato il Presidente del CUS Milano Alessandro Castelli, introducendo la conferenza -. Noi lo sport lo decliniamo in tante maniere ed è indubbio che negli anni ci siamo sempre affiancati i al concetto che praticare sport è scegliere un certo stile di vita, lo sport è tante cose e anche salute».
Dopo gli interventi di Andrea Checchi (sindaco di San Donato), Paolo Micheli (sindaco di Segrate) e Caterina Molinari (sindaco di Peschiera Borromeo), la parola è passata al professor Michele Carrubba, presidente del comitato esecutivo del Milano Changing Diabetes: «Cities Changing Diabetes è un progetto culturale. È un movimento che coinvolge tutti, coinvolge le istituzioni, coinvolge i cittadini e le persone che hanno un minimo di cognizione di causa sull’argomento».
Livio Luzi, Coordinatore Regionale Health City Institute e Direttore Endocrinologia e Malattie Metaboliche del Policlinico San Donato, ha presentato al numeroso pubblico presente alla conferenza del PalaCUS Idroscalo il progetto Milano Changing Diabetes, gli step che sono già stati fatti e quelli che saranno da fare. Il dottor Mantineo Alessandro, manager di City Changing Diabetes ha spiegato: «Questo è un progetto che parte globale ma avrà forza se tutti avremmo un responsabilità e la possibilità di fare qualcosa. Incontri come quelli di oggi sono importanti, perché tutti hanno un’esperienza, una capacità, una conoscenza per affrontare un problema e implementare le soluzioni. Ringrazio tutti i presenti e in particolare il presidente Castelli per lo spazio che ci offre e perché siamo tutti partner».