Come tre aringhe

Sul palco del Martinitt si torna a ridere e riflettere contemporaneamente. Dal 20 febbraio al 9 marzo, una commedia divertente che invita chi ha tempo a non perder tempo, a non adagiarsi. Perché se non la prendi per le redini, la vita non è come una scatola di cioccolatini ma come… una scatoletta di aringhe. Stretta, stretta.

La notte porta consiglio. E porta confronto. Tre metronotte dalle storie e le personalità diverse condividono le lunghe e lente ore del proprio turno presso un delfinarium, si confessano e fanno i conti con se stessi. Tre storie diverse e un’unica morale: rimandare può essere fatale.

Mentre adempiono al proprio dovere –sorvegliare che tutto funzioni nella vasca di un misterioso e mitologico delfino albino, che è la metafora di una eccezionalità che i tre possono solo lontanamente sognare- i metronotte si raccontano e intrecciano i loro vissuti.

COME TRE ARINGHE è una commedia scritta da Marco Falaguasta e Mauro Graiani, diretta da Marco Falaguasta, con Marco Falaguasta, Marco Fiorini e Piero Scornavacchi.

Nico, quarantenne, si ritrova con una figlia di 17 anni, incinta. Giorgio è portatore sano di una felicità costruita e quindi fastidiosa. Mariano è il capo, un ex agente entrato in polizia per far giustizia sui cattivi e rimasto fregato dai buoni. Una storia di antieroi, che inizialmente millantano scenari altissimi ma via via lasciano cadere le difensive e arrivano ad ammettere che le loro vite sono come quelle di tre aringhe. Come vivono le aringhe? Vedere lo spettacolo per scoprirlo…

 

Info e prenotazioni:

TEATRO MARTINITT

Via Pitteri 58, Milano – Tel. 02 36.58.00.10

Orario spettacoli: giovedì e venerdì ore 21, sabato ore 16.30 e ore 21, domenica ore 18.

Biglietteria: da martedì a sabato ore 10-20, domenica ore 15-17.30; lunedì chiuso.

Ingresso: 20 euro

Abbonamenti a partire da 100 euro per 11 spettacoli.

Il Martinitt

Un “piccolo” teatro dai grandi numeri (20.000 spettatori lo scorso anno e già 1300 abbonamenti in sole 3 stagioni) che crede davvero nei nuovi talenti di casa nostra, tanto da riservare loro il suo palcoscenico in esclusiva e da aver indetto il concorso “Una Commedia in cerca d’autori”, dedicato ad autori tra i 18 e i 45 anni, residenti in Lombardia. In premio la soddisfazione di veder il proprio testo diventare un vero e proprio spettacolo, che andrà in tournée in varie piazze d’Italia.