Ylenia Lucisano

Ylenia Lucisano

Parli dell’ incontro con l’anima gemella come una virata, una “strambata”  verso una situazione di vita migliore. E chi non incontra l’anima gemella ?

Sarebbe impossibile! Vorrebbe dire non emozionarsi e non vivere i rapporti con le persone che ci circondano, perché l’anima gemella non è solo il ‘’Principe Azzurro’’ ma è quella persona la cui vicinanza ci fa stare bene e con cui c’è un’affinità spirituale e non solo sentimentale. Quindi mi riferisco ad amici, parenti o persone di passaggio nella nostra vita! Il pensiero dell’esistenza di una sola anima gemella lo trovo troppo idealistico perché possiamo averne più di una, basta crederci e non cercarla a tutti i costi perché arriva quando meno te l’aspetti!

Complimenti per testo e musica. Come è nata “Quando non c’eri”, prima il testo o prima la musica ?

Testi e musica delle mie canzoni nascono contemporaneamente, sono come    facce  della stessa medaglia. Non riesco a tenere separate  le  due  cose.  Così è successo  anche  per la canzone ” Quando non c’eri”. Le parole sono scivolate sulla musica e viceversa.

Dalla Calabria a Milano. E’ il passo necessario per chi vuole emergere?

Per emergere e distinguersi in qualunque settore è necessario fare dei sacrifici. Uno dei più difficili per me è stato proprio lasciare la mia città ma è una tappa necessaria per crescere, fare esperienze e allargare gli orizzonti della vita ( spesso vivere in una piccola provincia ti porta un po’ a chiuderti nella routine); il secondo motivo,il  più importante, è che l’ambiente musicale si sviluppa tra Roma e Milano. Inizialmente non era così dura ,prevaleva l’entusiasmo alla paura di vivere lontano dalla mia famiglia… A distanza anni l’entusiasmo è raddoppiato ma anche la mancanza si fa sentire…

 Intervista a cura di Davide Falco