Il processo di Giusta

Dopo aver raccontato le donne di Pompei, Carmen Covito fa rivivere un celebre caso giudiziario emerso dagli scavi di Ercolano.

Sulla splendida terrazza dell’area sacra, affacciata sul mare e sulla spiaggia, la pompeiana Vibia Tirrena assiste alla celebrazione del matrimonio di sua figlia Gemina. Mentre il corteo si prepara per raggiungere il banchetto di nozze, dalla folla degli invitati una donna si getta dalla terrazza dell’area sacra fratturandosi una gamba. Un gesto disperato che, secondo la tradizione, porterà sventura alla giovane coppia. La filosofa Tirrena decide di indagare sui motivi dell’estremo gesto. Si scoprirà che Giusta si è gettata perché non è stata riconosciuta come donna libera e questa decisione le ha impedito di sposarsi con un nobile di cui è perdutamente innamorata. La tenacia di Vibia riuscirà a portare il caso giudiziario fino ai tribunali di Roma.

Il processo di Giusta, in libreria dal 4 luglio

Pag 96 euro 9,90