Women’s Fiction Festival

Festival internazionale di narrativa femminile  

Nona edizione 
Matera, 27/30 settembre

Il Premio Baccante ad Amy Bratley 

Ogni anno l’associazione Women’s Fiction Festival, insieme alla casa editrice Harlequin Mondadori, premia un personaggio di fama internazionale per il suo apporto alla narrativa femminile in Italia e nel mondo.
Dopo Maria Venturi (2004), Inge Feltrinelli (2005), Alicia Gimenéz Bartlett (2006), Federico Moccia (2007), Milena Agus (2008), Brunonia Barry (2009), Licia Troisi (2010) e Margaret Mazzantini, il magnifico gioiello in oro, opera d’arte creata dal Laboratorio Orafo Materia, verrà consegnato ad Amy Bratley, autrice di “Amore, zucchero e cannella” (Newton Compton) sabato 29 settembre, dal direttore editoriale di Harlequin Mondadori, Alessandra Bazardi. 
 
“Amore zucchero e cannella” è stato tra i primi posti della classifica dei libri per numerose settimane, e in Italia ha venduto in Italia oltre 200.000 copie: la casa editrice Newton Compton ha stampato 13 edizioni in due mesi.
Amy Bratley ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo grazie a un insieme di ingredienti sapientemente mescolati: semplicità, leggerezza, memoria, dolcezza e gusto, con ricette tramandate di generazione in generazione. Vive a Londra, dove lavora come giornalista freelance. Il suo secondo romanzo, “Amore, bugie e cioccolato” uscirà mei primi mesi del 2013 sempre per la editrice Newton Compton
 
Il programma di incontri con il pubblico

Come ogni anno, il Women’s Fiction Festival porta i libri nelle piazze, nelle scuole, con presentazioni, dibattiti, e tavole rotonde (ingresso gratuito): “Leggo di gusto” è il titolo del programma degli incontri, dove si approfondiranno aspetti legati al potere evocativo del cibo nella letteratura, rendendo omaggio al gusto di leggere e al leggere di gusto, con incontri e presentazioni di libri dedicati al cibo, laboratori di cucina dove gustare i prodotti della gastronomia locale e della dieta mediterranea.

Tra gli ospiti: Stefania Barzini (La scrittrice cucinava qui, Gribaudo) e Licia Granello (Il gusto delle donne, Rizzoli) insieme a Francesca Romana Barberini, conduttrice Tv del Gambero Rosso, parlano del potere evocativo del cibo nella letteratura. Giuseppina Torregrossa con il romanzo, Panza e prisenza (Mondadori) e Raethia Corsini, con Spiriti bollenti (Guido Tommasi Editore-Datanova) accostano la lettura e presentazione del proprio libro con una degustazione; mentre di destini affamati e lavori precari si parla con Paola Calvetti (Olivia, Mondadori), Patrizia Violi (Affari d’amore, Baldini& Castoldi) e Cinzia Leone.

Lara Florand (Ladra di cioccolata, Fanucci), festeggia la lettura con un “Chocolate Party”, mentre le figure femminili nei romanzi storici è il tema dell’incontro con Rita Charbonnier, (“Le due vite di Elsa”, Piemme) e Carla Maria Russo (“La regina irriverente”, Piemme).

“Le donne rifaranno l’Italia?” è la domanda della giornata conclusiva del Festival: a rispondere Marina Terragni (Un gioco da ragazze, Rizzoli) insieme a Filippo Ceccarelli, giornalista.

La Borsa del libro: gli editor e gli agenti al Festival

Pitching your novel. Proponi il tuo romanzo. La Borsa del Libro, uno dei momenti del Congresso internazionale per scrittori, è l’elemento distintivo del Women’s Fiction Festival. Con la Borsa del libro si vuole costruire un ponte tra chi scrive e chi pubblica, facilitare le relazioni corte e favorire la scoperta di nuovi talenti. Alla borsa del libro partecipano direttori e consulenti editoriali, editor e agenti letterari che ascoltano le proposte dei partecipanti e valutano le loro opere. L’occasione è utile e unica per conoscere nuovi agenti letterari, editor in cerca della storia giusta da pubblicare, consulenti che suggeriscono soluzioni innovative da adottare per rimanere protagonisti sul mercato editoriale in evoluzione. 

Il Congresso internazionale per scrittori

La Writers’ Conference di Matera si posiziona sempre di più come luogo dove l’offerta editoriale si contraddistingue per la qualità e l’alta professionalità dei relatori. Si discuterà di tendenze nel mercato della narrativa femminile ma non solo; le storie che gli editor cercano per soddisfare i gusti dei lettori; i contratti di agenzia e royalty, la rivoluzione digitale e i nuovi dispositivi elettronici nel mercato dell’editoria. Oltre a essere un’esperienza formativa di eccezionale utilità, il Congresso per scrittori rappresenta un’occasione unica per creare nuove relazioni e contatti e per potenziare le opportunità di crescere professionalmente nel mondo editoriale.

Per iscrizioni al Congresso Internazionale per scrittori e rimanere  aggiornati sulle attività del WFF,
consultare il sito web www.womensfictionfestival.com