ATTI VANDALICI : UN ATTACCO ALLA CITTA’ E AI NOVATESI

Novate Milanese, 4 luglio  2012 – Ancora una volta gli sforzi dell’Amministrazione Comunale per rendere Novate Milanese più attrattiva, ordinata e a misura di bambino si sono infranti contro l’inciviltà e la maleducazione di pochi.

Nella giornata del 20 di giugno i giochi per bambini nell’area centrale del Parco di via Baranzate sono stati ripristinati e rimessi totalmente in funzione dopo che, nei mesi scorsi, erano stati oggetto di atti vandalici con imbrattamenti e danneggiamenti. Il lavoro di ripristino è costato all’Amministrazione, e quindi a tutti i cittadini novatesi, oltre 5000 euro, destinati a ridare la possibilità ai bambini di giocare in sicurezza in questi mesi estivi.

Il giorno dopo però tutto il lavoro si è rivelato praticamente inutile.

Ancora una volta la stupidità di pochi ha inficiato l’interesse pubblico. I giochi sono stati nuovamente imbrattati e danneggiati, vanificando gran parte del lavoro fatto. A questo punto l’Amministrazione, in accordo e in sinergia con la Polizia Locale e il Comando dei Carabinieri, ha deciso di intensificare i controlli anche durante le ore notturne dei parchi e dei luoghi della città dove sono collocati giochi e panchine per riuscire a individuare i responsabili di questi vandalismi ancora una volta intollerabili.

 “Non è più possibile tollerare queste situazioni – sostiene il Vice Sindaco Daniela Maldini – che rappresentano una gravissimo danno alla città e alla maggior parte dei cittadini che vogliono vivere in una Novate ordinata, e funzionale. Erano tanti i novatesi che hanno sollecitato e attendevano questi interventi ritardati a causa delle note difficoltà  finanziarie degli enti locali. Ora tutto è da rifare. L’appello che rivolgo ai cittadini è quello di collaborare per individuare i responsabili dei danneggiamenti.

Situazioni di questo genere, purtroppo, arrecano danni al patrimonio pubblico facendo spendere alla comunità soldi, risorse e tempo che potrebbero invece essere investiti in altri ambiti. Gesti vandalici e incivili che denunciamo con forza e determinazione. Ci impegniamo come Amministrazione non appena saranno individuati i responsabili a richiedere il risarcimento dei danni compiuti”.

L’intenzione è dunque quella di non lasciare impuniti i protagonisti dei danneggiamenti che sono perseguibili penalmente e ai quali, una volta individuati, saranno richiesti i danni materiali e morali delle loro azioni.