Turismo… “a regola d’arte”

Che il Trentino sia una meta di vacanza all’insegna della natura incontaminata, dello sport e del benessere non è una novità. Da oggi però sarà ancora più facile connettere turismo e cultura, arte e ambiente: merito  dell’alleanza firmata oggi giovedì 28 giugno tra il Mart, Museo di Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto e l’azienda per il turismo Ingarda Trentino Spa che ha per oggetto la promozione e la diffusione dell’immagine turistica dell’ambito di riferimento.

Per il Mart, da sempre attento alle connessioni con i bacini turistici limitrofi e distanti, l’accordo rappresenta un’importante scelta strategica. “L’ospitalità è il vero denominatore comune tra il museo e l’azienda turistica – ha dichiarato il direttore del museo Cristiana Collui turisti sono persone che abitano temporaneamente dei luoghi. Dobbiamo lavorare insieme sul loro tempo libero, anche fuori e oltre la stagione turistica tradizionale”.

Marco Benedetti, presidente di InGarda Trentino sottolinea: “Questo connubio mi sembra vincente per arricchire la nostra offerta turistica, non solo legata alle bellezze naturali del territorio. La vocazione del Garda Trentino è quella della vacanza attiva, molto dipendente dalla situazione meteorologica. Ci stiamo quindi attrezzando per offrire nuove opportunità a quei 900mila arrivi annui che potrebbero essere interessati a un prodotto culturale come il Mart”.

La comunanza di interessi passerà attraverso un’azione combinata di reciproca valorizzazione e promozione dei due enti, ognuno attraverso i propri specifici canali. In particolare, i turisti in vacanza nel Garda trentino potranno entrare in tutte le sedi del Mart a ingresso ridotto, utilizzando a questo scopo dei voucher che saranno distribuiti da InGarda Trentino.

Depliant e siti internet, pacchetti, eventi ad alto potenziale attrattivo ( «che movimentino turisti» ) e altre iniziative saranno sviluppate nella fase operativa che seguirà l’accordo di collaborazione.

In previsione per il futuro anche la progettazione di iniziative rivolte a specifiche tipologie di visitatori magari più orientati verso prodotti culturali e una migliore ottimizzazione dei collegamenti con l’organizzazione di un servizio transfer, che unisca “le due perle”.