La Milano sostenibile alla Giornata Mondiale dell’Ambiente

di Stefany Sanzone – Domani 5 Giugno ricorre la quarantesima Giornata Mondiale dell’Ambiente (W.E.D. World Enviroment Day), istituita dall’ONU nel 1972 dopo la Conferenza di Stoccolma sull’Ambiente Umano nel corso della quale prese forma il Programma Ambiente delle Nazioni Unite (U.N.E.P. United Nations Environment Programme).

Per l’occasione il Comune di Milano, in collaborazione con il Politecnico di Milano, ha organizzato un convegno i cui temi centrali saranno: politica e governance ambientale, natura e biodiversità, informazione e comunicazione. Il convegno sarà dedicato ai progetti realizzati in Lombardia dal Programma Life Plus dell’Unione Europea che quest’anno compie 20 anni.

Alla giornata milanese interverranno Pierfrancesco Maran, assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo urbano e Verde, Giovanni Azzone, Rettore del Politecnico di Milano, Fabrizio Spada, Direttore della Rappresentanza Commissione europea a Milano, Olivia Postorino, Dirigente U.O. Programmazione comunitaria D.G. Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione della Regione Lombardia. Moderatore del convegno sarà Roberto Santaniello, Direttore del Settore Relazioni internazionali del Comune di Milano.

”Le città possono svolgere un ruolo molto importante nella lotta ai cambiamenti climatici, mettendo in atto una serie di misure di governance che incidano concretamente sulla riduzione di traffico e inquinamento; – dichiara l’assessore Pierfrancesco Maran – Milano, in questo primo anno di governo della città, ha compiuto scelte strutturali come Area C, e ha puntato molto sullo sviluppo della ciclabilità. Al pari di altre città europee, ha investito molto per promuovere la mobilità sostenibile e l’uso della bici, l’efficienza energetica e per valorizzare il verde urbano”. “Il nostro desiderio – conclude Maran – è consentire ai milanesi, alle famiglie e ai bambini di vivere in una città che vuole e può diventare davvero sostenibile. Istituzioni e cittadini devono, perciò, continuare a lavorare insieme con impegno per promuovere il rispetto dell’ambiente, accompagnando un cambiamento negli stili di vita e delle scelte, dalle più piccole alle più grandi”.